MEDIA 4 GOOD

Quixa sostiene Dynamo Camp. Radio Dynamo, il primo progetto

- # # # #

Quixa - Dynamo Camp

Far vivere a bambini e ragazzi affetti da gravi patologie esperienze indimenticabili, in un luogo di serenità dove divertirsi, fare amicizia e crescere. Questo è l’obiettivo di Dynamo Camp, l’associazione che ha fondato il primo Camp di Terapia Ricreativa in Italia. Ed è a questo progetto che la compagnia online Quixa, in linea con la propria strategia di Corporate Social Responsibility, ha deciso di offrire il suo sostegno per i prossimi tre anni. A partire da Radio Dynamo, la web radio creata dalla onlus che trasforma in deejay sia gli ospiti del Camp, sia i piccoli pazienti di reparti pediatrici e strutture oncologiche sul territorio italiano.

Dynamo Camp è il primo Camp di Terapia Ricreativa in Italia che accoglie gratuitamente per periodi di vacanza e svago bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni, affetti da patologie gravi e croniche (principalmente oncoematologiche, neurologiche, diabete, malattie infiammatorie croniche dell’intestino, patologie reumatologiche, emiplegie e spina bifida, in terapia, nel periodo di post ospedalizzazione o in fase di remissione della cura). Qui i giovani ospiti vengono coinvolti in momenti divertenti e ricchi di emozione, con attività creative e sportive in grado di stimolare le loro capacità e di rinnovare la fiducia in loro stessi e nelle loro possibilità.

Con l’accordo Quixa diventa Corporate Partner di Dynamo, di cui condivide i valori, impegnandosi ad assicurare il proprio sostegno fino al 2018. Radio Dynamo è il primo progetto a cui Quixa contribuirà per il 2016. Si tratta di una delle iniziative speciali di Dynamo Camp: una web radio nata nel 2010 con la supervisione artistica di Radio Deejay, che può essere ascoltata in streaming all’indirizzo www.radiodynamo.it.

Il palinsesto è dedicato a un pubblico giovane fatto di amici, volontari e sostenitori di Dynamo Camp, con particolare attenzione ai ragazzi che hanno vissuto l’esperienza del Camp e a quelli che non hanno la possibilità di farlo per motivi di salute. I contenuti sono realizzati dai piccoli ospiti della struttura – dove è attivo un vero studio radiofonico – e dai bambini che lo staff Radio incontra negli ospedali italiani e in case famiglia, portando la Terapia Ricreativa di Dynamo Camp fuori dal Camp con attività di laboratorio in ludoteca o a bordo letto. In questo modo Radio Dynamo è in grado di raggiungere complessivamente circa 2.500 bambini e ragazzi ogni anno.

“Siamo molto orgogliosi di sostenere Dynamo Camp, che dedica da sempre la sua attività al sostegno dei bambini meno fortunati, offrendo loro tutta la serenità e la protezione di cui hanno bisogno per il proprio sviluppo personale e per affrontare la malattia”, ha dichiarato Filippo Sirotti, CEO di Quixa. “È un progetto che realizza in concreto valori, come l’impegno a favore della società e delle sue componenti più deboli, che Quixa persegue da tempo nell’ambito della strategia di Corporate Social Responsibility aziendale. Per questo abbiamo deciso di garantire già da ora il nostro supporto all’associazione per i prossimi tre anni”.

“Diamo il benvenuto a Quixa, azienda innovativa che siamo felici di avere tra i nostri partner per lo sviluppo di progetti con impegno pluriennale”, ha dichiarato Maria Serena Porcari, Vice Presidente Operativo di Dynamo Camp. “La rilevanza del gruppo a cui Quixa appartiene e l’entusiasmo con cui l’azienda ci ha scelto sono il punto di partenza per una collaborazione significativa e duratura”.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Margherita Buy testimonial di Fondazione Theodora Onlus

- # # # #

Fondazione Theodora Onlus

“Vedere un bambino che soffre ricoverato in ospedale è straziante. Per fortuna esistono persone come i Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus, veri professionisti del buon umore, che li aiutano ad affrontare tutto con positività. Un bambino sereno ha più forza per affrontare la sua malattia, ridere lo rende più forte.
Ho avuto occasione di andare in ospedale con i Dottor Sogni di Theodora e quello che ho visto non poteva lasciarmi indifferente. Per questo ho scelto, per quanto mi è possibile, di fare la mia parte. Io con i film racconto tante vite, tanti mondi ma sono proprio queste situazioni a riportarti alla realtà e a farti riflettere sulla fragilità umana. Il pensiero di fare qualcosa per gli altri ci consola. Aiutare gli altri fa bene, anche a chi lo fa. Per questo è importante sostenere Fondazione Theodora Onlus”.

A lanciare l’appello è l’attrice Margherita Buy, testimonial del progetto “Un sorriso per i bambini in ospedale” con cui Fondazione Theodora Onlus vuole garantire la visita dei Dottor Sogni ai bambini ricoverati nei reparti di oncologia e ai piccoli pazienti che devono affrontare un intervento chirurgico. Per contribuire, dal 10 al 24 gennaio 2016, bastano un SMS solidale o una chiamata da rete fissa al 45509 per donare 2 o 5 euro.

