NUMBER

Oracle: gli utenti di app per ristoranti e hotel le usano almeno una volta a settimana

- # # # #

food

La ricerca Get Appy: Do Consumers Use Restaurant & Hotel Branded Apps di Oracle rivela che oltre la metà dei consumatori in tutto il mondo (il 57%) ha utilizzato o utilizza attualmente applicazioni mobile per interagire con aziende del settore hospitality. Lo studio – che è stato condotto su un campione di 15.000 consumatori in Europa, America Latina, Asia-Pacifico e Nord America – ha evidenziato che il 23% ha installato sul proprio dispositivo mobile almeno una app di un ristorante o di un hotel e che ben il 70% la utilizza almeno una volta a settimana.

L’utilizzo crescente di queste app crea per le aziende del settore nuove opportunità per personalizzare il servizio, le promozioni, l’offerta, mettendo in luce l’importanza delle moderne tecnologie per offrire ai clienti un’esperienza migliore e più soddisfacente.

“I consumatori sono disponibili ad interagire con i brand tramite applicazioni mobile se gli operatori sono in grado di offrire loro un reale valore aggiunto, che faccia davvero la differenza” spiega Chris Adams, vice president strategy, Oracle Food and Beverage. “Gli operatori nel settore food & beverage che sfruttano le opportunità offerte dalle tecnologie mobile ottengono un significativo vantaggio competitivo, grazie alla possibilità di ottenere nuove informazioni sulle preferenze e i trend emergenti in fatto di servizi e gusti”.

Dalla ricerca emergono numerosi dati interessanti

· Il 23% dei consumatori ha scaricato l’app di un ristorante o di un hotel: i due terzi di questi hanno più di tre app di questo genere sul proprio dispositivo

· I paesi della regione Asia – Pacifico sono in testa alla classifica: l’82% utilizza almeno una volta a settimana una app di questo tipo, rispetto al 54% dei consumatori dell’area nordamericana

· A livello globale, un consumatore su cinque ha scaricato una app per un servizio di consegna a domicilio del cibo e il 23% ha sul suo smartphone una app per prenotare hotel o ristoranti

· Quasi un terzo dei consumatori a livello mondiale (il 28%) ha ordinato e pagato cibo e bevande tramite una app sul proprio dispositivo almeno una volta; anche in questo caso, il maggiore utilizzo di questo tipo di servizio si rileva fra i consumatori dei paesi dell’Asia – Pacifico (37%).

“In passato lo sviluppo di app nel settore food & beverage era proibitivo in termini di costi e lavoro necessario per la maggior parte delle aziende sul mercato” commenta Adams. “Oggi, con un moderno sistema POS basato su cloud gli operatori possono più facilmente ampliare i loro investimenti in questo ambito e assumere il controllo della relazione con i propri clienti, favorendo al contempo la loro fidelizzazione nel lungo termine offrendo incentivi personalizzati, tramite un’esperienza mobile integrata”.

 

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Le bibite Recoaro Bio protagoniste della web series ideata da Glebb&Metzger

- # # # # # #

web series - Recoaro

La nuova linea di bibite Recoaro Bio ci accompagna quest’estate con una nuova web series tutta da ridere: il divertente progetto video si compone di 3 episodi che vivranno interamente sul web e che vedono riunirsi il trio composto da Nina Torresi (nota attrice protagonista dei Cesaroni e di Sbratz, la prima serie web italiana tutta al femminile), Luca Vecchi (creatore, sceneggiatore e regista dei The Pills) alla regia e Tommaso Triolo (autore dei the Jackal e ideatore di Sbratz) alla sceneggiatura.

La campagna social virale evidenzia in modo ironico, fresco e frizzante le dinamiche delle interazioni sui social network e ha come soggetto principale un fantomatico “social tutor”. Il tone of voice degli episodi è moderno e irriverente. Ricreando situazioni quotidiane, fa leva sul sentimento d’immedesimazione del pubblico: chi non si è mai ritrovato a chiedere consigli alle amiche/amici prima di rispondere a un messaggio? E chi non si è mai pentito di averlo fatto dopo aver ricevuto mille pareri diversi?! Anche la nostra protagonista non ne può più, meglio seguire la filosofia del social tutor…

 

 

I tre episodi sono on air sui canali social di Recoaro (Facebook, Instagram, Youtube) e presenti su tutti i più importanti circuiti italiani grazie a un’importante pianificazione digital a display.

CREDITS

Campagna/Soggetto: LE BIBITE BIO RECOARO E IL SOCIAL TUTOR
Ideata e prodotta da: Gruppo Glebb&Metzger e Grey Ladder
Regia: Luca Vecchi
Sceneggiatura: Tommaso Triolo
Attrice protagonista: Nina Torresi

articoli correlati

AGENZIE

TheFairPlay si aggiudica il lancio italiano di Hato, la birra al tè verde ispirata al Giappone

- # # # #

The Fair Play - Hato

TheFairPlay allarga la propria expertise nell’area del beverage innovativo (recente la collaborazione con NIO Cocktails), aggiudicandosi il lancio italiano di un prodotto perfetto per l’estate: la lager Hato, ispirata al Giappone e arricchita di tè verde.

