BRAND STRATEGY

BlaBlaCar lancia la nuova campagna che celebra la libertà di viaggiare

- # # # # #

BlaBlaCar

A pochi mesi dal lancio del nuovo logo e del nuovo algoritmo di ricerca che rende i viaggi in auto condivisi capillari su tutto il territorio, dalle grandi città ai piccoli centri, BlaBlaCar lancia la sua nuova campagna di comunicazione: live da oggi sulle piattaforme digitali, ruota attorno al claim La libertà di partire domani.

“Questa campagna celebra la liberà di partire in qualsiasi momento e di arrivare dappertutto grazie alla comodità dei passaggi in auto”, commenta il Country Manager Italia Andrea Saviane. “Negli spot video della campagna, una passeggera scorre le offerte di passaggio disponibili sull’app di BlaBlaCar per decidere all’ultimo minuto come trascorrere qualche giorno di vacanza. Allo stesso modo, negli spot radio, una viaggiatrice valuta se trascorrere il fine settimana in campagna, al lago o al mare: perché BlaBlaCar offre a tutti la libertà di partire anche domani, per un numero infinito di destinazioni”.

Il claim “La libertà di partire domani” mette in evidenza due aspetti che caratterizzano BlaBlaCar. Il primo è la possibilità di prenotare un posto in auto in qualsiasi momento, in tutta libertà, perché i prezzi dei passaggi sono sempre stabili e non aumentano con l’avvicinarsi della data della partenza come accade per altre soluzioni di trasporto. Il secondo è la grande offerta di passaggi disponibili sulla piattaforma per qualsiasi destinazione, su tutto il territorio, resa possibile dal nuovo algoritmo di ricerca di BlaBlaCar, più preciso e intelligente.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

BlaBlaCar presenta la sua nuova brand identity. Nel 2018 un motore di ricerca intelligente per collegare i piccoli centri

- # # # # #

BlaBlaCar

BlaBlaCar – la community di carpooling – presenta oggi il nuovo logo, la nuova identità visiva e il nuovo motore di ricerca ottimizzato per migliorare la capillarità e l’efficienza dei collegamenti in carpooling al di fuori dei grandi centri urbani.

Nata in Francia nel 2006 BlaBlaCar viene utilizzata da più di 60 milioni di persone in tutto il mondo. Mentre l’azienda entra nel suo secondo decennio di attività, e dopo il lancio del servizio per pendolari quotidiani BlaBlaLines avvenuto in Francia pochi mesi fa, i grandi cambiamenti annunciati oggi rivelano una nuova ambizione: offrire a ogni città, a ogni paese e a ogni zona periferica le stesse possibilità di collegamento di cui finora hanno potuto beneficiare solo i grandi centri e coloro che vivono a pochi passi dalle principali reti di trasporto.

UN NUOVO SISTEMA DI RICERCA

Grazie a un algoritmo rinnovato, che rende il sistema di ricerca più intelligente, la piattaforma sarà in grado di far arrivare la rete del carpooling ovunque si trovino i passeggeri. Il nuovo motore di ricerca verrà implementato attraverso progressive evoluzioni del prodotto nel corso dei prossimi mesi in Italia e in tutti gli altri Paesi in cui BlaBlaCar è presente.

In precedenza, BlaBlaCar suggeriva agli utenti di incontrarsi nei punti di ritrovo più centrali per aumentare le loro possibilità di trovare un compagno di viaggio. Ma con la crescita della community è aumentata anche la capillarità sul territorio delle offerte di viaggi: in Italia si contano oltre 6.000 punti di ritrovo ogni venerdì. E ora BlaBlaCar vuole fare un ulteriore passo avanti, ottimizzando il proprio servizio per quel 76% di italiani (1) che vive in città di medie e piccole dimensioni.

Una prima funzionalità sarà attiva già nei primi mesi dell’anno: richiederà ai passeggeri di inserire i loro precisi punti di partenza e di arrivo: una vera novità per i viaggi su lunghe distanze, da sempre considerati in una prospettiva “da città a città” e non “da porta a porta”. Grazie al nuovo motore di ricerca, BlaBlaCar potrà fornire ai passeggeri risultati accurati e mostrare loro quali tra i viaggi disponibili passeranno proprio a due passi dal loro luogo di partenza. Infatti, grazie al nuovo algoritmo la piattaforma potrà abbinare le ricerche dei passeggeri agli itinerari o a parte degli itinerari programmati dai conducenti, che potranno continuare a pubblicare le proprie offerte di passaggio da un punto A a un punto B senza la necessità di proporre manualmente deviazioni o tappe intermedie. La nuova dinamica renderà possibile la creazione di milioni di potenziali punti di ritrovo e, di fatto, trasformerà ogni autostrada italiana in una linea di trasporto a cui i passeggeri possono accedere da qualsiasi punto.

