MEDIA 4 GOOD

Aviva e Martin Castrogiovanni insieme a Lilt per la prevenzione al maschile

- # # # #

Aviva

Aviva, Gruppo assicurativo leader in UK e al 7° posto in Italia, rinnova la sua adesione alla campagna MoveMen di LILT Milano che nel mese di novembre ha l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione maschile favorendo la cultura della prevenzione oncologica e l’importanza di uno stile di vita sano.

Per questa edizione, Aviva e LILT Milano hanno ideato il tour della prevenzione: dal 28 novembre al 1 dicembre, quattro piazze del centro di Milano ospiteranno l’unità mobile allestita in cui sarà possibile regalarsi una visita con i medici specialisti di LILT Milano, urologi, otorinolaringoiatri e dermatologi. Dalle 9 alle 18 nei giorni feriali; dalle 10 alle 19 il sabato.

Per dare ancora più voce a questa iniziativa, Aviva ha schierato “in attacco” un partner d’eccezione, Martìn Castrogiovanni, in nome della grande passione sportiva che li accomuna. Dal 2010 il gruppo assicurativo è infatti sponsor ufficiale dell’Aviva Stadium, il tempio del rugby irlandese; per molti anni ha inoltre dato il suo nome “Aviva Premiership”, al campionato nazionale inglese al quale ha partecipato, nel ruolo di pilone, il “gigante buono” del rugby italiano.

Mercoledì 28 novembre Martìn scenderà personalmente in campo a Milano e “placcherà” bonariamente i passanti per ricordare loro l’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce rispetto agli attacchi a sorpresa che i tumori possono ancora giocare.

“Questa sfida si gioca sul campo più ostile e imprevedibile che io abbia mai incontrato durante la mia carriera. Grazie all’impegno e all’entusiasmo che Aviva e LILT Milano hanno messo in questo progetto, sono sicuro che riusciremo a raggiungere un risultato straordinario. In un certo senso penso che la prevenzione sia simile all’allenamento: più ti prepari, più possibilità hai di vincere la partita”, commenta Martìn Castrogiovanni.

“La diffusione di una cultura della prevenzione e la promozione della salute rappresentano un dovere sociale per Aviva. Da anni siamo impegnati al fianco di LILT Milano per farci portavoce di un tema importante per chi, come noi, guarda al futuro con ottimismo. E quest’anno siamo entusiasti di avere con noi Martìn Castrogiovanni che, dopo la sua lunga esperienza sul campo, ha scelto di tornare a giocare con noi questa partita molto importante per Aviva”, ha spiegato Arianna Destro, Chief Customer Officer di Aviva.

“Ringraziamo AVIVA per aver condiviso la nostra battaglia contro l’indifferenza e la pigrizia”, commenta il professor Marco Alloisio, Presidente di LILT Milano. “La prevenzione gioca un ruolo importantissimo e arrivare prima è fondamentale. Tra le neoplasie esclusivamente maschili, quella alla prostata è la prima per incidenza nel nostro Paese con 35.000 nuovi casi all’anno. La buona notizia è che la sopravvivenza è pari al 91%. Per tutto il mese di novembre vogliamo quindi invitare la popolazione maschile a sottoporsi a visite di diagnosi precoce sull’unità mobile e nei nostri Spazi prevenzione, prendendo esempio dalle tante donne che ormai da anni hanno scelto la strada della prevenzione”.

I cinque tumori più frequentemente diagnosticati fra gli uomini sono quelli di prostata (18%), colon-retto (15%), polmone (14%), vescica (11%) e fegato (5%). Nel corso dell’anno, in Italia, si stima che si verifichino circa 195.000 nuovi casi di tumore, a fronte dei 178.000 tra le donne – fonte dati: Aiom/Artum 2018.

Join the conversation: #laprevenzionecoibaffi #AvivaLaPrevenzione

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Aviva si affida a Mybosswas e Mindshare per la nuova campagna multicanale

- # # # # # #

campagna aviva

“Molto più di un’assicurazione”: un chiaro impegno al centro della nuova campagna di comunicazione di Aviva, compagnia assicurativa leader in UK e al 7° posto in Italia, che si propone di conquistare la fiducia degli italiani con un messaggio semplice e diretto come quello di assicurare tutto ciò che si ama. Una promessa ambiziosa che si fonda sulla solidità di un grande Gruppo internazionale cui si affidano ogni giorno 33 milioni di clienti nel mondo.

