AZIENDE

AXA Italia lancia il video #EmpoweringWomen: 4 storie di successo al femminile

- # # # #

axa

Prosegue l’impegno di AXA Italia per l’empowerment al femminile. Dopo il flashmob #iononballodasola che ha visto partecipare più di 500 collaboratori per dire no alla violenza sulle donne, e l’inaugurazione del primo “Punto Donna” a Milano, spazio protetto dedicato al reinserimento sociale di donne vittime di violenza, AXA Italia lancia il video #EmpoweringWomen.

 

Il video racconta in una logica nuova la storia di 4 imprenditrici clienti di AXA Italia attraverso gli occhi delle persone che sono al loro fianco ogni giorno e che le accompagnano per costruire il futuro che desiderano. E lo fa puntando sull’effetto sorpresa, creando attesa e mettendo al centro le emozioni. Le testimonianze di genitori, amici, colleghi e compagni consentono di svelare il senso profondo del loro impegno e del loro lavoro, facendo emergere la passione che le anima, gli ostacoli che hanno dovuto superare e la determinazione nell’affrontare la loro personale sfida imprenditoriale al femminile.

 

Le 4 donne protagoniste sono Monica Archibugi, Fondatrice e CEO di “Le Cicogne”, un portale web e un’applicazione per smartphone che mette in contatto genitori e babysitter su tutto il territorio; Francesca Nadalini, Commercial Manager a fianco del padre Roberto presso l’azienda Ortofrutticola Nadalini, l’impresa di famiglia fondata dal nonno Bruno nel 1979; Mary Guercio, titolare di un salone di parrucchiere a Milano; e Lucia Frigerio, a capo dell’azienda di famiglia, la MFL Group, una multinazionale specializzata nella progettazione e costruzione di macchinari per la produzione di fili, cavi e funi.

 

 

#EmpoweringWomen è un progetto che svela in chiave emozionale cosa significa essere donne e imprenditrici oggi, con quattro testimonial reali, quattro donne imprenditrici clienti di AXA Italia raccontate attraverso le testimonianze di genitori, amici, colleghi e compagni.

 

“#EmpoweringWomen è un progetto che svela in chiave emozionale cosa significa essere donne e imprenditrici oggi, con quattro testimonial reali, quattro donne e clienti di AXA Italia che grazie alla loro forza, costanza e coraggio vorremo fossero di ispirazione per tutte le donne e facessero riflettere anche gli uomini”, ha spiegato Letizia D’Abbondanza, Chief Customer Officer del Gruppo AXA Italia. “Continuiamo a mettere al centro dei nostri progetti le persone e le loro storie vere, raccontando in modo inedito e innovativo come possiamo aiutarle a realizzare le proprie ambizioni. Questo significa empowerment ed è un ulteriore step nella nostra strategia per diventare un vero partner dei nostri clienti”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il Gruppo AXA lancia tre campagne pubblicitarie con al centro il cliente. Firma Publicis

- # # # # # #

Patrick Cohen_CEO Axa Italia

AXA Italia torna on air e mette al centro della campagna il cliente e le sue esperienze reali in rapporto a diversi bisogni di protezione, dall’ambito salute alle esigenze specifiche delle Piccole e Medie Imprese, raccontando l’impegno ad essere più di una semplice fabbrica di prodotti e servizi, ma un vero partner che lo accompagna dove e quando serve, con risposte semplici, chiare e immediate e servizi unici e innovativi.

Da sabato scorso è tornata in video la campagna pubblicitaria dedicata a My AXA, l’app che permette di avere tutti i servizi AXA a portata di touch. Nella campagna, firmata da Publicis Conseil e Publicis Italia e diretta dal regista australiano Ivan Grbovic, il Gruppo AXA Italia (nella foto il CEO Patrick Cohen) mette al centro il cliente, rendendolo protagonista di uno spot fresco ed elettrizzante, che unisce uno stile registico sofisticato a trovate ironiche, con spot da 30’’ e 15’’ multi-soggetto per la TV.