La strategia ideata per questo prodotto, destinato principalmente a una clientela giovane, coniuga il digital engagement con esperienze live legate alla cultura giapponese. I canali social individuati, Instagram e Facebook, veicoleranno contenuti informativi (curiosità dal Giappone e notizie sugli eventi a tema sul territorio) e creativi (con un posizionamento divertente che stimoli la creazione di user generated content), facendo naturalmente anche da cassa di risonanza per gli eventi dedicati. TheFairPlay si occuperà anche dalla creazione del sito internet dedicato, integrato con i social.

Le esperienze live si declineranno in due attività:

– una serata di lancio in un locale selezionato per la vicinanza al target di riferimento durante la quale i clienti avranno a disposizione artisti manga per farsi fare una caricatura con la possibilità di stamparla in tempo reale su una maglietta;
– le “Hato secret dinners”: cene esclusive con degustazione di birre giapponesi organizzate sul territorio in cui i partecipanti verranno scelti tra persone locali con un’intesa presenza sui social (non influencer professionisti quindi).

“Siamo entusiasti di questa sfida in cui abbiamo l’opportunità ancora una volta di mettere a frutto le competenze raggiunte nell’integrare ambiente digitale con iniziative di live engagement”, racconta Sarah Fallani, Fondatrice dell’agenzia. “Il lancio di un nuovo prodotto è una grande responsabilità, perché stabilisce il primo contatto significativo con il pubblico di riferimento. Con le secret dinners saremo in grado di identificare gli utenti non professionisti più visibili nel mondo digitale di una specifica area geografica e di creare insieme a loro un legame con il marchio da diffondere attraverso le loro reti sociali”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

The Coca-Cola Company lancia in Italia Royal Bliss. Al via un piano integrato di comunicazione

- # # # # # #

Royal Bliss

Arriva in Italia Royal Bliss, la nuova gamma premium di toniche e mixer di The Coca-Cola Company. Con oltre 40 nuances aromatiche e caratteristiche organolettiche innovative, Royal Bliss nasce dall’esplorazione di combinazioni uniche e originali di sapori, profumi e colori che avvolgono i sensi.

“La gamma Royal Bliss è stata sviluppata in collaborazione con esperti Bartender, persone che, come noi, non smettono mai di sperimentare e sfidare la propria immaginazione per creare qualcosa di straordinario”, ha dichiarato Annalisa Fabbri, Direttore Marketing Coca-Cola Italia. “Insieme a loro, Coca-Cola ha ideato una gamma unica di prodotti innovativi, per uscire dalla comfort zone delle toniche classiche e consentire ai consumatori di sperimentare nuove esperienze di degustazione che avvolgono tutti i sensi e regalano sensazioni inaspettate”.

Royal Bliss è pensato per i consumatori attenti alla qualità, alla cura e ai dettagli, aperti alla sperimentazione e desiderosi di scoprire nuove sensazioni; la campagna di comunicazione integrata sarà, infatti, all’insegna del concept “Osa. È meraviglioso”, che farà da fil rouge a tutte le attivazioni, invitando i consumatori a uscire dalla propria comfort zone per provare qualcosa di nuovo, originale e sorprendente.

I CREATIVE MASTER E LA CREW DI BARTENDER

Per rappresentare il concept della campagna sono stati selezionati 4 Creative Master che ben incarnano lo spirito creativo di Royal Bliss: la DJ Ema Stokholma, il fotografo Cosimo Buccolieri, il tatuatore Pietro Sedda e l’attore Francesco Montanari. I Creative Master saranno protagonisti di 4 video: in ogni episodio, un Creative Master intreccerà un dialogo con uno dei Bartender raccontando cosa significa per lui osare nella vita privata e professionale. La conversazione sarà lo stimolo per far creare al Bartender un Signature Cocktail originale, a base di Royal Bliss, dedicato proprio al Creative Master e alla sua storia.

Royal Bliss sarà affiancata in tutte le attività di comunicazione da una Crew formata da 6 noti Bartender provenienti da tutta Italia – Matteo di Ienno, Claudio Perinelli, Loris Prisciano, Filippo Sisti, Federico Tomasselli e la barlady Vanessa Vialardi. Partendo dalle diverse varianti di Royal Bliss, la Crew ha creato una drink list di Signature Cocktail: in queste ricette originali ed esclusive, i Bartender hanno osato accostamenti e sapori innovativi lasciandosi ispirare dal prodotto, con l’obiettivo di dar vita a nuove esperienze di degustazione capaci di sconvolgere i sensi e regalare sensazioni sorprendenti.

La presentazione della gamma Royal Bliss è avvenuta con due serate esclusive in collaborazione con Vogue Italia (a Roma, alla Lanterna e a Milano, a Villa Necchi Campiglio), durante le quali gli ospiti hanno assistito a performance suggestive e inaspettate all’insegna dell’“Osa. È meraviglioso” e assaggiato in anteprima i Signature Cocktail. Official partner delle due serate Bacardi Martini con i propri Spirit.

