BRAND STRATEGY

Birra Moretti sfida gli italiani: chi riuscirà a far ridere Gigi Buffon? Al via la campagna

- # # #

spot birra moretti

Il 13 novembre 2017 è una data che passerà alla storia del calcio italiano. Il pareggio contro la Svezia e la mancata qualificazione dell’Italia ai Mondiali hanno il sapore amaro delle lacrime di Gigi Buffon: per lui non ci sarà il sesto Mondiale. “Da quel giorno non ride più” – sono queste le parole, arricchite dall’ironia di Birra Moretti, con cui Baffo Moretti introduce il primo dei due spot di 15’’, on air da domenica 3 giugno, dedicati alla promozione “Fai ridere Gigi Buffon”, che invita i tanti tifosi degli azzurri a far tornare il sorriso al campione dopo la delusione della mancata qualificazione.

Sul pack, disponibile in edizione limitata, spicca l’autografo di Gigi Buffon e l’invito a contattare il 391.7054053 presente sulla back label – con sms, Whatsapp o chiamata – per strappare un sorriso all’ex capitano della Nazionale. I contributi più divertenti saranno pubblicati all’interno di una landing page dedicata sul sito. Inoltre, all’acquisto di 9€ di Birra Moretti con scontrino unico, in omaggio il pallone Birra Moretti autografato da Gigi Buffon. Quello stesso pallone che, nel secondo spot dedicato all’iniziativa, porta in campo per giocare la classica partitella tra amici. Perché si sa, “Nel Paese coi Baffi il pallone lo porta Gigi”, mentre Baffo è pronto con il fischietto per arbitrare.

Su Facebook, il compito di far ridere Gigi Buffon spetta a un trio comico irriverente: Gli Autogol. Chi meglio di loro, con l’ironia che li contraddistingue, può riuscire a fargli tornare il buon umore? Gag, meme, video virali: chissà che tattica useranno per raggiungere l’obiettivo. Per scoprirlo basterà seguire il loro profilo. Nel canale Ho.Re.Ca., per la prima volta, sarà disponibile una magnum da esposizione da 1,5l di Birra Moretti, con couvette personalizzata, e autografata da Gigi Buffon. La creatività degli spot è a cura di Armando Testa. L’agenzia Mediavest ha curato la pianificazione della campagna tv.

 

CREDITS:

Direzione Creativa Esecutiva: Michele Mariani
Direzione Creativa Digital: Flavio Fabbri
Branded Content: Jacopo Morini, Fabiano Pagliara
Direzione Creativa: Andrea Lantelme, Federico Bonenti
Team Creativo: Tommaso Casarini, Stefano Arrigoni
Direttore Clienti: Emanuele Cason
Account Senior: Emanuele Cicogna Mozzoni
Account Digital: Cristina Castelli
Tech Lead: Marco Savojardo

Casa di Produzione: The Family
Produttore Esecutivo: Stefano Quaglia
Producers: Tommaso Haimann
Assistant producer: Veronica Pegoraro
Regia: Vesa Manninen

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nel paese coi Baffi arriva Spillo il barista. On air l’ultimo episodio degli spot Birra Moretti firmato da Armando Testa

- # # # #

Birra Moretti

L’ultimo episodio degli spot Birra Moretti, on air da domenica 19 novembre, è ambientato nel bar del Paese coi Baffi, il luogo dove gli abitanti si ritrovano per fare quattro chiacchiere e bere una birra in buona compagnia. Ma non una birra qualsiasi: nel Paese coi Baffi, si beve Birra Moretti.

È Baffo Moretti che presenta allo spettatore il quinto personaggio della storia tutta italiana raccontata negli spot Birra Moretti: è Spillo, il barista, talmente appassionato di spillatura da vivere a 45°. Nel suo locale tutto è inclinato, dal quadro al bicchiere. Soprattutto il bicchiere. Perché è proprio l’inclinazione uno dei segreti per ottenere una perfetta spillatura, quel passaggio indispensabile per far rivivere nel bicchiere la storia, le origini, il gusto e le caratteristiche dei differenti stili birrari. Del resto, spillare è una vera e propria arte, che lo si faccia dalla spina o dalla bottiglia.

Grazie a dei piccoli trucchi è possibile ottenere una birra che sprigiona al massimo tutte le sue caratteristiche. E inclinare il calice a 45° è uno dei passaggi fondamentali per creare un cappello di schiuma alto due dita e ben compatto, che aiuta a proteggere la qualità della birra. Basta mantenere un movimento costante e deciso, raddrizzando il bicchiere mano a mano e dosando la distanza tra bicchiere e bottiglia, e il gioco è fatto. “Fidatevi di questa dritta”, come dice Baffo Moretti. È questa attenzione, insieme a tutte le piccole altre, a fare grande Birra Moretti.

L’atmosfera ironica e sognante della campagna ideata da Armando Testa è, come sempre, merito della regia visionaria di Vesa Manninen. La direzione creativa esecutiva è affidata a Michele Mariani, Andrea Lantelme (direttore creativo art) e Federico Bonenti (vice direttore creativo copy). Gli spot sono stati prodotti da The Family.

CREDITS:
Direzione creativa esecutiva: Michele Mariani
Direttore creativo (art): Andrea Lantelme
Vicedirettore creativo (copy): Federico Bonenti
Direttore clienti: Emanuele Cason
Account senior: Emanuele Cicogna Mozzoni
Casa di produzione: The Family
Produttore esecutivo: Stefano Quaglia
Producers: Tommaso Heimann, Benedetta Maestro
Regia: Vesa Manninen
Direttore della fotografia: Simon Richards
Azienda /marca: HEINEKEN Italia S.p.A.
Direttore marketing (cliente): Floris Cobelens
Group brand manager (cliente): Valentina Simonetta
Brand manager (cliente): Elena Calderoni, Marco Cristofoletto
Junior brand manager (cliente): Marco Garau, Rachele Pellegrini

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nel Paese coi Baffi arriva La Bianca. On air il quarto capitolo dello spot firmato da Armando Testa

- # # # #

spot Birra Moretti

On air il quarto episodio della storia tutta italiana di Birra Moretti. Nel Paese coi Baffi c’è aria di festa per l’arrivo della bella Bianca, protagonista del nuovo episodio.