Il CEO di BlaBlaCar, Nicolas Brusson, spiega la sua nuova concezione del prodotto: “Per i milioni di persone che vivono al di fuori delle grandi città, nelle periferie o nei piccoli centri poco collegati, i viaggi a lunga percorrenza sono spesso sfiancanti e difficili da organizzare. Ma ci sono auto con posti liberi a bordo che passano proprio accanto a loro, e che potrebbero offrire agli abitanti di ogni centro minore un’esperienza di viaggio quasi porta a porta. Grazie al nostro nuovo algoritmo di ricerca, possiamo rendere la rete di trasporti molto più efficiente e dare a tutti i viaggiatori più libertà e indipendenza. La nostra visione è semplice: ovunque ci sia una strada, ci sarà anche BlaBlaCar”.

 

IL NUOVO LOGO E LA NUOVA IDENTITÀ VISIVA

Insieme alla nuova concezione del prodotto, BlaBlaCar oggi presenta anche il nuovo logo e un look completamente rinnovato, sviluppato in collaborazione con lo studio di design londinese Koto e annunciato con un video. È il fondatore di BlaBlaCar, Frédéric Mazzella, a illustrare i valori dietro all’operazione di rebranding: “Il nostro primo brand era funzionale, pensato per far conoscere il carpooling. I nostri colori vivaci riflettevano la varietà degli utenti della nostra community, e i nostri messaggi erano concepiti per incoraggiare le persone a provare un nuovo modo di viaggiare. Ma in questi dieci anni siamo andati molto lontani. E oggi, con una community di più di 60 milioni di utenti, abbiamo rivoluzionato il nostro brand per mostrare che cosa significa davvero usare BlaBlaCar: sentirsi più vicini alle persone e ai luoghi che si amano”.

 

 

Il nuovo logo e la nuova identità visiva sono stati creati per trasmettere il valore delle connessioni che BlaBlaCar rende possibili: evidenzia sia la possibilità di sentirsi più vicini ai luoghi e alle persone che si amano, sia le interazioni sociali che avvengono in auto. Il nuovo logo sostituisce i colori primari con una palette che conferisce al brand un aspetto più maturo. Le due B di BlaBlaCar si avvicinano come due persone a bordo di un’auto, come un punto di partenza e un punto di arrivo, e come le virgolette che incorniciano una conversazione, sia che avvenga in auto sia con i propri amici e famigliari una volta giunti a destinazione.

La scelta di BlaBlaCar di mettere in primo piano l’esperienza sociale ed emotiva del carpooling attraverso il nuovo logo e la nuova identità visiva è corredata dalla presentazione di una ricerca effettuata su 5.000 utenti di BlaBlaCar in 9 Paesi e pubblicata oggi nel report in lingua inglese Bringing People Closer (scaricalo qui).

Tra i risultati più rilevanti emersi dalla ricerca:
● L’80% degli intervistati viaggia per andare a trovare amici e famigliari. Di questi, il 60% dichiara di riuscire a vedere più spesso, grazie a BlaBlaCar, le persone a cui vuole bene.
● L’87% degli intervistati dichiara di aver vissuto in BlaBlaCar esperienze che lo hanno arricchito.
● Il 76% si è sentito utile agli altri attraverso gli scambi che avvengono in auto; in Italia, la
percentuale sale al 90% (la più alta tra quelle dei 9 Paesi dell’indagine).
● Il 51% ha cambiato idea su un argomento grazie a una conversazione avvenuta durante un viaggio condiviso: a rispondere positivamente in Italia è ben il 58%.
● Il 58% degli intervistati dice di aver ricevuto un buon consiglio di vita in viaggio; la percentuale in Italia aumenta al 79% (anche in questo caso, è la più alta tra i 9 Paesi dello studio).
● L’84% ha imparato qualcosa su un argomento: in Italia si sale al 93% (un altro record).
● Il 21%, durante un viaggio con BlaBlaCar, ha persino rivelato cose su di sé di cui non aveva mai parlato con nessuno.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

BlaBlaCar: il carpooling sbarca su Google Maps

- # # # #

Google e BlaBlaCar

Il carpooling fa il suo ingresso su Google Maps: i viaggi condivisi sulla piattaforma BlaBlaCar sono ora integrati tra le modalità di trasporto consigliate dal servizio di cartografia di Google.

