BRAND STRATEGY

Armando Testa firma la campagna “Good to Earth” per il calendario Lavazza

- # # # #

calendario

È on air su giant poster e affissioni in città, negli aeroporti internazionali europei e italiani e su stampa la nuova campagna “Good to Earth“, parte del progetto Calendario Lavazza 2019, ideato dall’agenzia Armando Testa.

 

I tre soggetti della campagna mostrano opere di “nature art” realizzate in Colombia, Kenya e Svizzera da artisti contemporanei dalla spiccata sensibilità ambientale come lo svizzero Saype, il francese Mantra e l’americano Hula. Gli interventi artistici, visti attraverso l’obiettivo della famosa fotoreporter americana Ami Vitale, supportano importanti messaggi a difesa del pianeta, celebrando i luoghi nel mondo dove l’intervento dell’uomo sta portando buone notizie per la Terra.
La cura per il nostro futuro, la lotta ai cambiamenti climatici e la protezione della biodiversità diventano così immagini poetiche e allo stesso tempo una chiamata all’azione per tutti noi.

 

Per Armando Testa, sotto la direzione creativa esecutiva di Michele Mariani, hanno lavorato alla campagna e al calendario Lavazza i direttori creativi Andrea Lantelme e Federico Bonenti, il copy Stefano Arrigoni e la graphic designer Michela Repellino.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Calendario Lavazza 2018: il contagio della responsabilità. La creatività è di Armando Testa, gli scatti fotografici di Platon

- # # # # #

by Platon

E tu, che cosa stai facendo? La domanda che ci rivolge il Calendario Lavazza 2018 è diretta, senza filtri, e riecheggia potente nei 193 stati membri delle Nazioni Unite. Una domanda che ricorda a tutti come il 2030 – data ultima individuata dall’Onu per trasformare il pianeta in un luogo più sostenibile – sia dietro l’angolo. Anzi, il 2030 è provocatoriamente già arrivato nei 17 ritratti fotografici di Platon che animano “2030 What Are You Doing?”: il nuovo Calendario Lavazza è il primo megafono artistico a livello mondiale dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (Sustainable Development Goals, SDGs). Li racconta attraverso l’impegno concreto di 17 ambasciatori della sostenibilità, uomini e donne impegnati a trasformare gli scarti alimentari in un pasto per i più poveri, una bottiglia di plastica in una fonte di luce democratica, a istruire i bambini, a insegnare un lavoro ai giovani disagiati e alle donne emarginate, a proteggere il mare e la biodiversità, ad affrontare i cambiamenti climatici, a battersi per un’economia della natura e della vita.

Dallo chef Massimo Bottura all’attore statunitense Jeremy Renner. Dalla paladina degli oceani Alexandra Cousteau a Carlo Petrini, fondatore di Slow Food. Dal campione di tennis Andre Agassi fino a Jeffrey Sachs, Direttore del Network dell’Onu per lo Sviluppo Sostenibile, passando per l’ideatore della Blue Economy Gunter Pauli e per il co-fondatore di Rainforest Alliance Daniel Katz. I 17 scatti fotografici di Platon sono ritratti che scrutano nell’anima dei 17 protagonisti e dentro ognuno di noi, ci mettono davanti alla domanda ineludibile – 2030 What Are You Doing? – e ci ricordano come il 2030 sia molto vicino, mentre la strada per raggiungere i 17 Goal sia ancora tutta in salita. Così il Calendario Lavazza 2018 – da un progetto creativo dell’agenzia Armando Testa – è una chiamata alla responsabilità, prima di tutto individuale e poi collettiva.

“La domanda che dà il titolo al Calendario Lavazza 2018 è diretta e volutamente provocatoria. Che cosa stai facendo? Tutti noi, cittadini, istituzioni politiche e sociali, aziende, siamo chiamati a rispondere e ad impegnarci per fare la differenza. I 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite sono, infatti, la strada da percorrere per salvaguardare il pianeta, ma il 2030 è sempre più vicino ed è quanto mai urgente l’attivazione di una contaminazione virtuosa di persone”, commenta Francesca Lavazza, Membro del Consiglio d’Amministrazione dell’Azienda. “Ecco perché abbiamo deciso di sostenere i 17 SDGs dell’Onu e di interpretarli per la prima volta in chiave artistica grazie a un maestro della fotografia contemporanea come Platon. Vogliamo rendere pop un impegno universale verso il 2030, diffondere e far conoscere in modo capillare le tematiche e i protagonisti: solo così potremo smuovere le persone, soprattutto i più giovani, a diventare i veri game changer del futuro. Vogliamo essere portatori di una rivoluzione positiva, ispirare e risvegliare il senso comune, essere noi stessi i rappresentanti del cambiamento che vogliamo vedere nel mondo”.

Vero ispiratore del Calendario Lavazza “2030 What Are You Doing” è Jeffrey Sachs. Professore alla Columbia University e Special Advisor del Segretario Generale dell’Onu, António Guterres, sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, Sachs è tra gli ambasciatori della sostenibilità ritratti da Platon, interprete insieme alla moglie Sonia del Goal numero 17: Partnership per gli obiettivi.

