MEDIA

Kawasaki e BSG, on air la campagna outdoor dedicata ai nuovi modelli Z650 e Z900

- # # # # #

Kawasaki

La famosa Z, iconico modello di Kawasaki, è protagonista della nuova campagna Out Of Home del brand: una campagna grintosa, ovviamente fatta su strada, tra le strade della città metropolitana di Roma e firmata da BSG. Il planning on-air dal 20 marzo ’17 è contraddistinto da una comunicazione avente in oggetto il Test-Drive dei due “gioielli a motore”, effettuabile presso i concessionari della capitale pronti a far sperimentare emozionanti performance al top della categoria.
“Il desiderio diventa realtà” questo è il claim della campagna, veicolato da una pianificazione outdoor estremamente funzionale; la BSG ha tenuto infatti conto della geolocalizzazione degli impianti pubblicitari migliori in termini di posizionamento e copertura al fine di generare un’ importante brand perception attraverso una rete di touch point estremamente produttiva in qualità di affluenze e contatti visivi sviluppati.

articoli correlati

AZIENDE

Shazam annuncia la nuova soluzione mondiale di Realtà Aumentata per i brand

- # # # # #

Shazam

Shazam ha annunciato oggi il lancio di una piattaforma ampiamente scalabile di realtà aumentata (AR) per brand partner, artisti e centinaia di milioni di utenti globali. Dal lancio della funzionalità di visual recognition nel 2015, il brand ha collaborato con marchi e artisti per connettere sempre più profondamente gli utenti a innovativi contenuti personalizzati dei clienti. La Realtà Aumentata rappresenta un enorme passo in avanti nell’ambito delle funzionalità e offerta visual, diventata ormai una pietra miliare per coinvolgere gli utenti in esperienze immersive e consente ai brand di raggiungere le audience attraverso un mezzo convincente, nuovo e interattivo. La nuova piattaforma di Shazam può dare vita a qualsiasi materiale di marketing – prodotti, packaging, POS, pubblicità, eventi e altro ancora – semplicemente utilizzando l’app per scansionare “Shazam Codes” specifici. I codici sono in grado di offrire esperienze in Realtà Aumentata tra cui animazioni 3D, visualizzazioni del prodotto, mini-giochi e video a 360 gradi.

“Nel 2015 quando abbiamo presentato il riconoscimento delle immagini abbiamo compreso di essere ad una svolta” dichiara il CEO Rich Riley. “Per Shazam è stata un’evoluzione naturale essere il first-mover nell’offerta su scala mondiale della Realtà Aumentata già in rapida diffusione”. In occasione del lancio, il brand collaborerà con Beam Suntory, Inc. in questo progetto di AR invitando gli utenti con l’età legale per comprare alcol a shazammare la Tequila Sauza o Hornitos. A partire da aprile, negli USA, gli utenti che utilizzeranno Visual Shazam sulle creatività pubblicitarie all’interno dei negozi potranno giocare al divertente memory game interattivo in Realtà Aumentata realizzato dai due brand.

“Siamo entusiasti di collaborare con Shazam per il lancio della loro funzionalità in-app di realtà aumentata”, commenta Michelle Cater, Senior Director of Commercial Marketing di Beam Suntory, primo brand ad aver aderito alla nuova funzionalità dell’applicazione. “Con oltre 150 anni di esperienza nella produzione di tequila di prima qualità, nel corso degli anni abbiamo costantemente scelto di innovarci per raggiungere i consumatori in modi sempre nuovi ed entusiasmanti. Questa tecnologia rivoluzionaria offre una piattaforma coinvolgente ed accessibile che permette un’esperienza di gioco virtuale a premi presso il punto vendita fino al Cinco de Mayo. Grazie a questa emozionante collaborazione Sauza Tequila e Tequila Hornitos Premium irromperanno in maniera efficace nella consueta confusione pubblicitaria in occasione del Cinco de Mayo”.