Gli utenti interessati a effettuare un viaggio in carpooling che già dispongano dell’app di BlaBlaCar sul proprio smartphone saranno reindirizzati su BlaBlaCar direttamente ai risultati corrispondenti al percorso cercato; gli altri saranno rendirizzati automaticamente sull’App Store o su Google Play.

L’integrazione del carpooling in Google Maps è segno della popolarità raggiunta da questa modalità di viaggio che è diventata, in meno di 10 anni, una nuova soluzione per gli spostamenti interurbani. La popolarità del carpooling è tale che solo in Italia per le partenze di inizio agosto sono stati offerti sulla piattaforma oltre 260.000 posti per tutte le destinazioni di vacanza.

La collaborazione tra Google e BlaBlaCar è globale e sarà gradualmente estesa ai 22 Paesi in cui BlaBlaCar è presente.

“La collaborazione con Google è una splendida notizia per tutti gli utenti che da Google Maps ora potranno avere accesso alle offerte di carpooling di BlaBlaCar e potranno così scoprire o ritrovare una soluzione di viaggio economica e conviviale. Siamo convinti che il trasporto del futuro sarà multimodale e integrato, e che proporre insieme su Google Maps le opzioni treno, mezzi pubblici e carpooling sia un passo in avanti in questa direzione”, ha spiegato Philippe Cayrol, Head of Partnerships di BlaBlaCar.

“Vogliamo suggerire ai nostri utenti le migliori soluzioni di trasporto per ogni viaggio. Con la rapida espansione del carpooling, mostrare le offerte di passaggio disponibili su BlaBlaCar contribuirà ad ampliare la scelta dei mezzi di trasporto a disposizione di chi viaggia. E semplificherà il processo per gli utenti che vorranno prenotare il loro posto in auto direttamente dall’app di BlaBlaCar”, ha commentato Gino Mattiuzzo, Partnership Manager di Google.

 

articoli correlati

MEDIA

BlaBlaCar lancia la sua seconda campagna OOH sulle metro e i tram di Milano

- # # # # # #

BlaBlaCar

BlaBlaCar lancia la sua seconda campagna pubblicitaria out-of-home a Milano: il brand appare da oggi sugli esterni dei tram milanesi e nelle stazioni della metropolitana su cartelloni di grandi formati. I messaggi, la cui creatività è stata sviluppata dal team di BlaBlaCar e distribuita grazie alla concessionaria IGPDecaux, saranno visibili per tutto il mese di aprile.

Andrea Saviane, country manager Italia di BlaBlaCar, sul nuovo progetto out-of-home racconta: “Questa è la primavera perfetta per partire: Pasqua, il 25 aprile, l’1 maggio e il 2 giugno sono quattro opportunità di weekend lunghi e gite fuori porta. Con la nuova campagna vogliamo suggerirlo ai milanesi, e soprattutto vogliamo ricordare loro che BlaBlaCar è la soluzione ideale per viaggiare con il sorriso in tutte le occasioni: quando si rientra dalla propria famiglia, quando si raggiunge un evento e quando ci si lascia ispirare dal bel tempo per una fuga al mare dell’ultimo minuto”.

Qualche esempio? Tra giovedì 13 e domenica 16 aprile, giorno di Pasqua, si stima che oltre 400 auto partiranno da Milano verso la Liguria ognuna di loro offrirà in media tre posti a bordo: per i passeggeri il costo del viaggio sarà di circa 8€ sulla Milano-Genova e di 12,00€ sulla Milano-Imperia e sulla Milano-La Spezia; per i milanesi interessati a una gita di Pasquetta al mare basterà controllare il meteo all’ultimo minuto per preparare un bagaglio leggero, scegliere i compagni di viaggio più interessanti e partire verso la riviera. E nel weekend che anticipa il ponte del 25 aprile, quello tra il 21 e il 23 aprile, da Milano si metteranno in viaggio 1.300 auto condivise verso la Romagna: su BlaBlaCar i costi per i passeggeri saranno inferiori ai 20,00€ per arrivare sulle spiagge Rimini, Riccione e Cattolica e aspettare l’arrivo dell’estate.

