MEDIA

Condé Nast potenzia l’offerta qualitativa dei contenuti beauty sui siti e social delle testate femminili

- # # # #

Condé Nast

Condé Nast inaugura il primo Beauty desk digitale ultraspecializzato per servire al meglio le testate Vogue, VanityFair, Glamour ed ExperienceIS sui loro siti e i canali social.

 

In un panorama digitale in cui influencer ed esperti hanno creato un legame diretto con l’audience, è fondamentale che la competenza e l’expertise dei Beauty Editor di Condé Nast arrivi al massimo a lettori e brand, e che i contenuti Beauty, di altissimo livello e certificati dall’esperienza dei migliori giornalisti, vengano veicolati online nel miglior modo possibile.

 

Da oggi, le beauty editor di Vogue.it, VanityFair.it e Glamour.it lavoreranno congiuntamente per produrre i migliori contenuti adattandoli in tono di voce e target audience alle diverse testate digitali e ai social media, sotto la supervisione editoriale e qualitativa di Sofia Viganò, Fashion & Beauty Editor di Vogue.it e in armonia con le colleghe delle testate cartacee.

 

“Il desk beauty è una garanzia di qualità e diversificazione nella nostra offerta beauty digitale”, spiega Justine Bellavita, Digital Editorial Director di Condé Nast (nella foto). “Grazie alla professionalità e alla versatilità delle nostre giornaliste beauty, con il costante dialogo con le testate cartacee, la nostra efficacia in termini di branding e posizionamento online non può che aumentare”.

articoli correlati

AZIENDE

beauty online: al via la Treatwell Academy e il beauty blog Treatwell Magazine

- # # #

Treatwell

Per aiutare gli hairstylist, i professionisti dell’estetica e tutti coloro che operano nel settore beauty a sfruttare al meglio le potenzialità del web, Treatwell, il più grande portale di prenotazione online in Europa per i trattamenti di bellezza e benessere, lancia in Italia la Treatwell Academy, una piattaforma di e-learning che si rivolge a centri estetici, parrucchieri e spa con l’obiettivo di fornire loro i migliori strumenti digitali per far crescere il proprio business.

La Treatwell Academy

La Treatwell Academy è un portale interattivo e in costante aggiornamento che raccoglie video tutorial, lezioni online e guide pratiche che consentono ai saloni di gestire al meglio non solo la loro vetrina virtuale e le numerose feature messe a disposizione dal gestionale Treatwell, ma anche di migliorare le loro performance digitali al fine di ottenere un concreto vantaggio competitivo.

Per facilitare la navigazione, le lezioni – condotte da esperti di marketing e comunicazione e da professionisti del settore – sono suddivise in categorie e affrontano un ampio range di tematiche: dall’utilizzo del software gestionale, dei widget e di tutti gli altri utili strumenti forniti da Treatwell per la gestione delle prenotazioni, all’approccio alle recensioni, passando per il monitoraggio e il miglioramento della propria reputazione online e all’uso dei social media. Non mancano i suggerimenti in termini di fidelizzazione del cliente, di fatturazione e di gestione del personale.

I video didattici sono proposti in un formato breve – inferiore ai 3 minuti – fruibile in modo facile e immediato, anche tra un appuntamento e l’altro con un cliente. Durante la riproduzione è possibile prendere appunti direttamente nell’apposita sezione, per poi consultarli agevolmente in un secondo momento. Inoltre, a corredo di ogni lezione sono disponibili risorse utili per favorire l’apprendimento, come i pratici recap e gli esempi relativi alla lezione. Al termine di ogni sessione si può ripassare quanto appreso e mettere alla prova le nuove conoscenze tramite i quiz dedicati.

Non manca, infine, la sezione News con aggiornamenti relativi a lanci di prodotto e tendenze in materia di bellezza, nuovi progetti, eventi in e iniziative speciali.

Il Treatwell Magazine

Da oggi, inoltre, anche tutti gli altri utenti avranno a disposizione un nuovo strumento per rimanere aggiornati sulle novità del mondo beauty. Si tratta di Treatwell Magazine, blog aggiornato quotidianamente con le segnalazioni delle ultime tendenze in fatto di stile e bellezza: dalle maschere viso preferite dalle star ai tagli più in voga del momento, passando per sopracciglia “a prova di selfie”.

A queste si aggiunge la ricca sezione Beauty Talk, che raccoglie utili approfondimenti e consigli su trattamenti di ogni tipo, dal balayage alle diverse tipologie di massaggi e di tecniche di epilazione, per aiutare gli utenti nella scelta del servizio beauty più adatto alle loro esigenze.

Per rispondere a qualunque dubbio beauty c’è poi la sezione Fai da te… no grazie, grazie a cui è possibile scoprire i segreti dei trattamenti di bellezza più popolari. L’epilazione con pasta di zucchero è adatta a ogni tipo di pelle? Qual è la differenza tra piega brasiliana e cheratina? Che cosa è necessario tenere a mente prima di sottoporsi a una seduta di extension alle ciglia? Queste e altre domande trovano risposta sulle pagine di Treatwell Magazine.

