MEDIA

Schesir e myvisto di nuovo insieme per il lancio social della linea Schesir Bio

- # # # #

schesir bio

Dopo un ottimo risultato raggiunto nella prima campagna video, Schesir si è affidata nuovamente a myvisto.it, la piattaforma di contenuti video, per il lancio social della nuova linea Schesir Bio, alimenti per cani e gatti certificati biologici.

Nel contest lanciato su myvisto.it, agli oltre 1.600 videomaker della community, è stato richiesto di raccontare in maniera fresca e originale la loro interpretazione del concetto “vivere da BIO” e come condividono questo “stile di vita” con il loro cane e gatto nella quotidianità. A chiusura il claim “Io e il mio cane/ gatto insieme viviamo da BIO!”.
Nove sono stati i video premiati dall’azienda per dare vita alla seconda campagna user generated content firmata SCHESIR-MYVISTO che ha popolato le pagine social del brand.

“Dopo una prima e molto positiva esperienza con Myvisto, abbiamo deciso di affidarci nuovamente a loro anche per il lancio della nuova video strategy sulla linea di prodotti Schesir Bio. Ci interessa raccontare il punto di vista dei nostri consumatori, le loro esperienze di vita “al naturale” e le emozioni che quotidianamente condividono con i loro amici a 4 zampe. L’operazione anche in questo secondo caso è stata molto positiva e grazie all’alto numero di visualizzazioni ed interazioni ottenute dai video abbiamo raggiunto il 5° posto nella classifica dei brand più engaging sui principali social. Inoltre, questa partnership con myvisto.it ci offre la possibilità di valorizzare e premiare i giovani talenti emergenti del videomaking”, ha commentato Costanza Levera, Responsabile Marketing e Comunicazione di Agras Pet Foods.

Myvisto funziona infatti attraverso un meccanismo di “Sfide”: Myvisto Challenge dove i 1.600 videomaker iscritti caricano il proprio contenuto video, coerente con il brief dato dall’azienda, e fanno appello alle loro relazioni in rete per farsi votare; Myvisto Academy che mette in competizione i migliori 15 filmakers, selezionati da una giuria di esperti del mondo del cinema, nella realizzazione di contenuti di altissima qualità artistica.

“L’obiettivo di myvisto è offrire ai Brand un linguaggio innovativo e rilevante producendo contenuti video ottimizzati rispetto a fruizione, touchpoint e obiettivi per i canali social su cui si intende pianificare premiando il talento di giovani videomaker/filmaker”, commenta Paolo Tenna, Ceo e Founder di Myvisto. “Il cliente Schesir con l’attivazione di due sfide Challenge nell’arco di un anno ha dimostrato come una pianificazione social a lungo termine sia premiante in termini sia di awareness che di engagement”.

Schesir è un brand di proprietà dell’Azienda Agras Pet Foods, da vent’anni leader nel segmento degli alimenti naturali per cani e gatti.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand realizza la visual identity della nuova linea Bio di Mulino Bianco

- # # # #

Mulino Bio

Mulino Bianco ha lanciato una nuova linea di prodotti biologici, puntando sul gusto garantito dagli oltre 40 anni di esperienza della marca nei prodotti da forno. La nuova gamma bio, infatti, si caratterizza per la bontà dei suoi prodotti, tutti realizzati con ingredienti biologici, 100% farine da grani italiani e senza utilizzo di olio di palma.

FutureBrand ha affiancato Mulino Bianco nella definizione del concept strategico della nuova linea bio e nello sviluppo della sua visual identity, coerente con l’immagine e i valori del mother brand ma sufficientemente diversa per trasmettere il suo messaggio di naturalità e gusto con efficacia.

“Tutti gli elementi che compongono la nuova identità di Mulino Bianco Bio ci parlano di generosità attraverso la rappresentazione di un gusto gioioso e genuino. In primo luogo, i visual dei prodotti e degli ingredienti che puntano sul calore, la veridicità e sulla gioia di assaporare specialità ricche di gusto e di natura. Il fondo scelto, una texture di carta kraft, rassicura il consumatore evocando i valori di naturalità e cura propri del Mulino. Per i testi e la logotipizzazione della parola Bio abbiamo scelto tipografie scritte a mano che risultano più autentiche perché imperfette e quindi in grado di trasferire un senso di maggior spontaneità che avvicina la marca al nostro consumatore”, spiega Sara Pallaro, Creative Director FutureBrand.