E in carpooling si sorride davvero. Da una ricerca realizzata da Collaboriamo e dall’Università Cattolica del Sacro Cuore è emerso che chi viaggia in carpooling è significativamente più soddisfatto della media nazionale della propria vita di relazione: l’evidenza risulta da un confronto tra i dati della ricerca e quelli ISTAT BES. I viaggiatori di BlaBlaCar sono soddisfatti delle proprie relazioni amicali al 39% e di quelle famigliari al 49,3% (contro il 23,7% e il 33,8% del dato nazionale). Inoltre, grazie all’esperienza del carpooling, i viaggiatori instaurano nuove relazioni durature che, dopo l’esperienza del primo passaggio insieme, continuano in altri viaggi (56%) e sui social network (32%), e che spesso maturano in rapporti di amicizia (28%).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

BlaBlaCar racconta le emozioni condivise del rientro a casa nella sua campagna #TornaPiùSpesso

- # # # # #

BlaBlaCar lancia la campagna #TornaPiùSpesso

Ogni fine settimana migliaia di italiani lasciano le città in cui si sono trasferiti e si mettono in viaggio per rientrare dai propri affetti. BlaBlaCarfamosa piattaforma per i viaggi in auto condivisi, conosce bene le loro emozioni e le rende protagoniste del video #TornaPiùSpesso: perché una partenza ha senso solo se c’è un ritorno, meglio se condiviso. Solo a Milano e a Roma, ogni weekend sono 40.000 le persone a cui BlaBlaCar permette di viaggiare in modo flessibile, economico e divertente: si tratta per la maggior parte di pendolari settimanali che il venerdì lasciano la città in cui lavorano o studiano per trascorrere il fine settimana a casa.

#TornaPiùSpesso: il manifesto
“Sono tanti i motivi che possono spingerti a lasciare la tua città: il lavoro, l’università, l’amore o la ricerca di nuove opportunità. E così un giorno devi salutare la tua famiglia, i tuoi amici e la tua terra per andare a vivere lontano, in un’altra città. Sai già che tornare a casa ti fa stare bene, noi vogliamo solo ricordarti perché tornare più spesso ti fa stare meglio”. Così inizia il manifesto dei pendolari settimanali firmato da BlaBlaCar, che elenca le 5 ragioni per cui vale sempre la pena di mettersi in viaggio verso casa: per stare vicino a chi ti vuole (davvero) bene; per mantenere vive le tue radici; per non interrompere la piacevole routine di sempre; per vivere comodamente casa tua; e per non lasciare mai dei vuoti da riempire (perché anche i sapori e le tradizioni gastronomiche sono importanti). Al lancio del video #TornaPiùSpesso seguirà la pubblicazione di una serie di storie dei pendolari della community che racconteranno come BlaBlaCar abbia reso loro possibile rientrare più spesso dai propri affetti: per gli automobilisti, offrire un passaggio consente di condividere le spese di viaggio e quindi di ammortizzare i costi di benzina e pedaggio; e, per i passeggeri, cercare un posto in auto permette di spostarsi su tratte interurbane a cifre ben inferiori rispetto a quelle necessarie per utilizzare altri mezzi di trasporto, come i treni.

BlaBlaCar in Italia: divertimento e fiducia
I viaggiatori italiani della community di BlaBlaCar hanno un’età media di 31 anni e con ogni viaggio percorrono circa 320 km. Per quanto riguarda le professioni più comuni, nel 35% dei casi si tratta di impiegati; nel 20% di lavoratori con un ruolo manageriale intermedio; e nel 15% di membri dell’Esercito o delle Forze dell’Ordine.
Una ricerca realizzata da TNS Sofres in 10 nazioni ha rilevato il carpooling è un vero antistress, anche in caso di traffico da bollino rosso: nove utenti italiani di BlaBlaCar su dieci definiscono il viaggio condiviso un’esperienza stress-free (contro una media degli altri Paesi del 78%). E gli automobilisti italiani iscritti alla piattaforma dichiarano, per il 99% (media superiore di 2 punti percentuali a quella europea) che la condivisione rende qualsiasi viaggio divertente.
Inoltre, da una ricerca realizzata in 11 Paesi dalla New York University Stern è emerso che gli italiani si fidano delle persone che appartengono alle community online di cui fanno parte quasi come degli amici e dei familiari, e ben più che dei colleghi o dei vicini di casa. Perché condividere un viaggio in auto significa condividere la stessa storia, le stesse abitudini e le stesse emozioni, e quindi capirsi.

