MEDIA

Campari Red Diaries 2019: Ana De Armas protagonista del corto Entering Red con la regia di Matteo Garrone

- # # # # #

Entering Red

Campari annuncia il ritorno di Campari Red Diaries con Entering Red, un cortometraggio enigmatico caratterizzato dalla presenza di un’attrice hollywoodiana attualmente molto in auge e un regista italiano pluripremiato di grande talento.

Gli spettatori saranno condotti in un viaggio inaspettato alla scoperta del mondo Campari, ricco di mistero e fascino. Seguendo la filosofia di Campari per cui “ogni cocktail racconta una storia”, Entering Red non solo racconta una vicenda intrigante, ma è anche un’ode al celebre Negroni, cocktail simbolo di Campari, che nel 2019 festeggia il suo centenario.

Il cortometraggio

Interpretato dall’attrice di fama internazionale Ana de Armas (Blade Runner 2049) e dall’attore italiano Lorenzo Richelmy, Entering Red è diretto da Matteo Garrone, due volte vincitore del Grand Prix al Festival di Cannes e quest’anno designato a rappresentare l’Italia nella corsa all’Oscar con Dogman. Il nuovo cortometraggio sarà il perno di una più ampia campagna di comunicazione integrata che sarà implementata nel corso del 2019.

Da sempre legato in modo indissolubile al mondo del cinema, nonché main sponsor della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, Campari scrive così un nuovo affascinante capitolo del suo lungo percorso nell’ambito dell’utilizzo del mezzo cinematografico come veicolo di comunicazione per raccontare storie. Entering Red narra una storia di suspense e intrigo in cui gli spettatori fanno la conoscenza di Ana, interpretata dall’omonima Ana de Armas, che esplora con curiosità la carismatica Milano attraverso l’accattivante punto di vista di Campari.

A rendere ancor più intensa l’esperienza cinematografica è il talento di Matteo Garrone, che crea un corto in cui il pubblico “si immerge nel rosso” insieme ad Ana, scoprendo il mondo eclettico e affascinante di Campari e avventurandosi nella città natale dell’aperitivo rosso per eccellenza.

 

Entering Red: il cast

De Armas ritrae alla perfezione l’evoluzione del personaggio, seguendo gli indizi scarlatti con cui una Milano ricca di fascino si lascia scoprire. Quest’anno il cast prevede inoltre i cameo di una crew di influencer internazionali e dei “Red Hands” di Campari, sei dei migliori bartender del mondo: a rappresentare l’Italia Tommaso Cecca, Bar Manager del Camparino in Galleria. Nel cortometraggio è prevista anche la partecipazione di un altro giovane attore italiano, Cristiano Caccamo che accompagnerà Campari nella comunicazione del progetto Red Diaries 2019 in Italia.

La première

La première e il red-carpet di Entering Red si terranno nella città natale di Campari, Milano, il 5 febbraio 2019, in concomitanza con il lancio digitale in tutto il mondo. Il cortometraggio sarà disponibile sul canale ufficiale YouTube di Campari.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Crodino (Gruppo Campari) entra nelle case degli italiani con Geometry

- # # #

campari

L’aperitivo a casa è un classico di noi italiani: un’abitudine è perfettamente in linea con la filosofia di Crodino, l’analcolico dal gusto fresco e dissetante che piace a tutti. Per questo Crodino, parte del Gruppo Campari dal 1995, e Crodino gusto Arancia Rossa che festeggia a breve il suo primo anno nella famiglia, si inseriscono in questo momento della giornata, così cruciale per gli italiani: l’aperitivo a casa.

Il Gruppo Campari entra in questo momento di condivisione con un piano di comunicazione ideato e sviluppato insieme a Geometry: la più grande agenzia di activation al mondo. E lancia un messaggio forte e chiaro, in linea con il tone of voice di marca: “Il momento Crodino. L’aperitivo di ogni giorno è di casa al tuo ritorno”. Un posizionamento che viene supportato da un’intensa comunicazione in store con materiali dedicati, isole presso i punti vendita più grandi e degustazioni con hostess. Obiettivo: evocare in store la familiarità e la quotidianità dell’aperitivo a casa, attraverso il punto di vista della marca. Un’azione di marketing e trade marketing che si sviluppa lungo l’arco di 12 mesi e ruota intorno a
un concorso creato ad hoc, con in palio un anno di aperitivi a casa.

Grazie all’acquisto di una sola confezione di Crodino e di Crodino gusto Arancia Rossa, infatti, si può vincere uno dei 50 kit firmati Crodino e San Carlo per l’aperitivo di tutti i giorni. È sufficiente inviare i dati dello scontrino comprovante l’acquisto (online o via SMS) per provare a vincere un anno di aperitivi a casa!

Credits
Creative Director: Fabio D’Altilia
Art Director: Matteo Brambilla
Junior Art Director: Ileana Dominici
Senior Copywriter: Alessandro Dardo
Client Service Director: Marco Di Nicola
Junior Account: Arianna Di Foggia

articoli correlati

MEDIA

Campari annuncia i vincitori di “Created by Passion”, per i giovani talenti del cinema

- # # # #

campari created by passion

Campari presenta i vincitori di “Created by Passion”, il concorso volto a promuovere i giovani talenti del cinema e realizzato in collaborazione con la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano.
Obiettivo del contest, aperto a studenti ed ex studenti della storica scuola milanese, la creazione di uno short movie di massimo 3 minuti che tragga ispirazione dai valori portanti di Campari e che dia vita al concetto di “Nulla si crea senza la passione”, lo stesso che ha portato alla realizzazione dell’ultima campagna di comunicazione “Creation” firmata da Paolo Sorrentino.
Un film fortemente distintivo, quest’ultimo, che rispecchia lo stile unico e inconfondibile del regista premio Oscar e che ruota intorno alla Red Passion, tema da sempre legato in modo indissolubile al marchio.