“La visual identity studiata per la linea Mulino Bianco Bio veicola la vicinanza della marca ai bisogni dei suoi consumatori, rafforzando la sua autorevolezza quale brand di fiducia che offre prodotti di gusto anche nel campo del biologico”, conclude Marta Proto, Associate Account Director FutureBrand.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Le bibite Recoaro Bio protagoniste della web series ideata da Glebb&Metzger

- # # # # # #

web series - Recoaro

La nuova linea di bibite Recoaro Bio ci accompagna quest’estate con una nuova web series tutta da ridere: il divertente progetto video si compone di 3 episodi che vivranno interamente sul web e che vedono riunirsi il trio composto da Nina Torresi (nota attrice protagonista dei Cesaroni e di Sbratz, la prima serie web italiana tutta al femminile), Luca Vecchi (creatore, sceneggiatore e regista dei The Pills) alla regia e Tommaso Triolo (autore dei the Jackal e ideatore di Sbratz) alla sceneggiatura.

La campagna social virale evidenzia in modo ironico, fresco e frizzante le dinamiche delle interazioni sui social network e ha come soggetto principale un fantomatico “social tutor”. Il tone of voice degli episodi è moderno e irriverente. Ricreando situazioni quotidiane, fa leva sul sentimento d’immedesimazione del pubblico: chi non si è mai ritrovato a chiedere consigli alle amiche/amici prima di rispondere a un messaggio? E chi non si è mai pentito di averlo fatto dopo aver ricevuto mille pareri diversi?! Anche la nostra protagonista non ne può più, meglio seguire la filosofia del social tutor…

 

 

I tre episodi sono on air sui canali social di Recoaro (Facebook, Instagram, Youtube) e presenti su tutti i più importanti circuiti italiani grazie a un’importante pianificazione digital a display.

CREDITS

Campagna/Soggetto: LE BIBITE BIO RECOARO E IL SOCIAL TUTOR
Ideata e prodotta da: Gruppo Glebb&Metzger e Grey Ladder
Regia: Luca Vecchi
Sceneggiatura: Tommaso Triolo
Attrice protagonista: Nina Torresi

articoli correlati

MEDIA

Crescita record del portale Cure-Naturali.it: a gennaio +86% utenti unici +64% page views

- # # # # # #

cure-naturali

Cure-Naturali, portale di riferimento nel settore del benessere e vita naturale – parte del network DeAbyDay, il sistema di siti e app di De Agostini Editore per il pubblico femminile – continua a segnare una costante crescita dell’audience. Tra gennaio e dicembre 2017 l’aumento anno su anno di PVs (Page Views) e UBs (Unique Browsers) è stato del 25%. In cifre si parla di una crescita da 12.8M a 16M di UBs e da 45M a 56.4M di PVs. In particolare, l’incremento maggiore si è verificato nell’ultimo trimestre del 2017: da ottobre a dicembre le pagine visitate sono aumentate del 54% e gli utenti unici sono cresciuti del 57%. A gennaio 2018 l’aumento anno su anno è ancora più consistente: +86% UBs e +64% PVs, con picchi di 170 mila pagine e 125 mila browser giornalieri.

L’altra novità è rappresentata dal lancio del nuovo negozio online shop.cure-naturali, gestito in partnership con Sorgente Natura, player italiano di riferimento nel mercato del “vivere naturale” e dei prodotti bio. Questo offre la possibilità di acquistare prodotti selezionati e garantiti per l’alimentazione, la bellezza e la cura di sé. La nascita dello shop online completa l’offerta proponendo al pubblico del network una gamma molto ampia (sono quasi 20 mila le referenze disponibili) di prodotti e alimenti biologici, naturali, provenienti da realtà di riconosciuta qualità nel segmento “green & organic”, a prezzi vantaggiosi e un servizio di qualità.

Con oltre 15 mila articoli, 5 mila schede di approfondimento e circa 10 mila operatori del settore coinvolti nel progetto, Cure-Naturali è strutturato in sei canali tematici (Vita naturale, Terapie naturali, Alimentazione, Salute, Rimedi naturali, Crescita personale) in cui sono presenti Guide, Speciali, Interviste oltre a Eventi e Corsi: dalla Medicina manuale all’Argilloterapia, dalle Arti marziali alla Ayurveda, dalla Cristalloterapia alla Cucina vegetariana, la cura della casa, dell’orto e degli animali domestici, dai Fiori di Bach allo Yoga.

Il sito offre anche la possibilità di un confronto diretto con esperti e la ricerca di operatori specializzati nelle diverse discipline nei maggiori centri d’Italia.