articoli correlati

AZIENDE

L’appetito vien… viaggiando: BlaBlaCar e Schisciando creano tre ricette ideali per il viaggio

- # # # # #

BlaBlaCar e Schisciando lanciano le BlaBlaSnack

L’appetito vien viaggiando, soprattutto se il viaggio in auto è condiviso. Ecco perchè in vista dell’estate arrivano le ricette dei BlaBlaSnack, tre specialità facili da preparare, comode da portare con sè e perfette per essere condivise con i compagni di viaggio. Creati da BlaBlaCar in collaborazione con Schisciando, il blog di Alessandro Vannicelli che ha reso popolare la ‘schiscetta’ per il pranzo in ufficio come stile di vita, i BlaBlaSnack potranno contribuire al clima di convivialità che caratterizza i viaggi organizzati attraverso la piattaforma.

 

BlaBlaSnack: la ‘schiscetta’ sale in auto
«L’appetito vien viaggiando, soprattutto se il tragitto in auto è social come accade grazie al carpooling», commenta Alessandro Vannicelli di Schisciando. “L’evoluzione dalla schiscetta al BlaBlaSnack è stata semplice: questa volta, però, l’elemento essenziale era quello della condivisione del gusto con la giusta dose di italianità e convivialità in cui l’auto diventa una tavola che attraversa l’Italia”, continua Alessandro di Schisciando. Che spiega: “Per questo ho creato tre ricette dalla forte connotazione regionale: in modo che i viaggiatori possano raccontare qualcosa della propria storia quando le preparano, e che i loro compagni di viaggio possano scoprire qualcosa di nuovo su territori che magari non conoscono e sui propri compagni di viaggio”.
Le tre ricette dei BlaBlaSnack sono infatti caratterizzate dalla presenza di un elemento regionale: si va dalle crocchette di patate e speck che richiamano i sapori del Trentino Alto Adige ai muffin al pesto della Liguria fino alla frittata di pasta, tipica della tradizione della Campania, rinnovata dallo stecco con cui viene servita.
Per ognuna delle tre ricette, BlaBlaCar realizzerà due video. Nel primo sarà illustrata la preparazione dello snack in uno stile veloce e divertente. Nel secondo sarà invece coinvolta la community italiana del carpooling: ripreso a bordo di un’auto, il video mostrerà le reazioni di viaggiatori di diversa provenienza all’assaggio dei BlaBlaSnack e ne raccoglierà i commenti.

 

I viaggiatori italiani e il cibo in auto
Ogni fine settimana, solo a Milano e a Roma, su BlaBlaCar vengono condivisi oltre 40.000 posti in auto. I viaggiatori italiani hanno un’età media di 31 anni, si spostano principalemente per lavoro, per turismo e per ragioni affettive, e con ogni viaggio percorrono in media 321 km: una distanza sufficiente a mettere appetito, a qualsiasi ora del giorno.
Da un sondaggio realizzato su 10.000 utenti italiani della community, è emerso che il 52% dei viaggiatori è solito condividere cibo durante i viaggi in auto: tra questi, il 16% ha assaggiato quanto portato in auto dai compagni di viaggio, l’11% ne ha offerto; e il 25% si è trovato in entrambe le situazioni di convivialità. La top 5 dei cibi più comuni nei viaggi condivisi è composta da snack salati, snack dolci, biscotti, cioccolatini e frutta. Infine, la maggioranza dei conducenti italiani della community (45%) consente alle persone che viaggiano sul suo veicolo di consumare cibo a bordo; il 35% lo concede a seconda dei casi; e solo il 20% dei conducenti italiani non permette ai propri passeggeri di mangiare a bordo.
Dallo stesso sondaggio è stato rilevato che il cibo rientra nella top 5 degli argomenti di conversazione preferiti dagli italiani che viaggiano in carpooling. Inteso come insieme di suggerimenti su ricette e ristoranti, è scelto per le chiacchiere dal 9% dei viaggiatori, preceduto da temi come il lavoro e lo studio (25,5%), i racconti e suggerimenti di viaggio (18,8%), i suggerimenti turistici sulla destinazione (12,6%); la musica, il cinema, i fumetti e i libri (9,9%).

articoli correlati

AZIENDE

BlaBlaCar e AXA lanciano la prima copertura assicurativa dei viaggi in auto condivisi

- # # # # #

BlaBlaCar e Axa insieme per assicurare le auto condivise

BlaBlaCar, community per i viaggi in auto condivisi, e AXA, brand assicurativo, annunciano oggi l’avvio di una partnership per offrire agli utenti italiani della piattaforma una copertura assicurativa aggiuntiva rispetto alla RCA obbligatoria per tutte le auto e pensata appositamente per le esigenze dei viaggiatori in ride sharing, che per beneficiarne non dovranno sostenere alcun costo. La partnership tra BlaBlaCar e AXA si estende all’Italia dopo il lancio in Francia, Gran Bretagna e Spagna, e rappresenta un’iniziativa pionieristica nell’ambito del ride sharing.

