AZIENDE

Beintoo sbarca a Madrid con la filiale spagnola: la guida Patricia Cañada

- # # # #

Patricia Canada - Beintoo Espana (1)

BeintooMobile Data Company che opera su scala globale, con sedi a Milano, Roma, Londra e Madrid – prosegue il processo di internazionalizzazione con un’importante apertura nel mercato spagnolo. A guidare i nuovi uffici di Madrid sarà Patricia Cañada (nella foto), nuova Sales Director España di Beintoo: il suo compito sarà quello di coordinare i rapporti con gli advertiser e i centri media, posizionando Beintoo sul mercato e rispondendo a tutte le necessità di formazione e informazione dei clienti.

L’ingresso di Patricia Cañada nel team di Beintoo è strategico per il rafforzamento della società sui mercati esteri. Grazie a un’esperienza decennale in importanti aziende attive nel mercato digital e nella comunicazione come L’Oréal, Condé Nast, Ebuzzing e Teads, dove ha ricoperto l’incarico di Sales Managing Director negli ultimi tre anni, Patricia Cañada metterà a disposizione la sua profonda conoscenza del mercato spagnolo, tra le aree più promettenti in Europa, consentendo a Beintoo di avviare una nuova strategia di crescita e di rafforzare la propria leadership nel settore del mobile advertising.

“La Spagna oggi è un mercato imprescindibile per chi, come noi, lavora nel digital advertising. È infatti uno dei pochi Paesi che, in questi anni, ha registrato investimenti in costante crescita, in particolare sul fronte del mobile che nel 2017 ha registrato un giro d’affari in salita del 43% a 378 milioni di euro. Inoltre, la Spagna è il primo paese al mondo per fruizione di Internet da mobile con una quota stimata intorno all’81%, subito prima dell’Italia al 78%”, ha dichiarato Andrea Campana, CEO di Beintoo. “Il nostro obiettivo è quello di replicare in Spagna i risultati che abbiamo messo a segno in Italia, per rafforzare la nostra posizione di ‘esperti del mobile’ anche sui mercati esteri. La Spagna, infatti, rappresenta solo il primo tassello di una strategia di internazionalizzazione più ampia di Beintoo: stiamo osservando con attenzione diversi mercati, tra cui l’America Latina, e prevediamo di accelerare la nostra crescita internazionale nel corso del 2019”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Sarenza dichiara il suo amore per le scarpe in una campagna TV europea

- # # # # # # #

Per amore delle scarpe e dei suoi cari clienti, Sarenza accelera il suo sviluppo internazionale e – dopo la più significativa raccolta fondi di 74 milioni di euro nel 2014 e il lancio del suo brand – esce con una campagna televisiva contemporaneamente in sei paesi europei: Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi e Spagna.

L’importante campagna televisiva dimostra le ambizioni dell’azienda francese. Oggi Sarenza conta 200 dipendenti di 12 nazionalità diverse tutti con sede a Parigi e tutti amanti delle scarpe; 700 marche disponibili sul sito, tra cui il nuovo brand Sarenza; 4 milioni di clienti di cui il 98,4% dichiara il desiderio di fare nuovi acquisti sul sito; 10 milioni di prodotti venduti dalla sua creazione; esportazione in 26 paesi europei.

“Il 2014 è un anno chiave per Sarenza dato che a oggi i 2/3 delle entrate derivano dalla Francia e il restante 1/3 dall’Europa. Con la raccolta fondi desideriamo conquistare i mercati europei, con l’obiettivo di invertire la tendenza di distribuzione del fatturato entro i prossimi cinque anni e raggiungere 500 milioni di euro di fatturato. La campagna televisiva europea segna l’inizio di questa nuova avventura basata su una storia di successo che va dai francesi agli europei”, Commenta Stéphane Treppoz, CEO di Sarenza.

La campagna pubblicitaria studiata dall’agenzia M&CSaatchi.GAD prodotta da Iconoclast e realizzata da Canada assume i contorni di una fiaba contemporanea tra “Il diavolo veste Prada” e “Alice nel paese delle meraviglie”. La pubblicità racconta la storia del primo giorno da Sarenza di una ragazza che, meravigliata, scopre cosa c’è nascosto dietro il pure player della scarpa: una squadra appassionata ai suoi prodotti e devota ai suoi clienti. Un DNA unico che riassume astutamente il nuovo claim: “We feel shoes, we love shoes, we are shoes”.

articoli correlati