DeAbyDay, con il network di siti Vita da mamma, Tutta Salute, Ricette e Sapori, Ricette dal Mondo, Cure Naturali e Sapere raggiunge un’audience di 7 milioni di utenti unici al mese con oltre 15 milioni di pagine viste e 3 milioni di stream views sempre al mese e una fanbase Facebook di oltre 1.8 milioni di utenti. Cure-Naturali in particolare ha oltre 100 mila utenti registrati fra newsletter e portale e una fanbase social con oggi oltre 250 mila follower ma destinata a crescere grazie alla recentissima apertura del profilo Instagram ufficiale del brand.

La raccolta pubblicitaria del network è affidata a Manzoni Pubblicità.

articoli correlati

MEDIA

NaturaSì: dopo il successo della fase beta, al via Radio NaturaSì

- # # # # # #

Radio NaturaSì: Fabio Brescacin presidente di EcorNaturaSì

Completata con successo la fase beta, ora Radio NaturaSì è a tutti gli effetti la nuova realtà nel panorama radiofonico nazionale grazie alla sua diffusione in oltre 250 punti vendita NaturaSì, i supermercati bio presenti su tutto il territorio nazionale.

Ma non si tratta di una semplice in store radio, bensì di uno speciale progetto musicale con caratteristiche uniche, volto a rafforzare all’interno del negozio una trama di emozioni, armonia e cultura con cui il mondo bio possa essere vissuto come ancora più vicino e accessibile, al cliente e non solo. Radio NaturaSì affiancherà la comunicazione ‘commerciale’ e istituzionale oltre che valoriale del Gruppo EcorNaturaSì Spa con una proposta musicale di alta qualità, selezionata dallo staff del CPM Music Institute sotto l’attenta guida del suo fondatore, Franco Mussida.

La musica di Radio NaturaSì è “prevalentemente” fatta a mano, ovvero suonata da musicisti, non semplici ‘tappeti sonori’ elettronici. Musica ricca di contenuti vitali, freschi. Musica divisa per climi, fra la ricerca di relax e la voglia di energia positiva. Musica strumentale di tante correnti diverse, ma anche Musica classica. Musica cantata in tutte le lingue del mondo, dove il dialetto o le lingue africane hanno la stessa dignità dell’inglese, alla ricerca della ricchezza culturale di popoli lontani la cui vitalità contrasta la decadenza intellettuale occidentale. Musica di cantanti e autori di grande talento e capacità poetica, rimasti a volte sconosciuti alle radio più commerciali. Spazio anche ai giovani e a quelle canzoni che non incitano ai conflitti: l’intelligenza di Brunori, un certo disincanto di Mannarino o l’intellettualità dei Baustelle, sempre con l’intento di scegliere canzoni che incitano alla vita più che al grigiore esistenziale. Presente persino un’altra Musica… il canto degli uccelli, un canto che stupisce e pervade lo spazio ogni due ore. E’ la Musica della natura che bussa.

Il sodalizio con il CPM Music Institute è stato reso possibile dalla condivisione dei valori di NaturaSì (azienda, che da 30 anni lavora per la salute della terra, dell’ambiente naturale e della società) per la quale il miglior prodotto possibile per la salute delle persone è anche il migliore per la vita della natura che ci circonda. Questo vale per l’agricoltura bio, ma vale anche per la Musica, almeno per come da anni viene intesa da Franco Mussida, il quale le riconosce le più alte potenzialità nell’orientamento dell’umore, volto al raggiungimento del benessere, attraverso un ‘linguaggio universale’ che unisce suoni ed emozioni.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand crea la brand identity di due nuove linee di pasta Barilla

- # # # # #

FutureBrand - Barilla

“Il nostro modello di sviluppo è finalizzato a fare di Barilla il marchio preferito dalle persone, sostenendo un’alimentazione sana e gioiosa, ispirata allo stile di vita mediterraneo”. Queste le
dichiarazioni rilasciate di recente da Guido Barilla, Presidente del Gruppo. “Per fare questo, è necessario diffondere una nuova cultura capace di cambiare l’attuale stile di vita, a partire da
prodotti e processi nuovi e utili per la salvaguardia del nostro futuro”.

Nell’ottica di interpretare al meglio gli obiettivi dei vertici aziendali, Barilla lancia 2 nuovi prodotti: una linea di pasta biologica e i “Legumotti”, una gamma di prodotti a base di legumi.

“Per la linea bio, il cui pack è globale e costituisce perciò una nuova icona mondiale per chi ha scelto la filosofia del bio”, spiega Claudio Burchi, Senior Account Director di FutureBrand. “Ci siamo ispirati al concetto di purezza, perché la materia prima utilizzata è totalmente naturale e non processata. Abbiamo scelto di rappresentare il concept attraverso un key visual iconico che rappresenta la pasta che cresce direttamente sulla spiga, senza intermediazioni”.