Con i fondi raccolti i Dottor Sogni potranno continuare la loro attività presso la Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, l’Ospedale San Gerardo di Monza, l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, il Policlinico Umberto I di Roma e presso l’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano, dove la Fondazione ha recentemente avviato un nuovo programma di visite, l’accompagnamento chirurgico. Il programma consiste nell’accompagnare il bambino che sta per affrontare un intervento chirurgico e la sua famiglia dal momento dell’attesa pre-operatoria fino al risveglio, con l’obiettivo di distendere le ansie ed abbassare il livello di stress del bambino e dei genitori.

I 30 Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus son artisti professionisti, specificamente formati per lavorare in ambito ospedaliero pediatrico, e portano un sorriso ai piccoli pazienti attraverso visite personalizzate in base all’età, all’umore, alla condizione medica e famigliare del bambino. In totale armonia con il personale medico e ospedaliero e nel rigoroso rispetto dei ruoli e delle competenze, si prendono cura della parte sana del bambino, che vuole esprimersi con la fantasia, lo stupore, il sorriso, la risata e anche il pianto. L’intervento dei Dottor Sogni non si traduce quindi in un semplice spettacolo di intrattenimento, ma mira a creare un rapporto di fiducia e di confidenza, basato sul gioco e sull’accoglimento delle emozioni.

Ogni anno i Dottor Sogni regalano la magia di un mondo a colori a oltre 35.000 bambini ricoverati in 40 reparti pediatrici di 18 ospedali italiani.

Per questo progetto Fondazione Theodora Onlus può contare sul sostegno di tanti amici come Filippo La Mantia, Massimilano Rosolino, Natalia Titova e degli sportivi Romano Battisti, Valerio Cleri, Tommaso Rinaldi e Flavia Tartaglini.

articoli correlati

AGENZIE

Al via la campagna SMS di Dottor Sorriso Onlus: clown in corsia per i bambini in ospedale

- # # # # # # #

Regalare un po’ di gioia e spensieratezza ai bambini ricoverati in ospedale, è questo lo scopo della nuova campagna SMS solidale della Fondazione Dottor Sorriso Onlus, La magia di un sorriso, attiva dal 14 al 27 settembre. Con un SMS al 45595 o con una chiamata da rete fissa allo stesso numero si può contribuire a garantire la presenza, una volta a settimana, per un intero anno, di due clown professionisti in 8 reparti pediatrici a lunga degenza e in 2 istituti di riabilitazione che ospitano bambini affetti da gravi disabilità intellettive e motorie.

Dottor Sorriso Onlus è la prima fondazione ad aver portato la clownterapia in Italia, quasi vent’anni fa, e oggi dona il sorriso a 18.000 bambini ogni anno. Il messaggio chiave della campagna, declinata per stampa, radio e tv, è questo: regalare la magia di un sorriso significa permettere ad un bambino di continuare a esserlo anche in ospedale. Su questo concept si basa lo spot tv di 30 secondi della campagna, in cui l’immagine di un bambino impaurito che cammina a fianco di un dottore lungo un asettico corridoio di ospedale, prende progressivamente vita: la carta si rompe e una gioiosa rivoluzione ha inizio. Il dottore si tramuta in clown e come prima cosa “esplode” il suo inconfondibile naso rosso. Il piccolo assume un volto e pian piano la sua espressione triste e impaurita si scioglie in un sorriso complice e divertito. Intorno tutto prende colore e sul soffitto spunta un variopinto arcobaleno. A commentare le immagini, raccontando cosa fanno ogni giorno i clown di Dottor Sorriso, è la testimonial della campagna, Rossella Brescia: “Grazie a loro i bambini in ospedale possono continuare ad essere bambini, aiutali a donare ancora più sorrisi!”.

La campagna è stata realizzata da Publicis (Direttori Creativi Esecutivi: Bruno Bertelli e Cristiana Boccassini; Associate Creative Director e Art Director: Tommaso Canal; Copywriter Senior: Graziano Nani; Account Director: Francesca De Mola; Casa di Produzione: Black Mamba; Regia: Antonino Valvo & Stefano De Felici; DOP: Giacomo De Vecchi; Edit, animation & compositing: Ramona Mismetti per See Mars; Producer: Costanza Mason; Direttore di Produzione: Massimo Possenti; Executive Producer: Stefano Monticelli).

Aragorn ha affiancato Fondazione Dottor Sorriso Onlus nel percorso di assegnazione dell’SMS solidale da parte delle compagnie telefoniche e si è occupata della veicolazione della campagna a livello nazionale attraverso la ricerca di spazi gratuiti presso concessionarie e l’attività di ufficio stampa su diversi media.

Grazie a questa campagna, i clown di Dottor Sorriso, artisti professionisti specificatamente formati per lavorare in ambito ospedaliero pediatrico,  potranno continuare la loro attività nei reparti pediatrici del Policlinico di Modena, del Policlinico Federico II di Napoli, della Clinica pediatrica “De Marchi” e dell’Ospedale “Ca’ Granda” di Milano, dell’Ospedale “Casa di sollievo della sofferenza” di San Giovanni Rotondo (FG) e dell’AO “Città della salute e della scienza” di Torino e presso gli istituti di riabilitazione “Sacra Famiglia” di Cesano Boscone (MI) e “La nostra famiglia” di Bosisio Parini (LC).

Il valore della donazione è di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca. Di 2 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TeleTu e TWT e di 2/5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.

articoli correlati