Nulla si crea senza la passione, la stessa passione che accompagna da sempre ogni momento Campari”: questa è l’idea creativa che Paolo Sorrentino ha interpretato in modo magistrale grazie alla sua estetica riconoscibile e al suo modo contemporaneo di raccontare grandi storie e con cui i giovani talenti sono ora chiamati a cimentarsi.

Il contest “Created by Passion”, che si è concluso lo scorso 22 luglio, ha ispirato numerosi diplomati e studenti della Civica che, grazie alla diversità delle storie e alla varietà di trattamento tecnico-artistico, hanno reso il concorso particolarmente vivace.
Gli short movie vincitori, scelti sulla base del giudizio espresso dal pubblico, dal parere di un regista, della direttrice della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti e ovviamente da Campari, sono “Sirena” di Ettore Mengozzi e “Il carillon e la montagna” di Alberto Cammarano, Lucia Fontana e Alessandro Frigerio.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Campari calca il Red Carpet del Lido di Venezia in qualità di Main Sponsor

- # # # # #

Campari

Campari sbarca a Venezia in qualità di main sponsor in occasione della 75a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia.

Con l’obiettivo di confermare il legame sempre più forte con il mondo del cinema, Campari sceglie di affiancarsi alla nota kermesse che, da sempre, ha l’obiettivo di favorire la conoscenza e la diffusione del cinema internazionale in tutte le sue forme di arte, spettacolo e industria, in uno spirito di libertà e dialogo.

Da sempre, infatti, Campari sceglie il mezzo cinematografico come veicolo di comunicazione per raccontare, in modo avveniristico, l’essenza di un marchio che ha sancito la nascita del mito dell’aperitivo italiano nel mondo. Un connubio, quello tra Campari e il grande schermo, che trova la massima espressione nelle numerose collaborazioni con registi e attori di fama internazionale, attraverso campagne innovative che hanno scritto la storia della comunicazione di marca.

Avendo come filo conduttore tutto ciò che nasce dalla passione – l’ispirazione, l’ambizione, il desiderio e la creazione – Campari arriva così alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia con la volontà di raccontare tutta la sua eclettica personalità attraverso una vera “Campari experience”.

L’iconico brand sarà presente al Lido con una Lounge in prossimità del Red Carpet, oltre che con altri spazi dedicati nei luoghi più rappresentativi della Mostra, proponendo l’aperitivo in perfetto stile italiano inteso come momento da scoprire, degustare e condividere. Luogo aperto alla combinazione e contaminazione delle arti, Campari Lounge si fonde nel tessuto architettonico circostante rendendo omaggio all’esuberanza decorativa di Venezia grazie all’uso di materiali preziosi e l’integrazione di elementi naturali come l’acqua e la luce. Un luogo che accoglie gli ospiti su un tappeto rosso e li rende protagonisti di appassionanti esperienze, proprio come accade nei film.

Insieme alla Direzione Artistica della Mostra, inoltre, Campari valorizzerà lo straordinario contributo che i collaboratori più stretti del regista offrono al compimento del progetto artistico rappresentato da ciascun film, dando così vita al Campari Award “Passion for Film”. Solo occasionalmente, infatti, direttori della fotografia, compositori, sceneggiatori e scenografi vedono adeguatamente riconosciuto il loro apporto, spesso determinante ai fini della qualità del risultato finale. “A Passion for Film” premierà a turno una di queste figure, non semplici artigiani ma artisti e co-autori delle opere a cui offrono il contributo del loro insostituibile talento.

Infine, saranno proprio gli iconici cocktail rosso Campari ad accompagnare gli invitati in occasione delle serate di apertura e chiusura della Mostra, oltre ai momenti più esclusivi che animeranno la città nel corso di dieci giorni dove arte, passione e creazione saranno i valori portanti.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Campari Red Diaries: presentato a Milano lo shortmovie “The Legend of Red Hand”

- # # # # #

Campari Red Diaries

Campari ha presentato oggi a Milano la seconda edizione del progetto Campari Red Diaries con lo shortmovie “The Legend of Red Hand” (annunciato lo scorso ottobre).

Seguendo la filosofia di Campari per cui “ogni cocktail racconta una storia”, il film di quest’anno narra l’estro e la creatività dei bartender, celebrando in particolar modo il talento dei “Red Hand”, ovvero coloro che sono in grado di ideare i migliori cocktail al mondo.

Cardine del progetto, “The Legend of Red Hand” vanta la presenza dell’attrice di fama internazionale Zoe Saldana – protagonista dei colossal Avatar e Guardiani della Galassia – e dell’attore italiano Adriano Giannini, con la regia del celebre Stefano Sollima, noto per la serie Gomorra e il film Soldado. Un giallo ricco di suspense e mistero in cui Mia Parc, la protagonista interpretata dall’intrigante Zoe Saldana, parte da Milano, città d’origine di Campari, per un viaggio alla ricerca del cocktail perfetto.