Stefano Missoli, Design Director, aggiunge: “Abbiamo schiarito il blu iconico dei pack Barilla per renderlo più naturale e, per ribadire l’idea di genuinità assoluta di cui Barilla si fa garante, abbiamo scelto un font irregolare per scrivere Bio”.

I “Legumotti” sono frutto di un processo messo a punto da Barilla che trasforma i legumi in farina e poi in chicchi pronti per essere cucinati in tanti modi diversi. I prodotti, pensati per un target attento al piacere ma anche a un’alimentazione bilanciata e semplice, hanno ispirato un Design System minimal e moderno che comunica le peculiarità del prodotto e la sua versatilità. I visual propongono i “Legumotti” ricettati come suggerimento e goloso stimolo creativo in cucina.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Fileni torna on air fino al 19 marzo con spot “bio” su tv e radio

- # # # # #

Fileni

Dopo la campagna 2016, Fileni torna a comunicare il biologico con un nuovo flight dedicato alle linea Fileni BIO. Fino al 19 marzo lo spot – che racconta la filiera biologica dell’azienda marchigiana produttrice di carni avicole – viene trasmesso sulle principali reti tv e radio. “Cosa c’è dietro ad un petto di pollo Fileni BIO?” è la domanda a cui lo spot risponde descrivendo ai consumatori i segreti e le caratteristiche della linea di prodotti di eccellenza di Fileni.
Unico tra i grandi player del settore, Fileni ha intrapreso con convinzione già da quindici anni l’allevamento di polli e tacchini con metodo biologico e può ora proporre ai consumatori una serie di prodotti che coniugano qualità, gusto, rispetto per la natura e alimentazione genuina.
Lo spot tv è in onda nella versione da 15” e comunica, in questo ulteriore step della campagna, un grande classico della cucina italiana: il petto di pollo a fette. Torna poi l’immersione nel mondo bio delle colline marchigiane: il lavoro degli agricoltori e allevatori nel crescere in maniera naturale i polli che razzolano in spazi liberi all’aria aperta e si nutrono di mangimi rigorosamente bio. Infine la chiusura dello spot, con l’ormai famoso claim: “Fileni BIO: più buono il pollo, più sano tu”.
Fino al 4 marzo si potrà vederlo su tutte le reti Rai, su La7 e LA7d, su Nove – DeejayTV, Giallo, Focus TV, Real Time. Grazie all’ampia copertura televisiva prevista lo spot Fileni BIO sarà tra i 5 più visti in assoluto del periodo di riferimento, portando il pollo bio Fileni in tutte le case degli italiani. Dal 5 al 12 marzo sarà poi on air in radio su Rai Radio 1, Radio 2 e Radio 3 e su Radio24. La campagna è ideata dall’agenzia Lorenzo Marini Group e pianificata da Flag Media.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Maggipinto Agency firma la ricetta della felicità di Felicia

- # # # # # #

Felicia

Al via la campagna di comunicazione TV di Felicia, marchio di riferimento nel settore innovation food, che sarà trasmessa dal 15 di novembre: un totale di 1004 passaggi in flight da 10” e 30” in prime time sui principali canali Sky e su Gambero Rosso Channel.

Lo spot svela passo dopo passo la ricetta della felicità a base di pasta Felicia, realizzata miscelando sapientemente gli ingredienti fondamentali che ci consentono di vivere bene: energia, allegria, passione, sorrisi, natura e benessere quanto basta. Il filmato si sviluppa attraverso immagini fortemente emozionali che riprendono frammenti di vita quotidiana, riprese caratterizzate da close up e dettagli che illustrano le fasi della ricetta narrate da un voice over caldo e rassicurante in un gioco che magicamente prende vita tra le varie fasi della preparazione. Il messaggio finale è che la felicità è nel sorriso di chi sa apprezzare la ricetta perfetta, un momento di intenso piacere e convivialità. Chiude lo spot il pay off semplice e chiaro che accompagnerà tutta la comunicazione del brand: Felicia, piacere puro, gusto naturale.

“Oggi Felicia rappresenta uno dei più ampi assortimenti sul mercato di pasta senza glutine, nonché un ventaglio unico di ricette in termini di qualità e varietà”, dichiara Francesco Andriani, Direttore Commerciale di Andriani Spa. Abbiamo scelto di comunicare l’unicità e l’alta qualità delle nostre linee di pasta bio, vegan e gluten free con uno spot che ne sottolineasse l’attenzione al benessere nel rispetto della natura”.