Dopo il via in radio lo scorso 7 ottobre, parte anche sulla stampa la campagna dedicata al tema della protezione della salute, “Soluzioni Salute AXA. Scelgo io come curarmi”, che sceglie il linguaggio dei selfie per dare concretezza al messaggio sulla centralità del cliente e dei suoi bisogni e come richiamo evocativo all’innovazione dei servizi offerti. I temi al centro della campagna sono la comprensione dei bisogni dei clienti, per affrontare i problemi dal loro punto di vista, in particolare su un tema importante come quello della salute.

Dedicata alle PMI, la campagna Buon Lavoro! incentrata sul concept “Libero di concentrarsi sul proprio lavoro. Al resto pensa AXA”, sarà on air dal 21 ottobre per due settimane nelle principali emittenti radiofoniche, con due soggetti dedicati e spot da 30’’ secondi e una successiva pianificazione stampa su testate di settore.

Con queste campagne AXA Italia continua a reinventare il linguaggio del settore assicurativo, raccontando direttamente la voce del cliente e concentrandosi sempre su soluzioni concrete per rivoluzionare la customer experience e semplificare la vita delle persone.

articoli correlati

COMMERCE

Ecco Fizzy: l’assicurazione di viaggio AXA basata su blockchain Ethereum

- # # #

fizzy

Un’assicurazione di viaggio basata su blockchain, che indennizza in automatico in caso di ritardo del volo aereo. Tutto questo è Fizzy, che da oggi sbarca nel nostro Paese grazie ad AXA: una protezione su misura che non potrebbe essere più semplice e accessibile: se il volo ha più di due ore in ritardo, il cliente viene indennizzato in maniera immediata e automatica.
Nessun modulo da compilare e nessuna trafila burocratica o tempi di attesa stressanti: il volo viene rimborsato non appena l’aereo atterra. Totale sicurezza e trasparenza, inoltre, grazie all’innovativa combinazione di assicurazione parametrica e tecnologia blockchain, che assicurano l’inviolabilità di dati e contratti e di conoscere in anteprima l’entità del rimborso.

La portata rivoluzionaria è anche nella totale assenza di esclusioni assicurative: l’indennizzo non dipende dalla motivazione del ritardo, sia che si tratti di condizioni meteorologiche, di guasti agli aeromobili o problematiche aeroportuali.
“AXA Italia mette di nuovo la tecnologia al servizio del cliente: con Fizzy lanciamo la prima assicurazione viaggio al mondo basata su tecnologia blockchain, semplice, automatica, trasparente, sicura e immediata. Vogliamo portare i nostri clienti in un mondo più accessibile e più veloce, grazie al rilascio continuo di innovazioni concrete e di valore, al pari delle aziende della new economy”, ha dichiarato Patrick Cohen (nella foto), CEO del Gruppo AXA Italia. “Fizzy fa tutto da sola, è talmente semplice da utilizzare da non aver bisogno nemmeno di un touch per attivarsi. Questo per noi vuol dire diventare partner e aiutare le persone a vivere meglio”.

L’utente potrà acquistare la polizza tramite il sito https://fizzy.axa seguendo le istruzioni, in qualsiasi momento entro il limite di 15 giorni prima della partenza del volo. Da quel momento la polizza viene registrata su un circuito immutabile basato sul sistema blockchain Ethereum, che crea un “contratto intelligente” e che dopo aver memorizzato i dati gestisce autonomamente i pagamenti, garantendo sicurezza, trasparenza e immediatezza, in quanto l’indennizzo dei costi del volo viene effettuato automaticamente non appena il sistema registra il ritardo.
Fizzy è un’assicurazione parametrica, dal momento che il costo della polizza si basa sui dati storici dei voli aerei degli ultimi 7 anni, attraverso l’utilizzo di algoritmi che agiscono tenendo conto di variabili quali il giorno del volo, l’orario o l’aeroporto di partenza.
Attualmente la polizza copre le principali tratte europee e internazionali da e verso gli aeroporti di Milano Linate, Milano Malpensa, Bergamo Orio Al Serio, Roma Fiumicino e Roma Ciampino e copre attualmente oltre 800.000 voli.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