“In Italia la maggior parte dei centri estetici e dei saloni di parrucchieri è a conduzione familiare o è gestita da imprenditori indipendenti che non sempre hanno gli strumenti necessari per muoversi online in modo efficace oppure non riescono a sfruttare appieno le potenzialità offerte dalla rete. Abbiamo creato la Treatwell Academy proprio per aiutare i professionisti del settore ad aumentare la loro visibilità sul web e, di conseguenza, il loro giro d’affari e tradurre la loro presenza digitale in un potente e solido driver di business”, commenta Chiara Cassani, Marketing Manager Italy di Treatwell. “La nostra piattaforma vuole semplificare la vita sia ai professionisti della bellezza che ai consumatori e proprio in quest’ottica si colloca il lancio di Treatwell Magazine: ai nostri utenti vogliamo fornire tutti gli strumenti necessari per scegliere in modo consapevole i trattamenti più adatti a loro e godersi così la migliore esperienza beauty possibile”.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

L’Oréal Paris Italia sceglie Show Reel per “La Maison L’Oréal Paris”

- # # # # # #

Show Reel

Show Reel, realtà specializzata nella realizzazione di Branded Content, è l’agenzia che L’Oréal Paris ha scelto per la creazione della nuova rubrica settimanale con Alice Venturi online sul canale YouTube L’Oréal Paris IT, ogni mercoledì a partire da ottobre fino a gennaio 2019.

Con “La Maison L’Oréal Paris”, il nuovo appuntamento sviluppato e prodotto da Show Reel, il brand vuole creare tantissimi contenuti cool&trendy così da accrescere il numero di iscritti sul canale YouTube, generare traffico e aumentare l’engagement del canale. La proposta di Show Reel è stata la creazione di una rubrica ad hoc con uno smart tone of voice vicino al linguaggio delle appassionate di beauty, che ospita una portavoce per loro rappresentativa, che racconta dei contenuti nuovi e che ha come obiettivo la generazione e la creazione di una vera e propria community attorno al canale L’Oréal Paris.

Il progetto sviluppato da Show Reel

È nata così “La Maison L’Oréal Paris”, un progetto sviluppato da Show Reel grazie a un lavoro di team che coinvolge:
• la divisione di branded content, che si è occupata della definizione strategica e della gestione operativa dell’intero progetto
• la divisione di Creative Content, che ha seguito l’ideazione dei concept, la struttura dei format e la scrittura (a quattro mani insieme ad Alice) dei singoli video,
• la produzione e il montaggio dei contenuti sono stati affidati ad Hubnormal Film, la casa di produzione interna a Show Reel.

Per l’ideazione e la realizzazione dei singoli video, Show Reel è partita dall’analisi dei desideri della community di riferimento. I contenuti infatti sono stati costruiti a partire da un’attenta indagine relativa ai maggiori trend beauty di ricerca in rete.

“Siamo molto orgogliosi della collaborazione con L’Oréal Paris Italia per la realizzazione di questo progetto. Da sempre siamo convinti che per un brand il miglior modo di relazionarsi e avvicinarsi al target di riferimento sia attraverso contenuti web che sappiano parlare lo stesso linguaggio delle persone a cui si rivolgono, fornire loro valori e contenuti interessanti e quindi ingaggiare discussioni che permettano al brand di interagire con la community”, afferma Francesca Papa, Executive Strategist di Show Reel. “Solo attraverso questo tipo di contenuti è possibile creare e fidelizzare una community solida, con cui condividere un determinato sistema di valori. Siamo felici di aver trovato L’Oréal Paris, un marchio presente in tutto il mondo senza eguali nell’universo della bellezza, brand sensibile e attento, che ha voluto sperimentare con noi il percorso della comunicazione digitale, oggi in continua evoluzione”.

Alice Venturi

La protagonista dei video e “padrona di casa” è Alice Venturi, conosciuta sul web come AlicelikeAudrey – creator e make-up artist professionista – che nel corso degli appuntamenti propone consigli make-up nella durata di un caffè. “Nella durata di un caffè” ha un duplice concept: la breve durata dei video e soprattutto l’intenzione di ricreare una dimensione intima e amichevole tipica di una chiacchierata tra amiche che si scambiano consigli durante una pausa caffè.

Alice, una dei creator della Factory di Show Reel e tra le voci più autorevoli del panorama beauty in rete, è stata identificata come la perfetta interprete delle esigenze di L’Oréal Paris, andando con questo ultimo progetto, a consolidare un proficuo rapporto di collaborazione che prosegue da molti anni.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Wanja Laiboni sceglie FutureBrand per il lancio del nuovo brand SIWWAA

- # # # #

FutureBrand - SIWWAA

Wanja Laiboni, imprenditrice e designer, ha scelto FutureBrand per costruire il suo sogno imprenditoriale: nasce SIWWAA,una marca che unisce la ricchezza del patrimonio artistico e culturale africano al design più sofisticato e che impiega materiali e tecniche artigianali di grande raffinatezza.

Gli accessori proposti da SIWWA – gioielli, borse, pelletteria e altro – sono il frutto di un’intensa esplorazione tra forme, colori, simboli, storie e tradizioni del continente africano, sapientemente rielaborati, attualizzati e resi qualitativamente premium in ogni dettaglio.