“Tutti i 193 stati membri delle Nazioni Unite – spiega Jeffrey Sachs – hanno adottato gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile nel 2015, allo scopo di guidare il mondo lontano dai crescenti pericoli di distruzione ambientale e verso un futuro che potrebbe essere di prosperità, salute, educazione e pace. Oggi, dopo 2 anni, siamo ancora molto lontani dal traguardo di questi 17 Goal, che sono certamente ambiziosi, ma raggiungibili entro il 2030: la chiave è la cooperazione globale, principio cardine che interessa tutti noi, non solamente i governi, ma anche gli individui, le aziende, le università e gli altri soggetti della società civile. Il Calendario Lavazza celebra questo impegno globale e ricorda a tutti noi che cosa c’è in gioco. La mia speranza, e anche la mia convinzione, è che possa ispirare moltissime altre persone ad abbracciare la causa dello sviluppo sostenibile”.

La domanda-provocazione del Calendario Lavazza 2018 arriva dritta negli occhi e penetra la coscienza, scomoda e senza filtri, grazie all’obbiettivo deformante di Platon, fotografo e storyteller inglese di origini greche, apprezzato in tutto il mondo come il “fotografo dei potenti” per aver ritratto e catturato l’anima, l’umanità, dei più influenti leader mondiali, dei giganti dell’imprenditoria e delle icone dello spettacolo.

“Con il Calendario Lavazza “2030 What Are You Doing?” vogliamo mettere sotto i riflettori – racconta Platon – un nuovo gruppo di eroi culturali, dando loro tutta l’autorevolezza che meritano. Con questo progetto ho cercato, nel mio ruolo di provocatore culturale, di innescare un dibattito rispettoso sui temi che devono guidare la nostra coscienza e sull’importanza di una leadership positiva. Perché qui non c’è negatività e non si muovono accuse, ci sono solo energia e passione: è dunque una rivoluzione positiva. Sono 17 storie straordinarie, che possono essere fonte di ispirazione e diventare il motore di una comunità di cittadini globali responsabili, mossi dalla compassione e da un profondo spirito di servizio nei confronti degli altri”.

Dare un volto ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite e raccontare una storia di esempio, di ispirazione per ogni Goal: è la grande sfida che Lavazza ha voluto intraprendere con Platon e con la direzione creativa di Armando Testa.

“Dopo tre anni alla scoperta dei Difensori della Terra – i moderni eroi impegnati a nutrire il pianeta in modo equo e sostenibile in Africa, America Latina e Sud Est Asiatico – la grande fotografia d’autore si fa portavoce dell’urgenza di un impegno sociale universale, che nessuno può ignorare. Dopo Newton, Annie Leibovitz, LaChapelle, Steve McCurry e tanti altri maestri della fotografia contemporanea, abbiamo individuato nella sensibilità di Platon, storyteller e grande conoscitore dell’animo umano, il giusto interprete per raccontare artisticamente i 17 SDGs. La 26esima edizione del Calendario Lavazza segna anche un ritorno, dopo 16 anni, al bianco e nero: un trattamento che attraverso l’obiettivo di Platon diventa modernissimo, uno stile diretto e senza fronzoli che ci restituisce i nostri protagonisti nel modo più autentico possibile. Un bianco e nero che favorisce la riflessione, l’introspezione profonda, perfetto per un tema universale come l’impegno per la salvaguardia del pianeta”, aggiunge Michele Mariani, Executive Creative Director di Armando Testa.

Lavazza, attraverso un progetto di comunicazione integrata, darà visibilità tramite una campagna televisiva composta da 5 video stories ad alcuni ambasciatori della sostenibilità come Jeffrey e Sonia Sachs, Carlo Petrini, Alexandra Cousteau, Massimo Bottura e Andre Agassi. Inoltre, il Calendario Lavazza 2018 (sfogliabile online su Calendar.lavazza.com) invita i cittadini, i rappresentanti delle istituzioni, le aziende e tutti i soggetti della società civile a conoscere e amplificare la portata dei i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, fino al traguardo del 2030.

Da oggi – anche grazie alla collaborazione con ASviS – sarà possibile dichiarare il proprio impegno come ambasciatore della sostenibilità e contribuire al “contagio” di responsabilità sui canali social con l’hashtag #2030whatareUdoing.

 

articoli correlati

AZIENDE

Per i suoi 40 anni Edenred rende i propri dipendenti protagonisti del calendario 2017

- # # # # #

calendario 2017 Edenred

Edenred lancia il calendario 2017 “Un Servizio a Regola d’Arte”. In occasione del quarantennale dell’introduzione del celebre buono pasto in Italia, avvenuta nel 1976, la società ha scelto di coinvolgere i dipendenti e di renderli protagonisti di un almanacco questa volta diverso dal solito. Il tema di quest’anno, infatti, è la storia dell’arte, ma rivisitata in chiave ironica grazie al progetto creativo dell agenzia Dejavu, gli scatti di AKAstudio collective e i costumi di Lory Costumi Teatrali.