La bella del Paese viene accolta con gioia e ammirazione dagli abitanti, trepidanti e in attesa di ricevere un suo cenno. Bianca esamina le spighe del frumento e solo quando saranno arrivate a maturazione, scioglierà i suoi lunghi capelli biondi. É arrivato il momento, anche l’ultimo ingrediente è pronto per Birra Moretti La Bianca.

I colori caldi e dorati del frumento accompagnano il cammino di Bianca mentre gli abitanti del Paese coi Baffi la seguono tra le spighe, nell’attesa di un suo gesto che segnali l’istante in cui il frumento maturo potrà essere lavorato, pronto per far nascere Birra Moretti La Bianca, la weiss all’italiana prodotta con malti 100% italiani: 50% malto d’orzo e 50% malto di frumento.

Baffo Moretti, cantastorie di ogni vicenda, accompagna il cammino degli abitanti che li porterà ad assaporare, tutti insieme, la weiss di Birra Moretti: ad alta fermentazione, una birra dal colore chiaro e naturalmente torbido che incontra i gusti di tutti. E lo dimostrano i riconoscimenti di quest’anno, Birra Moretti La Bianca è stata eletta “Prodotto dell’anno 2017” da parte dei consumatori, oltre ad essersi aggiudicata il primo posto nella categoria “Alcolici e Birre” al “Brands Award 2017”.

Il borgo del Paese coi Baffi continua ad essere cornice e protagonista di una nuova avventura in cui lo spettatore viene accompagnato a conoscere la tradizione italiana di Birra Moretti, inconfondibile e riconosciuta in tutto il mondo. E ancora una volta è la campagna ideata da Armando Testa a raccontarne le splendide atmosfere. La direzione creativa esecutiva è di Michele Mariani con Andrea Lantelme (direttore creativo art) e Federico Bonenti (vice direttore creativo copy). Gli spot sono stati prodotti da The Family, con la straordinaria regia di Vesa Manninen.

CREDITS:

Direzione creativa esecutiva: Michele Mariani
Direttore creativo (art): Andrea Lantelme
Vicedirettore creativo (copy): Federico Bonenti
Direttore clienti: Emanuele Cason
Account senior: Emanuele Cicogna Mozzoni
Casa di produzione: The Family
Produttore esecutivo: Stefano Quaglia
Producers: Tommaso Heimann, Benedetta Maestro
Regia: Vesa Manninen
Direttore della fotografia: Simon Richards
Azienda /marca: HEINEKEN Italia S.p.A.
Direttore marketing (cliente): Floris Cobelens
Group brand manager (cliente): Valentina Simonetta
Brand manager (cliente): Elena Calderoni, Marco Cristofoletto
Junior brand manager (cliente): Marco Garau, Rachele Pellegrini

articoli correlati

BRAND STRATEGY

On air il nuovo spot della campagna Moretti, dove “il paese coi baffi parla siciliano”

- # # # # # #

Spot Moretti

“Oggi vi racconto di quella volta che al Paese coi Baffi un amico siciliano fece nevicare”: sono queste le parole che aprono il terzo episodio (qui il primo, e qui il secondo) della storia italiana raccontata dal brand Birra Moretti, nello spot on air da ieri, domenica 16 luglio.

Un’atmosfera romantica e sognante avvolge il Paese coi Baffi. Petali di fiori d’arancio volteggiano nell’aria e ricoprono le strade di una coltre morbida e profumata al passare del nuovo personaggio che anima le vie del paese: il Siciliano.
Ed è proprio grazie alla pioggia dei fiori di zagara e a una pronta intuizione che il Mastro Birraio Birra Moretti ha potuto realizzare una birra unica come Birra Moretti alla Siciliana, tanto amata per il suo gusto saporito, morbido, ricco di aromi intensi, come la terra da cui prende ispirazione.

È in questo paese, un piccolo borgo carico di storia, posto sulla cima di una morbida collina coi baffi, che Baffo Moretti racconta le storie dei suoi abitanti e invita lo spettatore a scoprire, insieme a loro, l’unicità di ciascuna delle birre della famiglia Birra Moretti, prodotte con ingredienti di alta qualità, selezionati con cura dai Mastri Birrai Birra Moretti.

La campagna ideata da Armando Testa, episodio dopo episodio, coinvolge lo spettatore nelle atmosfere del Paese coi Baffi, raccontate in modo magistrale dalla regia visionaria di Vesa Manninen. La direzione creativa esecutiva è di Michele Mariani con Andrea Lantelme (direttore creativo art) e Federico Bonenti (vice direttore creativo copy). Gli spot sono stati prodotti da The Family.

 

CREDITS:
Direzione creativa esecutiva: Michele Mariani
Direttore creativo (art): Andrea Lantelme
Vicedirettore creativo (copy): Federico Bonenti
Direttore clienti: Emanuele Cason
Account senior: Emanuele Cicogna Mozzoni

Casa di produzione: The Family
Produttore esecutivo: Stefano Quaglia
Producers: Tommaso Heimann, Benedetta Maestro

Regia: Vesa Manninen
Direttore della fotografia: Simon Richards
Azienda /marca: HEINEKEN Italia S.p.A.
Direttore marketing (cliente): Floris Cobelens
Group brand manager (cliente): Valentina Simonetta
Brand manager (cliente): Elena Calderoni, Marco Cristofoletto
Junior brand manager (cliente): Marco Garau, Rachele Pellegrini

articoli correlati

BRAND STRATEGY

On air il secondo spot di Birra Moretti. Firma Armando Testa

- # # # #

i sei piatti d’autore di Birra Moretti

On air il nuovo spot Birra Moretti, si tratta del secondo episodio della campagna ideata da Armando Testa, ambientata nel Paese coi Baffi, un luogo non luogo, al tempo stesso reale e sospeso nel tempo, dove ogni storia è poetica e ironica. La voce narrante di Baffo Moretti racconta e spiega la birra in un modo del tutto nuovo accompagnato dall’animazione degli abitanti ogni volta alle prese con sapori e accadimenti diversi.