AXA Italia rompe gli schemi e si affida agli youtuber per la nuova campagna virale

- # # # # #

AXA

Sottoscrivendo un prodotto di protezione in campagna presso le agenzie AXA o le filiali di Banca Monte dei Paschi di Siena, si potrà partecipare al concorso che mette in palio un premio settimanale del valore di 1.000 e 3.000 euro .
Per promuovere l’edizione 2017 della campagna “Realizziamo Buoni Propositi”, AXA Italia ha voluto rompere gli schemi, affidandosi alle superstar del web Il Milanese Imbruttito e Il Terrone Fuori Sede, che hanno realizzato due sketch virali da più di due milioni di visualizzazioni, tra Facebook e YouTube.

Nel primo video l’Imbruttito si trova a dover affrontare un Giargiapercorso purificativo per superare lo stress che contraddistingue la vita della città meneghina: riuscirà a rinunciare al cellulare, vestirsi comodo, parlare con il vicino di casa? O a non arrabbiarsi quando un signore anziano si scorda il PIN del Bancomat?

Nel secondo, invece, Il Terrone Fuori Sede è impegnato a mettere in pratica dei buoni propositi per integrarsi al Nord, tra cui: la puntualità, il pranzo salutista, l’adattamento al clima e la gita al lago!

Per partecipare al concorso, basta sottoscrivere entro il 2 dicembre una delle polizza in promozione nelle agenzie AXA o nelle filiali di Banca Monte dei Paschi di Siena ed inviare il codice univoco assieme al proprio nome e cognome via SMS, oppure sull’apposito sito, unitamente a indirizzo mail e numero di telefono. Ogni settimana verrà poi estratto un vincitore.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

AXA lancia la sua prima campagna brand globale con Publicis Conseil. Pianifica per l’Italia Havas Media

- # # # # #

AXA

AXA lancia “Believe in you”, la nuova campagna brand che sarà diffusa in Europa, Asia e America Latina, in onda da ieri sulle principali reti televisive italiane. Si tratta della prima campagna di AXA a livello globale. Al centro, il tema dell’“Empowerment”, ovvero aiutare le persone a vivere una vita migliore.

La campagna racconta la storia di una cliente, Lisa, insegnante in missione umanitaria, che rimane ferita e intrappolata sotto le macerie durante il terremoto in Nepal nel 2015. Lisa, ritrovata in stato di shock, è stata visitata dal dott. Gabriel, inviato da AXA, che si è occupato di lei, coordinando il suo rimpatrio e accompagnandola nel percorso di riabilitazione. La pronta assistenza ricevuta le ha permesso di ricominciare a vivere la propria vita e ritrovare la forza di credere in sé stessa.

 


Quello di Lisa è stato uno dei 67 casi di cui si è occupata AXA nella prima settimana successiva al terremoto.

“La nuova campagna globale rappresenta un’evoluzione importante nella nostra strategia pubblicitaria perché sposta il punto di vista dalla competenza di AXA ai clienti, alle loro storie, e a come l’azienda sia parte del loro percorso, per aiutarli a vivere una vita migliore”, ha dichiarato Maria Letizia D’Abbondanza, Chief Customer Officer di AXA Italia.

Partita domenica 15 ottobre, la campagna pubblicitaria sarà on air sulle principali reti televisive italiane nei formati 60” e 30” secondi; in sinergia saranno attivati anche i canali online e dal 19 ottobre il mezzo cinema.

La campagna è stata realizzata da Pubblicis Conseil. Il centro media è Havas Media che ha realizzato il planning della campagna per l’Italia.

articoli correlati

TECH & INNOVATION

AXA lancia Give Data Back, piattaforma di condivisione dei Big Data con i clienti

- # # # #

AXA

Con Give Data Back  AXA diventa la prima compagnia assicurativa al mondo a mettere disposizione di tutti i propri Big Data: la piattaforma consente di verificare i rischi relativi a furti e danni da acqua nella propria zona (frequenza, costo medio, mesi di maggior incidenza) e di ricevere consigli utili per prevenirli.