Andrea Keller, Amministratore Delegato di Edenred Italia, anche lui presente sul set, spiega, “Ticket Restaurant ha da poco compiuto 40 anni  e siamo fieri di questo traguardo! Abbiamo deciso di festeggiare questo importante compleanno onorando l’arte, sulla scia di quanto già fatto qualche mese fa quando abbiamo commissionato all’artista comasco Pierpaolo Perretta, alias Mr. Savethewall, la realizzazione di una tela celebrativa di quello che è considerato un cult della pausa pranzo italiana. Col calendario 2017 abbiamo cercato, invece, di evocare opere di grandi artisti rivivendole in chiave ironica e con un richiamo ai nostri prodotti. Il tutto senza rinunciare alla spontaneità e al divertimento e in un’ottica di team building”.

Il calendario 2017 sarà regalato a tutti i dipendenti e sarà disponibile online per clienti e ristoratori sul sito.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Emanuela Perenzin realizza il calendario per raccogliere fondi da destinare ad Amatrice

- # # # #

Calendario 2017

Emanuela Perenzin, titolare dell’omonima Latteria in provincia di Treviso, sotto la guida del fotografo Sergio Rosolen ha dato vita al calendario 2017. Realizzato per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni di Amatrice. Ironia, passione e creatività sono gli ingredienti che ha utilizzato per la realizzazione.

Negli scatti il protagonista è il formaggio, in situazioni al limite dell’assurdo: Emanuela nelle vesti della Dea Kali, la mozzarella in un torneo di ping-pong, i dottori della “forma”, il casaro Carlo Piccoli alle prese con uno spartito che infonde le note della produzione. Per raccontare in dodici divertenti scatti il lavoro che sta dietro i volti dello staff della Latteria Perenzin e del Cheese Bar PER, coinvolti anche nella post-produzione e nell’impaginazione, in un clima di divertimento e di favorevole collaborazione.

La creatività di Sergio Rosolen, ha dato così vita al primo vero calendario  un mondo di latte e formaggio impregnato di fermento e dinamismo, insieme per sostenere una causa di solidarietà importante.

Il calendario, per tutto il periodo natalizio, verrà regalato ai clienti, con la proposta di devolvere un’offerta simbolica e facoltativa di 1 €, che verrà poi donata a sostegno delle popolazioni terremotate del Centro Italia, aderendo ad un progetto del Comune di Conegliano, che andrà a costruire un’aula di informatica per i ragazzi di Amatrice.
Il formato più grande è acquistabile al costo di 10 €, di cui 3 € saranno destinati alla stessa iniziativa.

articoli correlati

AZIENDE

“Senza confini” il calendario 2017 realizzato per Epson dal fotografo Andrea Pistolesi

- # # # #

Senza Confini

Andrea Pistolesi, fotografo specializzato in reportage geografici e sociali, ha creato “Senza Confini”, il calendario 2017 di Epson, composto da 12 fotografie che immortalano aree geografiche estreme dove i luoghi sono esposti alla forza degli elementi e nei quali l’uomo, seppure non protagonista, riveste anch’esso un ruolo.

Il Calendario è nato da un’idea che Pistolesi coltivava già da anni: le “ultime frontiere”. Il titolo scelto sintetizza in maniera il modo di leggere il paesaggio: cerca nuovi confini dove i territori da esplorare sono altri, quelli della natura che si esprime in maniera dirompente o quelli in cui l’uomo, quando appare, non è mai una presenza incoerente, anzi diventa un elemento necessario per definire un nuovo e diverso equilibrio.

Le immagini, con formato panoramico, sono state create su pellicola nel formato della Hasselblad XPan e poi in digitale con la tecnica di fusione di più immagini. Si presenta con tiratura limitata che prevede solo 800 copie numerate, realizzate a mano, incollando le singole immagini prodotte con stampanti, carte fine art ed inchiostri Epson.

Per arrivare alla creazione del Calendario Epson 2017 ci sono voluti mesi – ha dichiarato Massimo Pizzocri, amministratore delegato di Epson Italia – e la partecipazione di molte persone, ma siamo estremamente soddisfatti e orgogliosi del risultato ottenuto. Questo lavoro ci ha posto anche una sfida tecnica, quella del formato panoramico che Andrea ha fortemente voluto e che ci è sembrata l’unica visione possibile per queste meravigliose immagini. Una prospettiva ampia, per offrire a tutti noi una sorprendente visione sui confini del nostro mondo, dove Andrea ha voluto condurci con il suo viaggio.”

Prima di Andrea Pistolesi, diversi grandi fotografi hanno firmato le edizioni precedenti del Calendario Epson. Dal 2001: Giorgio Lotti, Franco Fontana, Mario De Biasi, Giovanni Gastel, Mimmo Jodice, Ferdinando Scianna, Gian Paolo Barbieri, Gianni Berengo Gardin, Massimo Vitali, Vittorio Storaro, Gabriele Basilico, Maurizio Galimberti, Stefano Unterthiner, Luca Campigotto, Renato Marcialis e Francesco Radino.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Nasce Red Diaries, l’evoluzione olistica del Calendario Campari, con il corto di Sorrentino

- # # # #

campari

Campari annuncia oggi Campari Red Diaries, una ri(e)voluzione in senso olistico del Calendario Campari.
Con una svolta nella comunicazione del marchio, Campari Red Diaries mette in scena il concetto che “ogni cocktail racconta una storia”, celebrando i cocktail stessi come forma d’arte e potente veicolo espressivo, e gettando luce sulle esperienze e le emozioni che ispirano i bartender a creare e condividere le loro creazioni, sviluppando, mese dopo mese, sviluppa un vero e proprio storytelling, servendosi per la prima volta del cortometraggio come veicolo per guidare gli appassionati di Campari in un viaggio immaginario di un anno incentrato sulle storie di vari cocktail in tutto il mondo.