Il protagonista assoluto è lo chef artista impegnato a dipingere i sei piatti da collezione e impreziosire così con un tocco di colore e creatività le sue ricette.

Estro, creatività e un pizzico di sana follia. Baffetti all’insù, quasi a ricordare lo spagnolo Salvador Dalí. Atmosfera calda, colori seppiati e una tensione creativa palpabile che aleggia nell’aria. Quella tensione che precede una scoperta, l’aggiunta di una pennellata in un’opera d’arte o di un ingrediente segreto in un piatto gourmand.

Perché si sa, oggi un impiattamento creativo conta quanto la buona riuscita del piatto. E per prendere spunto per una ricetta sfiziosa basterà guardare le nuove etichette di Birra Moretti Ricetta Originale che si vestiranno, nei mesi di giugno e luglio, delle lettere dell’alfabeto culinario, dalla A di Arancino, alla Z di Zampone.

Invariato, il team creativo che ha contribuito alla realizzazione dello spot ideato da Armando Testa: direzione creativa esecutiva di Michele Mariani con Andrea Lantelme (direttore creativo art) e Federico Bonenti (vice direttore creativo copy). Gli spot sono stati prodotti da The Family. La regia è stata affidata a Vesa Manninen.

CREDITS:

Direzione creativa esecutiva: Michele Mariani
Direttore creativo (art): Andrea Lantelme
Vicedirettore creativo (copy): Federico Bonenti
Direttore clienti: Emanuele Cason
Account senior: Emanuele Cicogna Mozzoni
Casa di produzione: The Family
Produttore esecutivo: Stefano Quaglia
Producers: Tommaso Heimann, Benedetta Maestro
Regia: Vesa Manninen
Direttore della fotografia: Simon Richards
Azienda /marca: HEINEKEN Italia S.p.A.
Direttore marketing (cliente): Floris Cobelens
Group brand manager (cliente): Valentina Simonetta
Brand manager (cliente): Elena Calderoni, Marco Cristofoletto
Junior brand manager (cliente): Marco Garau, Rachele Pellegrini

articoli correlati

BRAND STRATEGY

On air il primo nuovo spot di Birra Moretti. Firma Armando Testa, pianifica Mediavest

- # # # # # # #

Birra Moretti spot campagna tv

Birra Moretti torna in tv con il primo nuovo spot che punta a esaltare i valori di qualità, italianità e ironia che contraddistinguono il brand. Il format di comunicazione è stato sviluppato dall’agenzia Armando Testa. Teatro delle riprese, gli scorci delle colline romagnole e le vie suggestive di antichi borghi feudali: Montegridolfo, Saludecio e Mondaino, tre piccoli paesi nei dintorni di Rimini calati in un territorio carico di storia e genuinità, che incarnano perfettamente l’immaginario del Paese coi Baffi.

In questo nuovo mondo siamo accompagnati da Baffo Moretti, il protagonista della narrazione, custode e garante dei valori di Birra Moretti che accompagna lo spettatore in un racconto a puntate attraverso il quale, storia dopo storia, è possibile scoprire i diversi personaggi che vivono nel Paese coi Baffi. Ogni spot si chiude con un brindisi intorno a un grande tavola imbandita attorno alla quale si ritrovano gli abitanti di questo luogo speciale.

Il primo soggetto è dedicato a Birra Moretti Ricetta Originale e al suo lungo riposo, che le regala tutta la qualità e il gusto che, da sempre, caratterizzano la prima nata della famiglia. Prima di essere pronta per essere gustata, si assiste alla cura particolare e attenta che la birra riceve da parte dei Mastri Birrai Birra Moretti; fra gli abitanti aleggiano attesa e curiosità, degne di una ricetta veramente preziosa.

Questo cambio di strategia di comunicazione ha portato anche a un cambiamento di testimone: Baffo Moretti, a partire dai nuovi spot, sarà interpretato da Pier Maria Cecchini, classe 1957, attore e regista italiano. A Pier Maria Cecchini vanno i nostri migliori auguri e a Orso Maria Guerrini la nostra enorme gratitudine per aver interpretato con tanta professionalità un personaggio ormai entrato nel cuore degli italiani.

La campagna nasce sotto la direzione creativa esecutiva di Michele Mariani con Andrea Lantelme (direttore creativo art) e Federico Bonenti (vice direttore creativo copy). Gli spot sono stati prodotti da The Family. La regia è stata affidata a Vesa Manninen.

L’agenzia Mediavest ha curato la pianificazione della campagna tv.

CREDITS:

Direzione Creativa Esecutiva: Michele Mariani
Direttore Creativo (art): Andrea Lantelme
Vice Direttore Creativo (copy): Federico Bonenti
Direttore Clienti: Emanuele Cason
Account Senior: Emanuele Cicogna Mozzoni
Account Junior: Davide Piron

Casa di Produzione: The Family
Produttore Esecutivo: Stefano Quaglia
Producers: Tommaso Heimann, Benedetta Maestro

Regia: Vesa Manninen
Direttore della Fotografia: Simon Richards

Azienda /marca: HEINEKEN Italia S.p.A.
Direttore marketing (cliente): Floris Cobelens
Group brand manager (cliente): Valentina Simonetta
Brand manager (cliente): Elena Calderoni, Marco Cristofoletto
Junior Brand Manager (cliente): Marco Garau, Rachele Pellegrini

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Video-pillole, sampling e pianificazione web con Birra Moretti La Bianca. Firma Hub09

- # # # # #

La Bianca

Lanciata sul mercato a primavera 2016, Birra Moretti La Bianca, la nuova weiss all’italiana, sta conquistando sempre di più il cuore e i gusti degli italiani. Fino a fine agosto, l’ultima nata di casa Birra Moretti sarà protagonista di una serie di iniziative web per far conoscere a un pubblico sempre più ampio il suo gusto fresco e distintivo: video-pillole, sampling in collaborazione con i principali siti di eCommerce e una pianificazione adv sui principali quotidiani e magazine off e online.