Il film si apre al tramonto in piazza Duomo, a Milano, con la carismatica fotografa Mia Parc, nome che poi è l’anagramma perfetto di Campari. Il regista Stefano Sollima, maestro del thriller, crea un’atmosfera intensa e avvincente seguendo Mia nella sua segreta missione, ovvero scoprire chi si cela dietro la misteriosa figura di Red Hand, l’artefice dei migliori cocktail Campari di sempre. La totale dedizione alla ricerca del cocktail perfetto porta Mia in giro per il mondo tra Milano, New York, Buenos Aires, Rio De Janeiro, Berlino e Londra, con l’obiettivo di scoprire diversi Red Hand, tutti accomunati dalla stessa passione e talento nel creare i migliori cocktail a base Campari.

 

 

Bob Kunze-Concewitz, CEO di Campari Group, aggiunge: “Siamo molto orgogliosi di svelare il nuovo cortometraggio Campari Red Diaries e di riportare la première a Milano, la città dove la storia di Campari ebbe inizio. Giunta al secondo anno, la campagna Campari Red Diaries racconta un tema nuovo e interessante, che mostra l’ambizione di Campari a creare il cocktail perfetto, continuando a celebrare il talento dei bartender. Siamo felicissimi che, a raccontare la nostra storia, siano Zoe Saldana, Stefano Sollima e Adriano Giannini, artisti internazionali che vi accompagneranno nel nostro viaggio alla scoperta di The Legend of Red Hand. Ci auguriamo che questa storia sia d’ispirazione per chi, in tutto il mondo, intenda perseguire la propria ricerca personale del cocktail perfetto per trovare il suo Red Hand”.

The Legend of Red Hand è disponibile in tutto il mondo sul canale ufficiale YouTube e sulle pagine social di Campari. La première e il red carpet si terranno a Milano.

Il concept di Campari Red Diaries nasce da un’idea di J. Walter Thompson Milano, compresa la storia originale di The Legend of Red Hand, la cui sceneggiatura è firmata da Stefano Bises. Campari Red Diaries, e quindi The Legend of Red Hand, è prodotto da Think Cattleya.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Campari annuncia il ritorno di Campari Red Diaries con The Legend Of Red Hand. Protagonisti Zoe Saldana e Adriano Giannini

- # #

Campari

Campari annuncia il ritorno di Campari Red Diaries con “The Legend of Red Hand”, un nuovo short movie all’insegna dell’intrigo e della passione.  Seguendo la filosofia di Campari per cui “ogni cocktail racconta una storia”, il film di quest’anno narra l’estro e la creatività dei bartender, celebrando in particolar modo il talento dei “Red Hand”, ovvero coloro che sono in grado di ideare i migliori cocktail al mondo. Cardine del progetto, “The Legend of Red Hand” vanta la presenza dell’attrice di fama internazionale Zoe Saldana, protagonista dei colossal Avatar e Guardiani della Galassia, e dell’attore italiano Adriano Giannini, con la regia del celebre Stefano Sollima, noto per la serie Gomorra e il film in uscita Soldado.

‘The Legend of Red Hand’ è un poliziesco ricco di suspense e mistero in cui Mia Parc, la protagonista interpretata dall’intrigante Zoe Saldana, parte da Milano, città d’origine di Campari, per un viaggio alla ricerca del cocktail perfetto. Il regista Stefano Sollima, maestro del thriller, crea una storia intensa e avvincente guidando gli spettatori in un affascinante viaggio in giro per il mondo che ha, come unico obiettivo, trovare la perfezione. Il ruolo di Mia Parc esalta il glamour e la raffinatezza propri di Zoe Saldana, mentre l’attore Adriano Giannini, nei panni dell’italiano Davide, è il protagonista maschile di cui Mia si invaghisce.

“Alla luce dello straordinario successo della prima edizione di Campari Red Diaries, sono stata felicissima di interpretare il ruolo di Mia Parc in “The Legend of Red Hand”. Il personaggio di Mia è molto affascinante e raccontare la determinazione con cui la protagonista cerca di raggiungere la perfezione partendo proprio dalla città di Milano, luogo di nascita del celebre aperitivo Campari, è stata un’esperienza molto speciale”, ha commentato Zoe Saldana.

“Dirigere “The Legend of Red Hand” e lavorare fianco a fianco con attori di grande talento è stato un vero piacere. Da italiano, non potevo dire di no a questa collaborazione. La storia permette di liberare la creatività e mettere in scena un mondo ricco di mistero che coinvolge lo spettatore portandolo a voler scoprire sempre di più”.

“Collaborare con Zoe Saldana e Stefano Sollima è stato un grande onore, specialmente in un film realizzato in collaborazione con un brand che è simbolo della tradizione italiana. Interpretare Davide, un personaggio che prende il nome dal fondatore di Campari, era una grande responsabilità. Lascio agli spettatori il gusto di scoprire il resto della storia il prossimo anno”, ha dichiarato Adriano Giannini.

“Quest’anno la campagna Campari Red Diaries mette in scena una nuova e interessante declinazione, raccontando l’ambizione di Campari nel voler creare il cocktail perfetto e continuando a celebrare i talenti dell’arte del bartending in tutto il mondo. Siamo felicissimi di avere Zoe Saldana, Stefano Sollima e Adriano Giannini come protagonisti del film e attendiamo con entusiasmo il lancio per condurre tutti gli appassionati di Campari in un viaggio alla scoperta del mistero che si cela dietro “The Legend of Red Hand”, ha spiegato Bob Kunze-Concewitz, CEO del Gruppo Campari.