Il Gruppo ha infatti deciso di puntare in alto anche nel nostro Paese con l’obiettivo dichiarato di aumentare la brand awareness del marchio Aviva e renderlo sempre più vicino ai clienti. Per fare ciò è stata creata una campagna di comunicazione articolata e con un approccio al panorama mediatico multicanale, raccontata con un tono di voce allegro, a tratti ironico e sempre brillante.

Lo spot è approdato sui canali televisivi del gruppo Sky (dalla seconda metà di ottobre a metà di novembre) e su La7 (prima metà di novembre). Nello stesso periodo a cavallo tra ottobre e novembre è prevista la diffusione on air sui canali Radio24 e RMC.

In radio lo spot punta sull’ironia, evocando clienti famosi di Aviva o ancora scherzando sulla percezione noiosa che le persone hanno delle assicurazioni. In TV la campagna si tinge di giallo, colore che rappresenta la firma del brand in tutte le sue comunicazioni. Lo spot verrà trasmesso anche nelle aree aeroportuali di Roma Ciampino, Fiumicino, Milano Linate e Malpensa e nelle stazioni ferroviarie di Milano Centrale, Roma Termini e Roma Tiburtina.

La campagna si completa sui canali online con una programmazione che include le principali testate nazionali.

Aviva si posiziona in modo innovativo e rivoluzionario per il settore anche nella comunicazione, da qui la scelta dell’agenzia creativa Mybosswas, uno studio creativo multidisciplinare che lavora a progetti su diversi media, i cui artisti e designer sono specializzati nei più svariati ambiti (dai film alla grafica, dalle foto alla soundtrack e altro ancora). La pianificazione media è stata affidata a Mindshare, agenzia di GroupM (media holding del gruppo WPP).

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Aviva e LILT Milano educano alla prevenzione con la corsa non competitiva MOVEMEN Run

- # # #

Aviva e LILT Milano

Il 19 novembre arriva “Aviva MOVEMEN Run”, la corsa non competitiva che vuole sensibilizzare gli uomini su uno dei carcinomi maschili più diffusi.
L’iniziativa si inserisce nell’ambito di “MOVEMEN 2017”, la Campagna promossa da LILT e che il gruppo assicurativo Aviva ha voluto sostenere con un’iniziativa sportiva per favorire la cultura della prevenzione e l’importanza di uno stile di vita sano.

La partenza è prevista per le ore 11:00 (ritrovo ore 10:30) presso i Giardini Indro Montanelli, Porta Venezia Milano e ognuno potrà scegliere, in 40 minuti, di correre a velocità differenti (6.30 – 6.00 minuti al Km), o optare per una camminata. Per tutti i partecipanti è previsto un pacco gara con gadget e t-shirt tecnica.

È possibile iscriversi alla corsa con una donazione a partire da 10€ collegandosi al sito, presso la sede LILT Milano di via Amadeo, oppure la mattina stessa della corsa. I fondi raccolti finanzieranno seminari dedicati al tema della prevenzione e visite urologiche gratuite presso gli ambulatori della LILT di Milano e provincia che verranno erogate durante il mese di novembre 2017.

“L’iniziativa nasce da un impegno che Aviva e LILT hanno in comune: l’educazione alla prevenzione e alla promozione di uno stile di vita salutare. Assicurare il proprio futuro significa anche prevenire; fare tutto ciò che è necessario per garantirsi tranquillità, sicurezza e l’accesso alle migliori condizioni di tutela della salute. Questo è il nostro ruolo come gruppo assicurativo. Accompagnare i nostri clienti in ogni fase della loro vita, con i nostri prodotti e sostenendo l’impegno di realtà come LILT”, ha spiegato Arianna Destro, Chief Customer Officer di Aviva.