“Uno degli elementi mancanti della realtà aumentata per gli inserzionisti era un modo per offrire queste esperienze senza ostacoli su larga scala”, dichiara il CRO di Shazam, Greg Glenday. “Abbiamo risolto questo problema grazie al fatto che Shazam può contare su una base massiccia di consumatori, già abituati ad usare l’applicazione per la scoperta. Da oggi, le possibilità dei brand di dar vita ai loro prodotti o di rendere la loro pubblicità ancora più accattivante sono limitate letteralmente solo dall’immaginazione”. Shazam ha collaborato con Zappar, leader mondiale nella realtà aumentata su dispositivi mobile, che ha fornito la tecnologia dei codici scansionabili come gli “Shazam Code” nonché le brevi, ma coinvolgenti ed immersive esperienze mobile della piattaforma. Shazam AR funziona su tutti i dispositivi iOS (Shazam v10.5) o Android (Shazam v7.5).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Continental, la nuova campagna racconta la forza della tecnologia tedesca

- # # # # # #

Continental

Sono ben 21 anni quelli dedicati da Continental al mondo del calcio, grazie alle varie sponsorizzazioni che hanno coinvolto alcuni tra i tornei calcistici più importanti del mondo (dal 1995 al 2000 la UEFA Champions League, i Campionati del Mondo FIFA 2006, 2010 e 2014, i Campionati europei UEFA 2008, 2012 e 2016). La sponsorizzazione del calcio si è rivelata un modo efficiente per incrementare la visibilità del marchio di pneumatici premium Continental in quasi tutti i mercati europei. La nuova campagna sarà lanciata appunto in tutta Europa sui media (televisione e stampa), presso i punti di vendita partner della società e on-line. Continental ha inoltre pianificato l’utilizzo attivo dei canali social per dialogare sia con gli automobilisti che con tutti gli altri utenti, spiegando i vantaggi delle soluzioni di mobilità che l’azienda può offrire.

In questo contesto, il claim della nuova campagna di marketing, “La tua mobilità è migliore se la tecnologia tedesca”, è stata una scelta logica. In termini di contenuti, sia la nuova campagna che il sito dedicato sono allineati con Vision Zero. L’offerta complessiva comprenderà una vasta gamma di contenuti multimediali riferiti al tema di una maggiore sicurezza stradale attraverso le tecnologie di prevenzione degli incidenti. Insieme con un nuovo formato VisionZeroNews trimestrale, saranno disponibili anche numerosi rapporti e articoli sulle varie tecnologie, così come video e animazioni grafiche. Una costante attenzione sarà ovviamente dedicata al coinvolgimento di Continental come un fornitore automobilistico e partner esclusivo di pneumatici per la campagna “Stop the Crash” di Global NCAP che si propone di diffondere nel mondo le tecnologie di prevenzione degli infortuni, in particolare nei paesi emergenti densamente popolati. Per Continental, “Stop the Crash” è in linea con l’obiettivo di posizionamento come gruppo tecnologico, poichè la campagna si basa sulla diffusione di informazioni e sull’accrescimento della consapevolezza, permettendo alle persone di familiarizzare con le nuove tecnologie. Sotto l’egida del Global NCAP e delle sue filiali regionali, “Stop the Crash” adotta un approccio basato sulla partnership che coinvolge i principali fornitori del settore automobilistico a livello mondiale e altre organizzazioni come ad esempio l’ADAC in Germania, e ha come obiettivi il coinvolgimento non solo del legislatore, ma anche i gestori di flotte, giornalisti e automobilisti.

“Siamo molto soddisfatti per l’impatto positivo a lungo termine del nostro impegno nella sponsorizzazione di eventi di calcio professionistico. Ci ha permesso di distinguerci da molti dei nostri concorrenti che, dalla fine degli anni ‘90, hanno optato principalmente per un impegno nello sport motoristico, e ha generato una positivo impulso alla notorietà del brand nei nostri principali mercati europei” ha dichiarato Nikolai Setzer, membro del comitato esecutivo della Continental AG, Responsabile Acquisti Gruppo e Divisione Pneumatici. “Quando UEFA EURO 2016 si è concluso, abbiamo raggiunto gli obiettivi di notorietà del brand che ci eravamo prefissati scegliendo il calcio come piattaforma di comunicazione. Il livello di notorietà che abbiamo raggiunto consente al nostro brand premium in Europa di compiere il passo strategico successivo. Il nostro nuovo posizionamento del brand è coerente con il nostro obiettivo in termini di sicurezza – fornire i più brevi spazi di frenata – ed è concepito per essere interconnesso con “Vision Zero”- la visione a lungo termine di zero mortalità sulla strada, zero feriti e zero incidenti. Con la nostra divisione Chassis & Safety puntiamo ad evidenziare il contributo ad una maggiore sicurezza stradale che sistemi avanzati di assistenza alla guida (quali l’ESC, AEB e ABS per motociclette) possono ottenere in combinazione con pneumatici premium. Questo è un contributo al quale stiamo lavorando per progredire ogni giorno “.