Le potenzialità di Give Data Back sono enormi, grazie a un database che raccoglie complessivamente oltre 500.000 polizze in Italia per gli anni 2014, 2015 e 2016.

Qualche esempio :

• In Italia viene denunciato un furto ogni 4 ore per un costo medio di 1.483 euro che può salire fino a quasi 80.000 euro. I mesi in cui si registrano maggiori denunce sono gennaio, febbraio e novembre.
• I danni da acqua – come ad esempio piccole perdite o scoppio delle tubature – si verificano invece ogni 42 minuti per un costo medio di 1.057 euro, ma possono salire fino a €60.000. I mesi più rischiosi sono gennaio, marzo e ottobre.
• Le differenze tra regione e regione possono essere anche molto elevate: in Lombardia infatti viene denunciato un furto ogni 9 ore (per 1.490€ in media), mentre nel Lazio ogni 8 giorni (2.461€). Se si passa ai danni da acqua la differenza passa invece da una segnalazione ogni due ore (1.034€ in media) a una ogni 10 ore (1.077€).

La piattaforma di AXA rende pubblici i dati relativi ai sinistri denunciati in sei Stati europei (Belgio, Francia, Germania, Italia, Spagna e Svizzera) su tre livelli: nazionale, regionale e locale. Inoltre, Give Data Back fornisce informazioni pratiche relative ai costi medi e agli inconvenienti che possono sorgere, offrendo anche numerosi suggerimenti degli esperti di AXA e dei singoli utenti per impedire che tutto ciò si verifichi di nuovo.

“Grazie a Give Data Back continuiamo a reinventare il nostro ecosistema di servizi innovativi per mettere sempre di più il cliente al centro e diventare veri partner delle persone in ogni momento della vita”, ha dichiarato Patrick Cohen, CEO di AXA Italia (nella foto). “Give Data Back è uno strumento eccezionale che ci permette di migliorare la vita delle persone attraverso informazioni utili e consigli mirati sulla casa, uno dei patrimoni più importanti per gli italiani. Il tutto in una logica collaborativa e di miglioramento continuo”.

La piattaforma offre un’esperienza di condivisione e partecipazione: chiunque può contribuire alla sua evoluzione, esponendo i propri suggerimenti e le proprie esperienze. Il contenuto viene poi visualizzato in base alla popolarità: gli utenti possono votare i suggerimenti che trovano più utili e condividerli su Facebook e Twitter o via email.

AXA, inoltre, si assicura che i dati disponibili sul sito e il loro utilizzo siano conformi alle leggi sulla riservatezza dei dati. Ad ulteriore conferma dell’impegno portato avanti in questo campo, nel 2015 la compagnia assicurativa ha creato il Data Privacy Advisory Panel, composto da un board di esperti indipendenti su tutte le tematiche inerenti a privacy e riservatezza dei dati.

 

articoli correlati

AZIENDE

Una nuova struttura organizzativa per AXA Italia, “from payer to partner”

- # # # # # #

From Payer to Partner: la nuova struttura organizzativa AXA Italia

AXA rinnova e semplifica il proprio modello organizzativo in Italia per accelerare la trasformazione “from payer to partner” dei clienti e della società. Per favorire l’implementazione del nuovo modello sono state individuate cinque leve fondamentali:
1. Semplificazione della filiera decisionale e delle responsabilità, con l’eliminazione delle Direzioni Generali per canale e la riduzione del numero di comitati e dei livelli gerarchici, così da ridurre la complessità e contribuire a rafforzare una cultura comune di AXA in Italia.
2. Creazione di una funzione Customer, che promuova sempre di più la centralità del cliente, attraverso l’accorpamento al suo interno delle funzioni Marketing, CRM, Digital e Strategia.
3. Realizzazione del modello omnicanale, con una struttura di riferimento unica per tutte le attività di distribuzione e vendita per il canale agenziale, bancario e delle partnership.
4. Conferimento della responsabilità del risultato operativo alle due linee di business, Danni (P&C) e Vita (L&S), in analogia con quanto avviene a livello di Capogruppo AXA SA.
5. Creazione di una Direzione Transformation per rendere la compagnia più agile, veloce ed efficiente.