“Un progetto di branding affascinante”, racconta Gianni Tozzi, Executive Creative Director di FutureBrand, “con un approccio focalizzato sull’eccellenza di ogni passaggio – creativo e di produzione – reso ancora più intenso dalla ricchezza degli stimoli visivi di un continente di grande fascinazione. La creazione del brand dal posizionamento, al nome fino alla sua espressione visiva è andata di pari passo con la costruzione del suo storytelling, che punta a offrire al mondo una visione dell’Africa sofisticata, colta e poeticamente senza tempo”.

“Il nome SIWWAA si ispira al Siwa, lo strumento a vento tipico dell’isola di Lamu, patrimonio dell’Unesco. Ogni dettaglio della brand identity, partendo dal Brand logo, trae origine dai simboli derivati dalle antiche tecniche artigianali, le trame uniche e i materiali grezzi dell’arte africana e acquista perciò significato e rilevanza in sé, senza mai appesantire né ancorare al passato l’immagine della marca”, conclude Tozzi.

“Il payoff Heritage Reimagined racchiude tutta la potenza del brand in costante tensione tra passato e futuro e la sua volontà di offrire a una clientela evoluta e raffinata la perfetta sintesi di arte, creatività ed eccellenza”, aggiunge Paola Fabrizio, Associate Account Director. “Questo concetto chiave ha guidato l’intero sviluppo dell’esperienza di SIWWAA in tutti i suoi touch-point, costruendo una customer journey raffinata, sobria ed esclusiva, che riassume lo spirito di una marca che nasce globale”.

articoli correlati

AGENZIE

Why si aggiudica la gara digital di L’Oréal

- # # # # #

Why

Why  inizia l’anno rinnovando la collaborazione con il gruppo L’Oréal. L’agenzia torinese riconferma la gestione offline e online del brand L’Oréal Professionnel Italia, oltre ad aggiudicarsi il social management per Matrix, Biolage e Redken.

Una partnership consolidata, quella con lo storico marchio beauty, che amplia il numero di brand affidati a Why, riconoscendone l’expertise nel settore della cosmetica.

“Un risultato importante, che conferma la direzione intrapresa”, commenta il Direttore Creativo e CEO dell’agenzia Massimo Zandiri (nella foto). “Siamo molto soddisfatti della nostra crescita nel mondo digital con la conferma ricevuta dal brand, con cui abbiamo l’opportunità di sviluppare progetti sempre più sfidanti”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Palazzo Reale si tinge di blu Nivea per il lancio della nuova linea Hyaluron Cellular Filler

- # # #

nivea, adverteam

Successo per il PR launch event della nuova linea di prodotti anti age Nivea Hyaluron Cellular Filler, tenutosi nella suggestiva cornice di Palazzo Reale a Milano alla presenza di un’ambasciatrice d’eccezione, Monica Bellucci. Una serata di gala che ha visto la partecipazione di oltre 200 ospiti fra giornalisti e influencer italiani ed internazionali del mondo beauty e lifestyle.

Ad orchestrare ogni dettaglio, dal concept agli allestimenti, Adverteam che ha messo in campo tutto il suo il know-how e la sua creatività per realizzare un evento di tale portata in meno di un mese. “Beiersdorf è un cliente storico della nostra agenzia” commenta Alberto Damiani, socio di Adverteam, “e aggiudicarci la gara per la realizzazione di un progetto così strategico è stato particolarmente sfidante. Il nostro obiettivo era fondere i valori di famiglia, autenticità, fiducia e femminilità che da sempre contraddistinguono il brand Nivea con l’eccezionalità di un appuntamento che fosse davvero unico, curando ogni dettaglio con una sincronizzazione del timing al secondo”.

A partire dalla scelta di una location da “wow effect”, ma tutt’altro che semplice: la prestigiosa Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale, simbolo dell’eccellenza artistica italiana, luogo centrale nella vita e nella storia della città, che raramente viene concessa per l’organizzazione di eventi di carattere commerciale. “Per enfatizzare il prestigio e l’esclusività del luogo, abbiamo studiato insieme ai designer di Giò Forma un allestimento elegante e glamour che ha tinto di blu Palazzo Reale, creando un’atmosfera suggestiva e inedita” spiega Sara Bianchi, senior account di Adverteam. Illuminati da giochi di luce sulle tinte del bianco e del blu Nivea, raffinati salottini lounge hanno fatto da cornice al cuore della scenografia: un grande palco centrale dotato di maxi schermo per accogliere l’ospite d’onore. Ad amplificare il tutto l’elemento ricorrente degli specchi, da quelli antichi già presenti nella sala a quelli riprodotti sugli espositori, da sempre simbolo di femminilità e icona di bellezza.

“Trattandosi di una location storica che in quanto tale richiede particolari accorgimenti, abbiamo puntato su soluzioni ‘smart’ con allestimenti self standing ma di grande effetto scenico, come il tavolo digitale con monitor touch per fruire informazioni sui prodotti e sulla filosofia Nivea” sottolinea Allegra Calbi, senior producer di Adverteam. Inoltre, abbiamo dovuto fare i conti con la regolare apertura al pubblico di Palazzo Reale, con la conseguente necessità di programmare la preparazione dell’ingresso e delle sale proprio all’ultimo momento”. Ma un grande evento richiede anche un’attenta gestione del backstage. “Gli allestimenti all’interno di Palazzo Reale non hanno riguardato solo la scalinata e la sala principale” spiega Allegra Calbi. “Nella sala delle Otto colonne abbiamo allestito un set ad hoc utilizzato prima e dopo l’evento per interviste one-to-one e per il meet and greet con Monica Bellucci, moderato da Cristina Parodi”.