Il modo migliore di conoscere Birra Moretti La Bianca è farla presentare da chi, per lei, ha perso la testa: il mitico Baffo Moretti. Nelle quattro video-pillole, realizzate con effetto 3D, caricate sul canale Youtube Birra Moretti Official, Baffo Moretti parla, sognante, di una misteriosa Bianca: elegante, delicata, affascinante, sincera. Una vera passione per questa misteriosa Bianca, tanto da scatenare qualche gelosia. Solo alla fine del video, Baffo Moretti chiarisce l’equivoco mostrando in favore di camera la sua bottiglia di Birra Moretti La Bianca. È lei, con il suo colore naturalmente opaco, il gusto rinfrescante e il carattere leggero, a essere indimenticabile, sin dal primo sorso.

Il concept creativo e la realizzazione sono a cura dell’agenzia Hub09. La campagna è stata pianificata dall’agenzia Mediavest sui principali quotidiani e magazine web e cartacei e sarà on air fino a fine agosto.

Chi acquisterà Birra Moretti La Bianca sul sito www.esselungaacasa.it, riceverà a casa la bottiglia da 33cl. Fino a fine luglio, chiunque effettuerà un acquisto sui siti Saldi Privati, Mediashopping, buyandbenefit.com, Yeppon.it, marthascottage.com ed E-Price, riceverà in regalo una lattina da 15cl di Birra Moretti La Bianca. Infine, fino a fine agosto, una bottiglia di Birra Moretti La Bianca da 33cl sarà distribuita all’interno di quattromila Degustabox, le speciali food box a sorpresa che gli iscritti al sito ricevono mensilmente, al costo di 15,99€, con le ultime novità del mercato, tutte da scoprire.

 

articoli correlati

NUMBER

I Millennials, “generazione buongustai”: la ricerca di Birra Moretti sui giovani e il cibo

- # # # # # #

Birra Moretti torna a indagare con il proprio Osservatorio sulla convivialità degli italiani e sui risvolti sociali connessi al ‘vivere la tavola’. Osservatorio Birra Moretti ha presentato oggi infatti la sua quinta indagine, dedicata a comprendere meglio i Millennial del Belpaese, coloro che l’Osservatorio definisce, senza timore di smentita, “Generazione Buongustai”. Con questo sondaggio l’osservatorio punta la lente di ingrandimento sul mondo dei giovani 18-35enni, andando a verificarne la passione per la cultura alimentare in generale e quelle italiana e regionale, in particolare, coerentemente con la grande innovazione introdotta sul mercato dalla gamma Birra Moretti Le Regionali.
Nati nell’ultimo ventennio del secolo scorso, i Millennial (o generazione Millennium) nel giro di pochi anni saranno chiamati a guidare e governare le scelte collettive e, già oggi, influenzano molte tendenze sociali, culturali e di consumo. Sono informati, attenti, molto “social” e sempre connessi, ma anche spesso disillusi e preoccupati per il futuro. In Italia sono circa 12,2 milioni: il 56% di essi vive ancora a casa con i genitori, il 39,5% lavora, il 18,9% studia, il 16,5% studia e lavora contemporaneamente e il 10,5% è alla ricerca di un’occupazione. La ricerca, condotta nel mese di maggio su un campione rappresentativo di 602 Millennial italiani, con metodologia CAWI, mette in luce per la prima volta le caratteristiche di questa “Generazione Buongustai”.

Cibo, specchio del modo di essere.
Partiamo da un primo dato di fatto: la cultura gastronomica li appassiona moltissimo. La grande maggioranza dei 18-35enni considera l’alimentazione un fattore importante del proprio vivere quotidiano e strettamente collegato alla propria identità. Tant’è che l’86% degli intervistati afferma che ciò che si mangia (e come lo si mangia) è uno specchio del proprio modo di essere, ben l’84% predilige i ristoranti locali capaci di valorizzare i piatti tipici di una Regione o di un determinato territorio e un buon 75%, spinto da un pizzico di campanilismo, preferisce su tutti i cibi della propria area geografica.
L’informazione gioca un ruolo determinante: il 79% del campione dichiara di porre attenzione alla provenienza degli alimenti mentre il 78% desidera ricevere delucidazioni a 360° sul cibo. Da segnalare, sintomo di curiosità e di voglia di conoscere, che il 50% dei 18-35enni afferma di praticare volentieri turismo eno-gastronomico. Non stupisce dunque che, come sottolinea l’Osservatorio, fra i giovani italiani sono sempre più numerosi i Foodies, ovvero gli amanti del buon cibo e del ben mangiare (circa 1 su 5) e i Beer Lover (1 su 3 fra i bevitori di birra, sono coloro che prediligono la birra a qualsiasi altra bevanda).