La storia d’apertura, il noir intitolato Killer in Red, è scritta e diretta dal pluripremiato regista italiano Paolo Sorrentino, noto a livello internazionale, e ha per protagonista l’attore di fama mondiale Clive Owen, che esordisce con il racconto del cocktail inedito, eponimo dell’affascinante cortometraggio di sette minuti.
Il viaggio di Campari Red Diaries prosegue quindi con una raccolta di 12 storie di cocktail che danno un volto all’estro e al talento di 14 bartender provenienti da ogni parte del pianeta: del racconto legato alla loro realizzazione si occuperà il giovane regista emergente italiano Ivan Olita.

“La campagna di quest’anno Campari Red Diaries punta a dar vita alle storie che ispirano i bartender di tutto il mondo a creare e inventare le nuove ricette di cocktail che abbiamo il privilegio di gustare”, spiega Bob Kunze-Concewitz, CEO del Gruppo Campari. “Quest’anno la campagna prende una direzione unica – per la prima volta nella storia del marchio ci siamo serviti del cinema per guidare i nostri fan in un viaggio immaginario, celebrando allo stesso tempo il gusto ricco e la versatilità di Campari, che ispirano la creazione di ricette originalissime. Il super carismatico Clive era il soggetto perfetto per incarnare l’intensa narrazione di Paolo. Non vediamo l’ora di presentare al pubblico la nostra campagna il prossimo gennaio”

L’anteprima di Killer in Red e la presentazione di Campari Red Diaries si terranno il 24 gennaio 2017 a Roma, sede degli studios cinematografici di Cinecittà, indiscusso simbolo del cinema italiano.
“Campari, icona dell’italianità, è amato e acclamato in tutto il mondo grazie al suo stile deciso e al suo forte senso estetico”, commenta Sorrentino. “Con la campagna di quest’anno che si apre al settore cinematografico mi sono riproposto di arricchire di fascino e intensità il tema della narrazione. Lavorare con Clive è stato fantastico. Il suo entusiasmo mi ha permesso di creare un cortometraggio che spero si rivelerà originale, suggestivo e creativo.”

articoli correlati

AZIENDE

Forge Reply firma il calendario in realtà aumentata Daikin Year App

- # # # # #

Forge Reply firma il calendario Daikin Year App

Forge Reply ha affiancato Daikin nello sviluppo di Daikin YEAR app, il calendario in realtà aumentata che consente un’interazione continua con i propri utenti durante tutto l’arco dell’anno.

Il calendario Daikin è una tradizione per l’azienda, ma quest’anno, per fornire una digital experience del tutto innovativa ai propri utenti, si è deciso di rendere questo strumento più accattivante e coinvolgente grazie alla realtà aumentata. Gli utenti possono interagire con il calendario stesso, scoprendo così le novità che ha da offrire.

Forge Reply ha affiancato Daikin mettendo a disposizione tutte le sue competenze in ambito Augmented Reality e App Design. Grafici e sviluppatori di Forge Reply hanno unito le loro competenze per supportare i grafici di Daikin nel processo di realizzazione dei marker che consentono al calendario di prendere vita e per realizzare interamente Daikin YEAR app. Grazie a Daikin YEAR app l’utente ha infatti la possibilità di interagire, tramite il proprio device, con il calendario e scoprire ogni mese le novità Daikin.

Con Daikin YEAR app, l’Augmented Reality app, inquadrando le immagini del Calendario Daikin 2016 è possibile visualizzare contenuti digitali, come video e figure 3D, e-catalog, pagine web o specifiche pagine pubblicitarie, dedicati alle tematiche Daikin. Attualmente i contenuti sbloccati sono tre. Nel primo, il Pichonkun, la famosa gocciolina icona di Daikin, presenta il calendario stesso, mentre nel secondo, Gennaio, viene ripresa una tematica legata al mese stesso. Questo contenuto infatti mostra Pichonkun alle prese con lo sci. Per esempio, per scoprire il contenuto del mese di Febbraio basta scaricare Daikin YEAR app ed inquadrare il Calendario Daikin 2016. I contenuti sono disponibili solo in prossimità dell’inizio del mese, mantenendo così l’utente coinvolto durante tutto l’arco dell’anno.