“Il cancro alla prostata è la neoplasia più frequente tra gli uomini. I numeri del cancro in Italia 2017 nel 2016 sono stati registrati 34.400 nuovi casi, quest’anno ne sono attesi 34.800. Significativo è però l’aumento della sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi, passata dall’88,6% del 2016 al 91% del 2017. Questo dimostra che la diagnosi precoce riveste un ruolo fondamentale e rivolgiamo a tutti l’invito a sottoporsi a controlli periodici non solo in presenza di sintomi”, ha sottolineato il presidente di LILT Milano, prof. Marco Alloisio, Secondo i dati del rapporto Aiom/Airtum.

articoli correlati

AZIENDE

Aviva e PoliHub presentano “Aviva Customer Innovation Award”

- # #

Aviva

Aviva e PoliHub presentano l’Aviva Customer Innovation Award. Una call4ideas aperta ad aspiranti imprenditori e start up, che ha l’obiettivo di individuare idee e tecnologie capaci di innovare la Customer Experience nel settore assicurativo, con la duplice finalità di andare incontro alle esigenze dei consumatori che cambiano e di plasmare il futuro del business.

In particolare, Aviva e Polihub sono alla ricerca di start up e progetti imprenditoriali innovativi afferenti a due aree specifiche e ricompresi nelle seguenti categorie:

1. Assicurazioni: tecnologia al servizio dei prodotti. Nuovi bisogni assicurativi dei clienti richiedono nuove soluzioni. Le tecnologie offrono infinite possibilità di sviluppo di prodotti e servizi assicurativi come evoluzione di quelli esistenti o come risposta a nuove esigenze.

2. Cliente al centro: tecnologia al servizio della Customer Experience. Il rapporto con il cliente è un valore assoluto e imprescindibile per Aviva. Le tecnologie possono semplificare e velocizzare i processi interni e/o facilitare e migliorare l’interazione con il cliente. Aviva e Polihub organizzeranno anche tre workshop allo scopo di favorire lo sviluppo dei progetti e di passare in rassegna i principali trend in materia di innovazione tecnologica, evoluzioni del settore assicurativo e Customer Care.

Le tre giornate, che si svolgeranno tra novembre 2017 e gennaio 2018, prevedono la partecipazione di docenti del Politecnico di Milano, del top management di Aviva e di responsabili di start up che hanno innovato il proprio settore. Le candidature per partecipare all’Aviva Customer Innovation Award potranno essere presentate dal 13 novembre 2017 al 26 gennaio 2018 attraverso il sito. Una giuria composta da rappresentanti di Aviva Italia, di PoliHub e del Politecnico di Milano selezionerà le 3 idee imprenditoriali più promettenti. Le idee finaliste avranno accesso a un elevator pitch in programma il 27 febbraio 2018, in cui verrà annunciato il vincitore.

I titolari del progetto vincente avranno l’opportunità di presentare la propria idea ai Senior Innovation Leader del Digital Garage di Londra, una delle fucine creative del Gruppo assicurativo dove, ogni giorno, avviene uno scouting di nuove idee su cui investire per plasmare l’assicurazione del futuro. In vista dell’incontro londinese, il team vincitore verrà anche affiancato da un training coach.

“Migliorare costantemente l’esperienza dei nostri clienti per noi è fondamentale e crediamo che l’innovazione giochi un ruolo chiave per riuscirci. La collaborazione con le start up e il mondo dell’imprenditoria più dirompente rappresenta una delle leve su cui il Gruppo fa affidamento a livello internazionale. Il nostro sodalizio con PoliHub mira a intercettare le realtà più promettenti dell’Insurtech in Italia”, ha commentato Arianna Destro, Chief Customer Officer di Aviva.

“Per PoliHub lavorare al fianco di aziende internazionali del calibro di Aviva, assume un ruolo di assoluto rilievo nell’ambito dell’attività di valorizzazione della ricerca e sviluppo di nuova impresa innovativa. Il nostro ruolo quindi nell’iniziativa sarà quello di individuare le migliori idee tecnologiche ad alto potenziale di innovazione nel settore assicurativo, grazie anche alle competenze del Politecnico di Milano”, ha spiegato Claudia Pingue, General Manager di PoliHub.

articoli correlati

AZIENDE

Aviva, stanziati 100 milioni di sterline da investire in startup. Obiettivo: diventare una fintech

- # # # # #

Sede di Aviva, Londra

“Vogliamo trasformarci in una società fintech”. È con queste parole che Mark Wilson, CEO di Aviva, compagnia di assicurazione tra le più grandi d’Europa, ha aperto il recente incontro londinese in cui la società ha fatto il punto sugli investimenti e sulle strategie tecnologiche e digitali adottate per porsi alla guida dell’evoluzione del settore assicurativo.