Il lancio digitale di “The Legend of Red Hand” è previsto per il 2018. La première e il red carpet si terranno a Milano, dove tutto ebbe inizio. Il corto sarà disponibile anche sul canale ufficiale YouTube di Campari.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Campari torna on air con il nuovo spot di Paolo Sorrentino. Firma Havas, Pianifica Mindshare

- # # # #

spot Campari

Dopo 6 anni, Campari arriva in tv con “Creation”, la nuova campagna firmata dal regista Paolo Sorrentino. Un film fortemente distintivo, che rispecchia lo stile unico e inconfondibile del regista premio Oscar e che ruota intorno alla Red Passion, tema da sempre legato in modo indissolubile al marchio simbolo dell’aperitivo nel mondo.

Paolo Sorrentino, con la sua estetica assoluta e distintiva, realizza un film per la TV che esprime tutta l’essenza di Campari. Il lavoro è stato sviluppato insieme all’agenzia Havas Milan, da un’idea dei direttori creativi Erick Loi e Francesca De Luca, con la direzione creativa esecutiva di Giovanni Porro.

La nuova campagna riscrive in chiave contemporanea e visionaria una storia che racconta la creazione della passione nel mondo. Il film si apre con due storie parallele, entrambe appassionanti: in un misterioso bar le sapienti mani di un barman creano un Campari Americano, mentre nel suo atelier un artista crea una figura femminile che si anima diventando la prima donna sulla terra. Subito dopo, la giovane donna incontra per la prima volta un giovane uomo in un luogo senza tempo. Sulla scena c’è un iconico cocktail dall’inconfondibile colore rosso: un Americano.

“Nulla si crea senza la passione. La stessa passione che accompagna da sempre ogni momento Campari. Per esprimere in tutta la sua potenza questo concetto, Paolo Sorrentino era una scelta quasi obbligata. Non solo perché ha già interpretato mirabilmente il mondo Campari nell’ambito del progetto “Campari Red Diaries”, ma anche per la sua estetica riconoscibile e per il suo modo contemporaneo di raccontare grandi storie. Un sodalizio, quello tra Paolo Sorrentino e Campari, perfetto per interpretare la grande storia di un marchio che ha sancito la nascita del mito dell’aperitivo italiano a livello internazionale”, ha affermato Lorenzo Sironi, Senior Marketing Director Gruppo Campari Italia.

La campagna “Creation” è on air sui principali mezzi Tv . Sarà poi declinata anche sui canali digital.

CREDITS
Agenzia Creativa: Havas Milan
Chief Creative Officer: Giovanni Porro
Direzione Creativa: Erick Loi, Francesca De Luca
TV Producer: Roberto Martelli
Account Director: Rosita Rafanelli
Production Company: Filmmaster Productions
Executive Producer: Debora Magnavacca
Producer: Nicole Lord
Production Manager: Alessandro Cesaretti
Assistant Producer: Guglielmo Fava
Unit Manager: Priscilla Pacetti
Unit Manager: Giulia Preziosi
Regia: Paolo Sorrentino
DOP: Daria D’Antonio
Assistant Director: Davide Bertoni
Costume Designer: Carlo Poggioli
Production Designer: Andrea Rosso
Make Up Designer: Maurizio Silvi
Hair Designer: Maurizio Signoretti
Editor: Cristiano Travaglioli
Colorist: Andrea Orsini
Backstage: Luca Goudon
Post Produzione Video: Stefano Leoni per EDI
MUSICA: “Pleasure” Feist
Agenzia Media: Mindshare Italy

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Clive Owen e Paolo Sorrentino portano al cinema la ri(e)voluzione di Campari Red Diaries 2017. Concept di J. Walter Thompson Milano

- # # # # # # # #

Campari

Campari svela ufficialmente l’intero progetto Campari Red Diaries e le tante storie che lo compongono: una ri(e)voluzione in senso olistico del Calendario Campari che si inaugura oggi a Roma, la città simbolo del cinema italiano. Killer in Red, il cardine del progetto, è un intrigante cortometraggio diretto dal pluripremiato regista di fama internazionale Paolo Sorrentino e interpretato dall’attore hollywoodiano Clive Owen.

Ambientato in un esclusivo locale, questo noir che presenta gli inconfondibili tratti stilistici di Sorrentino vede il premio Golden Globe Clive Owen calarsi nei panni di un uomo come tanti che assume le sembianze di Floyd, un celebre bartender nei primi anni Ottanta, mentre immagina la storia che sta dietro alla creazione del cocktail Killer in Red. Il film si sviluppa su due piani temporali, ritraendo magnificamente l’incredibile energia che caratterizzava lo spirito di allora con un cast di oltre 170 attori e l’uso di costumi originali del periodo.

La leggenda narra che Floyd abbia un talento nel leggere la mente dei clienti e servire quindi il cocktail perfetto per il carattere di ciascuno. Nel corso della storia, questo presunto talento permette a Floyd di conoscere la “Signora in rosso”, interpretata dall’attrice franco-svizzera Caroline Tillette. Più il cortometraggio prosegue, più il pubblico inizia a sospettare che la “Signora in rosso” sia assai più complicata di quanto Floyd avrebbe mai creduto… Come spesso accade in molti film di Sorrentino, il finale è aperto ed è lo spettatore a dover trarre le proprie conclusioni, in linea con la filosofia di Campari secondo cui ogni cocktail racconta una storia, e a narrarla è il suo creatore, il bartender.