Da maggio fino a novembre, Royal Bliss sarà, inoltre, protagonista di un Tour di eventi gratuiti in numerosi locali serali della penisola: ogni serata sarà animata da uno dei Bartender della Crew invitato a presentare i Signature Cocktail attraverso un barcart esperienziale sviluppato ad-hoc per l’occasione, mentre i consumatori potranno uscire dalla propria comfort zone vivendo un’experience originale tramite uno specchio-interattivo. Milano, Roma, Firenze, Bologna, il Salento e alcune località del Veneto saranno le tappe di queste tour.

PIANIFICAZIONE MEDIA E AGENZIE

Da fine marzo sarà pianificato a livello social il video manifesto di Royal Bliss: il commercial, sviluppato dall’agenzia spagnola El Ruso de Rocky e adattato per l’Italia da McCANN Worldgroup Italia, invita a uscire dalla propria comfort zone per scoprire sensazioni – profumi, suoni, colori – straordinarie, come quelle che Royal Bliss regala a chi lo prova. Dal video manifesto sono tratti i tre soggetti da 20” – ognuno focalizzato su una diversa sensazione – che saranno pianificati a livello digital. Infine, è stata stretta una partnership con Condé Nast che si articola in diverse attività di comunicazione, advertising ed eventi in corso d’anno – già a partire dalla Design Week – a supporto del posizionamento del brand.

Il piano di comunicazione per il lancio di Royal Bliss in Italia è stato gestito dal pool di agenzie che collabora con Coca-Cola Italia: All Communication, agenzia eventi; Cohn&Wolfe, agenzia PR; McCANN Worldgroup Italia, agenzia advertising; MediaCom, centro media; MEDIACOM MBA che ha curato la partnership con Condé Nast; Show Reel, agenzia Influencer & Talent engagement; The Big Now, agenzia Digital e Social.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nuova era per Coca-Cola: zero zucchero e zero calorie, diversi formati e nuovi prodotti

- # # # # #

zucchero coca-cola

Il 2017 si annuncia come un anno epocale per Coca-Cola: l’inizio di una nuova era, in cui l’evoluzione interesserà una molteplicità di asset. Si lavorerà sulla riduzione dello zucchero, sull’ampliamento della gamma di prodotti, sulle confezioni di formato ridotto e su una comunicazione fatta di informazioni sempre più chiare e accessibili.

L’obiettivo di Coca-Cola è essere una Total Beverages Company e offrire ai consumatori una gamma più ampia possibile di prodotti puntando e sviluppando i valori essenziali del brand: rispetto, riconoscenza, rilevanza, reputazione e relazione; in altre parole “credibilità”.

“Essere così amati dai nostri consumatori e rappresentare qualcosa di personale per ognuno di loro – si tratti di un sapore, un rituale o un ricordo – ci inorgoglisce, ma ci fa sentire particolarmente responsabili nei confronti di chi ci ama da sempre”, afferma Evguenia Stoitchkova – Direttore Generale Coca-Cola Italia. “Essere nella quotidianità di così tante persone, significa avere un dialogo con tutti e ci impone l’obbligo di ascoltare le necessità di ognuno, per crescere e cambiare di pari passo con la società in cui operiamo e con i gusti e le esigenze dei nostri consumatori. Lo abbiamo sempre fatto, ma ora è tempo di dare un’ulteriore accelerata in questa direzione”.

In Italia, come a livello globale, il marchio sta quindi puntando su versioni di prodotto a ridotto, basso e nullo contenuto calorico e sta espandendo la sua gamma di prodotti con queste caratteristiche. Infatti negli ultimi dieci anni Coca-Cola Italia ha ridotto dell’8% il totale delle calorie in Coca-cola, Fanta e Sprite.

“Con l’introduzione nel 2016 di “Taste the feeling“, la campagna marketing a supporto della strategia “One Brand”, abbiamo investito il 60% in più in pubblicità nelle varianti a ridotto, basso o nullo contenuto calorico. L’introduzione di Taste the Feeling ha reso possibile l’estensione del valore globale e il fascino iconico di Coca Cola a tutti gli altri marchi, così da unire la grande famiglia Coca Cola sotto il brand della bevanda numero uno al mondo”, ha dichiarato Annalisa Fabbri Direttore Marketing di Coca-Cola Italia.

Coca-Cola Life ne è l’esempio: entrata sul mercato italiano nel 2016, quest’anno viene rilanciata con il 50% di calorie in meno con zucchero ed estratto di stevia (grazie al 50% di zuccheri in meno rispetto alla maggior parte delle bevande cole zuccherate in Italia).

A fianco della nuova Coca-Cola Life, presenta Coca-Cola Zero Zuccheri Zero Calorie, disponibile da marzo in tutti i consueti punti vendita in Italia, nei formati di sempre. Coca-Cola Gusto Limone Zero Zuccheri Zero Calorie e Sprite con il 75% in meno di calorie saranno invece disponibili in formati più piccoli (da 150, 200 e 250 ml).