Il gruppo investe oggi circa 100 milioni di sterline all’anno per l’evoluzione digitale dei propri prodotti e della propria struttura interna. Un impegno che negli ultimi due anni si è concretizzato anche attraverso il lancio dei digital garage di Londra e Singapore, a cui a inizio 2017 si è aggiunto quello di Toronto. Vere e proprie fucine creative separate dalle sedi centrali, dove centinaia tra tecnici, designer e creativi sperimentano, esplorano e testano l’assicurazione del futuro, oltre a lavorare continuamente per affinare gli strumenti di customer service. Il tutto con un unico obiettivo: andare incontro alle esigenze dei consumatori che cambiano.

Gli investimenti destinati all’innovazione da parte di Aviva non si limitano a quelli per la trasformazione interna. La società ha anche lanciato un fondo di venture capital finalizzato all’individuazione e al finanziamento di progetti unici e innovativi, capaci di plasmare il futuro dell’assicurazione. Avviato nel 2015, il fondo può contare su 100 milioni di sterline – da investire entro il 2020 – per sostenere start up che operano in quattro aree: internet of things, data analytics, miglioramento della customer experience e dei sistemi di distribuzione. A oggi i finanziamenti concessi sono già stati sette. Tra gli ultimi più significativi, si segnala quello da 4 milioni di sterline alla Owlstone Medical Ltd, società di diagnostica impegnata nello sviluppo di una sorta di “etilometro” in grado di individuare i primi sintomi del cancro ai polmoni o al colon-retto, che grazie al contributo di Aviva è arrivata a raccogliere fondi per 19,3 milioni di sterline totali. È di pochi giorni fa, invece, la notizia dell’assegnazione di 5 milioni di sterline alla start up insurtech inglese Neos, a seguito della campagna di raccolta lanciata da Aviva. Neos è impegnata nello sviluppo di un prodotto che utilizza l’Internet of Things e gli smart home devices per la protezione delle abitazioni da fuoco, furti e allagamenti.

Le collaborazioni di Aviva spaziano in tutto il globo, dalla Silicon Valley all’Oriente. È di qualche mese fa, ad esempio, la chiusura di un accordo con il fondo cinese Hillhouse Capital e Tencent, la più grande società internet cinese, per dare vita a una compagnia assicurativa basata a Hong Kong che si focalizzerà sull’assicurazione digitale. Aviva, inoltre, è partner di Plug & Play, il più grande acceleratore di startup al mondo con base nella Silicon Valley. In Italia, la società collabora con importanti realtà dell’innovazione tra cui PoliHub, Startup District&Incubator del Politecnico di Milano. Arianna Destro, Head of Marketing & Communication di Aviva in Italia, ha commentato: “La strada intrapresa da Aviva a livello internazionale si riflette inevitabilmente anche sul nostro mercato, con iniziative che vanno dall’uso efficiente delle best practice di Gruppo, a collaborazioni su scala locale con importanti realtà dell’innovazione nel nostro Paese. L’obiettivo è il medesimo: soddisfare le esigenze dei nostri clienti in modo sempre più mirato, efficace e tempestivo”.

articoli correlati

AZIENDE

È “Alex l’orsetto” il progetto vincitore della Call For Ideas “Aviva Challenge NABA”