“Il nuovo modello organizzativo è un passaggio centrale per essere più semplici, agili e fare la differenza per i nostri clienti” ha dichiarato Patrick Cohen, CEO di AXA Italia. “Vogliamo trasformarci da “liquidatori di sinistri” in partner dei clienti e della società (“from payer to partner”) in grado di offrire un ecosistema di servizi innovativi che rispondano alle loro esigenze. Per fare ciò ci servono cultura di forte imprenditorialità, velocità nell’esecuzione e focus sull’eccellenza tecnica”. Fanno parte del Management Committee AXA Italia i diretti riporti del CEO: Domenico Martiello per la Direzione Distribution & Sales
• Armando Ponzini per la Direzione Danni (P&C); Michele Spagnuolo per la Direzione Vita e Previdenza (L&S); Giacomo Gigantiello per la Direzione Transformation; Roland Moquet per la Direzione Finance; Maurizio Rainò per la Direzione Claims; Maurizio Di Fonzo per la Direzione Risorse Umane, Organizzazione e Change Management; Isabella Falautano per la Direzione Communication, Corporate Responsibility & Public Affairs; Fabio Accorinti per la Direzione Corporate Governance & Compliance; Sandra Ratovonarivo per la Direzione Rischi.

La responsabilità della Direzione Customer, che comprende gli ambiti Marketing, CRM, Digitale e Strategia sarà assunta ad interim dallo stesso Patrick Cohen. Béatrice Derouvroy, già Direttore di AXA MPS, assume il nuovo incarico quale Strategic Advisor Bancassurance di Paul Evans, Group CEO AXA Global Business Life, Savings & Health e di Patrick Cohen. “Ringrazio Béatrice per i numerosi risultati raggiunti in questi quattro anni nello sviluppo della nostra joint-venture con MPS e di altre partnership” sottolinea Cohen. “La passione che mette ogni giorno nello svolgere il proprio lavoro ha fortemente contribuito al nostro business.”

articoli correlati

MEDIA

Facchinetti testimonial dei “buoni propositi” di AXA Italia

- # # # # #

axa facchinetti

AXA Italia aiuta i propri clienti a realizzare i loro buoni propositi: sia che si tratti di un corso di lingua o di cucina, oppure di un abbonamento in palestra o di una piccola ristrutturazione in casa, grazie al concorso “Realizziamo Buoni Propositi” sarà possibile vincere un voucher dal valore massimo di 3.000 euro per concretizzare i propri desideri.

Fino al 27 novembre, infatti, a fronte dell’acquisto di uno dei prodotti assicurativi di protezione o investimento in concorso, ogni cliente riceverà una cartolina con il codice promo da utilizzare sull’apposito sito oppure tramite SMS, e ogni settimana verrà estratto almeno un vincitore.

Testimonial d’eccezione della campagna è Francesco Facchinetti, che è stato protagonista di una “candid camera” diventata un video virale sul web. Attraverso un totem interattivo installato presso la sede AXA di Milano in Corso Como, Facchinetti ha invitato i passanti a realizzare in quel momento esatto il loro “buon proposito”: una simpatica gag con tanto di “happy ending” in cui i partecipanti hanno potuto conoscere dal vivo il testimonial, nascosto dietro il totem.
Il video viral e i dettagli del concorso sono disponibili sul sito axabuonipropositi.it e sulle pagine web e social di AXA Italia.

articoli correlati

AZIENDE

BlaBlaCar e AXA lanciano la prima copertura assicurativa dei viaggi in auto condivisi

