MEDIA

Avvenire festeggia il mezzo secolo di vita con tre edizioni speciali fino al 6/12

- # # # #

avvenire

Il 4 dicembre 1968 faceva il suo esordio in edicola Avvenire: domani, a distanza di mezzo secolo esatto, il quotidiano nazionale di ispirazione cattolica si propone in una veste grafica rinnovata, in occasione del cinquantesimo anniversario della sua fondazione e nel pieno spirito di una testata che da sempre guarda avanti, in un’ottica di continuo miglioramento attraverso l’innovazione.

Dal 4 al 6 dicembre, inoltre, sarà possibile conoscere e far conoscere il nuovo Avvenire a soli 50 centesimi, in tre edizioni speciali che avranno un incremento di diffusione e di foliazione: un’ampia parte centrale a colori sarà dedicata ai grandi temi di attualità al centro del dibattito sociale, politico ed etico del nostro tempo, analizzati e commentati per fornire al lettore uno sguardo al futuro.

“Oggi celebriamo un anniversario importante, confermando lo stile informativo che contraddistingue Avvenire: porre al centro il dialogo costante con il lettore con il quale interagiamo sia sugli argomenti che ogni giorno affrontiamo nei nostri articoli di cronaca e negli approfondimenti, sia sul modo con il quale li proponiamo”, spiega il direttore Marco Tarquinio. “Abbiamo rinnovato la veste grafica del quotidiano, proprio sulla base delle osservazioni giunte attraverso lettere e email. Per questo contributo essenziale ringraziamo per primi coloro che ogni giorno ci danno fiducia e ci consentono di crescere: i nostri lettori.”

In questo mezzo secolo lo sguardo al futuro di Avvenire si è esercitato in modalità e forme differenti, ma senza che mai sia venuta meno la coerenza di fondo alla missione di “fare del bene” ai lettori assegnata a suo tempo alla redazione da papa Montini.
Anche i numeri testimoniano il successo costante di questa impresa: oggi, tra i giornali generalisti, Avvenire è quarto per diffusione cartacea e quinto sia per diffusione complessiva che per diffusione digitale (fonte ADS: media giornaliera 2017 pari a 110.887 copie).

Risultati importanti nel panorama mediatico nazionale, raggiunti grazie alla continua tensione verso l’innovazione che ha trasformato la testata in una vera e propria piattaforma informativa, con versione cartacea e digitale, applicazioni per smartphone e tablet, sito web e social network Facebook, Twitter, YouTube. La presenza capillare sul territorio, inoltre, è in crescita continua, andando ad ampliare e a rinnovare la base dei lettori: Avvenire oggi ospita le pagine di 29 diocesi ed è presente in oltre 1.500 punti Buona Stampa presso parrocchie di 91 diocesi; attraverso l’iniziativa “Popotus in classe” raggiunge, infine, circa 1.600 scuole per un totale di circa 75.000 studenti.

Il sito web avvenire.it celebrerà l’anniversario con un’apertura speciale in formato prestitial: in fase di accesso appariranno la prima pagina del 4 dicembre 1968 e la prima del 2018, per poi accedere alla home page della testata.

articoli correlati

AZIENDE

I 50 anni di Avvenire: lancio del volume “Voci del verbo Avvenire” e campagna adv

- # # # #

Avvenire

È stato presentato ieri a Milano il libro “Voci del verbo Avvenire – I temi e le idee di un quotidiano cattolico 1968-2018”, realizzato in occasione dei 50 anni di Avvenire, il quotidiano nazionale di ispirazione cattolica, quinto in Italia per diffusione (fonte ADS: media giornaliera 2017 pari 110.887 copie). Il volume, edito da Vita e Pensiero, propone le riflessioni originali di grandi firme di Avvenire sulla politica, l’economia, la società, la scienza, la cultura e la fede ed è curato dal giornalista e scrittore Alessandro Zaccuri.

La pubblicazione si propone di confermare l’impegno del quotidiano, nato nel 1968 per volere di Papa Paolo VI, la sua presenza forte e riconoscibile nel dibattito pubblico del nostro paese, la proiezione chiara e consapevole verso il futuro dell’informazione cattolica.