- # # # # #

Aviva e NABA

Elizabeth Cinalli, Valerie Liuim e Aleksander Tasovac sono i tre studenti NABA vincitori della Call For Ideas “Aviva Challenge NABA”. La sfida è stata lanciata lo scorso 28 ottobre dalla Compagnia assicurativa Aviva, colosso britannico presente in Italia dal 1921, con lo scopo di sviluppare un’idea di comunicazione innovativa e giovane per promuovere MyAviva, la nuova area clienti della compagnia.
Il gruppo vincitore ha risposto alla chiamata di Aviva presentando il progetto “Alex l’orsetto” che trova la sua icona appunto in Alex, l’orsetto che è sempre con te e ti protegge in ogni ambito della vita, proprio come fa Aviva. Il team ha proposto una campagna di comunicazione integrata: una app giovane e intuitiva, una strategia social dinamica e l’utilizzo di mezzi di comunicazione non convenzionali.
L’idea vincitrice si è distinta nella competizione cui hanno partecipato 17 progetti. Dopo aver conquistato un posto tra i 5 finalisti, la giuria ha scelto l’orsetto per il primo gradino del podio. “È stata una grande soddisfazione vedere il riscontro degli studenti alla nostra chiamata. Confesso che è stato difficile scegliere, le idee erano tante e tutte interessanti. I risultati ottenuti con questa iniziativa confermano la nostra volontà di puntare sui giovani e sulla loro visione fresca e innovativa, fondamentale soprattutto nei settori più tradizionali come quello assicurativo. Voglio quindi ringraziare NABA per la collaborazione e i suoi studenti per l’impegno e per la passione che contraddistinguono i talenti dell’accademia” commenta Louis Roussille, Marketing, Communication and Digital Director di Aviva in Italia.
Giorgio Lospennato, HR, NABA Industry Relations and Placemente Director commenta: “Gli studenti di NABA, guidati dalla passione dei nostri docenti, hanno ancora una volta superato loro stessi sprigionando tutta la loro energia e il pensiero creativo, riuscendo a mettere in difficoltà l’azienda per la selezione del progetto vincitore. Ringraziamo ancora una volta Aviva per aver dimostrato tutta la loro fiducia nei giovani e per averci accolto a casa loro per la presentazione finale dei progetti davanti al loro Board e alle persone dello staff. Per i ragazzi è stata una bella occasione per esprimersi fuori dalle mura della scuola”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Gli agenti di Aviva protagonisti della nuova campagna della compagnia assicurativa

- # # # # #

 

È partita il primo dicembre la nuova campagna di comunicazione di Aviva in Italia, Faces, realizzata in collaborazione con l’agenzia creativa Air de Créativité.
Un progetto su base locale, in linea con Bring yellow locally, scelta strategica che vede nella vicinanza al territorio uno dei suoi valori fondamentali. Faces è focalizzato sul circuito affissioni e sul canale online, grazie ad una campagna banner geolocalizzata che indirizza gli utenti a landing page personalizzate.
Testimonial speciali danno il volto all’iniziativa di Aviva. Sono 42 Agenti di 29 località italiane che diventano i protagonisti della comunicazione multi-soggetto, una scelta orientata a rafforzare l’importanza delle persone e rendere ancora più familiari quei visi che ogni giorno sono al fianco dei clienti.
La pianificazione media è stata curata da Zenith Optimedia.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Se conta per te, conta su di noi”: la nuova campagna di DLVBBDO per Gruppo Aviva

- # # # # # #

Ha preso il via il 30 aprile con una maxi affissione sul Duomo di Milano la nuova campagna di Gruppo Aviva in Italia, realizzata in collaborazione con l’agenzia creativa DLVBBDO. Il progetto non prevede solo mezzi tradizionali: dal 6 maggio vi sarà infatti un focus particolare sul canale online grazie ad una campagna banner che si affiancherà al minisito dedicato, permeconta.it.
Rassicurare prima ancora di assicurare: questo l’obiettivo della comunicazione, come esplicita il claim “Se conta per te, conta su di noi”. La campagna si caratterizza per uno stile fresco e distintivo, vicino alle persone, con l’obiettivo di conoscere appunto che cosa abbia più valore per la gente. In particolare, attraverso l’operazione #permeconta ognuno potrà dire ciò che gli sta più a cuore, raccontando in poche battute le cose che si desidera proteggere nell’ambito della propria vita.
La landing page di permeconta.it farà da hub per i messaggi scritti dagli utenti direttamente sul minisito oppure su Twitter, tramite l’hashtag #permeconta. Alcuni messaggi potranno diventare i protagonisti della prossima campagna pubblicitaria di Aviva. Un progetto che guarda quindi al futuro nel segno dell’interazione e della partecipazione, dando agli utenti la possibilità di essere i veri protagonisti e di condividere i messaggi per loro più significativi sui social network.
Credits
Direzione creativa esecutiva: Federico Pepe, Stefania Siani
Direttori creativi digital: Emanuele Viora, Andrea Jaccarino
Copywriter: Pasquale Frezza, Alice Franco
Art director: Nicola Cellemme, Stefania Tedeschi, Simona De Simone
Fotografo: Francesco Van Straten
Account director: Cristina Pontello
Account Executive: Camilla Canaparo

articoli correlati