Cibo, pilastro fondamentale del benessere per 9 su 10.
Ai nostri Millennial piace mangiare bene e non a discapito della salute. Se è vero, infatti, che per ben il 93% di essi la ‘buona tavola’ rappresenta uno dei piaceri della vita e che l’85% predilige la cucina saporita, è altrettanto vero che il 77% evita di mangiare ciò che pensa potrebbe nuocere all’organismo. L’aspetto salutistico, dunque, pare controbilanciare la pura ricerca del piacere del palato nel momento in cui si prendono in mano le posate: il 92% ritiene l’alimentazione uno dei pilastri fondamentali del proprio benessere, l’87% cerca di consumare prodotti freschi, il 67% cerca di ridurre i grassi, il 61% sta attento alle calorie, il 60% consuma alimenti integrali. Da evidenziare che 1 su 2 (il 54%) dichiara di consumare prodotti biologici e ben 1 su 3 (30%) cerca di evitare la carne.

Professione Chef: 4 su 10 la sognano, specie tra il gentil sesso.
L’82% dei Millennial italiani si considera un buongustaio. E buona parte di essi (77%) ama cucinare a tal punto che ammontano al 33,7% coloro che hanno frequentato corsi amatoriali di cucina o di degustazione di vini e di birre. Non a caso, il 44% e il 27% del campione indica rispettivamente fra le professioni preferite per il proprio futuro quella di chef e di sommelier e la percentuale sfiora il 48% quando a rispondere sono le donne di questa generazione che reputano la professione dello Chef particolarmente aspirazionale. Potere dei media? Forse anche, visto che il 53% degli intervistati dichiara di apprezzare e seguire Master Chef. Infine, e nonostante le limitazioni economiche, ben l’86% degli intervistati si dichiara disposto a spendere di più per acquistare cibi di qualità.

Cucina regionale: passione top e appartenenza per 6 su 10.
Mediamente, i nostri Millennial sentono più spiccato il senso di appartenenza alla Regione di riferimento piuttosto che alla Nazione. Ben il 59% di essi si dichiara, infatti, molto orgoglioso della Regione di nascita (apprezzata dal punto di vista delle tradizioni, della cultura, dell’arte, dell’ambiente,…) contro il 44% che si dichiara molto orgoglioso di essere nato in Italia. E, in termini di preferenze gastronomiche, il 58% si definisce fan del cibo tipico della Regione in cui è nato e dove tuttora risiede. Tutte le regioni italiane sono amate per il food dalla Generazione Buongustai e al primo posto molto spesso viene indicata – come potevamo aspettarci – la regione di residenza e ancor più di nascita. Escludendo la propria Regione di primo riferimento, tra le altre regioni amate per il food (vedi grafico) troviamo la Toscana (terra in cui è nato il 4% del campione e in cui risiede il 4,8%), con il 18,3% di preferenze, ma un eccellente punteggio va anche a Emilia Romagna con il 17,4% di preferenze (3% i nativi e 4,5% i residenti ) e alla Sicilia con il 16,5% di preferenze (10,8% i nativi e 8,8% i residenti).

 

L’identità regionale del cibo supera quella nazionale.
Alla domanda ‘Secondo te, la cucina italiana è riconoscibile nel mondo?’ il 97% degli intervistati non ha esitazioni: la cucina italiana ben si distingue (e quindi ci identifica) a livello internazionale. Ciò nonostante, l’Osservatorio Birra Moretti evidenzia come i giovani sentano più forte l’identità alimentare a livello regionale piuttosto che a livello nazionale: chiamati a dare un voto da 1 a 10 alla domanda: ‘Quanto la cucina italiana può essere definita Nazionale e quanto Regionale? i Millennial danno 7,8 all’affermazione che identifica quella italiana come cucina nazionale e 8,2 all’affermazione che la identifica come regionale/territoriale.
Tutto questo trova immediato riscontro nel fatto che il 57,7%, quando esce a pranzo/cena, dà molto valore alla possibilità di assaggiare prodotti e ricette regionali. Circa il 70% di essi afferma inoltre che è molto forte il rapporto tra ‘tradizioni regionali’ ed ‘eccellenze gastronomiche italiane’ e circa il 65% dichiara che quando cucina (e la cosa capita spesso) si ispira alla Regione a cui è più legato.
Birra: 9 su 10 la bevono, 7 su 10 la abbinano ai piatti preferiti.
9 Millennial italiani su 10, dichiarano di bere birra (525 intervistati su 602, pari all’87%) e, dato inimmaginabile fino a pochi anni fa, il 71% ama abbinarla a ciò che mangia, ritenendola degna compagna della cucina italiana e regionale nel 59% dei casi. E i dati si impennano ulteriormente quando a rispondere sono i Beer Lover*, ovvero quei 3,4mio (il 28% dei Millennial) che nutrono nei confronti della birra una vera e propria passione privilegiandola, in maniera assoluta, rispetto a tutte le altre bevande e attribuendole valori che esulano dal puro contesto gustativo. Un trend in significativa crescita se consideriamo che solo nel 2010 non superavano il 17% (Osservatorio Birra Moretti “Italiani a Raggi Eat”).

Expo Milano 2015? Decisamente a favore.
Il 59% della Generazione Buongustai italiani ritiene Expo Milano 2015 molto/moltissimo importante. E le percentuali di gradimento nei confronti di Expo aumentano quando a rispondere sono i Foodie (69%) e i Beer Lover (64%). Vi è una grande fiducia sui suoi esiti e sulle sue ricadute future. Secondo loro, grazie a Expo le eccellenze gastronomiche regionali italiane avranno ancora più successo nel mondo. Gli Expo-scettici sono solo il 5%. Due dati rimarcano in maniera inconfutabile questo atteggiamento positivo dei giovani: a pochi giorni dall’inizio della manifestazione (le interviste si sono svolte dall’8 al 20 maggio), il 2% aveva già visitato Expo e il 14% aveva già acquistato il biglietto d’ingresso. E il 33% non ha dubbi: intende visitarlo nei prossimi mesi (Foodie 41%; Beer Lover 36%). Certo, ci sono poi altre vie per ‘conoscere’ Expo: il 67% si dichiara interessato a seguirlo tramite i media e il 27% sui canali social.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Your Eyes, la colonna sonora della pubblicità Birra Moretti e dell’estate 2015

- # # #

Il singolo di Rescue, “Your eyes” – colonna sonora dello spot Birra Moretti Le Regionali – ha tutte le carte in regola per essere la nuova hit dell’estate 2015.