Sempre per offrire ai consumatori ulteriore possibilità di scelta, Coca Cola Italia è stata una delle prime aziende a investire nei formati più piccoli, e continuerà a farlo negli anni a venire con una strategia di business e commerciale che punta su mini lattine e confezioni di formato ridotto che forniscano la giusta quantità di bevanda e che aiutino i consumatori a gestire l’assunzione giornaliera di zucchero. Scopo di questa operazione è fornire un ulteriore strumento ai consumatori per tenere d’occhio la quantità di calorie assunte quotidianamente e scegliere il formato e il gusto che più si adatta a ogni momento della giornata.

E per onorare l’autenticità che contraddistingue da sempre Coca-Cola, l’azienda conferma il suo impegno a informare correttamente i suoi consumatori, anche grazie a una politica di etichettatura “trasparente”. Coca-Cola è stata la prima nel settore del beverage a siglare questo patto di trasparenza con i consumatori, introducendo già 10 anni fa di propria iniziativa nuove informazioni nutrizionali più complete, per aiutare i consumatori a valutare l’apporto nutrizionale di ogni bevanda e scegliere consapevolmente.

In Italia, Coca-Cola ha aderito al Codice di Autoregolamentazione ASSOBIBE, stilato sulle indicazioni di UNESDA, per disciplinare le pratiche di commercializzazione e di promozione dei prodotti soprattutto nei confronti dei più piccoli. Lo stesso approccio, viene adottato a livello commerciale: Coca-Cola non vende i suoi prodotti nei distributori automatici e non fa attività promozionale e di campionamento all’interno delle scuole.

“Crediamo che siano i genitori a dover scegliere l’alimentazione dei propri figli, educandoli a conoscere gli alimenti e operare delle scelte sulla base delle proprie necessità. Per questo non indirizziamo campagne di comunicazione ai bambini al di sotto dei 12 anni di età, non comprando spazi pubblicitari nelle fasce orarie e sui mezzi di comunicazione in cui il pubblico minore di 12 anni di età costituisce più del 35%, in linea con il codice di Assobibe (la nostra associazione di categoria) e secondo le indicazioni di Unesda”, ha concluso Annalisa Fabbri.

Tutti i cambiamenti sono stati avviati per rispondere a ciò che gli italiani hanno chiesto a Coca-Cola. Cambiano le ricette e il packaging ma, oggi come sempre, in ogni prodotto Coca-Cola il consumatore continuerà a riconoscere un sapore che gli appartiene, con gusti migliorati secondo le sue richieste.

Nei primi mesi dello scorso anno The Coca-Cola Company era tornata a mettere al centro della propria strategia di brand marketing il tradizionale colore rosso, affidando però ad esso gli inserti che caratterizzino i nuovi gusti, come, per esempio, il giallo limone o il verde della Life.

Quanto alle campagne, inoltre, ne sono previste a partire dalle prossime settimane, per tutti i nuovi prodotti, con particolare attenzione anche agli ambienti digital oltre che ai tradizionali canali tv e radio.

L’investimento complessivo in comunicazione, che nel 2015 era cresciuto del 30% in Italia, si è stabilizzato nel 2016 e si manterrà in linea anche nel 2017. Particolare attenzione, ha aggiunto Vittorio Cino il Direttore Comunicazione e Relazioni Istituzionali Coca-Cola Italia, sarà dedicata ai formati piccoli.

Confermati i partner di comunicazione di Coca-Cola in Italia: McCann Italia per l’advertising, The Big Now per il digital e Cohn&Wolfe per le brand PR.

articoli correlati

AZIENDE

Il 22 Febbraio il torna icat Commeet, dedicato al Food & Beverage

- # # # # #

commeet icat food & beverage

Il prossimo 22 febbraio, presso l’Hotel Sheraton di Padova, si terrà il quarto appuntamento di icat Commeet, la divisione dell’agenzia di Gruppo icat dedicata alla formazione delle figure chiave che si occupano di marketing e comunicazione: imprenditori, manager e professionisti.

I trend di consumo, l’innovazione di prodotto, della distribuzione e della comunicazione con particolare riferimento al settore del food & beverage sono i temi che varranno affrontati nell’occasione, puntando a fornire risposte ad articolati quesiti: come fanno oggi le imprese a orientarsi e a rimanere competitive sul mercato in un mondo dove cambiano velocemente valori, cultura e comportamenti? Attraverso un continuo processo di innovazione, che coinvolge tutti gli asset aziendali: dai prodotti alla distribuzione, dall’identità di marca alla comunicazione.