articoli correlati

NUMBER

Google è il brand che vale di più al mondo, scende Apple: la classifica Brand Finace Global 500

- # # # # # # # # #

Brand Finance Global 500: Google sorpassa Apple, bene Lego, male le banche americane

Era dal 2011 Apple dominava la classifica Brand Finance Global 500, famosa classifica annuale stilata da Brand Finance. Ebbene, il 2017 è un anno amaro per il colosso di Cupertino, visto il sorpasso maturato da parte di Google, che chiude il 2016 con un valore del marchio 109,5 miliardi di dollari. La Global 500, oltre ad ordinare i brand per valore monetario, individua anche i marchi più forti, cioè quelli che possono influenzare maggiormente la crescita dell’Enterprise Value. In questa seconda classifica Lego ha sostituito Disney diventando il marchio più forte del mondo. Per determinare il valore di un marchio, Brand Finance prima determina la forza, cioè la solidità, del brand, analizzando fattori come gli investimenti in ricerca & sviluppo, asset durevoli e marketing; il ritorno d’immagine; fatturato e margini. La forza del marchio serve a determinare la percentuale di ricavi complessivi attribuibili al marchio.
Un altro grosso scossone lo subisce anche il mondo finanziario: secondo la classifica di brand finance a oggi i brand delle banche cinesi valgono più di quelli USA, con Wells Fargo che perde il primato lo status di marchio bancario di maggiore valore al mondo a scapito della cinese ICBC.

Valore del marchio
Il valore del marchio Google è aumentato, nel corso 2016, del 24%, mentre quello Apple è diminuito del 27% riducendolo a $ 107,1 Mld. La società rimane leader incontrastato nella ricerca web, che è il cardine della sua raccolta pubblicitaria. I ricavi pubblicitari sono aumentati del 20% nel 2016 in quanto i budget sono sempre più orientati al web e Google ha la capacità di approfittarne. Apple ha lottato per mantenere la superiorità tecnologica, ma nuovi iPhone hanno ridotto i rendimenti e ci sono segnali che l’azienda ha raggiunto il punto di saturazione. Il mercato cinese, dove Apple ha avuto una quota di mercato dominante, sta diventando molto più competitivo con gli attori locali che entrano nel mercato in modo significativo. Secondo le previsioni degli analisti finanziari, anche Samsung, nonostante le buone quote di mercato, dovrebbe ridurre fatturato e margini…

Continua a leggere su MyMarketing.Net!

articoli correlati

NUMBER

2020: tre aziende su quattro useranno realtà virtuale e Chatbot nella customer relation

- # # # #

chatbot

Secondo il report Can Virtual Experiences Replace Reality?, reso noto da Oracle, la relazione fra aziende e clienti è pronta per una rivoluzione tecnologica che farà diminuire di molto il peso dell’interazione umana.

Dalle risposte degli 800 professionisti esperti di vendite e marketing dell’area EMEA intervistati, infatti, emerge che l’utilizzo di tecnologie di nuova generazione crescerà di molto entro il 2020. Il 78% delle aziende prevedono di offrire ai loro clienti esperienze di realtà virtuale entro i prossimi quattro anni; l’80% prevede di servirsi di chatbot.

Tuttavia, nonostante la diffusa urgenza di adottare nuove tecnologie, molte aziende hanno ancora difficoltà nell’usare al meglio i dati di cui dispongono su clienti attuali e potenziali: ad esempio il 60% non include ancora i dati raccolti dalle interazioni sui social o dal CRM nelle customer analytics.

In conseguenza dell’impatto dell’evoluzione tecnologica, inoltre, le dinamiche della relazione fra aziende e clienti stanno cambiando; la diffusione su larga scala delle piattaforme social, digitali e mobile ha portato le persone a sviluppare una preferenza sempre maggiore per un approccio “self service” di interazione con i brand.

Al riguardo, la ricerca mostra che il 40% degli interpellati concorda sul fatto che i clienti oggi facciano più ricerca per conto proprio prima di contattarli per una richiesta, mentre il 35% nota che i propri clienti preferiscono fare acquisti o risolvere un problema di servizio senza parlare direttamente con una persona del team di vendite o servizi.