Ritmo serrato anche per la serata, programmata e diretta dall’agenzia milanese. Le porte di Palazzo Reale si sono aperte agli ospiti di NIVEA alle 19.30 con un welcome cocktail in attesa dell’arrivo di Monica Bellucci, programmato per le 20.00. Sul palco anche Andrea Mondoni, General Manager Beiersdorf Sud Europa per la presentazione di prodotto. A condurre la serata un volto noto della TV italiana, Cristina Parodi, scelta da Adverteam per dare un taglio istituzionale e giornalistico all’incontro tra due icone di bellezza: quella italiana, cinematografica e ammirata dal mondo intero di Monica Bellucci e quella fatta di cura per la pelle e di un profondo legame con le consumatrici di Nivea. A seguire la proiezione in anteprima assoluta dello lo spot in versione Director’s Cut da 60”, diretto dal celebre regista Bruno Aveillan accompagnato dal video di backstage. E per concludere con stile, cena a passaggio con il catering stellato di Andrea Ribaldone, chef dell’Osteria Arborina, sul sottofondo di un dj set d’atmosfera. All’uscita gli ospiti sono stati omaggiati con un’elegante Bag Nivea contenente una prestigiosa couvette di prodotti limited edition, progettata da Adverteam appositamente per la serata.

articoli correlati

AGENZIE

Mesauda Milano sceglie E3 per la content strategy e il social media management

- # # # # # #

Mesauda

Mesauda Milano, brand beauty made in Italy specializzato nella produzione di prodotti professionali per il make-up, si è affidato a E3, agenzia di comunicazione integrata del Gruppo DigiTouch, per la comunicazione del brand sui social media e per l’estensione della comunicazione anche al pubblico consumer, lavorando su attività mirate all’incremento della brand awareness.

Al fianco del cliente da novembre dello scorso anno per la copertura strategico-editoriale dei profili Facebook e Instagram del brand, E3 sta accompagnando il brand nella ridefinizione della strategia di comunicazione con l’obiettivo di estendere il presidio del brand al target consumer. A tal fine E3 ha realizzato uno studio sulla social brand identity di Mesauda Milano e ha offerto al brand soluzioni creative per la revisione della visual identity, del tone of voice e del posizionamento del brand sui social e per la realizzazione di progetti speciali nel corso dell’anno.

“Da 10 anni punto di riferimento di make-up artist e professionisti del settore, abbiamo deciso di aprirci anche ai consumatori finali. Riconoscendo il ruolo cruciale svolto dai social media per amplificare la conoscenza di un brand sul largo pubblico e avendo l’esigenza di essere affiancati da un partner dalla forte expertise in ambito beauty & lifestyle, abbiamo deciso di appoggiarci a un’agenzia specializzata e, nel panorama di specialisti in Italia, abbiamo scelto E3, avendone apprezzato l’approccio strategico-creativo ai social media e la particolare attenzione all’elaborazione ed alla distribuzione dei contenuti sui contenuti”, commenta Amit Buaron, CEO di Mesauda Milano.

“Siamo felici di poter collaborare con un brand made in Italy come Mesauda Milano e lieti che ci abbia voluto al suo fianco come partner di fiducia in questo periodo importante di cambiamento. Stiamo costruendo un team di specialisti che seguono il settore lifestyle e moda con grande interesse, pronti a cogliere stimoli creativi e novità di settore per tradurli in contenuti creativi ed editoriali di valore per il pubblico, con una particolare attenzione all’amplificazione del messaggio di brand ed alla creazione di contenuti dall’alto potenziale a livello di engagement in modo da rendere la marca sempre più rilevante per le persone per trasformare branding e engagement in un’unica esperienza omnicanale”, commenta Enrico Torlaschi, Managing Director di E3 (nella foto).

articoli correlati

NUMBER

Chi, cosa e come: i trend del settore beauty per il 2018 nei dati LOW, la unit di The Big Now

- # # # #

beauty the big now

Il 2017 è stato un anno di fondamentale importanza per il settore del beauty, nella quale ha dimostrato le sue vere potenzialità. Tanto che, secondo la “World Cosmetics Market Opportunities and Forecast 2014-2022“, il segmenta toccherà quota 430 miliardi di mercato globale entro il 2022. Una fotografia approfondita del settore, tratta da diverse ricerche (tra cui Pambianco), pensata specialmente per i professionisti del settore della comunicazione beauty, arriva dallo studio “Hello Beauty” realizzato da LOW, la unit di The Big Now.