Il concept dello spot che nasce da un’idea di Maggipinto Agency con la direzione creativa di Giovanni Maggipinto è girato dallo studio di post produzione Film Found Family produzioni cinematografiche con la regia di Andrea Ferrante e Vito Caggianelli.

Credits
Agenzia: Maggipinto Agency
Direzione creativa: Giovanni Maggipinto
Copywriter: Valentina Basile
Voice over: Eleonora Rossi
Regia: Andrea Ferrante e Vito Cagganelli
Casa di produzione: studio di post produzione Film Found Family produzioni cinematografiche

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Tutto il “Bio” di Pollo Fileni con Lorenzo Marini Group

- # # # # #

fileni

Dopo lo spot di fine agosto, riprende su stampa quotidiana e periodica, sulla radio nazionale e sui media digitali la comunicazione di Fileni Bio, curata da Lorenzo Marini Group, che firma la piattaforma di comunicazione integrata per un brand che necessita di essere spiegato oltre le apparenze, così da riuscire a trasferire ai suoi consumatori tutta la serietà e la competenza della famiglia Fileni, da sempre impegnata nella produzione di carni di qualità superiore, come appunto la linea Bio.

Se lo spot creato da Lorenzo Marini voleva infatti comunicare ai consumatori tutta la verità che sta dietro alla qualità Fileni, mostrando, attraverso l’espediente visivo di un tavolo che si ribalta, tutta la bellezza lirica delle zone di allevamento e l’etica produttiva dell’azienda, la campagna stampa presenta il concept “Sistema-sapore Fileni Bio” che spiega, in modo chiaro e semplice , la filiera produttiva dell’azienda: dal produttore al consumatore.

Lo spot è stato realizzato sulle colline marchigiane dalla casa di produzione FilmGood con la regia di Fabrizio Mari, mentre Mariella Nava, grande interprete e compositrice italiana, ha realizzato la colonna sonora originale che accompagna le immagini.

Omniacomunicazione, agenzia a servizio completo di Fano, che collabora sul territorio con Lorenzo Marini Group, ha partecipato con il Gruppo LMG alle varie fasi della gara e della successiva realizzazione della campagna.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

La natura al centro della nuova comunicazione Sarchio. Firma The Key

- # # # #

Sarchio - The Key

Sarchio – azienda di riferimento nel settore bio e vagan – presenta la campagna pubblicitaria “Sarchio. Il gusto preferito dalla natura”. Un piano integrato che utilizza un dosato mix di canali tradizionali e digitali basato sul concetto che “il bio non è mai stato così buono”. Il concept è firmato da The Key, sigla emergente tra le boutique creative milanesi.

La campagna prevede due soggetti che si presentano avvolti in un bucolico e goloso scenario per sottolineare non solo la naturale bontà, ma anche la scelta biologica dell’azienda che utilizza solo ingredienti coltivati nel totale rispetto dell’ambiente.

Un gelsomino buongustaio ruba furtivamente un biscotto da una confezione di Fior di Limone. Un’edera golosa non resiste alla tentazione di assaggiare uno Snack Mandorle e Goji: la natura, da vera intenditrice, è ghiotta di Sarchio e dei suoi ingredienti sani e biologici.

Un’immagine evocativa che richiama leggerezza e semplicità, mentre il claim “Sarchio. Il gusto preferito dalla natura” sottolinea l’inscindibile legame con l’ambiente e l’importanza di recuperare un’alimentazione più genuina, ricca di principi nutritivi indispensabili per la salute e il benessere.

La campagna è affiancata dal placement televisivo nella terza edizione del programma “Senza glutine con gusto” su Gambero Rosso Channel (SKY 412), dodici puntate ogni sabato e domenica fino al 2 ottobre. Al centro delle ricette create dallo chef “sglutinato” Marcello Ferrarini, il gusto senza glutine delle migliori referenze Sarchio come: quinoa real, ceci, sfogliette, gallette, biscotti e snack.

“Per il nostro debutto in comunicazione abbiamo scelto una creatività che sintetizzasse la filosofia aziendale da sempre impegnata a diffondere i valori di una corretta alimentazione biologica, per nutrirsi con gusto, nel massimo rispetto della natura”, ha dichiarato Sandra Mori, Responsabile Marketing di Sarchio.