- # # # # #

BlaBlaCar e Axa insieme per assicurare le auto condivise

BlaBlaCar, community per i viaggi in auto condivisi, e AXA, brand assicurativo, annunciano oggi l’avvio di una partnership per offrire agli utenti italiani della piattaforma una copertura assicurativa aggiuntiva rispetto alla RCA obbligatoria per tutte le auto e pensata appositamente per le esigenze dei viaggiatori in ride sharing, che per beneficiarne non dovranno sostenere alcun costo. La partnership tra BlaBlaCar e AXA si estende all’Italia dopo il lancio in Francia, Gran Bretagna e Spagna, e rappresenta un’iniziativa pionieristica nell’ambito del ride sharing.

“La partnership tra BlaBlaCar e AXA è ambiziosa per entrambe le parti per via della sua natura così innovativa”, dichiara Andrea Saviane, Country Manager Italia di BlaBlaCar. Che spiega: “La community di BlaBlaCar, che oggi conta oltre 20 milioni di persone, è basata sulla fiducia, e la possibilità di beneficiare di un’assicurazione aggiuntiva contribuisce a rendere i viaggi condivisi ancora più sereni sia per i conducenti che per i passeggeri. Per noi si tratta del primo grande passo verso una serie di servizi più ampia che vorremmo offrire presto ai nostri utenti, in Italia e in tutto il mondo”.

La copertura garantita da AXA per la community italiana di BlaBlaCar include l’assistenza stradale, che garantisce il soccorso stradale qualora il veicolo non sia in grado di circolare autonomamente; le spese di pernottamento2 per il conducente e i passeggeri o, in alternativa, il rientro al proprio domicilio in Italia o la prosecuzione del viaggio con soluzioni alternative nel caso il veicolo resti immobilizzato e il punto di assistenza sia chiuso o la manodopera non eseguibile entro le 3 ore. Copre, inoltre, la spedizione al passeggero degli oggetti personali dimenticati a bordo del veicolo del conducente. E prevede, infine, la tutela legale del conducente relativamente ai sinistri stradali.

L’assicurazione sottoscritta da BlaBlaCar con AXA grazie alla loro partnership sarà attiva per tutti i viaggi a cui partecipi almeno un passeggero e che siano stati organizzati con il sistema di prenotazione online, che prevede che il contributo spese venga versato da parte del passeggero con carta di credito, prepagata o PayPal. Il sistema è ora attivo per i viaggi la cui partenza e l’arrivo siano in Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia, Toscana e Sardegna; sarà poi esteso gradualmente a tutto il territorio nazionale nel corso del 2016.

“La partnership con BlaBlaCar ha un valore strategico per AXA in quanto conferma il nostro posizionamento come compagnia assicurativa innovativa, capace di rispondere ai bisogni che emergono con l’affermarsi della sharing economy» dichiara Gianluca Zanini, Head of Partnership and Innovation leader di AXA. “Condividere un viaggio è una formula di spostamento in rapida crescita in tutta Europa, con benefici a livello economico, sociale e ambientale per tutti coloro che la adottano. Siamo convinti che AXA possa avere un ruolo importante nel consolidamento del ride sharing, che si fonda sulla fiducia e, come tale, può essere rafforzato dall’assicurazione”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Nati per Proteggere”: di nuovo in tv Biagio, l’agente liquidatore di AXA

- # # # #

Tornano nuovamente on air le storie di protezione di AXA, raccontate dall’agente Biagio. Sono le storie di “Nati per Proteggere”, il progetto lanciato da AXA nel 2014 per dare voce alle storie di protezione e ai loro protagonisti, che dal 4 ottobre diventa una campagna di comunicazione integrata incentrata sulla protezione delle piccole e medie realtà imprenditoriali italiane.