Donato lo scorso 1° maggio al Santo Padre, durante l’udienza riservata a tutti i dipendenti di Avvenire e alle loro famiglie, “Voci del verbo Avvenire” è da ieri a disposizione dei lettori, mentre da giugno sarà inviato con una lettera del presidente della Conferenza episcopale Italiana cardinal Gualtiero Bassetti ai parroci italiani, nonché distribuito durante gli appuntamenti estivi delle Feste di Avvenire organizzate in molte città italiane, per coinvolgere le comunità in una riflessione sul futuro della comunicazione e dell’informazione.

“L’obiettivo di questo libro è quello di fornire una testimonianza corale sull’impegno informativo di qualità e “fuori dal coro”’ con cui Avvenire cerca di aiutare i lettori a confrontarsi su temi di sempre più stringente attualità che fin dalla fondazione il nostro giornale ha trattato in una forma che oggi definiremmo glocal: dal panorama internazionale ai processi sociali in corso nella realtà italiana, dall’esigenza e dalle concrete pratiche di giustizia in un mondo sempre più pieno di disuguaglianze alla necessità di confrontarsi con i promettenti progressi della scienza ma anche con il rischio che il post-umano inclini al disumano”, afferma il Direttore Marco Tarquinio (nella foto).

Anche i numeri testimoniano il ruolo di primo piano di Avvenire nel panorama dell’informazione italiana, con traguardi raggiunti grazie alla continua tensione verso l’innovazione che ha trasformato il quotidiano in una vera e propria piattaforma informativa (cartacea e digitale, applicazioni per smartphone e tablet, sito Avvenire.it e social network Facebook, Twitter, YouTube). La presenza capillare sul territorio, inoltre, è in crescita continua, andando ad ampliare e a rinnovare la base dei lettori: Avvenire oggi ospita le pagine di 29 diocesi ed è presente in oltre 1.500 punti Buona Stampa presso le parrocchie in 91 diocesi; attraverso l’iniziativa “Popotus in classe” raggiunge circa 1.600 scuole per un totale di circa 75.000 studenti.

“Le 110.000 copie diffuse ogni giorno, la percentuale di abbonati più elevata tra tutti i quotidiani italiani (80% dei lettori) e il trend di crescita della diffusione, costante e inint errottodal 2002, dimostrano che i lettori riconoscono nel nostro quotidiano un livello di qualità molto alto, forte di un rapporto di fiducia che poche altre testate possono vantare”, afferma Paolo Nusiner, Direttore Generale di Avvenire.

Presentato anche il ricco calendario di iniziative speciali programmate lungo tutto il 2018, tappe di un percorso che culminerà il 4 dicembre 2018, giorno esatto della pubblicazione del primo numero di Avvenire nel 1968, con un numero speciale del quotidiano cartaceo rinnovato nella sua veste grafica e con un incremento di diffusione e di foliazione, grazie a una parte centrale a colori dedicata al libro e alla storia del giornale.

Il viaggio verso il 4 dicembre è iniziato a febbraio con l’appuntamento settimanale del mercoledì “50 anni da rileggere” (online qui) che ripercorre attraverso le pagine storiche i fatti salienti di ogni anno, e proseguirà con i 10 Eventi Estivi, le Feste di Avvenire, importanti momenti dedicati alla cultura, al dialogo e all’incontro tra il giornale e il territorio. In autunno, è previsto un momento istituzionale molto importante: il Ministero dello Sviluppo Economico ha deliberato l’emissione di un francobollo appartenente alla serie tematica “Le Eccellenze del sistema produttivo ed economico” dedicato al quotidiano nel cinquantenario della fondazione. Il francobollo sarà emesso il prossimo ottobre, in quell’occasione è previsto un evento al quale parteciperanno rappresentanti delle istituzioni, di Poste Italiane e di Avvenire.