È una experience del tutto nuova quella che Daikin, con l’aiuto di Forge Reply, già partner dell’azienda nella realizzazione dell’app Daikin 3D, ha fornito ai suoi utenti. Una experience digitale e aumentata che mantiene vivo l’interesse e l’attenzione nello scoprire i nuovi contenuti che Daikin mette a disposizione per dodici mesi.

articoli correlati

AGENZIE

19novanta si aggiudica la gara per il Calendario After-Sales di Mercedes-Benz

- # # #

19novanta

Anche quest’anno 19novanta vince la gara per il Calendario After-Sales, uno strumento di comunicazione che vede protagonisti il mondo dei servizi Mercedes-Benz e i suoi clienti.

Dodici visual che esplorano il mondo dell’Assistenza Mercedes-Benz restituendo ogni mese l’immagine di una clientela esigente e di un servizio capace di rispondere a tutte le sue richieste.

 

articoli correlati

MEDIA

Playboy annuncia due grandi collaborazioni con Oliviero Toscani e l’Archivio Crepax

- # # # # #

Un frame dalla rivista Playboy

È stato Oliviero Toscani a firmare per Playboy il calendario 2016 “Alta la vita”, uno dei più attesi per il prossimo anno. La il magazine ha infatti annunciato, dopo il lancio dell’ultimo numero per questo 2015, due importanti collaborazioni per il futuro: la prima è proprio quella con il fotografo milanese, la seconda riguarda la partnership con l’Archivio Crepax.

Negli scatti del famoso fotografo milanese, protagonisti sono dodici angeli nudi come mamma li ha fatti, caduti dal cielo sul set e immortalati (non che gli angeli ne abbiano bisogno) dall’obiettivo diabolico di Oliviero Toscani. Un ritratto al mese: senza trucchi, senza inganni, senza veli, senza niente. E a proposito di bellezze conturbanti, da questo numero gli estimatori di un’icona intramontabile di sensualità come Valentina potranno seguire nelle pagine della rivista le sue stuzzicanti storie. Nonostante le tante affinità, dal raffinato erotismo al gusto per la citazione culturale, le strade di Guido Crepax e Playboy che fino ad oggi si erano soltanto sfiorate, finalmente si incrociano.

Dalle atmosfere noir di Valentina a quelle libertine del Settecento, nelle quali ci conduce la splendida modella e attrice Chiara Arrighi, che presto potremo ammirare nel film di Virzì La pazza gioia, immortalata dall’obiettivo di Davide Esposito nel servizio di copertina di questo mese.

Altro genere di bellezza, ma sempre ad altissima carica erotica, quella delle sportive italiane. Sono stati dodici mesi di grandi successi per i colori azzurri, molti dei quali portati a casa proprio dalle ragazze. Brave, vincenti, premiate e pure belle. Perché grinta, fisici perfetti, completini stretch e divise vedo non vedo, sì sa, possono diventare un cocktail davvero esplosivo! Dal tennis alla pallavolo, dal nuoto al basket, la Top Ten delle atlete più sexy e vincenti del 2015 secondo Playboy.

E in tema di sport, le interviste esclusive a due grandi protagonisti del calcio e del nuoto. L’agguerrito difensore della Juventus e della Nazionale Leonardo Bonucci, che per Playboy si trasforma anche in modello d’eccezione nel servizio moda. Da Tavecchio ad Allegri, passando per gli scandali calcistici e le “attenzioni” delle fan, il campione bianconero a ruota libera sul mondo del calcio e non solo. E, dopo il recente oro conquistato agli Europei in Israele e in vista delle Olimpiadi 2016 di Rio dove punta all’oro sia negli 800 che nei 1500 stile libero, il nuovo re del nuoto Gregorio Paltrinieri racconta la sua vita dentro e fuori la vasca.
Oltre che per le Olimpiadi, il 2016 sarà ricco di novità in tema di motori. Nello Speciale auto e moto, il meglio dell’anno secondo Playboy, con schede e prove su strada per scegliere i modelli più adatti alle proprie esigenze.

Storie e interviste sono una parte importante di questo numero: l’eccentrico Joaquin Phoenix, protagonista del nuovo film di Woody Allen Irrational Man, in una conversazione senza filtri sul passato da hippy e il presente da star hollywoodiana borderline. Una escort d’alto bordo ci conduce, invece, nei retroscena della sua vita da professionista del sesso tra clienti insospettabili, lussi stravaganti e intriganti rivelazioni. Per chi vuole concedersi un break di fine anno e ha gli sci nel Dna è tempo di godersi la montagna con tutte le sue bellezze (e non solo quelle naturali!): piste, esperienze alternative e locali consigliati da Playboy. Mentre per i viaggiatori sempre alla ricerca dei lati più insoliti, divertenti e curiosi dei posti che visitano, giro del mondo fra i musei erotici più strani del pianeta.

E direttamente dal South Carolina la Playmate del mese Eugena Washington: sguardo ammaliante e curve mozzafiato, un’autentica pantera che proprio non può passare inosservata…

articoli correlati

MEDIA

Avvenire si prepara al Giubileo con un calendario e un nuovo mensile

- # # # #

Avvenire, quotidiano nazionale di ispirazione cattolica diretto da Marco Tarquinio, si prepara all’Anno Santo della Misericordia con il lancio del calendario “I Gesti della Misericordia – I giorni del Giubileo”.