“La partnership tra BlaBlaCar e AXA è ambiziosa per entrambe le parti per via della sua natura così innovativa”, dichiara Andrea Saviane, Country Manager Italia di BlaBlaCar. Che spiega: “La community di BlaBlaCar, che oggi conta oltre 20 milioni di persone, è basata sulla fiducia, e la possibilità di beneficiare di un’assicurazione aggiuntiva contribuisce a rendere i viaggi condivisi ancora più sereni sia per i conducenti che per i passeggeri. Per noi si tratta del primo grande passo verso una serie di servizi più ampia che vorremmo offrire presto ai nostri utenti, in Italia e in tutto il mondo”.

La copertura garantita da AXA per la community italiana di BlaBlaCar include l’assistenza stradale, che garantisce il soccorso stradale qualora il veicolo non sia in grado di circolare autonomamente; le spese di pernottamento2 per il conducente e i passeggeri o, in alternativa, il rientro al proprio domicilio in Italia o la prosecuzione del viaggio con soluzioni alternative nel caso il veicolo resti immobilizzato e il punto di assistenza sia chiuso o la manodopera non eseguibile entro le 3 ore. Copre, inoltre, la spedizione al passeggero degli oggetti personali dimenticati a bordo del veicolo del conducente. E prevede, infine, la tutela legale del conducente relativamente ai sinistri stradali.

L’assicurazione sottoscritta da BlaBlaCar con AXA grazie alla loro partnership sarà attiva per tutti i viaggi a cui partecipi almeno un passeggero e che siano stati organizzati con il sistema di prenotazione online, che prevede che il contributo spese venga versato da parte del passeggero con carta di credito, prepagata o PayPal. Il sistema è ora attivo per i viaggi la cui partenza e l’arrivo siano in Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia, Toscana e Sardegna; sarà poi esteso gradualmente a tutto il territorio nazionale nel corso del 2016.

“La partnership con BlaBlaCar ha un valore strategico per AXA in quanto conferma il nostro posizionamento come compagnia assicurativa innovativa, capace di rispondere ai bisogni che emergono con l’affermarsi della sharing economy» dichiara Gianluca Zanini, Head of Partnership and Innovation leader di AXA. “Condividere un viaggio è una formula di spostamento in rapida crescita in tutta Europa, con benefici a livello economico, sociale e ambientale per tutti coloro che la adottano. Siamo convinti che AXA possa avere un ruolo importante nel consolidamento del ride sharing, che si fonda sulla fiducia e, come tale, può essere rafforzato dall’assicurazione”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Jeep scende in campo con Juventus nel match clou dell’anno

- # # # # # # # #

Jeep, da tre stagioni Official Sponsor della Juventus, sarà accanto a loro anche per la partita più importante del 2015. Renegade, il SUV compatto made in Italy, accompagnerà i tifosi lungo la strada che da Torino porta a Berlino e animerà la vigilia “vestendo” di bianconero la capitale tedesca. Un’avventura on the road, in pieno spirito Jeep, che culminerà con la finalissima dell’Olympiastadion.

Il marchio Jeep ha organizzato numerose attività che accompagneranno squadra e tifosi bianconeri verso la finalissima di Berlino. Un vero e proprio viaggio, a bordo di Renegade, il SUV compatto dall’indole off-road. Del resto, la strada che conduce ai traguardi più importanti non è mai agevole, e per percorrerla occorre la vettura giusta. Le sorprese sono già iniziate questa mattina, quando quattro tifosi juventini utenti di BlaBlaCar, la più grande community di ridesharing al mondo su lunghe distanze, hanno vissuto lo stupore di trovare una Jeep Renegade “zebrata” di fronte allo Juventus Stadium. La prima vettura Jeep made in Italy è partita per raggiungere la capitale tedesca, e i tifosi viaggeranno insieme e potranno documentare la loro trasferta con foto e tweet. Il racconto dell’itinerario e l’attesa del match clou verrà condiviso in tempo reale anche dai canali ufficiali di Blablacar e Jeep-People attraverso gli hashtag #ceneandiamoaberlino, #roadtoberlin, #forzaj e #BlaBlaJeep.