Le iniziative per i lettori proseguiranno in occasione della Canonizzazione di Paolo VI: con l’aiuto dei più grandi esperti che hanno accesso anche agli archivi documentali, verrà proposta ai lettori una pubblicazione speciale di approfondimento su “Paolo VI, l’uomo, il sacerdote, il papa”. Tornerà, infine, il Premio Bonura di critica letteraria in un’edizione speciale in occasione di Book City Milano (15-18 novembre).

In parallelo è stata attivato una campagna adv, con diverse declinazioni, sui media, cattolici e di settore, TV, Radio, Stampa e Web.

articoli correlati

MEDIA

Avvenire presenta il nuovo sito e annuncia l’introduzione di un adserver proprietario

- # # #

Avvenire

Pensato, pensando a te: questa è la headline della campagna di lancio con la quale Avvenire presenta il suo nuovo sito che pone anzitutto al centro l’esperienza del lettore.

Avvenire.it si rinnova con una veste grafica essenziale e pensata per privilegiare i contenuti e la fruibilità, caratteristica esaltata dalla tecnologia responsive, in grado cioè di adattare automaticamente la visualizzazione in funzione del device utilizzato: pc, tablet o smartphone. L’accessibilità è stata in tal modo notevolmente migliorata così come il lettore audio che permette di ascoltare gli articoli.

Una delle maggiori novità del sito, volta a raggiungere un nuovo standard qualitativo nel panorama dell’informazione quotidiana, è l’aggregazione innovativa dei contenuti; ogni articolo diventa infatti una “piccola homepage”, il punto di partenza dal quale il lettore può proseguire la lettura attraverso tutti gli articoli correlati che riguardano e approfondiscono i temi trattati dall’articolo visualizzato.

L’innovativa modalità di aggregazione tramite marcatori (tag) suddivide il sito in sezioni riguardanti uno specifico argomento: ciò consente attraverso la nuova modalità di fruizione di approfondire il tema prescelto rendendo pienamente soddisfacente l’esperienza del lettore. La multimedialità del nuovo sito dà inoltre la possibilità alla redazione di Avvenire di arricchire ogni articolo con video, fotogallery, infografiche: tutti elementi a loro volta responsive che si adattano automaticamente al device utilizzato.

Il nuovo Avvenire.it è stato pensato per rispondere ancor più efficacemente alle nuove richieste del mercato pubblicitario: i formati utilizzabili sono stati adeguati ai nuovi standard grafici e che ottimizzano soprattutto la visualizzazione sui dispositivi mobili. È stato infine ripensato tutto il sistema di gestione della pubblicità, semplificando la pubblicazione dei materiali anche gestendo in automatico la pianificazione delle varie campagne. Lo sviluppo futuro sarà l’introduzione di un Adserver proprietario.

Un ultimo rilevante aspetto riguarda la semplificazione per il lettore della possibilità di condivisione di tutti i contenuti tramite i social network.

“Abbiamo deciso – spiega Marco Tarquinio, Direttore di Avvenire – di proporre ai nostri lettori “tutto un altro clic” che mette al centro gli interessi del lettore e li corrisponde senza incanalarsi nel fiume dell’informazione mainstream. Il nostro nuovo sito accompagna infatti la scelta, che continuiamo ad affinare anno dopo anno, di offrire “tutta un’altra informazione” che si occupa con concretezza ed empatia dell’Italia e del mondo e dà ‘cittadinanza mediatica’ a chi di regola non riesce ad averla”.

articoli correlati

MEDIA

Avvenire: a dicembre il record 2015 di diffusione

- # # # # #

A anche a dicembre si conferma il trend positivo che ha caratterizzato il 2015 della testata di ispirazione cattolica diretta da Marco Tarquinio. Avvenire, infatti, ha registrato in dicembre quasi 135.000 copie cartacee medie giornaliere e più di 8.000 copie digitali.

L’andamento delle diffusioniri, peraltro, riflette il particolare momento di vivacità dell’universo cattolico, culminato, proprio a Dicembre con l’apertura dell’Anno Santo della Misericordia. Un evento che sta dietro al quasi contemporaneo lancio del nuovo supplemento mensile del quitidiano, La PortAperta, diffuso tramite tutti i canali, dall’edicola agli abbonamenti, ma anche tramite le Buone Stampe.