 

 

Se Killer in Red dà il via a questa campagna magistrale, il viaggio di Campari Red Diaries punta a dare un volto all’estro e al talento dei bartender in modo autentico con 12 storie di cocktail create da alcuni tra i professionisti più bravi del mondo, fruibili attraverso video diretti dal giovane regista emergente italiano Ivan Olita. Gli spettatori vengono guidati nella magia che sta dietro alla creazione di ogni cocktail Campari, ponendo al centro la cultura della mixology nelle sue più svariate declinazioni. Ciascuna di queste storie coglie la personalità dei bartender e delle loro narrazioni in maniera intima, e gli spettatori ne vengono coinvolti come quando scelgono un cocktail.

Come da tradizione del calendario Campari, nonché per confermare la vera ri(e)voluzione di Campari Red Diaries, i protagonisti di Killer in Red e i bartender su cui sono basate le 12 storie di cocktail saranno immortalati in un Calendario Campari Red Diaries firmato dall’acclamato fotografo argentino Ale Burset, che coglie la vera essenza di ogni storia e del suo narratore. Come negli anni scorsi, sono state stampate soltanto 9.999 copie che non andranno in vendita, ma saranno distribuite in tutto il mondo agli amici di Campari come ricordo.

“È con grande entusiasmo che lanciamo a Roma questa campagna davvero unica che ci permette di tornare a sorprendere e deliziare gli appassionati di Campari in tutto il mondo portando il marchio in un territorio inesplorato. L’utilizzo del film come veicolo di comunicazione ci ha permesso di ritrarre l’estro poliedrico necessario per la creazione dei cocktail e, al tempo stesso, di continuare a porci nuove sfide per far diventare sempre di più il nostro iconico brand un celebre marchio globale contemporaneo”, commenta Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer del Gruppo Campari.

“La campagna di quest’anno adotta un nuovo mezzo di comunicazione senza spezzare i legami con il Calendario Campari. È proprio questo l’approccio di Campari: innovare, senza mai dimenticare la nostra tradizione. Sono molto fiero del risultato, che attribuisco ai tanti professionisti con cui abbiamo avuto la fortuna di collaborare, da Paolo Sorrentino a Clive Owen, Ale Burset e Ivan Olita, ciascuno dei quali ha lasciato il proprio segno non solo all’interno del progetto, ma nella storia del brand”.

J. Walter Thompson Milano ha ideato il concept di Campari Red Diaries, compresa la storia originaleKiller in Red, di cui Paolo Sorrentino ha firmato la sceneggiatura. Campari Red Diaries, e quindi anche Killer in Red, sono una produzione Filmmaster Productions. L’evento è stato realizzato da Filmmaster Events.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Nasce Red Diaries, l’evoluzione olistica del Calendario Campari, con il corto di Sorrentino

- # # # #

campari

Campari annuncia oggi Campari Red Diaries, una ri(e)voluzione in senso olistico del Calendario Campari.
Con una svolta nella comunicazione del marchio, Campari Red Diaries mette in scena il concetto che “ogni cocktail racconta una storia”, celebrando i cocktail stessi come forma d’arte e potente veicolo espressivo, e gettando luce sulle esperienze e le emozioni che ispirano i bartender a creare e condividere le loro creazioni, sviluppando, mese dopo mese, sviluppa un vero e proprio storytelling, servendosi per la prima volta del cortometraggio come veicolo per guidare gli appassionati di Campari in un viaggio immaginario di un anno incentrato sulle storie di vari cocktail in tutto il mondo.

La storia d’apertura, il noir intitolato Killer in Red, è scritta e diretta dal pluripremiato regista italiano Paolo Sorrentino, noto a livello internazionale, e ha per protagonista l’attore di fama mondiale Clive Owen, che esordisce con il racconto del cocktail inedito, eponimo dell’affascinante cortometraggio di sette minuti.
Il viaggio di Campari Red Diaries prosegue quindi con una raccolta di 12 storie di cocktail che danno un volto all’estro e al talento di 14 bartender provenienti da ogni parte del pianeta: del racconto legato alla loro realizzazione si occuperà il giovane regista emergente italiano Ivan Olita.

“La campagna di quest’anno Campari Red Diaries punta a dar vita alle storie che ispirano i bartender di tutto il mondo a creare e inventare le nuove ricette di cocktail che abbiamo il privilegio di gustare”, spiega Bob Kunze-Concewitz, CEO del Gruppo Campari. “Quest’anno la campagna prende una direzione unica – per la prima volta nella storia del marchio ci siamo serviti del cinema per guidare i nostri fan in un viaggio immaginario, celebrando allo stesso tempo il gusto ricco e la versatilità di Campari, che ispirano la creazione di ricette originalissime. Il super carismatico Clive era il soggetto perfetto per incarnare l’intensa narrazione di Paolo. Non vediamo l’ora di presentare al pubblico la nostra campagna il prossimo gennaio”

L’anteprima di Killer in Red e la presentazione di Campari Red Diaries si terranno il 24 gennaio 2017 a Roma, sede degli studios cinematografici di Cinecittà, indiscusso simbolo del cinema italiano.
“Campari, icona dell’italianità, è amato e acclamato in tutto il mondo grazie al suo stile deciso e al suo forte senso estetico”, commenta Sorrentino. “Con la campagna di quest’anno che si apre al settore cinematografico mi sono riproposto di arricchire di fascino e intensità il tema della narrazione. Lavorare con Clive è stato fantastico. Il suo entusiasmo mi ha permesso di creare un cortometraggio che spero si rivelerà originale, suggestivo e creativo.”