In modo particolare, il mondo del food & beverage è caratterizzato da un forte dinamismo che incide prepotentemente nell’innovazione di marketing. Questo cambiamento proviene dall’esigenza di adattarsi ai continui nuovi “bisogni e stili di vita” del cliente. In tutto ciò può giocare un ruolo fondamentale la comunicazione, che modulandosi su questo continuo dinamismo e cambiando i contenuti del linguaggio, diventa il trait d’union fra il produttore e il consumatore finale.
Sul podio dei relatori si confronteranno tre professionisti con una lunga esperienza nel mondo del food & beverage internazionale:

Antonio Cellie, Consigliere Delegato del Gruppo Segea (Gazzetta di Parma, Radio&TV Parma), AD delle Fiere di Parma e AD del Centro Agroalimentare di Parma;
Alessandro Angelon, Amministratore Delegato di Forno d’Asolo e di Bevande Futuriste, è stato per sei anni AD in Red Bull Italia e in Pago succhi di frutta.
Chiara Rossetto, Amministratore Delegato Molino Rossetto.

La partecipazione all’avento è gratuta, ma richiede obbligatoriamente la preventiva iscrizione attraverso il link: http://www.commeet.it/it/corsi-eventi/Le-dinamiche-innovative-dei-mercati

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Tuborg e Young Digitals: ottimi risultati grazie ai contenuti di qualità e all’entertainment

- # # # #

Young Digitals - Tuborg

+60% il numero dei Fan, Reach cresciuta di oltre 5 volte, decuplicate le interazioni con i contenuti: sono alcuni dei risultati dei primi mesi di consulenza di Young Digitals per Tuborg, storico brand di birra danese del Gruppo Carlsberg, distribuito in tutto il mondo e da sempre legato al mondo dei giovani e della musica dal vivo.

L’agenzia di Michele Polico, Guido Ghedin e Marco Pezzano, infatti, affianca da marzo Tuborg nella comunicazione digitale in Italia attraverso la gestione dei canali Facebook, Instagram e Twitter e la produzione di contenuti: foto, video e motion graphics.

Ma non solo. I più importanti concerti e festival musicali sponsorizzati dal brand vengono seguiti dal team creativo dello studio che produce contenuti live agli eventi. Tra gli altri, OnStage Awards, Collisioni, Flowers Festival, solo per fare qualche esempio.

Il progetto coinvolge 11 persone: oltre all’Account Manager, sono impegnati il Creative Director, un Art Director, un Graphic Designer, un Copywriter, un Media Manager, un Social Media Manager, un Motion Graphics Designer e tre Fotografi.

“Abbiamo scelto di investire moltissimo sulla creazione di contenuti di qualità, con un approccio molto legato all’entertainment”, afferma Alberto Canazza, Account Manager di Young Digitals. “I post riescono a catturare l’attenzione dell’utente perché non puntano esclusivamente alla promozione di una birra, ma vogliono innanzitutto catturare l’attenzione e divertire, raccontando il mondo Tuborg e inserendosi nei trend rilevanti per il target. Tuborg rimane protagonista della nostra creatività ma la sfumatura cambia leggermente: abbiamo scelto di abbandonare uno stile push, troppo pubblicitario, per offrire momenti di leggerezza e divertimento attraverso i canali di comunicazione. L’idea è quella di coinvolgere, prima ancora che convincere”.

“Il tone of voice delle nostre campagne rispetta il carattere del brand: leggero, scherzoso e ironico”, continua Marco Vezzaro, Copywriter di Young Digitals. “Per questo motivo, poniamo grande attenzione anche al community management, fondamentale per fidelizzare il nostro pubblico e attrarre nuovi consumatori”.

Oltre a Tuborg, Young Digitals affianca diversi brand del Food nello sviluppo della comunicazione globale. Tra gli altri, Matilde Vicenzi, Müller, Santa Margherita Vini, con un focus particolare sulla Cina, sul Giappone, sul Medio Oriente, sul Nord America, sulla Russia e sull’Europa.

articoli correlati

AZIENDE

Corona adotta una spiaggia di Rimini con il “Save the Beach”. L’agenzia è McCann

- # # # # # #

Corona

Corona, in partnership con il Comune di Rimini, ha scelto di adottare una delle spiagge del panorama italiano più frequentato di sempre contribuendo alla sua pulizia.

La spiaggia è la location simbolo della birra messicana più bevuta al mondo, un luogo all’aperto in grado di raggruppare gente che ama il relax, stare insieme e godersi la vita.
Per questo motivo, anche quest’anno, Corona conferma il suo interesse non solo per il consumo responsabile, ma anche per la tutela dell’ambiente, diventando, per tutta la stagione estiva 2016, partner del progetto di pulizia della spiaggia libera del comune emiliano.

L’azienda stessa vuole essere in prima linea nel progetto: l’attività inizierà con il coinvolgimento di una delegazione di dipendenti dell’azienda che inaugurerà il 14 luglio l’adozione della spiaggia pubblica di Rimini, contribuendo attivamente alla completa pulizia dello spazio. L’inaugurazione, riconoscibile sul litorale grazie al cartello Corona “Save the Beach”, durerà dalle 15:30 alle 19:00 e proseguirà con l’invito per tutti i cittadini e bagnanti a godersi un aperitivo rilassante insieme al gusto inconfondibile di Corona.

L’idea è proprio quella di “adottare” la spiaggia per il periodo estivo dando il buon esempio di come “trattarla” e mantenerla, così che tutti possano goderne correttamente in pieno spirito di Corona, il luogo dove stare con gli amici e godersi la vita con sole, sabbia e acqua salata, pulite.