Per rispondere a questo combiamento nelle scelte elettive, le aziende stanno cercando di adottare tecnologie innovative che permettano ai clienti di continuare a interagire con loro nel modo che preferiscono. Analizzando le previsioni di investimento in tecnologie, dalla ricerca è emerso che il 78% delle aziende si aspetta di usare la Realtà Virtuale nella customer experience entro il 2020 e che il 34% di esse ha già implementato a un qualche livello questa tecnologia. Scenario analogo per i chatbot: l’80% delle aziende useranno chatbot per interagire con il cliente entro il 2020, e il 36% li usa già, in parallelo con  un 48% delle aziende ha adottato tecnologie di automazione per le vendite, il marketing e il servizio al cliente, e un altro 40% prevede di farlo entro il 2020.

“Alcuni possono pensare che la realtà virtuale sia una moda passeggera, ma il fatto che alcune delle più grandi aziende al mondo sviluppino prodotti per la realtà virtuale rivolti ai consumatori fa pensare che non sia così”, commenta Daryn Mason, Senior Director, CX Applications di Oracle. “Le aziende oggi sono a un bivio. C’è il vantaggio di chi per primo sperimenta e lancia servizi innovativi, mentre gli altri aspettano; ma c’è anche bisogno di procedere per gradi. La realtà è che molti ancora non riescono ad avere una visione completa sui loro singoli clienti, quindi la priorità immediata deve essere organizzare i dati che già si hanno e sapere estrarre da essi valore”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

MyGlass affida a Industree Communication Hub la sua comunicazione integrata

- # # # #

Industree Communication Hub e MyGlass ancora insieme

MyGlass affida a Industree Communication Hub lo sviluppo di un piano di comunicazione integrata con l’obiettivo di creare awareness in tutto il territorio nazionale. Quella tra l’agenzia e MyGlass è una collaborazione che nasce nel maggio 2016 e che si protrarrà per tutto il 2017. Il brand ha affidato la comunicazione a Industree Communication Hub con l’obiettivo di dare massima visibilità al proprio brand.

Un piano di comunicazione a 360 gradi, che vede nella sinergia il proprio punto di forza. Un’azione efficace e complementare che parte dalla strategia, passa per la creatività e raggiunge l’operatività attraverso strumenti di comunicazione integrata, through the line. Pianificazione multicanale e azioni di marketing mirate rappresentano, dunque, il core del progetto. La campagna advertising diffusa sui principali canali tradizionali, tv e radio, e sui media digitali, sarà supportata da una stimolante attività di sponsorizzazione e di social media marketing.

MyGlass è il nuovo official partner del campionato italiano di basket di serie A 2016-2017 e Industree Communication Hub è scesa in campo al fianco dell’azienda per seguire le attività legate alla sponsorizzazione dell’evento sportivo. A conferma della sua passione per lo sport, il divertimento e la sana competizione, MyGlass ha scelto di sostenere il basket italiano, le società, i giocatori e i tifosi in una delle competizioni sportive più seguite nel nostro Paese. L’agenzia ha sviluppato un piano complesso e strutturato in fasi. Ha definito il ruolo strategico della sponsorizzazione all’interno del communication plan di MyGlass, individuato spazi e modalità ottimali per assicurare la massima visibilità al marchio.

A supporto delle attività di sponsorizzazione, O-One, digital unit di Industree Communication Hub, si occupa della gestione dei presidi social del brand. Gestione che prevede, oltre alla produzione di contenuti, l’attivazione di campagne Facebook ADS e il monitoraggio delle performance aziendali. Facebook, Twitter e Instagram faranno da amplificatori virali di content, ideati e realizzati grazie a una linea strategica creata ad hoc e a un’accurata pianificazione editoriale.

articoli correlati

AZIENDE

Uniroyal rinnova il sito per essere sempre più vicino al consumatore

- # # #

Il sito Uniroyal si rinnova

Il sito Uniroyal  si rinnova e rilancia il brand. L’obiettivo è quello di avvicinarsi sempre più al consumatore. La strategia utilizzata punta sulle necessità dell’utente, il restyling del sito ha comportato non soltanto la rivisitazione del design, più moderno e adatto alla lettura da qualsiasi dispositivo, ma anche l’aggiunta di nuove funzionalità che consentono di individuare il pneumatico più adatto alle proprie esigenze attraverso la ricerca “trova il tuo pneumatico”, in base alla stagione dell’anno e al veicolo, nonché il rivenditore più vicino, attraverso la ricerca “trova il tuo rivenditore”.