Il calendario, disponibile in edicola a partire da domenica 15 novembre e fino a martedì 15 dicembre, intende offrire un percorso spirituale, fatto di pensieri e immagini, di 14 mesi, richiamando così le 14 opere di Misericordia, corporale e spirituale, richieste da Gesù nel Vangelo. Il calendario sarà in vendita abbinata facoltativa al prezzo di € 3.60 + il prezzo del quotidiano, ma sono previste anche offerte specifiche per abbonati e clienti diretti.

Il lancio del calendario si colloca all’interno di un trend di vendite estremamente positivo, che rappresenta un caso unico nell’intero panorama dei principali quotidiani nazionali italiani. Da questa iniziativa, Avvenire si aspetta un ulteriore impulso alle vendite.

Avvenire, in quanto quotidiano dei cattolici italiani, si prepara ad avere un ruolo centrale, perché privilegiato e autorevole, nell’informazione sull’Anno Santo. Il calendario è solo la prima delle due iniziative editoriali che Avvenire ha pensato per il Giubileo. Il secondo progetto consiste nel lancio della pubblicazione mensile “La Porta Aperta”, interamente dedicata all’Anno Santo. Il supplemento speciale, la cui prima uscita è prevista per domenica 6 dicembre e poi ogni seconda domenica del mese fino al 20 novembre 2016, sarà venduto in abbinamento obbligatorio al quotidiano, al prezzo di 2€ + il prezzo del quotidiano.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Pirelli lancia il suo nuovo sito web, per raccontare tutte le anime del gruppo

- # # # # #

Pirelli ridisegna la propria identità digitale lanciando il nuovo www.pirelli.com, una piattaforma che fornisce al visitatore una visione globale delle tante anime che compongono il mondo e la storia Pirelli: dal prodotto alle competizioni, dal business alla sostenibilità, dall’arte alla cultura, fino al Calendario Pirelli.
L’approccio narrativo della nuova piattaforma si basa sullo storytelling attraverso racconti per immagini, video, testi che descrivono le “storie” accompagnando il visitatore-lettore in un percorso alla scoperta dell’universo Pirelli. On line da oggi, il nuovo www.pirelli.com è un vero e proprio magazine che alimenterà anche i canali dei social media di Pirelli. Il progetto, di natura editoriale, presenta un’interfaccia da ‘giornale digitale’, con sette storie in ‘copertina’ costantemente aggiornate.
Pneumatici, Racing, Business, Persone&Ambiente, Arte&Cultura: queste le sezioni che parlano delle diverse dimensioni aziendali, sempre con uno sguardo rivolto anche al mondo esterno. Si potranno avere le ultime novità di prodotto, seguire il mondo della Formula Uno e vivere grandi eventi, come il restauro del Corcovado sostenuto da Pirelli lo scorso anno. O, ancora, entrare nel backstage del Calendario o scoprire le grandi esposizioni di HangarBicocca, lo spazio per l’arte contemporanea di Pirelli, o le iniziative culturali e il patrimonio custodito dalla Fondazione Pirelli.
Grande novità è infine rappresentata dal sito Pirelli Calendar un ambiente immersivo e totalmente riprogettato che, sempre da oggi, rende accessibili contenuti inediti legati a The Cal™. Le aree del nuovo sito dedicato saranno tre: The Cal 2016, che oggi svela il dietro le quinte del Calendario attraverso immagini di backstage; Icons, una finestra sempre aperta su eccellenza, innovazione e bellezza attraverso il dialogo con rappresentanti illustri del mondo dell’arte, della cultura, dello spettacolo, della moda, dello sport e della musica. Roberto Bolle, Candice Huffine, Tommy Hilfiger, Marc Newson sono solo alcune di queste “icone”. E ancora, la sezione Time Machine, una “macchina del tempo” virtuale dove è possibile viaggiare negli oltre 50 anni di storia del Calendario grazie a una ricca selezione suddivisa per decadi di immagini e video.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Online il Calendario Lavazza 2016 “From Father to Son”, firma Bootique

- # # # # # #

Per la terza edizione consecutiva è stato il team di Bootique a portare sul web il Calendario Lavazza 2016 “From Father to Son”: sul sito calendar.lavazza.com sono raccolti non solo i 13 scatti fotografici del giovane talento Joey L., ma tutte le persone, i luoghi e le storie in essi immortalati.

Il Calendario Lavazza 2016 è una nuova tappa del percorso The Earth Defenders iniziato lo scorso anno: se il continente africano ha prestato i propri scenari all’edizione 2015, è stato il Sud America a fare da sfondo all’edizione del prossimo anno From Father to Son, con un fil-rouge che rimane quello del “ritorno alle origini” e della scoperta di tutte quelle persone che dedicano la loro vita alla salvaguardia del territorio.

From Father to Son, realizzato da Lavazza in collaborazione con Slow Food e sotto la direzione creativa dell’agenzia Armando Testa, non è però un semplice ritorno alla terra, ma è anche un andare oltre: gli scatti di Joey L. immortalano il passaggio generazionale, giovani uomini e donne insieme ai loro “padri”, che ogni giorno – proprio grazie agli insegnamenti che si tramandano da generazioni – difendono la biodiversità, le piante e le coltivazioni senza sprecare risorse, a beneficio della comunità locale.