La musica composta da Rescue guida la danza degli ingredienti che, partendo da una limpida goccia d’acqua, si incontrano nella più dolce armonia di un paesaggio collinare per poi combinarsi nella magia del gusto di Birra Moretti Le Regionali. E non poteva essere altrimenti visto il timbro caldo e sottile della voce di Rescue, una sorta di sussurro che ti trasporta in un mondo di melodie vibranti, delicate e di sonorità indie rock di matrice anglosassone che fanno sognare l’ascoltatore.

Birra Moretti si conferma anche in questa occasione, in un contesto non convenzionale, un talent scout attento alle tendenze e in grado di anticiparle e che punta sui giovani talenti italiani in cucina e nell’arte in generale.

Il video è visibile sul canale Youtube Birra Moretti e sulla pagina Facebook ufficiale. In esclusiva assoluta, il brano è scaricabile da oggi, lunedì 22 giugno, dalla home page all’indirizzo www.birramoretti.it.

Il coordinamento e la progettazione dell’operazione è stata affidata all’agenzia Armando Testa.

articoli correlati

AGENZIE

Expo, RobilantAssociati firma i progetti di Birra Moretti, Ferrari Spumanti e Ferrarini Salumi

- # # # # # #

RobilantAssociati protagonista di primo piano a Expo 2015: la società ha infatti firmato tre importanti progetti per altrettante aziende italiane presenti al grande evento internazionale in corso a Milano; si tratta di Birra Moretti, Ferrari Spumanti e Ferrarini Salumi, che hanno affidato al team lo studio dei propri spazi presso l’area espositiva.

La Bottega di Birra Moretti – di cui RobilantAssociati ha ideato il concept e curato il graphic design, realizzata in collaborazione con Utopia – è uno spazio che, dall’architettura alla scelta dei materiali, racconta la qualità di una birra fatta secondo tradizione, che sa rinnovarsi per restare compagna irrinunciabile dei momenti di convivialità degli italiani.

Dopo Fiumicino, Malpensa e Cortina d’Ampezzo, un Ferrari Spazio Bollicine per Expo: un ambiente che si estende per ben 400 metri quadrati all’interno del Padiglione Eataly. Arte di vivere italiana, sperimentazione di modi nuovi di assaporare e abbinare le bollicine Trentodoc, ma anche percorso alla scoperta di “bio-diversità e bio-grafie”: lo spazio diventa l’occasione per svelare e valorizzare aspetti del prodotto e della vita d’impresa, parlando di quella speciale conformazione del territorio che rende unici gli spumanti Ferrari.

Infine, ma non ultima, Casa Ferrarini. Un intero edificio situato vicino Palazzo Italia, studiato per valorizzare un’offerta straordinariamente ampia, di cui spesso il pubblico conosce solo i prodotti di punta. La struttura, affacciata sull’Albero della Vita, si articola in tre spazi: la Food House, un bistrò che ricorda la grande cucina di Villa Ferrarini, che sin dalle origini rappresenta il cuore pulsante dell’attività di famiglia; il Food Shop dove i visitatori possono finalmente scoprire l’offerta completa di salumi, formaggi, vini, aceto balsamico, per provarla e acquistarla; per finire l’area della Food Exhibition dedicata agli eventi.

“EXPO 2015″ sottolinea Roger Botti, Direttore Creativo di RobilantAssociati, “è un’opportunità importante di comunicazione per le imprese italiane. Come brand advisor, nei progetti da noi curati abbiamo voluto evitare l’appiattimento del racconto sull’italianità come unica leva di storytelling e l’uso meramente pubblicitario dello spazio. Al contrario, Expo va sfruttato per dare valore a storie inedite e profondamente “vere” che costruiscono il racconto proprietario dell’azienda e del suo brand, mettendone in risalto la specificità e la distintività, rappresentate come è ovvio anche dall’italianità”.

articoli correlati

MEDIA

Armando Testa personalizza due treni della metropolitana con immagine Birra Moretti

- # # # # #

Il treno dei desideri, questa volta, punta dritto a Expo Milano 2015 e lo fa con l’immagine fresca e originale di Birra Moretti, l’Official Beer Partner della manifestazione. Da giugno ad agosto, infatti, due treni della metropolitana rossa di Milano (M1) – la linea che porta a Expo Milano 2015, saranno personalizzati con la creatività di Birra Moretti.

Su uno sfondo di bottiglie che mostra l’intera famiglia Birra Moretti campeggia il brand, accompagnato dagli immancabili baffi del mitico Baffo Moretti. Accanto, il giovane Allievo di Baffo Moretti brinda all’Esposizione Universale con un bicchiere di birra fresca e spumeggiante e invita i passanti a fargli compagnia nella Bottega Birra Moretti a Expo. Il luogo dove migliaia di visitatori da tutto il mondo potranno scoprire la storia autenticamente italiana di Birra Moretti iniziata, a Udine, nel lontano 1859, e godersi una pausa, comodatamene seduti in Terrazza, con un bel bicchiere di Birra Moretti.