Alessandro Cerutti ‎direttore Commerciale PLT Replacement di Continental Italia, sostiene che i consumatori, anche se in maggioranza propensi all’acquisto tradizionale, si documentano mediante internet. Il web è quindi il “posto” in cui i clienti si informano e dove si aspettano di trovare tutte le informazioni necessarie a scegliere. “Noi vogliamo esserci per raccontare ai consumatori, in modo efficace e ingaggiante, i valori del nostro marchio, dei nostri prodotti, della nostra rete“.

“Pensiamo che, nel nostro settore, sia più importante valorizzare il servizio e la rete di partner rivenditori – prosegue Cerutti – Uniroyal ha alle spalle una lunga storia, che negli ultimi 25 anni si è arricchita e rafforzata con la rete Pneus Expert. Un vantaggio competitivo unico, a cui non intendiamo rinunciare. Per questo nel nostro approccio web la componente “punto vendita raccomandato” sarà davvero dominante. Non neghiamo di certo la digital transformation in atto, ma cerchiamo di interpretarla in modo organico e costruttivo insieme ai nostri partner e distributori e rivenditori“.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Parla le lingue come hai sempre sognato”: on air la nuova campagna globale di Babbel

- # # # # # #

Babbel lancia la nuova campagna globale

Babbel dà il via ad una campagna di brand a tutto tondo caratterizzata dal claim “Parla le lingue come hai sempre sognato”. Lo scopo è quello di posizionare il brand con chiarezza sul mercato globale mettendo in evidenza i punti di forza della app. Il messaggio: Babbel aiuta a parlare una nuova lingua nel minor tempo possibile e nel modo desiderato. Corsi sviluppati da esperti di didattica e lezioni basate su situazioni autentiche sono alla base del successo della app.

La campagna internazionale è cominciata il 24 ottobre in Germania. In Italia e in altri otto Paesi la campagna è invece partita il 30 ottobre. I due nuovi spot TV che danno il via alla campagna brand sono on air nel formato da 20 secondi.
Gli spot sono stati realizzati a stretto contatto con la rinomata agenzia creativa londinese Wieden+Kennedy che con la sua esclusiva lista di clienti si distingue come una delle più importanti al mondo. “Babbel si impegna ad aiutare chiunque a parlare una nuova lingua nel minor tempo possibile”, afferma Arne Schepker, CMO di Babbel. “Quando si tratta di scegliere un metodo di apprendimento linguistico online si tende a prendere decisioni spontanee. È quindi essenziale comunicare in modo chiaro il posizionamento di Babbel in questo campo restando così nel focus dei consumatori. Babbel si impegna ad aiutare chiunque a parlare una nuova lingua nel minor tempo possibile. Quando si tratta di scegliere un metodo di apprendimento linguistico online si tende a prendere decisioni spontanee. È quindi essenziale comunicare in modo chiaro il posizionamento di Babbel in questo campo restando così nel focus dei consumatori”.

I due spot, ambientati rispettivamente in Inghilterra e in Francia, si connotano per il registro linguistico caratteristico, l’inglese britannico del XVIII secolo e quello romantico di una brasserie francese. In queste due realtà si intromette improvvisamente l’utente, che tramite la conoscenza della sua lingua di studio perde il ruolo di semplice spettatore e diventa co-protagonista della storia. Lo scopo del team di Babbel, in collaborazione con Wieden+Kennedy, è stato quello di approfondire il messaggio di Babbel gettando nuova luce sui motivi che spingono ad imparare un’altra lingua.
Sophie Bodoh, Creative Director della Wieden+Kennedy commenta: “Sebbene ognuno abbia i propri personalissimi motivi per imparare una nuova lingua, abbiamo trovato un comune denominatore: tutti hanno una sorta di sogno su cosa significherebbe per loro riuscire a parlare una lingua correntemente. Usando il linguaggio familiare dei film di vari paesi, mostriamo come gli utenti di Babbel possano riuscire ad impersonare le proprie personali fantasie linguistiche.”