Il sito offre un punto di vista a 360° sul progetto e i suoi protagonisti. Un vero e proprio viaggio multimediale che ripercorre i luoghi visitati durante le riprese e permette di incontrare i personaggi dei 13 scatti, la nuova e la vecchia generazione di contadini a confronto. L’intera esperienza, dalla fase di ideazione allo shooting, è raccontata anche attraverso il cortometraggio From Father to Son – The Movie dove oltre alle coppie di “father and son” trovano spazio anche le testimonianze di Francesca Lavazza, Petrini e Anastasi di Slow Food e del fotografo Joey L.

“Questo progetto e in generale il rapporto instaurato nel tempo con Lavazza è emblematico di come Bootique si vuole proporre alle Aziende” afferma Davide Scodeggio, SVP dell’agenzia di Zodiak Active e ora CEO della neonata Bootique. “Vogliamo essere gli architetti del contenuto, in grado di costruire un percorso di storytelling che accresce il valore degli asset della marca, ottimizzando la produzione e al contempo moltiplicando le opportunità di comunicazione e di contatto con il consumatore, in momenti e su canali diversi”.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Presentato il Calendario Lavazza, dedicato alla seconda generazione degli Earth Defenders

- # # # #

È stato presentato oggi a Milano il Calendario Lavazza 2016 “From Father to Son”: realizzato in collaborazione con Slow Food, è in vendita in edizione limitata per sostenere Terra Madre Giovani – We Feed the Planet. Un appuntamento che vedrà arrivare a Milano, dal 3 al 6 ottobre, più di 2 mila giovani contadini provenienti da 120 Paesi di tutto il mondo, ospitati da oltre 500 famiglie lombarde: quattro giorni di festa e dibattiti sui temi dell’ambiente, della sostenibilità e del futuro dell’alimentazione.

Protagonista del reportage fotografico del 26enne canadese Joey L. è la nuova generazione di Earth Defenders: moderni eroi della terra che, grazie agli insegnamenti dei padri, nutrono il pianeta in modo equo e sostenibile. Come la giovane Dali, che ha 27 anni ed è una produttrice di peperoncino in Messico, o come Anderson Ricardo, che ha 33 anni e fa da sempre l’imprenditore di caffè in Brasile.
Così il Calendario Lavazza 2016 “From Father to Son”, realizzato con la direzione creativa di Armando Testa, rappresenta la naturale evoluzione dei ritratti africani di Steve McCurry (Calendario Lavazza 2015) e scava, attraverso i 13 scatti di Joey L., nei riti e nei costumi della nuova generazione di Earth Defenders nel Centro e nel Sud America. Giovani uomini e donne immortalati insieme ai loro “padri”, che ogni giorno – proprio grazie agli insegnamenti che si tramandano da generazioni – difendono la biodiversità, le piante e le coltivazioni senza sprecare risorse, a beneficio della comunità locale.

“Innovazione nel rispetto della tradizione. È la ricetta di migliaia di giovani contadini che, in Sud America come in Africa e in tutto il mondo, hanno accettato il testimone dei padri e ora tengono stretto tra le loro mani il futuro della nostra terra. Come Lavazza siamo fieri – dichiara Francesca Lavazza, Direttore Corporate Image dell’Azienda – di essere impegnati, insieme a Slow Food, al fianco di questi moderni eroi della terra, in un progetto che va oltre la fotografia e che, grazie al nostro Calendario, si fa portavoce di un messaggio sociale dalla grande portata. Che coltivino fagioli, che raccolgano sale, peperoncino o caffè, poco importa: i giovani Earth Defenders ci insegnano, grazie agli scatti di un altro giovane, il fotografo Joey L., che è possibile nutrire il pianeta in modo equo e sostenibile, senza sprecare risorse, favorendo anche lo sviluppo economico delle comunità locali”.
“Uno sguardo giovane, moderno e coerentemente informale sulla nuova generazione di Earth Defenders: è questo che volevamo per il Calendario Lavazza 2016 – sostiene Michele Mariani, Executive Creative Director di Armando Testa – e che crediamo di aver ottenuto grazie al reportage di Joey L., alla sua capacità di immortalare i giovani lavoratori della terra insieme ai loro padri, perché è da loro che assorbono l’esperienza del lavoro e imparano il rispetto per l’ambiente. Inoltre, From Father to Son permette di esplorare e di conoscere importanti progetti di sostenibilità portati avanti dalla Fondazione Lavazza e da Slow Food in America Latina”.

I 13 scatti del Calendario “From Father to Son” sono esposti ad EXPO 2015, nel Padiglione Italia (Cardo Sud-Ovest), fino al 7 ottobre.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

ScuolaZoo inaugura il progetto Maturità 2015, a 100 giorni dall’inizio degli esami di stato

- # # # # #

Ha inizio oggi il countdown per i 100 giorni agli esami di stato e ScuolaZoo inaugura il progetto Maturità 2015. Dal 9 marzo fino al 17 giugno la community con 2 milioni di fan su Facebook, darà vita a una serie di eventi in tutta la penisola affiancando i ragazzi e presenziando ai momenti da loro organizzati con un solo obiettivo: sostenerli non solo nell’avvicinamento al traguardo ma anche durante le prove d’esame.