Renegade non passerà certo inosservata per le strade di Berlino. Una flotta di 50 esemplari zebrati animerà i luoghi più iconici della città, costituendo un’autentica attrazione per i passanti e le migliaia di tifosi che si riverseranno nella capitale. Alcune di queste vetture saranno guidate dagli X Ambassadors, la famosa band indie-rock statunitense che ha composto e cantato il brano “Renegades”, colonna sonora dell’ultima campagna di comunicazione dedicata al SUV compatto. La collaborazione tra il brand Jeep e gli X Ambassadors è emblematica dei valori del marchio in cui si riconosce chiunque scelga di guidare Renegade: giovani metropolitani che amano la musica indipendente, una vita sociale attiva e l’avventura ovunque si possa celare. Berlino è il palcoscenico ideale, la rincorsa bianconera al trofeo più ambito il contesto più esaltante.

Gli X Ambassadors gireranno per Berlino per distribuire ai loro fan, a quelli della Juventus e ai berlinesi, gli introvabili biglietti per un’esibizione in pieno stile “Renegades”: sabato 6 dalle 19 si esibiranno infatti dal vivo sul “roof top” di un famoso locale del quartiere più in voga di Berlino, Kreuzberg. Un omaggio a Jeep e un incitamento a Juventus in vista della partita, che sarà trasmessa su un maxischermo alla fine del concerto in modo da soddisfare gli appassionati di musica e quelli del grande calcio.

Migliaia di tifosi si riverseranno a Berlino da tutte le parti del mondo. Tra questi, quattro utenti di BlaBla Car la raggiungeranno a bordo di una Jeep Renegade zebrata, inoltre ce ne sarà uno che lo farà scarpinando: è Nicolò De Marchi. Questo grande tifoso bianconero aveva pronunciato il suo fioretto in occasione della semifinale: in caso di vittoria, avrebbe dovuto raggiungere l’Olympiastadion a piedi. Così ha risposto all’hashtag lanciato da Juventus #SeAndiamoInFinale. Per premiare la sua passione bianconera, la società ha così deciso di regalargli un biglietto per la partita, e per aiutarlo nell’impresa Jeep ha messo a disposizione una Renegade che lo seguirà attraverso la Svizzera, il Liechtenstein e la Germania, per un totale di 1.100 chilometri, suddivisi in otto tappe. Nei passaggi più critici, come il valico delle Alpi, Nicolò avrà a disposizione 20 km a bordo di Renegade per ogni suo anno di passione bianconera: un totale di 440km.

Chi non avrà modo di raggiungere la capitale tedesca potrà seguire tutte le attività Jeep collegandosi ai canali social ufficiali di Jeep-People e Jeep Italia, e proprio mentre la Juventus sarà in campo, grazie a una partnership con Twitter, per la prima volta in Italia un team di esperti digitali darà vita a una campagna di “creative real-time marketing”. Seguendo i profili @JeepItalia e @Jeep_People, infatti, si potranno leggere in tempo reale speciali contenuti realizzati in base a ciò che accadrà sul campo di gioco, mentre la firma esclusiva delle immagini che accompagneranno i post sarà del famoso illustratore Ale Giorgini che interpreterà in modo creativo i momenti salienti della partita coinvolgendo il pubblico in maniera originale.

Uno speciale incitamento giungerà poi alla Juventus simbolicamente da ogni parte del mondo, grazie a un’iniziativa firmata FCA dedicata ai suoi dipendenti. Attraverso un video messaggio, i tifosi hanno fatto sentire il loro calore ai calciatori impegnati nella finalissima interpretando il famoso motto bianconero “Fino alla fine Forza Juventus”. Il video che sintetizzerà questa iniziativa sarà pubblicato sulla intranet aziendale e condiviso sulle piattaforme web e social di Jeep e Juventus. L’originale progetto costituisce, oltre a una bella manifestazione di tifo, sportività e vicinanza ai colori italiani, anche la prima iniziativa che “chiama in campo” tutti i dipendenti per un progetto globale.