Con la campagna integrata, che oltre alla TV viene declinata anche sugli altri canali di comunicazione e di marketing, Babbel compie un passo importante, passando dal Direct Response Marketing ad una relazione più duratura con il consumatore.
Babbel raggiunge già nei suoi mercati chiave una brand awareness dal 50% all’80%. Si tratta quindi solo di posizionarsi in maniera più chiara raccontando cosa rende il brand davvero speciale: aiutare chiunque a parlare una nuova lingua proprio come ha sempre desiderato.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nasce Milano 1914, il nuovo brand di abbigliamento e accessori uomo e donna di EICMA

- # # # # #

EICMA presenta il nuovo brand Milano 1914

EICMA presenta il nuovo brand di abbigliamento e accessori uomo e donna Milano 1914. Nato come naturale evoluzione di un percorso intrapreso da anni, il brand è il frutto della sinergia tra l’esperienza di EICMA, Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo – che dal 1914 presenta a Milano le eccellenze nel settore motociclistico e ciclistico – e il desiderio di creare una collezione dalla storia unica.
Le proposte Milano 1914, infatti, esprimono al meglio l’eleganza e l’unicità dello stile italiano unite all’artigianalità, all’alta qualità dei materiali e all’attenzione del dettaglio. “Siamo orgogliosi di entrare nel mondo del fashion con Milano 1914 che fa del Made in Italy la sua forza e siamo certi che questa collezione piacerà molto a chi è alla ricerca di un brand originale dall’ampio know-how e un’ottima qualità, che non lasci in secondo piano lo stile – commenta Antonello Montante, Presidente dell’Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo. La collezione del nuovo brand è dedicata ad un pubblico sportivo e urban, ma allo stesso tempo fashion addicted e comprende caschi, capispalla in pelle, piumini, borsoni, zaini, foulard in seta con l’iconico monogramma. Filo conduttore della collezione, il segno della ruota presente sul colletto della giacca, sui polsini, nei bracciali in argento e sui caschi. In occasione di EICMA 2016, oltre all’intera linea Milano 1914, sarà presentata al pubblico in anteprima anche l’esclusiva capsule collection limited edition di 15 caschi-gioiello impreziosita con cristalli Swarovski. Una collezione inedita e preziosa, realizzata interamente in Italia, perfetta per chi è alla ricerca di un oggetto elegante ed esclusivo.
La linea di abbigliamento e accessori Milano 1914 sarà in vendita durante l’Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo e durante la “Settimana della Moto” milanese nel prestigioso department store Rinascente – le cui vetrine saranno allestite in tema motociclistico – da martedì 8 novembre a lunedì 14 novembre.

articoli correlati

Senza categoria

“Lithuania. Real is beautiful”: nasce il brand del turismo della Lituania. Fima l’agenzia New!

- # # # #

lituania

L’Ufficio Statale del Turismo della Lituania presenta il nuovo brand del turismo della Lituania, realizzato intorno al concetto “Lithuania. Real is beautiful”, che inviata a scoprire una destinazione dalla bellezza autentica e “vera”, ricca di luoghi unici e di scoperte inaspettate.

“Siamo felici di lanciare il primo brand turistico della Lituania, grazie al quale presenteremo al mondo le peculiarità della nostra destinazione”, spiega Jurgita Kazlauskienė, Direttore del Lithuanian State Department of Tourism. “La nuova brand image rispecchia appunto l’eredità culturale e il patrimonio naturalistico della Lituania”.

Il nuovo logo del turismo della Lituania è ispirato nella forma e nel colore – verde menta pastello – a un francobollo che incornicia lo slogan: il font è dinamico e animato e richiama i rami degli alberi e la natura, protagonista del paesaggio lituano. Nei diversi strumenti di comunicazione e marketing, il logo principale sarà accompagnato a marchi tematici complementari, ciascuno associato a una delle caratteristiche del turismo in Lituania: “Meet people”, “Taste Food”, “Stay Active”, “See Nature“, “Explore Culture”.

Il concetto del nuovo brand baltico è stato sviluppato in collaborazione con l’agenzia pubblicitaria New!, il cui direttore creativo Tomas Ramanauskascommenta: “Non è semplice incoraggiare i turisti a visitare un piccolo Paese del Nord Europa ancora poco conosciuto, per questo motivo è ancora più importante una brand image dal forte impatto comunicativo. Nel nostro Paese le cose naturali e autentiche hanno un grande valore: il cibo, la natura, l’architettura, la cultura, l’ospitalità. Lo slogan contiene una promessa: se vuoi scappare da sorrisi finti, giungle di cemento, architetture di plastica, la Lituania è la scelta perfetta”.