La campagna, firmata da Publicis, narra la storia di Alice e Marco, titolari di un ristorante che, in seguito agli ingenti danni causati da un nubifragio, può tornare velocemente in attività grazie all’aiuto e alla disponibilità dell’agente Biagio, protagonista dei filmati, che evidenzia chiaramente la missione di AXA: “Proteggere è per tutti un istinto innato, ma per me è una vocazione”.

La pianificazione prevede quattro settimane sulle principali emittenti digitali e satellitari (Rai, Publitalia, La7, SKY, Discovery Channels) con spot da 15’’ e 30’’, e a seguire altre due settimane – a novembre – sui più importanti canali radiofonici. Completa una pianificazione su media digitali, con un mix di video online, banner, native advertising e social campaign.

A questo si aggiungono due pagine intere sui principali quotidiani nazionali di ringraziamento per tutti coloro che finora hanno votato le storie di protezione del concorso online “Nati per Proteggere”, con cui AXA per il secondo anno premia le piccole, grandi storie di protezione di tutti i giorni. Le pagine invitano a proseguire tra il 5 ottobre e il 13 novembre le votazioni online degli 8 finalisti del concorso, che decreteranno il vincitore di un premio di 50.000 euro.

Anche il sito di Nati per Proteggere riceve un restyling per l’occasione, che portano in home page, ben visibili, i banner che rimandano alle storie in gara, oltre a una dettagliata descrizione di ognuna di esse e il relativo pulsante per votarle a partire dal 5 ottobre

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

ActionAid e Fondazione Milan contro la discriminazione di genere e l’esclusione

- # # # # # # #

L’organizzazione internazionale ActionAid Italia International e la Fondazione Milan Onlus scendono in campo insieme per promuovere lo sport quale strumento per combattere gli stereotipi di genere l’esclusione sociale, favorendo l’inserimento formativo e lavorativo dei giovani NEET nelle aree periferiche di Milano.

Due sono infatti i progetti ActionAid che Fondazione Milan ha scelto di sostenere: Play for Change e Lavoro di Squadra.
Il primo, finanziato dalla King Budouin Foundation e realizzato in partnership con ActionAid Italia e AC Milan, è centrato sulla lotta all’esclusione sociale e alla discriminazione di genere, e coinvolgerà circa 100 insegnanti e 1000 bambini e bambine dagli 8 agli 11 anni di quattro città italiane: Bari, Messina, Milano e Napoli. I bambini e le bambine coinvolti/e nel progetto avranno l’opportunità di partecipare a corsi di educazione psicomotoria realizzati da allenatori professionisti e tecnici esperti di AC Milan, durante l’orario scolastico nella struttura dove gli alunni seguono abitualmente le lezioni di educazione fisica, usufruendo delle competenze di allenatori esperti per garantire attività idonee per la loro età, volte a migliorarne non solo la condizione fisica, ma anche e soprattutto la capacità di lavorare in squadra, nel rispetto dell’altro e delle regole. Nell’ambito del progetto, gli alunni seguiranno un percorso ludico – didattico dal titolo Io mangio tutto, volto ad avvicinare i bambini e le bambine a temi importanti e sempre più attuali quali il diritto al cibo e l’inclusione sociale, usando un linguaggio adeguato e giochi. È prevista anche un’attività di scambio via mail e Skype tra le scuole italiane coinvolte e una scuola in India, situata in uno dei villaggi dove opera ActionAid, con lo scopo di mettere in contatto bambini e bambine che vivono in Paesi e contesti culturali, sociali ed economici differenti. Il tema della discriminazione di genere in famiglia, nella società, nei media e nello sport verrà approfondito invece attraverso il secondo percorso dal titolo Nei Panni dell’Altra, nell’ambito del quale gli studenti avranno la possibilità di confrontarsi sugli stereotipi di genere attraverso strumenti facili e di immediata comprensione, come giochi di ruolo, discussioni in classe e attività motorie.
Il progetto Play for Change terminerà a giugno, quando sarà realizzato un Torneo Sportivo a Milano, al quale parteciperanno delegazioni di alunni di ogni Istituto Scolastico.