La realizzazione è stata affidata all’agenzia Armando Testa.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Armando Testa porta in tv Birra Moretti Le Regionali, tutto il gusto dell’Italia

- # # #

Quattro referenze per scoprire il gusto di un prodotto tipico dell’area geografica di riferimento. Un vero viaggio tra le ricchezze dell’Italia con Birra Moretti Le Regionali, così c’è la mela renetta per Birra Moretti alla Friulana, il fiore di zagara per Birra Moretti alla Siciliana, il mirtillo della Val Sangone insieme al riso DOP Sant’Andrea per Birra Moretti alla Piemontese e l’orzo della Maremma per la Birra Moretti alla Toscana. L’Italia si conferma una terra dei mille colori e dei mille sapori. Ed è proprio per celebrare questa diversità che Birra Moretti è andata alla scoperta delle nostre regioni.
Una musica creata appositamente accompagna le immagini dello spot e guida il ’percorso’ (o meglio la ‘danza’) degli ingredienti che, partendo da una limpida goccia d’acqua, si incontrano nella più dolce armonia di un paesaggio collinare per poi combinarsi nella magia del gusto di Birra Moretti Le Regionali, alla riscoperta delle eccellenze del territorio.
Alla voce di Orso Maria Guerrini, l’attore che incarna Baffo Moretti, è affidato il messaggio breve e pregnante:“Attorno a noi ci sono milioni di capolavori. Negli ingredienti genuini della terra. Nelcarattere unico di ogni regione. Sono ovunque. Aspettano solo di essere gustati. Birra Moretti Le Regionali: da terre uniche”.

È proprio così, On Air dal 20 maggio lo spot ci accompagna in un viaggio quasi onirico alla scoperta delle eccellenze e delle specialità selezionate ad
hoc per caratterizzare una, presa ad esempio, delle quattro referenze della gamma: la Piemontese. È un viaggio in 3D dalla straordinaria veridicità.

Credits
Direttore marketing (cliente)
FLORIS COBELENS
Group brand manager (cliente)
VALENTINA SIMONETTA
Brand manager (cliente)
KATIA PANTALEO, ELENA CALDERONI
Junior Brand Manager
MARCO CRISTOFOLETTO, ALESSANDRO CHESSA
Servizio clienti (agenzia)
EMANUELE CASON, EMANUELE CICOGNA MOZZONI, ANTONIA CHIRICHELLA
Direzione creativa
DARIO ANANIA, VINCENZO CELLI
Art Director
ILARIA ACCORNERO
Copy Writer
DANIELA DE SETA
Casa di produzione
PROXIMA MILANO
Executive producer
ANDREA MASERA
Regia
NICK SMALLEY
Colonna musicale
OPERÀ MUSIC
Casa di post produzione 3D
MPC LONDON
Head of 3D department
STEFANO SALVINI
Producer
PAUL BRANCH
Vfx supervisor
AMIR BAZAZI

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Una bottega di rame e di legno a Expo: ecco il nuovo progetto di Birra Moretti

- # # # # #

Birra Moretti lancia un innovativo progetto dedicato all’Expo, e apre la nuova Bottega di rame e legno, installazione che coniuga l’innovativo design al gusto della famosa birra italiana.

L’Official Beer Partner di Expo Milano 2015 ha disegnato un luogo accogliente, che sorge sul porfido di una piazza italiana. Al suo interno sarà installata una centrale di spillatura innovativa con un tank da mille litri, pronta per brindare durante l’inaugurazione ufficiale di Expo del 1° maggio. Grazie all’installazione di questo impianto all’avanguardia, il Cellar Beer System, sarà possibile gustare Birra Moretti nella sua versione più genuina. Il sistema consente, infatti, di spillare senza l’utilizzo di CO2 aggiunto, birra fresca, appena prodotta.

L’edizione italiana dell’Esposizione Universale sarà probabilmente ricordata come una delle più straordinarie dal punto di vista del design. Alcuni fra i migliori architetti al mondo sono stati coinvolti nella realizzazione di strutture sensazionali. Con un occhio di riguardo all’impatto ambientale. È in questo contesto che si cala la costruzione della Bottega Birra Moretti, un luogo carico di fascino, unico e distintivo, dove rame, legno e vetro si fondono regalando un forte impatto visivo. Tutti i materiali utilizzati, inoltre, sono riciclabili, in perfetta sintonia con il tema di Expo – nutrire il pianeta – che fa della tutela dell’ambiente il suo cardine.
La struttura richiama, nella forma circolare e nei materiali utilizzati, il tino di rame tradizionalmente impiegato per la produzione della birra e le botti di rovere usate per la fermentazione. Pareti da osservare e toccare, per un’esperienza in cui tutti i sensi sono coinvolti. Una grande vela intarsiata con un ramage di spighe e il logo ‘Birra Moretti, una storia italiana’ in primo piano, regala continuità ai due livelli della Bottega. Su un lato della Bottega, quattro grandi rosoni in vetro rendono omaggio alle referenze Birra Moretti presenti a Expo.
Il progetto e la sua realizzazione sono stati affidati a Utòpia Comunicazione, mentre la grafica è a cura di Robilant Associati (due agenzie italiane).
Per Birra Moretti Expo sarà un’importante occasione per far conoscere ai visitatori il lungo percorso di ricerca che l’ha resa la birra più amata e premiata tra le italiane. Accanto a Birra Moretti Ricetta Originale, Birra Moretti Baffo d’Oro (la prima birra in Italia fatta col sole), Birra Moretti La Rossa e Birra Moretti Doppio Malto, saranno in degustazione anche le novità di quest’anno: Birra Moretti Le Regionali (alla Friulana, alla Siciliana, alla Piemontese e alla Toscana) prodotte in fusti in esclusiva per Expo e Birra Moretti Radler (classica al Limone, presentata nel 2014, e le nuove Chinotto e Gazzosa). Per un totale di ben 11 referenze. Un chiaro esempio della capacità di innovare che contraddistingue Birra Moretti, nel pieno rispetto della tradizione e della genuinità tipicamente italiane. Ogni birra rappresenta uno stile e un gusto diverso, ma sono tutte accomunate dal rigore nella
scelta delle materie prime. Non a caso i mastri birrai Birra Moretti vanno sul campo alla ricerca di ingredienti naturali e di altissima qualità, come il malto e gli agrumi 100% italiani.
Il piano terra sarà allestito con un grande bancone con le spine a vista per spillare le referenze Birra Moretti. Video e immagini lungo tutto il perimetro, permetteranno ai visitatori di conoscere la grande cura nella selezione degli ingredienti e scoprire i valori di italianità, genuinità del gusto e qualità “sostenibili” che, da oltre 150 anni, contraddistinguono e rendono unica Birra Moretti.
Al livello superiore, una grande terrazza di circa 200mq si apre sul decumano – la via principale su cui è costruita la struttura del sito espositivo. Sarà uno spazio accogliente per chi desidera regalarsi un momento di relax, degustando un buon bicchiere di Birra Moretti in buona compagnia. Lungo la scala, gli ospiti potranno scoprire le tappe fondamentali della storia che ha fatto di Birra Moretti una birra da Expo e che le hanno permesso di conquistare il palato e l’affetto di milioni di consumatori nel mondo.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Birra Moretti apre una “Bottega” di rame e legno a EXPO 2015