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Campari Fashion Avenue” in Montenapoleone, per la capitale della moda e dell’aperitivo

- # # # # #

fashion avenue campari

Lunedì 26 settembre 2016 Campari e Associazione MonteNapoleone tingono di rosso la via milanese simbolo del lusso e dello stile con l’evento “Campari Fashion Avenue”. Dalle 19.30 alle 22, venti boutique nel cuore del Quadrilatero della moda ospiteranno, al loro interno, un aperitivo all’insegna dello stile e dell’eccellenza che avrà, come filo conduttore, il colore rosso e il carattere unico, inconfondibile e versatile di Campari.

In occasione della Fashion Week, lungo la via Montenapoleone sarà inoltre allestita la mostra del fotografo inglese Rankin intitolata “Outside In”. Giocando sull’idea di portare fuori quello che è dentro, l’artista esporrà per la prima volta una serie di opere che ritraggono diverse modelle all’interno di una vera e propria scatola con un effetto illusionistico trompe l’oeil. Rankin utilizza il suo caratteristico sense of humor per sviluppare un concept originale: il risultato sono fotografie esclusive che mettono in risalto, ogni volta, una personalità diversa.

Campari Fashion Avenue” promette di regalare un suggestivo evento durante il quale l’arte e la cultura dello stare insieme si uniscono per celebrare la città di Milano come capitale della moda e dell’aperitivo. Campari si conferma così icona del lifestyle italiano, apprezzato in tutto il mondo.

articoli correlati

COMMERCE

Tutte le “sode” della famosa famiglia Campari ora sotto un unico brand: nasce Freedea

- # # # # #

Tutte le 'sode' della famosa famiglia Campari ora sotto un unico brand: nasce Freedea

Lemonsoda, Oransoda, Pelmosoda: la storica famiglia di sode lanciate dal brand Campari (arricchite, nel corso degli anni, con i prodotti Mojitosoda, Lemonsoda Zero e Piñacoladasoda) si riuniscono oggi sotto un unico brand dal nome evocativo: nasce Freedea, nome scelto da Gruppo Campari per interpretare il ruolo di ‘mother brand’ della famosa famiglia di analcolici. Il brand Freedea è presente sulle confezioni dei prodotti come ombrello capace di  sintetizzare e comunicare in modo chiaro i valori e il posizionamento della linea.

Con la creazione del brand Freedea, questi soft drink sono finalmente parte di una vera e propria identità di linea. Briosità, unicità, varietà e affidibilità sono i valori emersi come più rappresentativi della linea di prodotti. A seguito di un’analisi approfondita del naming settorialedei softdrink a livello mondiale, si è attuata la Metodologia ‘Naming Desc’. Guidati da Béatrice Ferrari  fondatrice di Synesia ed esperta di brand naming, hanno partecipato alla creatività namewriter Synesia e, insieme alla squadra marketing di Campari, hanno creato più di 2.000 parole/nomi. Partendo da questa importante produzione, sono state portate a termine numerose fasi di selezioni e verifiche giuridiche e linguistiche, fino a fare emergere il nome migliore sulla base dei criteri di fattibilità del naming: la Proprietà Intellettuale, il Marketing e la Linguistica.

Freedea rappresenta il giusto equilibrio tra l’anglofono espresso nel ‘Free’ e il latino della finale ‘Dea’, molto adatto a rappresentareun brand che intende conquistare un mercato variegato e multinazionale. Si tratta di un neologismo, nato dalla fusione dei vocaboli inglesi ‘Free’ e ‘Idea’. La parte finale del nome può inoltre essere associata al sostantivo ‘dea’ versione femminile di ‘dio’ che a livello figurato rimanda a unad onna di rara bellezza. Freedea è un nome allegro, sprizzante e giocoso, che invita alla creatività e alla scoperta di nuove frontiere; si adegua a questa linea Soft Drink caratterizzata da freschezza e frizzantezza, in particolare per via della suo suono ‘FFRRR’.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Publicis Italia e Heineken trionfano sul palco del 29° International GrandPrix Advertising Strategies

- # # # # # # #

Publicis

La campagna The Dilemma firmata da Publicis Italia per Heineken e prodotta da Bedeschi Film, si è aggiudicata ieri sera al Barclays Teatro Nazionale di Milano l’ambito riconoscimento del 29° International GrandPrix Advertising Strategies, l’evento targato TVN Media Group e dedicato alle migliori strategie di marca.

A incoronare il vincitore 2016 è stato, come da tradizione, il pubblico in sala, riunitosi per la cerimonia condotta da Piero Chiambretti e Cristina Chiabotto. Al secondo posto si è classificato Back on the slopes with quattro per Audi firmato da Verba con la cdp Karen Film, mentre sul terzo gradino del podio è arrivato Bathroom per Leroy Merlin Italia con creatività di Publicis Italia e prodotto da Think|Cattleya.

Anche quest’anno, hanno affiancato il GrandPrix partner autorevoli, che per il loro know how hanno contribuito a valorizzare la serata con nuove conoscenze e stimoli. È il caso di IAB Italia, che, impegnata nel divulgare le best practice nei vari ambiti del digital advertising, ha inserito all’interno del contesto del GrandPrix lo Iab Mixx: a vincere la quinta edizione di Iab Mixx 2016 è stata la campagna #SponsoredByGatorade di BBDO Milan per Gatorade Pepsico.