Il secondo progetto, Lavoro di Squadra, promosso da ActionAid e Fondazione Milan in partnership con AXA Cuori in Azione, e con il supporto operativo del Centro Vismara, è un percorso annuale (marzo 2015 – febbraio 2016) che coinvolge giovani dai 15 ai 24 anni residenti ella Zona Milano Gratosoglio (Zona 5) e si pone l’obiettivo di contribuire all’attivazione di giovani NEET (Not in Education, Employment or Training), proponendo un percorso gratuito fatto di attività motoria e sportiva di qualità, di “allenamento motivazionale”. La pratica sportiva, infatti, se impostata in modo appropriato, può dare una risposta alla sfiducia e al rischio di esclusione e disagio sociale, in quanto aumenta l’autostima e la fiducia in sé stessi, sviluppa il senso di squadra e di collaborazione e aiuta a ragionare per obiettivi motivando a raggiungerli. A partire dalle risorse personali e di rete di ciascun partecipante, i partner tecnici del Milan e ActionAid costruiranno un percorso di miglioramento della situazione dei ragazzi, in particolare mediante azioni che possano permettere un’attivazione dei giovani e li aiutino a ritrovare la motivazione per cercare un’occupazione professionale, un’attività di volontariato sul territorio, oppure riprendere un percorso di formazione. Attraverso un servizio consulenziale e l’uso di strumenti e metodologie specifiche, i ragazzi verranno aiutati ad individuare un proprio progetto professionale e formativo, partendo dai bisogni espressi e dalle risorse di ciascun partecipante.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

AXA torna in TV e sul web con una nuovo soggetto della campagna “Nati per Proteggere”

- # # # # # #

È in Tv sulle principali reti nazionali, e con un’intensa attività anche sul web, la seconda wave della campagna AXA “Nati per Proteggere”, che si arricchisce anche di un nuovo soggetto. La campagna, firmata da Publicis, dopo il successo dello scorso anno sarà protagonista anche nel 2015 della comunicazione di AXA che, in un mercato che diventa sempre più competitivo ma fatica a parlare dei valori sociali dell’assicurazione, punta fortemente a differenziare AXA come la compagnia che è sinonimo del concetto di protezione.

Tre sono le parole chiave su cui si sviluppa la campagna: “prevenire”, “sostenere” e “accompagnare”. Gli spot raccontano infatti come dietro il primo brand assicurativo al mondo (classifica Interbrand 2014) ci siano persone che lavorano ogni giorno per prevenire i rischi, dare sicurezza ai propri clienti e fornire loro assistenza a 360 gradi nelle situazioni di difficoltà, andando oltre le aspettative: prima attraverso la ricerca e la prevenzione, durante con l’assistenza e la tempestività, dopo tramite la consulenza e il supporto.

Protagonisti della campagna sono le storie vere di persone di AXA, che con il loro lavoro, la loro passione, il loro impegno, dimostrano come la protezione, non solo delle persone ma anche delle imprese, sia una vera e propria vocazione. Persone come Raúl, il protagonista del nuovo soggetto di “Nati per Proteggere”, liquidatore grandi sinistri che, grazie al coordinamento di professionisti specializzati nell’assistenza, nel salvataggio e nella bonifica, garantisce al titolare di un’azienda distrutta da un incendio, la continuità delle proprie attività, la sopravvivenza del business e la conservazione del posto di lavoro dei dipendenti. Un’ennesima testimonianza, quella di Raúl, che mette in evidenza come AXA continui a volersi differenziare sul mercato come Brand vicino ai bisogni del Cliente anche nei momenti più estremi.

Nel 2015 il planning della campagna televisiva, fatto da Havas Italia, prevede una presenza più massiccia e continua dello scorso anno, presenza che si distribuisce con flights regolari ed è integrata da campagne web – display e video – che coprono tutti i mesi dell’anno. Oltre all’advertising sono in deciso aumento le attività social e l’utilizzo interattivo delle piattaforme di proprietà.

articoli correlati