- # # # #

Birra Moretti, Official Beer Partner di Expo Milano 2015, all’interno dell’esposizione propone la rivisitazione della “Bottega”, uno spazio che incarna la propria essenza, e dove la tradizione si proietta nel futuro. Sarà un luogo accogliente, che sorge sul porfido di una piazza italiana con all’interno una centrale di spillatura innovativa dotata di un tank da oltre mille litri, pronta per brindare durante l’inaugurazione ufficiale di Expo del 1° maggio.

Grazie all’installazione di questo impianto all’avanguardia, il Cellar Beer System, sarà possibile gustare Birra Moretti nella sua versione più genuina. Il sistema consente, infatti, di spillare – senza l’utilizzo di CO2 aggiunto – birra fresca, appena prodotta.

L’edizione italiana dell’Esposizione Universale sarà probabilmente ricordata come una delle più straordinarie dal punto di vista del design, in cui alcuni fra i migliori architetti al mondo hanno realizzato strutture sensazionali, con un occhio di riguardo all’impatto ambientale. È in questo contesto che si cala la costruzione della Bottega Birra Moretti, un luogo carico di fascino, unico e distintivo, dove rame, legno e vetro si fondono regalando un forte impatto visivo. Tutti i materiali utilizzati, inoltre, sono riciclabili, in perfetta sintonia con il tema di Expo – nutrire il pianeta – che fa della tutela dell’ambiente il suo cardine.
La struttura richiama, nella forma circolare e nei materiali utilizzati, il tino di rame tradizionalmente impiegato per la produzione della birra e le botti di rovere usate per la fermentazione. Pareti da osservare e toccare, per un’esperienza in cui tutti i sensi sono coinvolti. Una grande vela intarsiata con un ramage di spighe e il logo ‘Birra Moretti, una storia italiana’ in primo piano, regala continuità ai due livelli della Bottega. Su un lato della Bottega, quattro grandi rosoni in vetro rendono omaggio alle referenze Birra Moretti presenti a Expo.

Il progetto e la sua realizzazione sono stati affidati a Utòpia Comunicazione, mentre la grafica è a cura di Robilant Associati.
Per Birra Moretti, infine, Expo sarà un’importante occasione per far conoscere ai visitatori il lungo percorso di ricerca che l’ha resa la birra più amata e premiata tra le italiane. Accanto a Birra Moretti Ricetta Originale, Birra Moretti Baffo d’Oro, Birra Moretti La Rossa e Birra Moretti Doppio Malto, saranno in degustazione anche le novità di quest’anno: Birra Moretti Le Regionali (alla Friulana, alla Siciliana, alla Piemontese e alla Toscana) e Birra Moretti Radler (classica al Limone, presentata nel 2014, e le nuove Chinotto e Gazzosa). Per un totale di ben undici referenze.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Hub09 Brand People firma il restyling del sito BirraMoretti.it

- # # # # # #

È online il nuovo sito BirraMoretti.it che si presenta al pubblico in una veste inedita e offre al navigatore un viaggio alla scoperta di una storia italiana, fatta di una attitudine prettamente artigianale e di uno spirito vivace e allegro.
I codici comunicativi sono stati completamente rivisti, approdando a un tono caldo e informale, perfettamente in linea con il nuovo pay off di Birra Moretti: ‘consumare preferibilmente in buona compagnia!’.
Il sito, firmato da Hub09 Brand People – agenzia di comunicazione specializzata in social e branding che segue anche il posizionamento sui social di Birra Moretti – coinvolge l’utente in un percorso di storytelling che prende il là da un profondo cambiamento di immagine partito, poche settimane fa, con il restyling del pack del prodotto icona della gamma: Birra Moretti Ricetta Originale, la cui identità è stata reinterpretata ed esaltata. Anche qui ritroviamo i toni caldi della carta craft che rimanda, nell’immaginario collettivo, all’artigianalità e a una semplicità di grande valore.
Birramoretti.it ha una struttura molto intuitiva e di facile navigazione, con quattro menu in homepage: ‘le birre di casa’, dove si trovano informazioni e racconti sull’intera gamma Birra Moretti, ‘come facciamo la birra’, con un flow chart sulle varie fasi di produzione, ‘cosa si fa stasera’, con gli eventi che vedono protagonista Birra Moretti, ‘una storia col baffo’ con il racconto, per tappe, dal 1859 a oggi, della nascita ed evoluzione di Birra Moretti. In home page troviamo anche Giusto Baffo, un giovane apprendista a caccia, come il navigatore, di informazioni e consigli.
Il restyling giunge, non a caso, nell’anno dell’Esposizione Universale che ha stimolato Birra Moretti a valorizzare le proprie radici italiane, quel nostro saper fare che è un mix inconfondibile di artigianalità e capacità di non prendersi troppo sul serio. Un percorso che è partito con il rinnovamento dei pack e del sito e che ha visto l’introduzione di una nuova e innovativa gamma: Birra Moretti Le Regionali e che continuerà, nel corso dell’anno, con importanti novità legate alla famiglia Birra Moretti.

articoli correlati