BRAND STRATEGY

Confesercenti lancia con Google “la bottega del futuro” per i negozi di vicinato

- # # # #

google confesercenti

Non solo eCommerce. Anche i tradizionali negozi di vicinato fisici possono e devono beneficiare del web: con la corretta formazione e utilizzando efficacemente gli strumenti digitali, la rete retail fisica dei piccoli negozi può recuperare grazie ad internet 1,5 miliardi di euro di vendite in tre anni. A stimarlo l’Ufficio Economico Confesercenti in occasione di “La bottega nel futuro”. Un progetto lanciato da Confesercenti in collaborazione con Google Italia per accelerare la diffusione e l’uso dell’innovazione nel commercio retail fisico italiano.

L’accordo con Google Italia costituisce la prima fase del processo. Da oggi 13 dicembre 2018, oltre 20mila imprenditori iscriveranno la propria impresa al servizio Google My Business: per dimensioni, tra i si tratta del più grande progetto di digitalizzazione del commercio mai avviato in Italia. L’obiettivo è far dialogare meglio le due Reti, il web e la rete dei negozi: l’iscrizione a Google My Business, infatti, contribuirà alla visibilità online dei negozi tradizionali, segnalandone la posizione sulle mappe digitali come Google Maps e facendoli interfacciare anche con gli assistenti intelligenti come il Google Assistant.

Sul fronte della digitalizzazione le PMI italiane sono ancora indietro. Molti sono i margini di miglioramento, soprattutto con riferimento all’eCommerce ed alle attività di digital marketing, fondamentali per accrescere la “notorietà” delle piccole realtà produttive e quindi le vendite realizzate sia online sia offline. La digitalizzazione per le PMI resta un processo complesso che richiede, da un lato, competenze specifiche da parte degli imprenditori e, dall’altro, la creazione di condizioni sistemiche favorevoli a livello Paese. Per questo Confesercenti metterà a disposizione una rete di esperti, diffusa su tutto il territorio, per assistere e formare gli imprenditori all’utilizzo del servizio.

Il progetto “la bottega nel futuro” si rivolge ai negozi di vicinato, che in questo 2018 sono tornate a registrare un rallentamento: a meno di un Natale particolarmente dinamico, per le piccole superfici l’anno si avvia a chiudersi con una flessione del 2% delle vendite. Una frenata che arriva dopo periodo non brillante. Negli ultimi quattro anni, infatti, i piccoli esercizi hanno perso 1,6 miliardi di euro di vendite. la quota di mercato dei piccoli esercizi è diminuita di 1,5 punti percentuali, passando dal 27,8 al 26,3%. Ed il settore ha perso circa 65mila posti di lavoro, occupati da piccoli imprenditori.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Una bottega di rame e di legno a Expo: ecco il nuovo progetto di Birra Moretti

- # # # # #

Birra Moretti lancia un innovativo progetto dedicato all’Expo, e apre la nuova Bottega di rame e legno, installazione che coniuga l’innovativo design al gusto della famosa birra italiana.

L’Official Beer Partner di Expo Milano 2015 ha disegnato un luogo accogliente, che sorge sul porfido di una piazza italiana. Al suo interno sarà installata una centrale di spillatura innovativa con un tank da mille litri, pronta per brindare durante l’inaugurazione ufficiale di Expo del 1° maggio. Grazie all’installazione di questo impianto all’avanguardia, il Cellar Beer System, sarà possibile gustare Birra Moretti nella sua versione più genuina. Il sistema consente, infatti, di spillare senza l’utilizzo di CO2 aggiunto, birra fresca, appena prodotta.

L’edizione italiana dell’Esposizione Universale sarà probabilmente ricordata come una delle più straordinarie dal punto di vista del design. Alcuni fra i migliori architetti al mondo sono stati coinvolti nella realizzazione di strutture sensazionali. Con un occhio di riguardo all’impatto ambientale. È in questo contesto che si cala la costruzione della Bottega Birra Moretti, un luogo carico di fascino, unico e distintivo, dove rame, legno e vetro si fondono regalando un forte impatto visivo. Tutti i materiali utilizzati, inoltre, sono riciclabili, in perfetta sintonia con il tema di Expo – nutrire il pianeta – che fa della tutela dell’ambiente il suo cardine.
La struttura richiama, nella forma circolare e nei materiali utilizzati, il tino di rame tradizionalmente impiegato per la produzione della birra e le botti di rovere usate per la fermentazione. Pareti da osservare e toccare, per un’esperienza in cui tutti i sensi sono coinvolti. Una grande vela intarsiata con un ramage di spighe e il logo ‘Birra Moretti, una storia italiana’ in primo piano, regala continuità ai due livelli della Bottega. Su un lato della Bottega, quattro grandi rosoni in vetro rendono omaggio alle referenze Birra Moretti presenti a Expo.
Il progetto e la sua realizzazione sono stati affidati a Utòpia Comunicazione, mentre la grafica è a cura di Robilant Associati (due agenzie italiane).
Per Birra Moretti Expo sarà un’importante occasione per far conoscere ai visitatori il lungo percorso di ricerca che l’ha resa la birra più amata e premiata tra le italiane. Accanto a Birra Moretti Ricetta Originale, Birra Moretti Baffo d’Oro (la prima birra in Italia fatta col sole), Birra Moretti La Rossa e Birra Moretti Doppio Malto, saranno in degustazione anche le novità di quest’anno: Birra Moretti Le Regionali (alla Friulana, alla Siciliana, alla Piemontese e alla Toscana) prodotte in fusti in esclusiva per Expo e Birra Moretti Radler (classica al Limone, presentata nel 2014, e le nuove Chinotto e Gazzosa). Per un totale di ben 11 referenze. Un chiaro esempio della capacità di innovare che contraddistingue Birra Moretti, nel pieno rispetto della tradizione e della genuinità tipicamente italiane. Ogni birra rappresenta uno stile e un gusto diverso, ma sono tutte accomunate dal rigore nella
scelta delle materie prime. Non a caso i mastri birrai Birra Moretti vanno sul campo alla ricerca di ingredienti naturali e di altissima qualità, come il malto e gli agrumi 100% italiani.
Il piano terra sarà allestito con un grande bancone con le spine a vista per spillare le referenze Birra Moretti. Video e immagini lungo tutto il perimetro, permetteranno ai visitatori di conoscere la grande cura nella selezione degli ingredienti e scoprire i valori di italianità, genuinità del gusto e qualità “sostenibili” che, da oltre 150 anni, contraddistinguono e rendono unica Birra Moretti.
Al livello superiore, una grande terrazza di circa 200mq si apre sul decumano – la via principale su cui è costruita la struttura del sito espositivo. Sarà uno spazio accogliente per chi desidera regalarsi un momento di relax, degustando un buon bicchiere di Birra Moretti in buona compagnia. Lungo la scala, gli ospiti potranno scoprire le tappe fondamentali della storia che ha fatto di Birra Moretti una birra da Expo e che le hanno permesso di conquistare il palato e l’affetto di milioni di consumatori nel mondo.

articoli correlati