“Come agenzia, specie in questo ultimo anno, abbiamo avuto modo di confrontarci in maniera diretta con il settore beauty attraverso diversi clienti. Ci è sembrato importante fare un punto dedicato a questa industry per arrivare preparati ai progetti futuri”, afferma Massimiliano Chiesa, Co-Founder e Chief of Creative Innovation di The Big Now. “Documenti come “Hello Beauty” sono per noi strumenti imprescindibili per approcciarsi in maniera coerente ai clienti e ai relativi consumatori. Condividerli anche all’esterno rappresenta per noi un ulteriore e significativo valore aggiunto”.

Arricchito da esempi e case study internazionali di riferimento, il documento redatto nella doppia versione italiana e inglese è suddiviso in 4 macroaree: People (a chi è rivolto il settore e gli insight dai consumi), Landscape (chi guida il cambiamento), On Trend (ingredienti, prodotti e servizi must-have) e What’s Next (previsioni e idee per l’anno futuro). Proponendo in chiusura un ulteriore capitolo-appendice con tutte le fonti utilizzate dall’agenzia per redigere il documento.

La parola dell’anno è, senza dubbio, “millennials“. Le ricerche Mintel a livello globale ci confermano che il focus di prodotti e comunicazione è stato sulla fascia d’età 18-35. I consumatori non si sentono più rappresentati dal numero d’anni, come nemmeno dal gender o dal body-type. Sono loro stessi che vogliono autodeterminarsi, a discapito dei brand che non dovranno più dirgli come sentirsi. Inoltre, il 40% di chi si trucca tra i 25 e i 34 anni si sente frustrato nel non trovare prodotti con l’esatta tonalità della propria pelle. I marchi della cosmesi più classici, quelli dei grandi gruppi come Estée Lauder o L’Oréal fanno però fatica a conquistare le più giovani. La comunicazione sui social media o l’utilizzo di influencer risulta forzato a differenza dei brand più giovani che risultano più abituati e credibili nell’utilizzo di queste metodologie di comunicazione. La soluzione? Acquisire!

Nel 2017 si è notata una prima apertura alla generazione più giovane, i Gen Z. Nati tra il 1995 e il 2010 condividono i nuovi valori millennials come equità e individualità. Questi sembrano pochi ma rappresentano il 26% della popolazione Italiana. Hanno dimenticato il computer e navigano solo dal loro smartphone, il che influisce nel processo di vendita. Secondo fonti Google su ricerche US, due giovani su tre acquistano online. In Italia ipotizziamo dati inferiori, questo non significa però che l’utilizzo dello smartphone non influisca sul processo d’acquisto.

La ricerca (scaricabile a questo link) è stata realizzata dal team interno a LOW composto da analyst e strategist il cui ruolo è di dare struttura alla creatività rendendola così mezzo effettivo per il raggiungimento dei risultati prefissati dalle aziende.

articoli correlati

AGENZIE

Connexia si aggiudica la gara per il lancio in Italia di Rouge Baiser Paris

- # # # # #

Connexia - Rouge Baiser

Rouge Baiser Paris, storico brand di make up parigino distribuito da Deborah Group, ha affidato a Connexia, dopo una gara, l’intera gestione della comunicazione per il lancio del brand in Italia, dalla strategia alla creatività, dall’implementazione di tutte le attività di PR e di social media strategy alla gestione del budget media per il canale digital, con l’obiettivo di sviluppare e rafforzare la brand awareness, rendere il marchio riconoscibile nel settore beauty e puntare a una posizione di leadership nel settore labbra.

Il brand francese porta con sé una storia lunga e piena di successi: nasce, infatti, nel lontano 1927 a Parigi e, nel giro di poco tempo, diventa simbolo di femminilità e seduzione. Il 2017 rappresenta l’anno in cui sbarca anche sul mercato italiano all’interno di profumerie selezionate e, proprio in occasione del lancio, Connexia si occuperà di definire e seguire l’intera strategia di comunicazione, dal posizionamento al concept creativo, dalla creazione e sviluppo di un sito multilingue fino all’ideazione e gestione dei piani editoriali per i canali social Facebook, Instagram e Youtube.

Con la firma del team creativo composto dalla Creative Director Clio Zippel, dal Deputy Creative Director Federico Mainardi e dal Senior Copywriter Gianluca Villa, sempre a cura di Connexia anche il coordinamento delle campagne ATL e la gestione di tutte le attività di PR & digital PR.

“Siamo davvero entusiasti di poter collaborare con una realtà come Rouge Baiser, un brand che vanta una storia piena di successi e da cui possono nascere infiniti spunti creativi in tutte le attività che seguiremo”, dichiara Paolo D’Ammassa, CEO di Connexia. Per la nostra agenzia è premiante essere scelta sempre più spesso dalle aziende come interlocutrice unica per tutte le attività di comunicazione: è un percorso a cui approdano molti grandi brand che scelgono di razionalizzare la moltitudine di attori abitualmente coinvolti nei loro processi di marketing e comunicazione, affidandosi a un referente unico, in grado di pensare creatività e contenuti in ottica multicanale e integrata in maniera nativa”.