Il brand del turismo della Lituania è stato sviluppato da un gruppo di lavoro dedicato e basato sui risultati di sondaggi a turisti stranieri e altre ricerche che hanno valutato il Paese come destinazione turistica, mntre la sua creazione rientra in un progetto attivato dal Lithuanian State Department of Tourism sotto l’egida del Ministero dell’Economia e finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dal bilancio statale  Lituano.

articoli correlati

NUMBER

Altavia svela il Baromètre de la Valeur Shopper 2016: il rapporto brand-cliente funziona ancora?

- # # # # # #

Altavia presenta Le Baromètre de la Valeur Shopper 2016: la relazione tra brand e clienti funziona ancora?

Altavia ha presentato ieri sera a Milano, presso il Palazzo delle Stelline, i risultati del Baromètre de la Valeur Shopper 2016, prima edizione italiana della più grande indagine sulla qualità della relazione tra le insegne retail e i loro clienti.
Nato in Francia cinque anni fa da Shopper Mind, società del Gruppo Altavia, il Baromètre de la Valeur Shopper si propone di analizzare il grado di vicinanza tra le insegne e i loro clienti sondando la forza di questo legame, il livello di fiducia e fedeltà riposto nelle insegne. Per questa edizione agli intervistati è stato chiesto di esprimere la loro opinione sui retailer di cui sono clienti abituali, ciò ha condotto ad analizzare 160 catene inquadrate in 8 settori merceologici: GDO alimentare, Abbigliamento, Cosmetica, Hi-tech, Casa & Decò, Bricolage-DIY, Pet food e Varie-multisettore.

I risultati
La ricerca AltaviaLab restituisce il quadro di un retail in movimento, spronato da un contesto economico e sociale in cui l’esperienza di acquisto e di consumo si sta evolvendo rapidamente in direzione dell’omnicanalità. A prima vista, le insegne appaiono impegnate nello sforzo di stabilirsi o confermarsi come riferimento rilevante nella vita del cliente, rimodulando il loro approccio per intercettare gusti, bisogni, interessi e aspirazioni del consumatore e per sfruttare il moltiplicarsi delle occasioni di contatto e interazione a loro disposizione: ma è proprio così?…

 

Leggi la notizia completa su MyMarketing.Net!

articoli correlati

COMMERCE

Tutte le “sode” della famosa famiglia Campari ora sotto un unico brand: nasce Freedea

- # # # # #

Tutte le 'sode' della famosa famiglia Campari ora sotto un unico brand: nasce Freedea

Lemonsoda, Oransoda, Pelmosoda: la storica famiglia di sode lanciate dal brand Campari (arricchite, nel corso degli anni, con i prodotti Mojitosoda, Lemonsoda Zero e Piñacoladasoda) si riuniscono oggi sotto un unico brand dal nome evocativo: nasce Freedea, nome scelto da Gruppo Campari per interpretare il ruolo di ‘mother brand’ della famosa famiglia di analcolici. Il brand Freedea è presente sulle confezioni dei prodotti come ombrello capace di  sintetizzare e comunicare in modo chiaro i valori e il posizionamento della linea.

Con la creazione del brand Freedea, questi soft drink sono finalmente parte di una vera e propria identità di linea. Briosità, unicità, varietà e affidibilità sono i valori emersi come più rappresentativi della linea di prodotti. A seguito di un’analisi approfondita del naming settorialedei softdrink a livello mondiale, si è attuata la Metodologia ‘Naming Desc’. Guidati da Béatrice Ferrari  fondatrice di Synesia ed esperta di brand naming, hanno partecipato alla creatività namewriter Synesia e, insieme alla squadra marketing di Campari, hanno creato più di 2.000 parole/nomi. Partendo da questa importante produzione, sono state portate a termine numerose fasi di selezioni e verifiche giuridiche e linguistiche, fino a fare emergere il nome migliore sulla base dei criteri di fattibilità del naming: la Proprietà Intellettuale, il Marketing e la Linguistica.