Credits
Agenzia: The Key Company
Art: Andrea Vercellino
Copy: Paolo Chiabrando
Foto: Alessandro Giuzio

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Fileni torna a comunicare con la linea bio di carne di pollo: al via la campagna multimedia

- # # # # # #

Fileni torna in comunicazione con la sua linea BIO

“Cosa c’è dietro ad un petto di pollo Fileni BIO?”. L’azienda marchigiana torna all’advertising con una campagna per lanciare la propria linea di prodotti di eccellenza facendo conoscere ai consumatori i segreti e l’alta qualità della produzione biologica che Fileni, unico tra i grandi player del settore, ha intrapreso con convinzione già da quindici anni. Con la nuova campagna Fileni mette per la prima volta al centro della propria comunicazione pubblicitaria la linea Fileni BIO, frutto di un lungo e meticoloso lavoro che ha portato l’azienda a poter offrire prodotti che coniugano qualità, rispetto per la natura e alimentazione genuina.
La campagna prende il via con gli spot tv, nelle versioni da 30” e 15”, che sono on air da domenica 28 agosto sulle principali emittenti nazionali. Tre i prodotti – tutti identificativi dell’intera linea bio – protagonisti degli spot che si alterneranno in successivi periodi di emissione: petto di pollo, hamburger di pollo e cotolette di pollo. Una mamma serve in tavola al figlio un appetitoso piatto di carne di pollo. Lo speaker fuori campo domanda cosa stia dietro il prodotto Fileni BIO: un rapido e immersivo ribaltamento della tavola, azionato da un gesto della madre, porta il figlio alla scoperta del mondo biologico Fileni e dei valori che lo contraddistinguono. Davanti ai suoi occhi, al posto della tavola imbandita, si presentano immagini delle colline marchigiane, il lavoro degli agricoltori e allevatori per unire gusto e qualità nel crescere in maniera naturale i polli che razzolano in spazi liberi all’aria aperta e si nutrono di mangimi rigorosamente bio. Lo speaker termina il suo racconto, sulle immagini delle confezioni dei tre prodotti, con il claim: “Fileni BIO: più buono il pollo, più sano tu”.
La campagna, ideata dall’agenzia Lorenzo Marini Group e pianificata da Flag Media, coinvolge tutti i media: nel periodo autunnale sarà anche su quotidiani, riviste, siti web e radio. Su web saranno proposti un video, banner e skin mentre sulle radio andrà una versione audio dello spot principale. Su quotidiani e riviste i lettori troveranno invece un messaggio pubblicitario che intende valorizzare il “Sistema-Sapore” costituito dalla filiera biologica di Fileni. Un sistema che parte fin dall’uovo per arrivare sulle tavole degli italiani e che si caratterizza per l’attenta alimentazione e il benessere garantiti agli animali, il territorio incontaminato in cui si collocano gli allevamenti dell’azienda e i rigorosi controlli a cui è sottoposta tutta la filiera. “Per il nostro ritorno all’advertising abbiamo deciso di presentarci con il top della nostra produzione” spiega Giovanni Fileni, fondatore e presidente dell’azienda che porta il suo nome. “Pensiamo infatti sia arrivato il momento di mostrare al pubblico il valore di ciò che, con grande cura e passione, abbiamo saputo creare in tanti anni. Anche grazie alla nostra linea Fileni BIO le carni biologiche non sono più un prodotto di nicchia per pochi consumatori esigenti ma un’offerta di altissima qualità alla portata di tutti. La sapienza e le caratteristiche uniche che stanno dietro la linea Fileni BIO crediamo siano il miglior modo per presentare l’intera produzione Fileni”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Beltè torna on air per presentare il nuovo Beltè Bio; firma Publicis Italia