“Tutto ciò che precede il lancio ufficiale di un brand determina sempre la riuscita dell’intero progetto. Il secondo semestre del 2017 ha rappresentato per Rouge Baiser un momento cruciale, che ci ha permesso, insieme al team di Connexia, di gettare le basi per lo sbarco ufficiale sul mercato italiano”, dichiara Malvina Cova, Direttrice Marketing di Rouge Baiser (nella foto). “Siamo fiduciosi che, insieme a Connexia, Rouge Baiser diventerà presto un brand amato e riconosciuto anche in Italia, proprio come già accade in Francia, dove rappresenta un must have che non può mancare nel beauty case di ogni donna”.

articoli correlati

AZIENDE

E3 firma #BaBylissForMosca, l’iniziativa social di Conair con il bomber Davide Moscardelli

- # # # # # #

Davide Moscardelli per la campagna social #BaBylissForMosca, firmata da E3

E3 ha proposto e realizzato per Conair Italy, filiale italiana della multinazionale americana leader nella produzione di apparecchiature elettroniche per hair-care e body-care, un progetto virale centrato sul coinvolgimento di Davide Moscardelli, calciatore attaccante e capitano dell’Arezzo, in qualità di brand ambassador del brand per BaByliss For Men.

Con il brand BaByliss For Men, Conair presidia in Europa il mondo del grooming maschile. Con l’obiettivo di aumentare la brand awareness e raggiungere un target maschile giovane e alla moda, E3 ha proposto un progetto che lega l’immagine di BaByliss For Men a un mito della rete per le community di appassionati di calcio. Agganciandosi alla presunta dichiarazione secondo cui Moscardelli avrebbe avuto l’intenzione di tagliare la folta barba, se l’Arezzo fosse passato in Serie B, l’agenzia ha ideato e sviluppato un progetto virale, che vede il brand come partner sostenitore della promessa del calciatore e che ha generato un elevato volume di conversazione in rete. Iniziato a fine aprile, il progetto si è articolato in tre fasi: una prima fase, teaser, che ha innescato un gioco di botta e risposta sui social media tra BaByliss for Men e Davide Moscardelli e che i fan hanno potuto seguire e arricchire con like, commenti e condivisioni a suon di hashtag #BaBylissForMosca; una seconda fase scattata con l’esito del campionato e che ha previsto una diretta Facebook e infine una terza fase in cui il brand ha trasmesso il momento in diretta tramite Facebook Live con la propria pagina.

Di partita in partita, BaByliss for Men ha dimostrato il proprio supporto a Moscardelli e alla sua squadra con dei post dedicati su Facebook. Anche se l’Arezzo non è passato in Serie B, Moscardelli ha deciso di regolarsi la barba. “Siamo molto soddisfatti di questo progetto perché ha dato un’elevata visibilità a BaByliss for Men e perché è stato in grado di coinvolgere ed emozionare il pubblico, aumentando il sentiment positivo nei confronti del nostro brand. La scelta del testimonial è stata vincente nell’ottica di connotare il nostro brand con un’icona dell’universo maschile in target con i nostri prodotti e potrebbero esserci altri spazi di collaborazione in futuro” ha commentato Laura De Bonis, direttrice marketing di BaByliss.
“Che i social media abbiano un’elevata capacità di amplificare le notizie in rete è un fatto indiscusso ma per riuscire davvero in questa mission è importante ideare dei progetti social basati sul real-time marketing. L’idea di cavalcare un trend del momento, legato alla dichiarazione di Moscardelli, e lo sviluppo di un efficace piano editoriale a supporto, hanno agito proprio in questa direzione, portando a BaByliss for Men un risultato concreto, di valore” ha commentato Federico Ceccarelli, direttore clienti di E3. Il progetto si inserisce nella collaborazione che E3 ha attivato con Conair Italia in seguito alla gara vinta per la gestione strategica e operativa della comunicazione sui social media dei brand BaByliss Paris e BaByliss for Men indetta dal brand nel primo quarter dell’anno. 21BE è l’agenzia che ha intermediato e reso possibile la collaborazione.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Change perspective to promote beauty”, l’intervento di Logotel al TEDx di Reggio Emilia

- # # # # #

Cristina Favini di Logotel al TEDx di Reggio Emilia

Pensare alla bellezza come chiave di lettura per riprogettare il nostro quotidiano, elaborare nuovi modelli di vita e creare impatti sulle persone. E’ stato questo il tema dell’evento “RETHINK: Change perspective to promote beauty“, organizzato dal TEDx ReggioEmilia lo scorso sabato 13 maggio al Centro Internazionale Loris Malaguzzi di Reggio Emilia. Un evento che ha visto, tra gli altri, anche la partecipazione di Cristina Favini Strategist e Manager of Design della service design company Logotel.

“La bellezza è un concetto chiave per interpretare il cambiamento perché è un bisogno che muove il fare” ha spiegato Cristina Favini nel corso del suo intervento al TEDx, “quando le persone incontrano e sperimentano la bellezza, si crea spiazzamento, si attivano attenzione, ascolto, predisposizione e si libera immaginazione, in sostanza si liberano nuovi comportamenti. Questo è quello che chiamiamo design del détournement, una ricerca di linguaggi estetici e di senso che devono far parte del progetto, ma anche della creazione di servizi, esperienze, trasformazioni. La bellezza è un bisogno primario dell’uomo, una vitale necessità, un incontro che cambia le cose.  Diventa importante per le imprese educarsi e educare a questa sensibilità perché se la bellezza deve essere negli occhi di chi guarda, deve certamente essere anche nella mente di chi progetta, sviluppa e realizza”.