Caldo, spiaggia, divertimento e relax sono le parole che raffigurano al meglio il brand, infatti la stessa spiaggia coinvolta nel “Save the Beach” il 14 luglio sarà anche protagonista dell’estate Corona 2016 per un progetto di musica live che catalizzerà l’attenzione degli amanti della musica internazionale il 13 agosto, il Corona Sunsets Festival.

“Save the Beach” verrà amplificato sul profilo Facebook del brand.

Credits
Agenzia creativa e localizzazione italiana della campagna: McCann
Pianificazione Media: Vizeum

articoli correlati

BRAND STRATEGY

San Benedetto affida a NextBrand il design della nuova linea di thè biologici

- # # # #

San Benedetto

San Benedetto ha affidato a NextBrand lo studio del design dell’innovativa linea di thè freddi realizzata con ingredienti di origine biologica. La progettazione creativa è stata guidata dall’obiettivo di proporre al consumatore un nuovo concept di prodotto già dalla veste grafica: sullo sfondo l’oriente con l’evocazione del variopinto mondo del kimono e dell’antica arte del thè.

In primo piano la rappresentazione iperrealista del frutto esalta il gusto unico di queste nuove bibite. La trasparenza dietro al frutto svela il prodotto e porta sul packaging un tocco di luminosità, strizzando l’occhio alle tradizionali iconografie del sol levante. I fiori di ciliegio valorizzano la naturalità del prodotto.

La grafica si sviluppa su uno sleeve che avvolge l’esclusiva bottiglia slim da 0,40L, studiata per sostenere la premiumness del nuovo Thè Bio e aumentare la distintività del prodotto dal resto della gamma e dalla concorrenza.

“Vogliamo consolidare e sviluppare la nostra leadership in innovazione posizionando in alto la gamma per soddisfare le esigenze di un mercato sempre più sensibile ai temi dell’agricoltura biologica”, dichiara Vincenzo Tundo, Direttore Marketing del Gruppo Acqua Minerale San Benedetto. “Per questo abbiamo lanciato Thè San Benedetto Bio, l’innovativa linea di thè freddi in grado di incontrare l’interesse dei consumatori dell’area salutistica ed ecologica”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Birra Peroni lancia lo spot per festeggiare 170 anni di passione

- # # # # #

Peroni

Peroni: “fatta con passione da 170 anni”. Con questo claim l’azienda birraria italiana per eccellenza lancia lo spot dedicato ai suoi 170 anni di attività.

In 30 secondi Peroni racconta momenti di vita quotidiana ma sempre vissuti con passione: un lavoro fatto di dedizione, una partita di rugby, un brindisi tra amici, una notte passata sotto le stelle. Perché quando ami e metti passione in quello che fai, il tempo sembra non passare mai. Non lo misuri in secondi, minuti, ore o giorni. I suoi parametri si trasformano in valori ed emozioni. Le esperienze diventano la vera unità di misura del tempo. Solo così la vita acquisisce un nuovo e intenso sapore. Un sapore pieno di qualità e tradizione, proprio come quello di Birra Peroni.

Lo spot – andato in onda ieri in prima serata – verrà trasmesso su Rai2, Rai 3, tutti i canali Mediaset e i principali canali di SKY e Mediaset Premium, nelle fasce orarie e durante i programmi di principale interesse per i consumatori di Birra Peroni.

Lo spot è stato elaborato dal marketing di Birra Peroni, il piano media è curato da MEC.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Birra Moretti lancia le novità regionali con uno spot firmato Armando Testa

- # # # # # #

Birra Moretti

Baffo Moretti, l’attore Orso Maria Guerrini, torna con la sua voce calda e inconfondibile a trasportare lo spettatore del nuovo spot tv Birra Moretti Le Regionali nella scoperta dei piccoli capolavori della terra, quegli ingredienti unici che caratterizzano ognuna delle sei birre della gamma.

Da domenica 10 aprile, infatti, torna on air lo spot realizzato dall’agenzia Armando Testa, protagoniste due importanti novità: la Pugliese e la Lucana.

La voce narrante di Baffo Moretti recita: “Il nostro viaggio continua alla ricerca di nuovi capolavori”. Le bellissime immagini dai colori caldi dei frutti della terra, trasportano lo spettatore in un mondo da sogno dove emergono due nuovi ingredienti: dalla Puglia, il fico d’India che, insieme al grano arso, conferisce un gusto inimitabile a Birra Moretti alla Pugliese e, dalla Basilicata, l’alloro e il malto d’orzo che rendono unica e distintiva Birra Moretti alla Lucana.