Dalla partnership con Mediamond è nato il Mediamond Radio Award: il premio speciale, assegnato al progetto che ha saputo integrare e valorizzare al meglio il mezzo radiofonico nella strategia di comunicazione dei brand, è andato alla campagna Kinder Bueno Ferrero con Luca e Paolo.

Hanno confermato la loro presenza accanto all’International GrandPrix Advertising Strategies realtà come Print Power per una valorizzazione della comunicazione su carta, che ha premiato il progetto Poretti Story Box di Geometry Global per Carlsberg.

Pubblicità Progresso nuovamente ha rinnovato il suo impegno nel sociale dal palco del GrandPrix, premiando l’isola di Lampedusa, simbolo di accoglienza e umanità.

C4C, iniziativa di World Bank, anche quest’anno insieme a TVN Media Group ha ribadito la lotta contro il cambiamento climatico come mezzo per combattere, fra l’altro, anche la povertà. Ad aggiudicarsi il New York Festivals Special Award The Dilemma di Publicis Italia per Heineken.

Il GrandPrix è stato anche l’occasione di lancio di #Aiutaunartista, il progetto di Stage Entertainment Events in media partnership con TVN Media Group.

La serata di Gala ha visto sfilare sul red carpet il gotha della comunicazione e personaggi dello spettacolo, della cultura, delle istituzioni e dello sport. A Olivier François, Head of Fiat brand and Chief Marketing Officer, è stato assegnato il Premio Uomo dell’Anno per la comunicazione globale.

Stefano Accorsi è salito sul palco per ricevere il Premio Protagonista della Comunicazione. Ha ritirato il Premio Comunicazione e Gusto lo chef Davide Oldani, mentre il riconoscimento Comunicazione e Musica è andato alla cantante Rita Pavone. L’icona dell’italian style contemporaneo Lapo Elkann ha ricevuto il Premio Comunicazione e Immagine. A raccogliere quest’anno il riconoscimento Comunicazione e Sport il pilastro della Nazionale Italiana di basket Danilo Gallinari.

Nuovi sponsor, tra cui Fox e Mil, hanno affiancato il Premio di TVN Media Group. A chiudere la serata l’aftershow offerto da Campari.

Alla fine della serata tutti a tentare la fortuna con myQRmagazine, soluzione di “instant win” distribuita in Italia da Computer Design. In palio 4 prestigiosi premi offerti da Computer Design in collaborazione con i partner Huawei, Telecom e Boxotto.

Nella foto i vincitori insieme a Cristina Chiabotto, Piero Chiambretti e l’editore Rino Moffa, patron dell’evento.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Camparisoda in Tv con Havas Worldwide Milan

- # # # #

camparisoda

Camparisoda torna in comunicazione insieme ad Havas Worldwide Milano con un nuovo spot tv che unisce due concetti chiave per l’iconico brand: aperitivo lungo e amicizia stretta.
Il mondo di Camparisoda si mixa ad altri ingredienti, si apre, si allunga. Il territorio di comunicazione resta quello dell’amicizia più autentica ma si evolve e si arricchisce suggerendo nuove soluzioni di consumo.
Per prolungare il momento di socialità e di condivisione tra amici, il primo aperitivo pronto da bere della storia diventa la base per una serie di miscelazioni che ne esalteranno il sapore intenso e inconfondibile.
Le nuove proposte, che uniscono Camparisoda a prosecco o succo d’arancia, danno così vita a una serie di intrecci di relazioni e amicizie dai contorni magici: più lungo è il momento di socialità creato dall’aperitivo, più si ha tempo per conoscersi, stringere legami e chiacchierare con gli amici di sempre.
Tutto questo è raccontato nel nuovo film “Camparisoda &…”, dove il claim “Aperitivo più lungo, amicizia più stretta” ispira sia la nuova modalità di consumo, sia la piacevolezza di stare insieme valorizzando i legami indissolubili che rendono unici i gruppi di amici.
On air in TV da domenica prossima da 30”, 15” e 10” – e in anteprima da oggi febbraio sul web -, lo spot si articola in due diversi soggetti per suggerire miscelazioni e sapori differenti: Camparisoda&…succo d’arancia e Camparisoda&…prosecco.
Ideato da Havas Worldwide Milano con la direzione creativa esecutiva di Giovanni Porro e i direttori creativi Erick Loi e Francesca De Luca, lo spot è stato diretto dai Ne-o, registi pluripremiati a Cannes, per la cdp Filmmaster. L’estetica visionaria, originale ed estremamente contemporanea del duo londinese, ha conferito alla nuova campagna di comunicazione un tocco di divertimento&…coolness.
Credits
Agenzia Creativa: Havas Worldwide Milan
Direzione Creativa Esecutiva: Giovanni Porro
Direzione Creativa: Erick Loi, Francesca De Luca
TV Producer: Roberto Martelli
Account: Maria Vittoria Palattella
Production Company: Filmmaster Productions
Executive Producer: Ada Bonvini
Producer: Lilli Auteri
Director: Ne-O
Producer Director: Malachy McAnenny
DOP: Nicolas Karakatsanis
Editor UK: Matthew Pochettino
Editor ITA: Alice Baragetti
Post Production UK: Glassworks
Post Production ITA: Band

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Campari presenta il nuovo calendario “BitterSweet Campaign”. La protagonista è Kate Hudson, l’idea è di Leo Burnett Milano

- # # # # # #

Campari ha svelato oggi a New York tutti gli scatti del suo iconico Calendario 2016 intitolato “BitterSweet Campaign”, che vede protagonista l’affascinante e carismatica attrice e imprenditrice americana Kate Hudson.