Una serie di riflessioni che sono iniziate in Logotel negli ultimi anni nell’ambito di sviluppo di progetti che accompagnano la trasformazione delle e nelle imprese e che l’anno scorso hanno trovato ulteriore sviluppo nell’esperienza di “Poetry – 21 words for…”, la mostra che la service design company ha organizzato per la Milan Design Week 2016 con un focus specifico sulla ricerca sulla dimensione poetica dei progetti…

 

Continua a leggere su MyMarketing.Net!

articoli correlati

MEDIA

Store-telling in chiave native nel nuovo “la Rinascente Magazine”, in partnership con Condé Nast

- # # # # # # #

la Rinascente

È online il nuovo magazine la Rinascente, nato da una partnership tra Condé Nast e il “miglior department store del mondo” (come lo ha recentemente nominato il Global Department Store Summit 2016). Il Magazine è integrato nel sito corporate de la Rinascente e inaugura l’era dello “Store-Telling”, attraverso una nuova modalità di interazione tra contenuti, brand ed experience in store.

la Rinascente e Condé Nast hanno lavorato in stretta sinergia, sviluppando il concept del Magazine da un punto di vista editoriale e del design. Think Content, il team Condé Nast dedicato ai progetti di Native Content per i brand, ha impostato la content strategy, il tone of voice e le linee guida editoriali insieme al partner e ha creato una Newsroom dedicata.

Il progetto prevede la cura e la produzione di contenuti editoriali pensati e sviluppati su tematiche affini allo store e ai suoi brand. Un destination site che diventa quindi un polo di comunicazione de la Rinascente, attraverso contenuti che spaziano dal fashion al lifestyle, dal design al beauty.

Condé Nast supporterà e svilupperà il Magazine per due anni attraverso un piano di distribuzione dei contenuti all’interno delle proprie properties digitali (vogue.it, vanityfair.it, gqitalia.it) e un piano social all’interno della propria fan base, per rendere il progetto misurabile in base alla visibilità e all’esposizione dei contenuti prodotti.

“A un anno dalla nascita della Unit dedicata al Native Content, questa partnership ci conferma come quest’area di business stia diventando strategica e fondamentale per arricchire il bouquet del nostro asset digitale, che si dimostra elemento di turning point verso un digital habits ricco di nuove opportunità”, spiega Marco Formento, Senior VP Digital di Condé Nast.

Il progetto, partito meno di tre mesi fa, è stato generato dalla necessità del partner la Rinascente di una strategia di branding proiettata a una maggiore visibilità e aderenza fra il proprio Brand, il mondo luxury & fashion e relativa audience. Condé Nast ha risposto con un progetto di Premium Content Experience capace di coinvolgere l’audience con storytelling ad alto tasso di engagement e fortemente integrato alla valorizzazione della customer profilation del department store.

“Raccontare una storia online collegata all’esperienza fisica in-store permette di catturare un’audience sempre più ricettiva nel seguire quei Brand capaci di predisporre experience omni-channel e circolari attraverso i loro touch point. Il contenuto può diventare uno strumento sistemico per rafforzare l’heritage in-store de la Rinascente, valorizzando sul digitale, storie capaci di trasferire un racconto ricco di immagini, interazioni, ispirazioni e call to action verso lo store”, così dichiara Barbara Corti, Digital Product Director di Condé Nast e responsabile della Unit dedicata al Native Content.

articoli correlati

NUMBER

Estate, le campagne di turismo, food e beauty sono più performanti. I dati Rocket Fuel

- # # # # # #

Enrico Quaroni di Rocket Fuel

Investire sul digital advertising durante i mesi estivi è una mossa vincente perché le persone sono costantemente connesse tramite i loro smartphone o tablet anche quando sono in vacanza. Una ricerca di Rocket Fuel dimostra che in particolare nei mesi di giugno, luglio e agosto, gli investimenti pubblicitari su Internet mostrano una performance molto positiva (il 24% superiore alla media annua) e sono quindi un modo molto efficace per gli inserzionisti per raggiungere le persone a casa o ovunque siano in vacanza. La performance positiva degli annunci è correlata a una maggiore consumo dei media durante l’estate e questo aumento del consumo dei media può migliorare il rendimento della campagna.
L’azienda, grazie alla tecnologia cross-device permette di ottimizzare le campagne, “seguendo” gli utenti qualunque dispositivo utilizzino durante le vacanze. Con Rocket Fuel i marketer possono quindi raggiungere un individuo nel momento di maggiore “influenzabilità”, sul dispositivo più appropriato e con il giusto messaggio per ottimizzare i risultati della loro campagna anche quando sono lontani da casa. Inoltre, il successo di un marketer dipende dalla sua capacità di comprendere in quale momento un individuo specifico ha maggiore probabilità di eseguire un’azione definita per ottenere il miglior ROI possibile. Per fare questo bisogna analizzare molti più parametri relativi a come i diversi individui rispondono in diverse situazioni e decidere quali annunci mostrare, su quale dispositivo e in quale momento. Moment Scoring™ di Rocket Fuel effettua un calcolo in tempo reale, in base agli obiettivi di un marketer, su ogni possibile annuncio per determinare la probabilità che un consumatore esegua un’azione definita.
Alcuni mercati sono particolarmente avvantaggiati come ad esempio quello del turismo, food and beauty. Per il settore del turismo e viaggi in particolare, Rocket Fuel ha rilevato* un aumento medio del 24% nei mesi di luglio e agosto delle performance, a fronte di un -6% dell’ad delivery e un +16% del consumo dei media. Nel food & beuty invece è stato rilevato in agosto un +57% delle performance, un +49% nel consumo dei media a fronte di un -55% nel delivery.
I marketer possono ora capire meglio come i dati cross device influenzano la performance di una campagna e possono beneficiare di insight più approfonditi come proprietà del dispositivo, influenza cross-device e media mix ottimale anche nella pausa estiva.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