Le magiche note dello spot (che da metà aprile sarà trasmesso anche dalle principali emittenti radiofoniche italiane) accompagnano la danza degli ingredienti: piccole gocce d’acqua bagnano le foglie d’alloro, il fico d’India forma un sole caldo nel cielo. Piano piano il paesaggio prende forma e alle sue spalle emergono le sei birre della gamma, un omaggio alle eccellenze e unicità del nostro Bel Paese.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Coca-Cola Life arriva anche in Italia. La strategia “One Brand” si fa in quattro

- # # # # #

Coca-Cola Life

Arriva finalmente in Italia Coca-Cola Life, la nuova bevanda dal packaging verde a ridotto contenuto calorico grazie alla presenza della stevia accanto al tradizionale zucchero. Dalla foglia della pianta di stevia si ottiene infatti l’estratto di stevia, un edulcorante di origine naturale con zero calorie.

“La nuova nata è frutto della costante ricerca di Coca-Cola di rispondere alle richieste e alle aspettative dei suoi consumatori”, afferma Annalisa Fabbri, Direttore Marketing Coca-Cola Italia. “Un approccio che l’azienda porta avanti a tutti i livelli: dallo sviluppo di nuovi prodotti e packaging all’utilizzo di nuove tecnologie, dalla creazione di modalità sempre nuove con cui coinvolgere i consumatori e promuovere la cultura dell’innovazione”.

A seguito dei lanci del 2013 nei mercati di Argentina e Cile (non a caso, nel continente “di origine” della stevia), Coca-Cola Life è arrivata in oltre 15 paesi nel mondo, sino ad approdare in Italia con l’obiettivo di espandere la gamma dei prodotti per andare incontro alle preferenze dei consumatori, nel nostro Paese come in tutto il resto del mondo.

“Il lancio italiano di Coca-Cola Life si inserisce perfettamente nella nuova strategia di marketing globale “One Brand” che, per la prima volta nella storia di The Coca-Cola Company, ha raggruppato tutti i differenti marchi sotto l’unico posizionamento del brand Coca-Cola, in una campagna creativa globale intitolata Taste the Feeling”, continua Annalisa Fabbri. “In ottica One Brand, Coca-Cola Life condividerà con le altre varianti i medesimi valori”.

A supporto dell’arrivo di Coca-Cola Life in Italia è stata attivata un’articolata campagna digital che nelle scorse settimane ha stuzzicato la curiosità degli utenti dei social network, dando delle anticipazioni “a piccoli sorsi”. Un primo video su Facebook ha annunciato “un nuovo arrivo in famiglia”, generando un’ondata di entusiasmo nei numerosi fan della pagina e nei collezionisti e oltre 111mila visualizzazioni in 2 giorni.

Su Twitter, invece, è stato usato (per la prima volta in Italia) un nuovo formato “RT for Remind”: dopo aver annunciato l’imminente novità, Coca-Cola ha invitato i followers a retwittare il messaggio per poi ricevere la notifica con la notizia del lancio di Coca-Cola Life e il link all’articolo dedicato sul magazine online dell’azienda, Journey Italia. Questa attività ha messo i fan in trepidante attesa, sfiorando i 2mila Retweet.

Allo stesso modo, anche i fan del profilo Instagram sono stati messi in allerta con dei teaser appositamente pensati per loro.

Il lancio di Coca-Cola Life sarà inoltre amplificato da una campagna di markerting e comunicazione a 360°, che verrà esplicitata nelle prossime settimane.

“L’ultimo nuovo prodotto a marchio Coca-Cola lanciato nel nostro paese è stata Coca-Cola Zero, quasi 9 anni fa, e ha avuto un successo straordinario”, conclude Annalisa Fabbri. “Non vi neghiamo, quindi, che anche per Coca-Cola Life c’è una grande aspettativa e non vedevamo l’ora che arrivasse in Italia”.

I partner di comunicazione di Coca-Cola in Italia sono McCann Italia per l’advertising, MediaCom per la pianificazione, The Big Now per il digital e Cohn&Wolfe per le brand PR.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Heineken lancia la campagna “Moderate Drinkers Wanted”. Firma Publicis Italia

- # # # #

Nuova campagna Heineken

Heineken continua il suo impegno per diffondere un consumo responsabile di alcol, nasce così “Moderate Drinkers Wanted”, la terza campagna al mondo (la 5a in Italia) sul tema del consumo. Questa nuova campagna mira a supportare e rafforzare il nuovo trend globale della moderazione e per la prima volta mette al centro le donne, che incoraggiano gli uomini a moderarsi quando bevono.

Dopo Sunrise belongs to moderate drinkers, lo spot in cui il protagonista si gode ogni istante della notte bevendo con moderazione e scegliendo una bottiglia d’acqua invece che una di Heineken, nel 2014 è stata lanciata Dance More Drink Slow, una campagna globale realizzata in collaborazione con il DJ di fama mondiale Armin van Buuren. Al centro della campagna The Experiment, filmato girato in discoteca per dimostrare come le giuste scelte musicali del Dj possono spostare l’attenzione dal consumo di alcol al ballo.

Il pezzo forte della campagna è il nuovo spot tv, con una colonna sonora iconica e il chiaro messaggio che le donne preferiscono gli uomini che bevono moderatamente. Lo spot, girato a Los Angeles, è stato realizzato da Publicis Italia con il regista Nicolai Fuglisg, vincitore degli Emmy Awards.

