AZIENDE

È “Alex l’orsetto” il progetto vincitore della Call For Ideas “Aviva Challenge NABA”

- # # # # #

Aviva e NABA

Elizabeth Cinalli, Valerie Liuim e Aleksander Tasovac sono i tre studenti NABA vincitori della Call For Ideas “Aviva Challenge NABA”. La sfida è stata lanciata lo scorso 28 ottobre dalla Compagnia assicurativa Aviva, colosso britannico presente in Italia dal 1921, con lo scopo di sviluppare un’idea di comunicazione innovativa e giovane per promuovere MyAviva, la nuova area clienti della compagnia.
Il gruppo vincitore ha risposto alla chiamata di Aviva presentando il progetto “Alex l’orsetto” che trova la sua icona appunto in Alex, l’orsetto che è sempre con te e ti protegge in ogni ambito della vita, proprio come fa Aviva. Il team ha proposto una campagna di comunicazione integrata: una app giovane e intuitiva, una strategia social dinamica e l’utilizzo di mezzi di comunicazione non convenzionali.
L’idea vincitrice si è distinta nella competizione cui hanno partecipato 17 progetti. Dopo aver conquistato un posto tra i 5 finalisti, la giuria ha scelto l’orsetto per il primo gradino del podio. “È stata una grande soddisfazione vedere il riscontro degli studenti alla nostra chiamata. Confesso che è stato difficile scegliere, le idee erano tante e tutte interessanti. I risultati ottenuti con questa iniziativa confermano la nostra volontà di puntare sui giovani e sulla loro visione fresca e innovativa, fondamentale soprattutto nei settori più tradizionali come quello assicurativo. Voglio quindi ringraziare NABA per la collaborazione e i suoi studenti per l’impegno e per la passione che contraddistinguono i talenti dell’accademia” commenta Louis Roussille, Marketing, Communication and Digital Director di Aviva in Italia.
Giorgio Lospennato, HR, NABA Industry Relations and Placemente Director commenta: “Gli studenti di NABA, guidati dalla passione dei nostri docenti, hanno ancora una volta superato loro stessi sprigionando tutta la loro energia e il pensiero creativo, riuscendo a mettere in difficoltà l’azienda per la selezione del progetto vincitore. Ringraziamo ancora una volta Aviva per aver dimostrato tutta la loro fiducia nei giovani e per averci accolto a casa loro per la presentazione finale dei progetti davanti al loro Board e alle persone dello staff. Per i ragazzi è stata una bella occasione per esprimersi fuori dalle mura della scuola”.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Fondazione Vodafone lancia Call for Ideas: progetti sportivi ad alto impatto sociale

- # # # # #

Call for Ideas

Call for Ideas è il bando realizzo da Fondazione Vodafone Italia per incoraggiare la diffusione della pratica sportiva tra i disabili. L’iniziativa è realizzata con il supporto del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e della Unit Education & Services del Gruppo 24ORE.

Al bando possono partecipare enti e associazioni no profit presenti sul territorio nazionale, quali: società e associazioni sportive senza scopo di lucro, federazioni sportive paraolimpiche, federazioni sportive riconosciute dal CIP come discipline sportive paralimpiche, enti di promozione sportiva paralimpica, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali o consorzi di cooperative sociali, associazioni di promozione sociale (APS), associazioni, fondazioni e imprese sociali riconosciute e iscritte presso il Registro delle Imprese secondo la legge 155/2006.

Coloro che vorranno candidarsi potranno farlo online, fino al 31 gennaio 2017, sul sito compilando il form online e allegando la documentazione richiesta sul progetto che vorranno presentare.

Per i migliori progetti, Fondazione Vodafone mette a disposizione un contributo complessivo di 1,6 milioni di euro, che verrà erogato e distribuito a seconda della tipologia di progetto presentato. Più nel dettaglio, sono due in tutto le tipologie di idee ricercate:

Progetti ad elevato impatto sociale con dimensione nazionale, che favoriscano l’inclusione sportiva, anche attraverso innovazioni sistemiche e/o azioni capaci di coinvolgere ampi gruppi di disabili, famiglie, allenatori, volontari e così via. A tale ambito Fondazione Vodafone riserva un contributo complessivo di 1,2 milioni di euro.
Progetti ad elevato impatto sociale con dimensione locale, sviluppati nell’ambito della comunità di riferimento dell’associazione proponente, come per esempio l’avvio di un nuovo progetto sportivo o il miglioramento dell’accessibilità a impianti e strutture. In questo caso, i progetti ammessi verranno inclusi in un programma di crowdfunding con un meccanismo di matching grant di Fondazione Vodafone al raggiungimento del 50% del capitale richiesto. A questo ambito Fondazione Vodafone riserva un contributo complessivo di 400 mila euro.

I progetti candidati saranno valutati ed esaminati da un comitato di valutazione con competenze ed esperienza specifica nei settori di riferimento, che terrà conto dell’impatto sociale, inteso come numero di persone coinvolte ed impattate dall’idea progettuale, dell’esperienza in ambito sportivo e, in particolare, di inclusione sportiva, della fattibilità tecnica e sostenibilità economica, della replicabilità, originalità e innovazione del progetto.

articoli correlati