articoli correlati

MOBILE

BlaBlaCar fa il giro del mondo e sbarca ufficialmente in India

- # # # # #

BlaBlaCar, famosa community di ride sharing, esce dai confini europei e sbarca ufficialmente in Asia, annuncia il lancio delle proprie app, disponibili gratuitamente per Android e iPhone, in India.
L’India ha un enorme potenziale per l’utilizzo del ride sharing grazie a diversi fattori: la sua popolazione è giovane, Facebook è molto diffuso e le sue città principali distano molti chilometri l’una dall’altra. Inoltre, nel Paese i trasporti sono molto costosi rispetto al reddito medio dei cittadini: la domanda elevata e le infrastrutture inadeguate obbligano i viaggiatori ad acquistare e prenotare i biglietti di autobus e treni con settimane di anticipo. Con il suo arrivo nel Paese, BlaBlaCar fornisce una soluzione di trasporto sulle lunghe distanze comoda anche per i viaggi dell’ultimo minuto.
Nicolas Brusson, co-fondatore e COO di BlaBlaCar, spiega: «L’India rappresenta un’opportunità straordinaria per ride sharing: gli automobilisti sono già propensi a ridurre i costi dei viaggi più lunghi condividendone le spese, mentre ai passeggeri mancava, fino ad oggi, un modo pratico per viaggiare su grandi distanze all’ultimo minuto. In questo Paese, BlaBlaCar potrebbe determinare una trasformazione delle modalità di viaggio da città a città ancora più profonda di quella cui abbiamo assistito nei Paesi europei finora».
«L’India è una pietra miliare nel nostro obiettivo di portare il ride sharing su lunghe distanze a tutti i Paesi in cui il trasporto su strada può essere migliorato. Dopo il lancio in Russia e in Turchia dello scorso anno, BlaBlaCar inizia il 2015 con un promettente primo passo in Asia», aggiunge Frédéric Mazzella, co-fondatore e CEO di BlaBlaCar.
Raghav Gupta, country manager India, commenta: «BlaBlaCar è un’eccellenza nel lancio del suo servizio in nuovi Paesi e nella capacità di costruire rapidamente una community di utenti dai profili controllati e affidabili (trusted community). Il ritmo di crescita di ogni nuovo paese è accelerato rispetto al precedente perché l’abitudine al consumo collaborativo continua a diffondersi in tutto il mondo. Vogliamo ora offrire anche agli indiani la possibilità di condividere le spese di viaggio nei loro spostamenti tra città come New Delhi e Jaipur: e aumentare il tasso di occupazione di ogni automobile, ci aiuterà anche a ridurre il traffico.»

articoli correlati

AZIENDE

La piattaforma BlaBlaCar lancia il concorso letterario “Storie di viaggio”

- # # # # # #

Al via il premio letterario “Storie di Viaggio” bandito da BlaBlaCar.it, la piattaforma per la condivisione di posti in auto, e patrocinato da LaStampa.it, che per tutta l’estate darà la possibilità a chiunque di partecipare con un racconto dedicato al “viaggio condiviso”.

 

Il premio è aperto a chiunque presenti un’opera inedita, incentrata sul tema del viaggio condiviso inteso come percorso, esperienza, conoscenza di nuove realtà insieme ad uno o più compagni di strada.

 

La partecipazione è gratuita e avviene attraverso due semplici modalità: è sufficiente inviare il proprio racconto breve (3000 caratteri) all’indirizzo storiediviaggio@blablacar.it o, per i più sintetici, basta comporre un “aforisma di viaggio” di 140 caratteri contenente l’hashtag #BlaBlaStorie su Twitter.

 

Rispetto alle due modalità, i contributi verranno raccolti all’interno delle due categorie, “racconti di viaggio” e “aforismi di viaggio”. Alla fine dell’estate i migliori elaborati saranno selezionati da una Giuria Tecnica composta da membri del Team di BlaBlaCar e giornalisti de La Stampa per la pubblicazione sui siti BlaBlaCar.it e LaStampa.it, e successivamente raccolti in un e-Book dal titolo “BlaBlaCar Storie di Viaggio”.
I primi classificati di ciascuna delle categorie in gara, inoltre, saranno premiati in una cerimonia presso la sede de La Stampa a Torino. Il viaggio, targato BlaBlaCar, comprenderà anche l’assegnazione della “Torino+Piemonte Card”, messa a disposizione dall’Ente per il Turismo della Città di Torino e Provincia, che consentirà di accedere gratuitamente a location culturali e servizi turistici, oltre che di usufruire di numerosi sconti su attività per il tempo libero sul territorio.

articoli correlati