Gianluca Di Tondo, Senior Director Global Heineken Brand commenta: “Il 59% dei millennial sostiene che evitare la perdita di autocontrollo è la motivazione più importante per limitare il consumo di alcol durante una serata fuori, e questo riflette chiaramente l’influenza dei social media e l’importanza di controllare la propria immagine. La moderazione sta diventando di moda, ma i giovani hanno bisogno di un’ulteriore spinta, da parte di qualcuno a cui tengono. Ecco perché ci siamo concentrati sulle donne e l’influenza che esse hanno sul nostro target”.

La campagna Moderate Drinkers Wanted è parte dell’impegno di lungo corso del Gruppo HEINEKEN sul fronte del consumo responsabile attraverso il brand Heineken. Oltre a un investimento pubblicitario su questa tematica pari al 10% dell’intero budget pubblicitario, il messaggio “Enjoy Responsibly” viene comunicato anche attraverso le sponsorizzazioni della UEFA Champions League e della Rugby World Cup, le centinaia di eventi musicali nel mondo e la personalizzazione di oltre 8 miliardi di bottiglie e lattine nel solo 2015.

Credits
Agency: Publicis Italy
CEO&ECD Publicis Italy & ECD Western Europe Publicis WW: Bruno Bertelli
Executive Creative Director: Cristiana Boccassini
Associate Creative Director: Michele Picci
Art Director: Simone di Laus Strategic Planners: Bela Ziemann, James Moore International Account Director: Lorenza Montorfano Account Supervisor: Jana Uhlarikova Agency Producer: Mariella Maiorano
Client: Heineken Sr. Director Global Heineken Brand: Gianluca Di Tondo Heineken Director Global Heineken Brand Communication & Digital: Anuraag Trikha Global Heineken Brand Communication Manager: Agnieszka Gorecki
Media Agency: Starcome Mediavest Group
Director: Nicolai Fuglsig MJZ London Production Company Post production company: nineteentwenty Sony Original Track: “Holding Out for a Hero”
Heineken®

articoli correlati

AGENZIE

P4B confermato da Beck’s per gli eventi

- # # # # #

P4B per Beck's

Il marchio di birra Beck’s conferma Punk for Business come agenzia di eventi per tutto il 2016. P4B ha ideato e realizzato per Beck’s il progetto Beck’s UNacademy nel 2015.

Un progetto pluripremiato nelle corde di P4B, focused come sempre su musica e unconventional entertainment che ha trovato il suo punto di forza nell’essere una cross platform, cioè un percorso costruito partendo dal digital per arrivare poi sul territorio reale.

Nel corso dei vari mesi, è stata data la possibilità a giovani talenti sconosciuti – divisi nelle categorie Musicisti, Fotografi, Videomaker e Urban Artist – di incontrare e confrontarsi con artisti tra i più noti del panorama italiano dai Subsonica a Emis Killa e molti altri. Questa esperienza è culminata con esibizioni live e workshop su una chiatta nel Naviglio Grande che ha visto passare 220 mila visitatori e 20 mila persone ad assistere agli show. Gli artisti emergenti coinvolti hanno avuto la possibilità di farsi conoscere da un vasto pubblico e a oggi si stanno esibendo nei locali Beck’s di tutta Italia.

Per creare consapevolezza intorno a questo progetto, sono stati inoltre coinvolti web influencer che hanno partecipato agli eventi e creato contenuti del “dietro le quinte”. Il brand Beck’s è stato posizionato all’interno del mondo musicale in maniera non convenzionale ma molto credibile. Da qui è nato il concetto di UNacademy.

Per tutto il 2016 Punk for Business si occuperà dell’ideazione e realizzazione di tutti gli eventi Beck’s.

articoli correlati

AGENZIE

Leo Burnett si aggiudica il progetto per la prima creatività italiana firmata Beck’s

- # # # #

Leo Burnett si è aggiudicata il progetto per la prima creatività italiana firmata Beck’s grazie a una gara che ha coinvolto importanti agenzie della comunicazione. Leo Burnett avrà l’incarico di sviluppare e guidare la campagna integrata che ha l’obiettivo di lanciare il nuovo posizionamento del brand nel mercato italiano per il 2016.

La nuova campagna rappresenterà il primo passo di un percorso che vedrà Beck’s, per la prima volta, protagonista di un piano di comunicazione strutturato e focalizzato sul consumatore italiano. Un obiettivo importante per il mercato locale e una nuova sfida che AB Inbev affronterà insieme a Leo Burnett.

“Siamo felici e orgogliosi di poter accompagnare Beck’s in questo nuovo percorso di comunicazione”, dichiara Giorgio Brenna, CEO Leo Burnett Group Italia e Continental Western Europe (nella foto). Ci aspetta un compito importante, ma indubbiamente il nostro progetto e l’approccio al lavoro ci ha permesso di poter vantare nel nostro panel di clienti un così ragguardevole e storico brand che ha già iniziato a dare grande energia a tutto il team”.

articoli correlati