TECH & INNOVATION

Coop e Accenture: nel Supermercato del Futuro arriva il chatboy ShoppY

- # # # # # #

shoppy

Prosegue la collaborazione tra Coop e Accenture all’interno del Supermercato del Futuro di Milano Bicocca, laboratorio di sperimentazione di eccellenza per il retailer, che questa volta mette a disposizione dei propri soci e clienti ShoppY, una soluzione di intelligenza artificiale.

Archiviato il tradizionale fogliettino della spesa, ora ci si muove dentro e fuori dal supermercato con l’aiuto del chatbot ShoppY, un assistente agli acquisti virtuale e personale, pensato per aiutare a gestire la lista della spesa, ottenere suggerimenti d’acquisto, notizie sulle promozioni, sulla posizione dei prodotti nel punto vendita o ancora per conoscere orari di apertura e chiusura dello stesso.

Il chatbot, sviluppato da Accenture e Avanade su tecnologia Microsoft, sfrutta algoritmi di machine learning per apprendere ed elaborare, in maniera anonima, i dati presenti negli scontrini, restituendo ai clienti un servizio utile.

Per poter dialogare con ShoppY non è necessario scaricare app o registrarsi, è infatti sufficiente andare sulla pagina Facebook del Supermercato del Futuro di Coop e iniziare a chattare con lui, inviando un messaggio. Il chatbot riconosce se ha già avuto conversazioni con l’utente, è in grado di aiutarlo nella creazione di una lista della spesa nuova, recuperarne una precedente o aggiornarla proponendo, attraverso un sistema di raccomandazione evoluto, prodotti abitualmente associati a quanto già presente nell’elenco.

“Così come già avviene per i retailer online, anche per quelli tradizionali è molto importante la capacità di stabilire con i consumatori un dialogo che tenga in considerazione informazioni o dati già condivisi”, dichiara Alberto Pozzi, Managing Director Accenture, responsabile per il retail. “Si tratta di una delle esigenze più impellenti per il grocery. La gestione strategica dei dati può diventare un elemento di vantaggio competitivo, permettendo non solo una interazione intelligente con i consumatori, ma soprattutto abilitando nuovi modelli di business e collaborazioni con altri attori del proprio ecosistema”.

articoli correlati

MEDIA

Accenture, Avanade e Microsoft accompagnano RCS MediaGroup nella digital trasformation basata sul cloud

- # # # # # #

Accenture

Accenture, Avanade e Microsoft sono state scelte da RCS MediaGroup come partner tecnologici per accelerare, attraverso il cloud, il proprio percorso di crescita e trasformazione, affrontando sfide come la valorizzazione dei contenuti e dei dati, e quella della conoscenza e fidelizzazione delle audience. Le tre aziende lavoreranno insieme per offrire a RCS una piattaforma cloud a elevate prestazioni utilizzando Accenture Hybrid Cloud Solution per Microsoft Azure e Accenture Cloud Platform.

Questa soluzione consentirà a RCS di sfruttare le potenzialità della tecnologia cloud, ottimizzando la gestione delle applicazioni in termini di semplicità, flessibilità e costi. RCS sarà in grado, ad esempio, di automatizzare, semplificare e accelerare la distribuzione di contenuti digitali per i lettori, assecondare le loro preferenze e ampliare l’offerta di editoria digitale.

Accenture si occuperà della governance dell’intero programma di migrazione e della gestione della piattaforma cloud realizzata su Accenture Cloud Platform, oltre ad offrire a RCS MediaGroup la propria esperienza nella migrazione dell’infrastruttura e delle applicazioni. Avanade fornirà gli orientamenti tecnici, l’esperienza e le competenze in ambiente Microsoft, mentre Microsoft contribuirà con la sua tecnologia cloud Azure.

“La trasformazione digitale rappresenta per le aziende un vero e proprio cambio di paradigma, in particolar modo nel settore dell’editoria”, ha dichiarato Massimo Morielli, Accenture Digital Lead, Italia, Europa Centrale e Grecia. “Si tratta di un passo molto importante, che RCS MediaGroup può affrontare contando sull’estrema versatilità della piattaforma di Accenture, Avanade e Microsoft. Siamo orgogliosi di consolidare così la collaborazione con un gruppo editoriale prestigioso e all’avanguardia, desideroso di rimodellare, migliorare e innovare i servizi offerti ai propri lettori”.

“Questo programma è pienamente in linea con la strategia “cloud first” di Accenture, utilizzando la flessibilità e le capacità di automazione della Accenture Cloud Platform”, ha aggiunto Morielli. “Sempre di più l’editoria digitale e il mondo media ed entertainment in generale stanno adottando il cloud computing, con particolare attenzione all’ottenimento di risultati quali l’abbattimento dei costi ed una fruizione più agile dei contenuti digitali”.

“In Avanade siamo entusiasti di questa nuova e ambiziosa collaborazione con RCS MediaGroup, inserita nell’ambito di una strategia cloud così integrata. Siamo sicuri che questa collaborazione strategica porterà a RCS MediaGroup un reale vantaggio competitivo, grazie alla flessibilità e alla sicurezza che il cloud ibrido offre”, ha dichiarato Danilo Boretto, Italy and Europe Business Lead for Communication, Media and Technology di Avanade.

“Siamo orgogliosi di collaborare con Accenture e Avanade per supportare uno dei gruppi editoriali più importanti nel Paese, offrendo tutta la flessibilità e la sicurezza della nostra piattaforma cloud Azure, interoperabile con la maggior parte delle piattaforme Open Source, come testimonia questo progetto che ha portato WordPress sul nostro cloud. Siamo fiduciosi che questo progetto avrà per RCS MediaGroup un grosso impatto in termini di innovazione e che offrirà al gruppo un importante vantaggio competitivo nel mercato dell’informazione e dell’intrattenimento”, ha spiegato Tiziana Olivieri, Direttore della Divisione Enterprise e Partner di Microsoft Italia.

“L’adozione del “paradigma Cloud” in tutte le sue declinazioni diventa una leva determinante per perseguire i nostri obiettivi di crescita, in particolare nell’area digitale”, ha dichiarato Umberto Tonelli, CIO di RCS MediaGroup. “Per quanto riguarda l’infrastruttura tecnologica, puntiamo alla migrazione al public cloud di tutte le principali piattaforme del Gruppo entro tre anni, con l’obiettivo di ottenere maggiore flessibilità e scalabilità ed un Total Cost of Ownership inferiore rispetto all’attuale gestione on premise. La collaborazione con Accenture, Avanade e Microsoft, che combina la flessibilità del cloud di Microsoft Azure e la governance di Accenture Cloud Platform, ci consentirà di accelerare la produttività e la distribuzione digitale di contenuti più innovativi e di valore ai nostri lettori”.

 

articoli correlati