McCann Milano firma la campagna multimediale Elvive

- # # # # #

McCann - Elvive

È su un consumer insight illuminante che si basa la nuova campagna multimediale Elvive, su digital, stampa e out of home, firmata dal Beauty Team di McCann Milano: le donne italiane hanno una vera e propria ossessione per i capelli. Li vogliono sempre perfetti: morbidi, luminosi, mai imbarazzanti.

Fulcro della campagna sono alcuni video per la rete – online da oggi, 18 gennaio – in cui alcune donne si confessano raccontando la propria ossessione capelli. E il loro rapporto con il proprio shampoo specifico.

Questo invito a raccontarsi è esteso però sul digital a tutte le donne italiane con l’hastag #hairobsession, che rimanda a un’apposita pagina del sito loreal-paris.it, in cui un esperto consiglia la soluzione migliore per ogni ossessione capelli. Inoltre per una connessione immediata sono state coinvolte anche alcune delle pensiline ATM firmate Elvive, in cui L’Oréal Paris offre il wi-fi gratuito.

Il progetto è stato sviluppato dal Beauty Team di McCann Milano: client director Donatella Bizzari, account director Sarah Mazza, account Julie deBiolley con Silvia Appiani.
La creatività è di Adele Marrone, art director, e Cristina D’Anna, copywriter, con la direzione creativa di Aldo Guidi. Tv producer Paola Vittori.
Il video, prodotto da Collateral Films, è stato diretto da Elia Castangia.

articoli correlati

AZIENDE

È arrivato Wahanda: la piattaforma di prenotazione per il beauty sbarca anche in Italia

- # # # # #

Wahanda, portale di prenotazione online per i trattamenti di bellezza, prosegue il suo ambizioso processo di espansione in Europa lanciando il proprio servizio anche in Italia.

L’innovativa piattaforma online che conta già oltre 16.500 centri a livello europeo tra saloni di bellezza, parrucchieri, spa e centri wellness e il cui numero è in continuo aumento, consente agli utenti di cercare e prenotare in tempo reale 24/7 appuntamenti per il trattamento di cui si ha bisogno, filtrando la propria ricerca per tipologia di servizio, area geografica o fascia di prezzo.

Il lancio del servizio nel nostro Paese conferma il percorso di consolidamento della leadership di Wahanda nel settore, che negli ultimi sei mesi ha concluso ben cinque acquisizioni in Europa. Fondata nel Regno Unito nel 2008 da Lopo Champalimaud – veterano del mondo del web con alle spalle numerose esperienze, tra cui in lastminute.com – attualmente Wahanda è presente in dieci mercati europei: Regno Unito, Irlanda, Germania, Olanda, Belgio, Austria, Italia, Spagna, Francia e Svizzera.

“L’Italia rappresenta un mercato strategico per l’espansione del nostro business in Europa e ci aspettiamo di rafforzare la nostra leadership grazie al contributo di saloni e centri di bellezza riconosciuti e apprezzati in tutto il mondo per la creatività, la preparazione e l’innata vocazione a dettare tendenze nel settore della bellezza” ha dichiarato Lopo Champalimaud, CEO e Founder di Wahanda. “Wahanda approda in Italia con un’esperienza pluriennale e una conoscenza unica sia del mercato sia delle esigenze degli utenti, grazie agli oltre 20 milioni di persone in tutta Europa che già utilizzano con successo la nostra piattaforma di prenotazione online”.

L’espansione del servizio in Italia fa seguito ad un investimento di 65 milioni di euro da parte di Recruit Holdings – gruppo di investimento giapponese ora detentore della quota di maggioranza dell’azienda – e all’acquisizione in Francia di ZenSoon, entrambi annunciati ieri.

“Siamo entusiasti di lanciare Wahanda in Italia e di offrire ai nostri utenti un nuovo modo di approcciarsi alla salute, bellezza e benessere” ha commentato Nadia Sillano, Country Manager di Wahanda in Italia. “Wahanda non solo consente alle persone di avere finalmente uno strumento dedicato al benessere a portata di click, ma rappresenta per gli operatori locali un partner affidabile. Grazie al nostro software Wahanda Connect, che permette ai saloni affiliati di gestire in maniera semplice e sicura il loro business, li aiutiamo a sviluppare la loro presenza online e incrementare i loro appuntamenti con nuovi clienti.”

articoli correlati