La bionda star di Hollywood si è messa in gioco vestendo i panni di due diversi personaggi che, in occasione della diciassettesima edizione del Calendario Campari, interpretano gli aspetti bitter e sweet degli intriganti e versatili cocktail a base Campari.

Il nuovo Calendario gioca, con ironia, sulla natura propria di ciascuna elezione, chiedendo alle persone di prendere una posizione, esprimere un’opinione e votare l’aspetto dei cocktail Campari in cui si identificano maggiormente: Bitter o Sweet. Le diverse sfaccettature della “campagna” riflettono l’inconfondibile gusto Campari, dalla natura duplice ma complementare, in cui prevale il lato bitter o, al contrario, quello sweet, in base al tipo di miscelazione. Una sfida che culminerà nell’election day del 1° marzo 2016.

Nelle tredici immagini del Calendario, Kate Hudson incarna le due anime di Campari interpretando due diverse candidate nel corso di una campagna elettorale: una che si fa portavoce del sapore bitter e accattivante, l’altra promotrice di una dolcezza intrigante e più delicata. Tutti gli scatti, ad opera del celebre fotografo internazionale di moda Michelangelo di Battista, prendono vita grazie alle ambientazioni spettacolari e a splendidi outfit realizzati da celebri stilisti, tra i quali spiccano i nomi di Vivienne Westwood, Versace, Halston, Brian Atwood e Christian Louboutin.

Il fotografo internazionale di moda Michelangelo Di Battista, forte di oltre 20 anni di esperienza nel settore, porta alla luce questa intrigante dualità in tutte le immagini del Calendario. La dedizione e la passione che Michelangelo ripone nella propria arte lo hanno portato a sviluppare uno stile fotografico unico e irripetibile, caratterizzato da una luminosità ricca di mistero emanata dai soggetti ritratti, che emerge in modo evidente nel Calendario Campari 2016.

Bob Kunze-Concewitz, CEO del Gruppo Campari ha dichiarato: “Sono entusiasta di lanciare il nuovo Calendario Campari, BitterSweet Campaign, qui a New York, perché ci permette di celebrare ancora una volta l’unicità di Campari. Il nostro brand è una vera icona in continua evoluzione, che è passato dall’essere un aperitivo tipico italiano a un marchio globale contemporaneo famoso in tutto il mondo. Penso che il tema del Calendario di quest’anno, ispirato all’iconografia e ai meccanismi tipici delle elezioni, riesca a cogliere in pieno la nostra natura. Il fine è quello di mostrare che in ogni storia, persona o prodotto possano convivere sempre due anime, come nel caso di Campari. Kate Hudson ha saputo incarnare alla perfezione entrambi gli aspetti di Campari, aggiungendo quella giusta dose di teatralità e seduzione che ha permesso al genio creativo di Michelangelo di esprimersi in tutta libertà, in un Calendario in cui modernità e classicismo trovano un perfetto equilibrio”.

Per la prima volta nella storia del Calendario Campari, i consumatori rappresentano il fulcro della campagna. Il pubblico è chiamato a esprimere le proprie opinioni e a prendere una posizione, interagendo con ciascuna della due parti – bitter e sweet – tramite i social network di Campari. Inoltre, è stata creata una piattaforma online dedicata attraverso la quale i consumatori potranno accedere a tutti i contenuti creati, controllare l’andamento delle due parti, fare il test BitterSweet per vedere in quale dei due aspetti ci si identifica maggiormente e, cosa più importante, votare e schierarsi.

Il Calendario Campari, di cui verranno stampate solo 9.999 copie, non sarà in vendita ma verrà distribuito agli amici di Campari in tutto il mondo.

L’ideatore del tema del Calendario, la BitterSweet Campaign, è Leo Burnett Milan, che ha lavorato a fianco del fotografo Michelangelo Di Battista, degli Executive Creative Director Alessandro Antonini e Francesco Bozza, della Creative Director Anna Meneguzzo, dell’Associate Creative Director Andrea Marzagalli, della Senior Art Director Alessia Casini e dei Designer Melissa Longa e Josè Mario Vuolo.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

20° Brand Identity GrandPrix: vince RBA Design con Glen Grant 50 Year Old per Campari

- # # # # #

È l’agenzia RBA Design con Glen Grant 50 Years Old di Davide Campari Milano a essersi aggiudicata lo scranno più alto della 20esima edizione del BrandIdentity GrandPrix, Premio dedicato al brand design e alla comunicazione visiva targato TVN Media Group, editore anche di Adv Strategie di Comunicazione.

Sono stati oltre 70 i lavori iscritti, tra cui sono stati scelti 15 vincitori di categoria e attribuite 2 menzioni d’onore. Tra i premiati, a evidenziare la forte connotazione internazionale del Brand Identity GrandPrix, la presenza di 3 agenzie straniere. La cerimonia, che si è svolta ieri
nella cornice del Gessi Milano e che è stata presentata da Filippo Marsala, ha celebrato l’eccellenza del settore.

L’evento è stato occasione per conferire al Maestro Flavio Lucchini il riconoscimento Arte e Culture della Comunicazione.

In allegato la lista di tutti i vincitori.

articoli correlati