- # # # # # #

Beltè torna in comunicazione con Publicis Italia

Beltè torna in comunicazione con un nuovo spot firmato da Publicis Italia per presentare il restyling della gamma e il nuovo Beltè Bio, il primo thè freddo biologico senza zuccheri e non dolcificato. Un piacere unico che unisce la freschezza dell’acqua minerale al gusto del puro thè, dedicato a coloro che vogliono leggerezza, senza rinunciare al gusto. Il film da 15’’ e 30”, on air dal 12 giugno sulle principali reti tv, immerge lo spettatore nella pace della natura, interrotta solo da un simpatico orso. Con ironia, si susseguono scene in cui naturalità e piacevolezza si contrappongono, fino a quando la protagonista dello spot non prova il nuovo Beltè BIO e si accorge che berlo è davvero un piacere naturale. Allo spot televisivo è abbinato uno spot radiofonico in onda sulle principali frequenze e una pianificazione digital che veicola simpatiche video pillole da 15”.
La scena si apre su una tenda da campeggio immersa in un meraviglioso paesaggio di montagna. La quiete dell’alta quota, il cinguettio degli uccellini, i raggi di sole che filtrano tra i rami… D’un tratto, un suono non troppo rassicurante distoglie la protagonista dalla lettura e dal suo momento di relax. Apre lentamente la cerniera della tenda e con un’espressione di stupore fa la conoscenza del suo nuovo vicino: un orso, che indisturbato curiosa con il muso immerso nello zaino della ragazza e la saluta con un pauroso bramito. “Naturale, ma non piacevole”, recita la voce fuori campo.
Flashback e la scena si ripete, questa volta con un’ironica variante. Invece che un orso minaccioso, la giovane donna viene accolta da una serenata improvvisata, strimpellata dal dolce animale sulle corde di una chitarra. “Piacevole, ma non naturale”. Solo con Beltè, infatti, piacere e semplicità si uniscono con armonia e perfetto equilibrio, trasformandosi in un gusto che sorprende.
Alla pianificazione televisiva, si affianca uno spot radiofonico e una pianificazione digital di tre pillole video da 15 secondi che con ironia esplodono il concetto di “Piacevole, ma non naturale”. Protagonista sempre il simpatico orso che dapprima sbuca da dietro un albero offrendo un mazzo di fiori mentre dichiara il proprio amore intonando un motivetto “Oh My Love”, poi gioca a nascondino e, infine, canticchia le note di Buon Compleanno, offrendo una torta con tanto di candelina. Evidente, dunque, la differenza con Beltè, un piacere unico, semplicemente buono.
Lo spot si chiude invitando lo spettatore a provare il nuovo Beltè Bio nei due gusti con Infuso di Thè Verde e Infuso di Thè Nero con Frutti Rossi, e tutta la gamma Beltè con limone infuso e pesca infusa, con il 50% di zucchero e calorie in meno rispetto alla media delle bevande di thè con solo zucchero più vendute e rinnovata nella grafica che pone al centro dell’etichetta le immagini del limone e della pesca, abbracciati da un’onda di acqua minerale. E per far provare in prima persona al consumatore il gusto straordinario e la semplicità del nuovo Beltè Bio, presso la stazione di Milano Cadorna si apriranno le porte della Beltè Bio Station. Una vera e propria oasi di benessere all’interno della frenetica vita metropolitana, dove i cittadini potranno non solo assaggiare il puro gusto di thè del nuovo Beltè Bio, ma anche vivere piccole pause di benessere ed energizzanti, grazie all’aiuto dell’Art Functional Training.
Credits
Agenzia: Publicis Italia
CEO & ECD Publicis Italia – Global Chief Creative Director Publicis WW: Bruno Bertelli
Direttore Creativo Esecutivo Publicis Italia: Cristiana Boccassini
Direttore Creativo Associato: Alessandro Candito e Paolo Bartalucci
Art director: Jacopo Menozzi
Copywriter: Mattia Basti
Strategic Planner: Guglielmo Pezzino
Group Account Director: Barbara Pusca
Account Executive: Elena Pozzi
Producer: Luana Strafile
Casa di Produzione: The Family
Regista: Jonathan Barber
Dop: Casey Campbell
Audio: Top Digital
Post-produzione: Band

articoli correlati

AGENZIE

hmc firma la comunicazione delle nuove barrette Loacker Fit

- # # # # # # #

Lʼagenzia di pubblicità hmc, dopo diversi progetti e campagne caratterizzati da una spiccata attenzione verso i temi dellʼecologia, della sostenibilità e del benessere, in affiancamento a marchi come ITAS Assicurazioni, Pompadour, Piscine Castiglione e Pastificio Felicetti e ad uno chef stellato del calibro di Norbert Niederkofler, si impegna ora nel lancio di una nuova linea di barrette funzionali 100% naturali, firmate Loacker. Dalla definizione del concept creativo al design del marchio della nuova linea, dallo sviluppo coordinato del sistema di packaging fino alla campagna di comunicazione multicanale, tutto è stato studiato e curato nei dettagli in vista di una comunicazione chiara, fresca, moderna e sinceramente naturale. La sinergia tra eccellenze altoatesine mostra ancora una volta tutta la sua carica innovativa a favore di un modo di pensare, vivere e produrre più sano ed equilibrato.
“Siamo molto orgogliosi” ha dichiarato Paolo Ferretti, titolare di hmc, “di affiancare in questo innovativo progetto un marchio come Loacker, simbolo della “qualità Alto Adige” nel mondo. Per noi rappresenta lʼoccasione per presidiare un campo di valori e comportamenti che ci sta particolarmente a cuore e che rappresenta il nucleo dellʼeccellenza della nostra produzione locale a livello globale. Dalla qualità dei prodotti che consumiamo dipende sempre più la qualità della nostra vita:
battere su questo messaggio è, oggi, uno dei grandi compiti della comunicazione. Con i nostri partner e le nostre aziende clienti, cerchiamo sempre di instaurare questo tipo di discorso incentrato sulla qualità, incrociando responsabilità etica e sensibilità ambientale, con ricadute importanti sulle scelte dei consumatori e sul tessuto socio-economico nel suo complesso. In questa direzione ci sono ancora grandissime possibilità di sviluppo, enormi potenzialità da esplorare, e qui la comunicazione creativa può davvero fare la differenza”.