I numeri di Avvenire a dicembre mostrano, rispetto al mese precedente, una crescita sia nelle copie cartacee, sia in quelle digitali: + 7,39% per le copie cartacee, +0,69% per le digitali, per un complessivo +6,98% rispetto al dato di novembre, mese che a sua volta aveva segnto una performance più che positiva rispetto a ottobre.

I numeri complessivi, cartacei più digitale, vicini alle 143.000 copie medie giornaliere, sono i migliori dell’anno, e tra i migliori di sempre nella più che quarantennale storia di Avvenire. Con quest’ultimo mese la media annua della diffusione cartacea del quotidiano supera le 109.500 copie e si colloca ad un livello superiore a quello del 2014, confermando il trend costante di crescita della testata.

articoli correlati

MEDIA

Avvenire si prepara al Giubileo con un calendario e un nuovo mensile

- # # # #

Avvenire, quotidiano nazionale di ispirazione cattolica diretto da Marco Tarquinio, si prepara all’Anno Santo della Misericordia con il lancio del calendario “I Gesti della Misericordia – I giorni del Giubileo”.

Il calendario, disponibile in edicola a partire da domenica 15 novembre e fino a martedì 15 dicembre, intende offrire un percorso spirituale, fatto di pensieri e immagini, di 14 mesi, richiamando così le 14 opere di Misericordia, corporale e spirituale, richieste da Gesù nel Vangelo. Il calendario sarà in vendita abbinata facoltativa al prezzo di € 3.60 + il prezzo del quotidiano, ma sono previste anche offerte specifiche per abbonati e clienti diretti.

Il lancio del calendario si colloca all’interno di un trend di vendite estremamente positivo, che rappresenta un caso unico nell’intero panorama dei principali quotidiani nazionali italiani. Da questa iniziativa, Avvenire si aspetta un ulteriore impulso alle vendite.

Avvenire, in quanto quotidiano dei cattolici italiani, si prepara ad avere un ruolo centrale, perché privilegiato e autorevole, nell’informazione sull’Anno Santo. Il calendario è solo la prima delle due iniziative editoriali che Avvenire ha pensato per il Giubileo. Il secondo progetto consiste nel lancio della pubblicazione mensile “La Porta Aperta”, interamente dedicata all’Anno Santo. Il supplemento speciale, la cui prima uscita è prevista per domenica 6 dicembre e poi ogni seconda domenica del mese fino al 20 novembre 2016, sarà venduto in abbinamento obbligatorio al quotidiano, al prezzo di 2€ + il prezzo del quotidiano.

articoli correlati

MEDIA

La campagna #migliorisipuò sulle card nel circuito Ambient Media. Creatività di Armando Testa

- # # # # #

Patrocinata da Camera e Senato e lanciata da Armando Testa, Famiglia Cristiana, Avvenire e dalle 190 testate diocesane della Fisc, la campagna #migliorisipuò mira a sensibilizzare soprattutto i giovani sull’uso superficiale e irresponsabile delle parole che può generare intolleranza, violenza e razzismo. Da qui la scelta di declinarla anche sulle cartoline diffuse nel circuito Ambient Media per raggiungere il target di giovani e adulti che frequentano i locali, vivono attivamente la città e la società e il cui apporto è fondamentale per cambiare la mentalità e i costumi dominanti, sempre più imbarbariti.

Quattro i soggetti creati dall’agenzia Armando Testa e riprodotti in cartolina. Immagini forti che rappresentano uomini e donne che, solo per la loro etnia, la religione, il colore della pelle, o semplicemente per l’aspetto fisico, vengono bollati con i termini più spregiativi: “ladro”, “terrorista”, “negro”, “ciccione”. E le parole sono come proiettili che nella raffigurazione attraversano il cranio di queste persone disintegrandolo.

Sul retro delle card infine sono riportati tutti i link per partecipare attivamente alla campagna, firmando contro la discriminazione: www.famigliacristiana.it/migliorisipuo e #migliorisipuò.

articoli correlati