Per il giorno che inaugura il programma di eventi field, lo Staff ingaggerà i maturandi di Pisa e Viareggio secondo il classico spirito Zoo, per vivere una giornata all’insegna del divertimento e della goliardia, con coreografie, musica e giochi. Una strategia innovativa che va ad affiancarsi alle tradizioni territoriali già radicate, ampliandone il raggio di visibilità.

ScuolaZoo mette gli studenti al centro attraverso un nuovo prodotto editoriale: il “Calendario del maturando” lanciato sul blog Maturità, che come il tradizionale calendario dell’avvento ad ogni giorno fa corrispondere una sorpresa per alleviare l’ansia degli studenti, un consiglio per pepare la tesina al meglio o una sorpresa/gadegt.

L’articolato piano di comunicazione dimostra il chiaro posizionamento del brand come interlocutore principale per dialogare con il target studentesco a partire da uno dei momenti più intensi del percorso scolastico e attraverso la pianificazione di attività su più canali: social, digital e field.

La pagina Facebook  “Maturità 2015: Tocca a me”, destinata in esclusiva agli studenti del quinto anno, ha quasi raggiunto nel mese di marzo gli 80.000 fan (il totale di quelli connessi a giugno 2013); a soli tre mesi dall’Esame di Stato, un maturando su quattro si collega abitualmente alla pagina e al blog Maturità per trovare spunti e suggerimenti sul tema.

Il sistema coordinato di progetti online e offline culminerà martedì 16 giugno nel tradizionale evento “Notte prima degli esami” seguito, nei giorni delle tre prove d’esame, da altre sorprese ed eventi ancora top secret.

Il progetto verrà raccontato nel celebre video virale che da tre anni, grazie al grande numero di visualizzazioni, guadagna l’home page di YouTube.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Campari accompagna i fan in un viaggio senza tempo con il calendario 2015. Protagonista Eva Green. Firmano Leo Burnett e We Are Social

- # # # # # # #

“Mythology Mixology”: è questo il titolo del nuovo calendario Campari. Un calendario iconico – il 16° della collezione – che vede protagonista la bella attrice di origine francese Eva Green, pensato per celebrare la storia unica e intrigante di Campari e dei suoi 12 cocktail classici più amati.

Un’immaginario onirico che raffigura con fantasia gli aneddoti poco conosciuti, i racconti e le curiosità che si nascondono dietro ogni ricetta. Dal classico cocktail Negroni, creato dal Conte Camillo Negroni in persona nel 1919, al moderno Campari Arancio Passione, il calendario esplora e celebra le ricette che hanno resistito alla prova del tempo e sono ancora amate ai nostri giorni.

Tra le storie protagoniste la creazione dell’Americano nel 1933, che si dice sia stato chiamato così in onore di Primo Carnera, il primo italiano a vincere il titolo dei pesi massimi a New York e quella del Campari & Seltz, la bevanda più popolare al Bar Camparino, aperto proprio da Davide Campari.

Eva Green, nelle vesti di un’abbagliante eroina, personifica la natura iconica, classica ed elegante di Campari indossando una serie di splendidi abiti creati da importanti stilisti, tra cui Vivienne Westwood, Versace, Alaia e Christian Louboutin.

Gli scatti sono di Julia Fullerton-Batten, fotografa di fama mondiale nonchè prima donna in assoluto a cimentarsi nella realizzazione di un calendario Campari. Lo stile di Julia aiuta a raccontare visivamente le storie e a catturane il senso di “atemporalità” che rappresenta il tema centrale di quest’anno.
Bob Kunze-Concewitz, CEO del Gruppo Campari commenta: “Abbiamo un legame particolare con il calendario di quest’anno, che è stato “disegnato” per celebrare il brand nella sua totalità. Il tema “Mythology Mixology” intende esplorare la personalità del marchio Campari: un viaggio nel tempo che conduce i fan a scoprire la storia passata e presente, ma anche a proiettare il brand nel futuro, immaginando assieme dove questa avventura affascinante sarà in grado di portarci”.

Il Calendario Campari, di cui vengono stampate solo 9.999 copie, non sarà in vendita, ma sarà distribuito a livello internazionale agli “amici” di Campari di tutto il mondo.

Per i fan, la possibilità di ammirare e condividere le immagini del calendario sui canali social di Campari, tra cui Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest. Utilizzando l’hashtag #CampariCalendar, i fan saranno guidati da Eva in un mondo virtuale alla scoperta di ciascuno dei cocktail raccontati nel calendario.

Tutte le attività social di lancio del calendario sono state curate dalla conversation agency We Are Social Milano. Il tema del calendario “Mythology Mixology” è stato ideato dall’agenzia Milano.

Hanno lavorato al progetto, fianco a fianco con Julia Fullerton-Batten, il direttore creativo esecutivo Alessandro Antonini e i Direttori creativi associati Andrea Marzagalli e Bruno Vohwinkel. La produzione è di L&A Artist Milano, con il supporto di Film Positive Budapest sul set.

articoli correlati