articoli correlati

MEDIA

Arriva in edicola la nuova testata BIO di Edizioni PEI

- # #

BIO è il nuovo magazine di Edizioni PEI dedicato al vivere naturale da luglio nelle edicole. Una rivista tutta da sfogliare con tante ricette, rimedi e consigli per migliorare mente, corpo e spirito, rispettando il mondo che ci circonda.

“La rivista si articola in 6 sezioni che trasversalmente tratteranno tutto l’universo Biologico”, ci racconta Gian Maria Madella, Direttore Editoriale della testata. “BIO vuole essere un nuovo strumento per dialogare con chi, attraverso utili rubriche e interessanti informazioni sui prodotti, percepisce la salute naturale come uno stile di vita”.

BIO è un magazine approfondito e dettagliato che conta 96+4 pagine di contenuti Bio. La rivista verrà stampata su carta riciclata a basso impatto ambientale e nel pieno rispetto della natura. Tutte le aziende che vi compariranno avranno il Certificato Biologico.

Primo appuntamento ufficiale per BIO sarà al Just Cavalli Milano il 6 luglio dove è già in programma un open party con degustazione di cibi e vini rigorosamente naturali e biologici per festeggiare il lancio del primo numero che sarà in edicola dal giorno successivo.

articoli correlati

AZIENDE

Register.it illustra i vantaggi del dominio .bio al Vinitaly

- # # # #

L’arrivo di domini specifici legati al mondo enogastronomico come .bio, .organic, .vin, .wine offrono un’ampia scelta a chi opera in contesti specifici e un valore aggiunto importante generato dal poter far leva su una presenza in rete fortemente affine al business di riferimento.

In occasione di Vinitaly, Register.it è intervenuto a fianco di Salcheto con uno speech di Massimo Zanardi – Brand Protection Manager & Business Developer Coordinator di Register.it – dal titolo “La cultura della sostenibilità e la strategia di comunicazione e protezione del brand sul web: i nuovi domini, il .bio, il.vin, il .wine”. Secondo Register.it infatti l’esigenza delle aziende di comunicare in modo chiaro e immediato l’impegno sul mercato e la natura del proprio business trova nei nuovi gTLD una risposta efficace e nell’estensione. bio una strategia mirata per far crescere e promuovere il riconoscimento online del biologico per produttori, distributori, enti e organi preposti alla certificazione e controllo fino a chi fa informazione verticale.

“Siamo molto orgogliosi di partecipare a Vinitaly quest’anno e di poter condividere con gli amanti del vino e i produttori di questo prodotto rinomato una best practice come quella sviluppata con Salcheto di Montepulciano” spiega Massimo Zanardi – Brand Protection Manager & Business Developer Coordinator di Register.it. “Il nostro obiettivo è infatti aiutare le imprese a comprendere i reali vantaggi dei nuovi domini e supportarli in un utilizzo efficace e competitivo della rete attraverso strumenti mirati e all’avanguardia. Occasioni come Vinitaly e progetti di successo come quello della cantina di Montepulciano permettono di accendere l’attenzione sul dibattito dei nuovi domini e di diffondere in modo concreto e immediato la cultura del web e delle nuove possibilità offerte dalla rete, così come della necessità di promuovere e difendere il proprio brand in Rete”.

In particolare, il .bio, concepito dal registry del dominio (Startingdot) in partnership con IFOAM (Federazione Internazionale dei movimenti per l’Agricoltura Biologica), è garanzia di rispetto della natura e dei principi dell’agricoltura biologica e biodinamica come stabiliti da IFOAM, mentre per chi opera all’estero il .organic offre una scelta interessante purché certificati da enti riconosciuti a livello nazionale o internazionale o possessori di una pagina web in cui vengono mostrati prodotti organici venduti o promossi.

In questo contesto, certamente un tema caldo resta il problema dell’attribuzione sul web dei domini .wine e .vin da parte dell’Icann, argomento di discussione ancora fermo da parte di ICANN che punta a mantenere l’indicazione geografica nell’attribuzione del dominio per arginare il rischio di usurpazioni e contraffazione in rete

(Stefano Fina)

articoli correlati