Freedea rappresenta il giusto equilibrio tra l’anglofono espresso nel ‘Free’ e il latino della finale ‘Dea’, molto adatto a rappresentareun brand che intende conquistare un mercato variegato e multinazionale. Si tratta di un neologismo, nato dalla fusione dei vocaboli inglesi ‘Free’ e ‘Idea’. La parte finale del nome può inoltre essere associata al sostantivo ‘dea’ versione femminile di ‘dio’ che a livello figurato rimanda a unad onna di rara bellezza. Freedea è un nome allegro, sprizzante e giocoso, che invita alla creatività e alla scoperta di nuove frontiere; si adegua a questa linea Soft Drink caratterizzata da freschezza e frizzantezza, in particolare per via della suo suono ‘FFRRR’.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Ajax e Fabuloso collaborano con Benedetta Parodi per portare l’ultra pulito

- # # # # # #

Benedetta Parodi con Ajax e Fabuloso per l'ultra pulito

Ajax e Fabuloso avviano una partnership con Benedetta Parodi, dando corpo e sostanza alla mission “ultra pulito per una casa accogliente e gioiosa”
Per i due brand, leader europei nel settore dei detergenti, il 2016 è iniziato all’insegna di grandi novità. Al via una partnership con un endorser d’eccezione a cui è stato affidato il compito di rappresentare i valori e veicolare i messaggi del brand: l’orgoglio di una casa accogliente e piena di vita, sempre aperta per i propri cari, il centro di gravità insomma della vita familiare. Al termine di un’attenta fase di scouting è stata selezionata Benedetta Parodi, autrice di best-seller di ricette come “Cotto e mangiato” e “Benvenuti nella mia cucina”, che hanno venduto oltre 1.500.000 copie e volto noto al grande pubblico televisivo per la conduzione dei programmi di cooking di enorme successo “Cotto e mangiato” su Italia 1, “I menu di Benedetta” su La7 e “Bake off Italia” su Real Time.
E’ nato così il concept di “Casa perfetta con Benedetta”. La ricetta per una casa perfetta consiste nella normalità di cose semplici ma ben fatte: una casa pulita, positiva e curata, in cui poter ospitare amici e familiari, un ambiente domestico inteso non come scenario, ma vero protagonista della vita familiare, dove le persone vivono, comunicano, interagiscono tra loro e condividono i momenti più significativi della vita. Una casa piena di gioia e di allegria, è questo il segreto della casa perfetta secondo Benedetta Parodi e questi i suoi semplici consigli: “tenersi care le persone che si amano, cucinare con amore perché il cibo è un momento di unione e gioia per tutta la famiglia, creare un ambiente pulito, brillante, profumato dove sia piacevole trascorrere del tempo insieme”.
A partire da questo concept sono stati ideati tre momenti promozionali – che coprono un arco temporale da marzo a dicembre 2016 – a ciascuno dei quali è abbinato un contest. Sul concept sono declinati anche i premi del concorso. Come poter cucinare al meglio? Ecco in regalo il libro di ricette di Benedetta Parodi e una lista della spesa magnetica per non dimenticare nulla.
Come poter decorare la tavola? Ecco una bellissima tovaglia multicolor da cucina e un tagliere coloratissimo.
Come dare un tocco di professionalità ? ecco la giacca da chef e gli stencil per dolci. In più, per i fortunati che saranno estratti a sorte, la possibilità di partecipare a un’esclusiva lezione di cucina tenuta proprio da Benedetta e di conoscerla per ascoltare dal vivo i suoi consigli per una casa perfetta. Tutti i materiali PoP sono declinati sul concept “Casa perfetta con Benedetta”. La promozione è attiva nelle più grandi insegne di distribuzione italiana ed è supportata da una campagna radio, on air nei mesi di marzo, aprile, ottobre e novembre su RTL, Radio Deejay e Radio Solo Musica Italiana.
La campagna ATL e BTL di consumer e shopper engagement è stata ideata e curata dall’agenzia di marketing e comunicazione APLOAD. In più una campagna digital su Facebook che prevede post a supporto dei prodotti chiave della promozione: le novità Ajax Max Power e la mini linea Ajax spray specialisti per la cucina . La partnership con Benedetta Parodi si completa con la produzione da parte sua di contenuti legati alla promozione da pubblicare sulla sua pagina Facebook e la sua presenza in-store in due occasioni speciali per firmare copie del libro, farsi fotografare insieme al pubblico in simpatici scatti Polaroid e dare consigli sulla casa perfetta.

 

Credits APLOAD
Direzione Creativa: Stefano Solarino
Art Director: Chiara Alfiero
Copywriter: Laura Mancini
Direzione Clienti: Marina Donna
Account Director: Gaia Spagnoletto
Account Manager: Benedetta Petrozzi
Junior account: Cecilia Fenu

articoli correlati