MEDIA

Automobile.it (gruppo eBay) lancia il magazine Full Optional

- # # # #

Full Optional

L’automobile fa parte della vita quotidiana della maggior parte degli Italiani. Ciascun automobilista ha necessità di occuparsi della revisione auto, di stipulare l’assicurazione, di occuparsi della manutenzione. Automobile.it, piattaforma di compravendita di auto usate di proprietà del gruppo ebay, lancia il nuovo magazine Full Optional che si pone l’obiettivo di rispondere a curiosità e dubbi dell’automobilista che utilizza il mezzo nella vita di tutti i giorni.

Sapere come funziona il motore, come cambiare i filtri o come montare le catene da neve sarà un gioco da ragazzi, anche per chi non ha molta dimestichezza con la meccanica. In più il magazine promette di appassionare il guidatore comune con notizie sugli ultimi trend dell’auto (ad esempio auto ibride o self driving cars), pillole utili per semplificare la compravendita e curiosità per godersi al meglio i viaggi on the road.

“Con il Magazine puntiamo a presidiare l’intero processo di acquisto di un’auto online, arricchendo automobile.it con dei contenuti che vadano a coprire la coda lunga delle ricerche dei nostri utenti, al fine di guidarli e facilitare una selezione consapevole del veicolo più adatto alle loro esigenze. L’obiettivo finale è quello di diventare rilevanti nelle opzioni di scelta del nostro target, incrementando gradualmente la brand consideration e la domanda organica”, ha dichiarato Francesca Di Nora, Head of Marketing eBay Classifieds Group Italia.

Il magazine non si rivolge solo a un pubblico di appassionati di automotive ma vuole dialogare con tutti, a partire da chi, animato da passione o da necessità, vuole soddisfare le proprie curiosità in materia. Per farlo utilizzerà, oltre ai classici articoli, formati ingaggianti e immediatamente fruibili come infografiche, white paper, gallerie interattive e mini video.

Il payoff scelto per il magazine lo rappresenta al meglio. Il magazine “Full Optional”, definizione mutuata, non certo a caso, dal gergo automobilistico, è un magazine capace di dare le informazioni e gli strumenti di cui tutti abbiamo bisogno quando ci troviamo ad avere a che fare con l’auto.

Da un punto di vista editoriale, il magazine è organizzato in cinque categorie: News, Comprare e vendere, Cura e manutenzione, Pratiche Auto, In Viaggio. L’obiettivo è quello di coprire tutte le fasi del “ciclo di vita” dell’automobilista: dal momento in cui pensa di acquistare un’auto, nuova o usata, a quando decide di venderla o di rottamarla. Nel mezzo, tante informazioni sull’utilizzo quotidiano dell’auto, sulla manutenzione necessaria, sui documenti da portare con sé e sui migliori viaggi on the road da fare.

articoli correlati

MEDIA

automobile.it indaga il fenomeno Self Driving Cars con uno speciale dedicato

- # # #

self driving cars

Self Driving Cars. Auto a guida autonoma. Auto driverless. Comunque le si chiamino, le “auto che si guidano da sole” catalizzano l’attenzione di appassionati e addetti ai lavori e sono pronte a cambiare le nostre abitudini. Per capire meglio l’attuale livello di sviluppo, automobile.it, sito di compravendita di auto nuove e usate del gruppo eBay, ha pubblicato lo speciale “Auto autonoma, il punto fra business, tecnologie e ostacoli” in cui ha ripercorso la storia delle self driving cars e ha tracciato alcuni possibile scenari.

Scorrendo l’approfondimento di automobile.it si scopre che i primi “esperimenti” di auto senza conducente non sono così recenti come si potrebbe pensare ma risalgono addirittura al 1925 quando Houdina Radio Control presentò il Linrrican Wonder, il primo prototipo di veicolo radiocomandato. Niente a che vedere, ovviamente, con le auto a guida autonoma che potrebbero circolare sulle nostre strade nel prossimo futuro; l’obiettivo delle grandi case automobilistiche come General Motors, Ford, Volkswagen e di aziende futuristiche come Tesla è quello di realizzare una self driving car di Livello 5, un’auto che sia in grado di funzionare in completa autonomia e che possa affrontare ogni situazione senza la presenza del guidatore.

Assodato che il futuro è ormai proiettato verso la “passenger economy”, un’economia in cui tutti saremo passeggeri, i vari Paesi sono al lavoro per chiarire il quadro normativo necessario alla circolazione delle self driving cars: chi paga in caso di danni a cose o persone? La responsabilità è del proprietario o dell’azienda produttrice? Come programmare il comportamento delle auto in caso di incidente? Tutte domande che hanno bisogno di risposte chiare ma che non sembrano scalfire il giro d’affari legato allo sviluppo delle auto driverless: Strategy Analytics lo ha calcolato in 800 miliardi di dollari per il 2035 e in 7 triliardi di dollari per il 2050, cifre che danno l’idea di quanto la strada sia ormai tracciata.

Lo speciale “Auto autonoma, il punto fra business, tecnologie e ostacoli” di automobile.it dà spazio anche a qualche curiosità. Gli analisti di Morgan Stanley, per esempio, stimano che a beneficiare dello sviluppo delle self driving cars saranno anche le industrie della ristorazione e degli alcoolici che vedranno crescere il loro giro d’affari fino a 98 miliardi di dollari all’anno.

articoli correlati

MEDIA

Online il nuovo video di Casa Surace disponibile su automobile.it

- # #

video di Casa Surace e automobile.it

Casa Surace, in collaborazione con automobile.it lancia un video dal taglio ironico e divertente, in cui si assiste ai comportamenti che gli Italiani hanno quando si trovano alla guida della propria auto o alle prese con alcune delle più tipiche situazioni da strada.

Grazie al taglio ironico e alle continue trovate comiche, il video firmato Casa Surace è disponibile in esclusiva sulla pagina Facebook di automobile.it.


Nel classico stile di Casa Surace, il video racconta il modo in cui affrontiamo la strada da due punti di vista: quello dell’automobilista del Nord e quello di chi, invece, guida al Sud. Tra espedienti narrativi che ricalcano la realtà e l’uso di divertenti ed efficaci luoghi comuni, il video fornisce uno spaccato divertente di due modi diversi e quasi opposti di intendere la guida e il rapporto con la propria automobile.

Se si guardano i “freddi” numeri, la differenza tra Nord e Sud esiste ed è a tutto vantaggio delle regioni meridionali. Il numero più alto di incidenti si registra infatti nelle regioni del Nord Ovest (29% del totale) mentre Sud e isole sono lontani con, rispettivamente, il 16% e l’8%. A cambiare, però, è la percezione che si ha del guidatore del Nord rispetto a quello del Sud: ordinato, preciso e meticoloso il primo, distratto, confusionario e più disinvolto il secondo.

Le situazioni mostrate nel video di Casa Surace e automobile.it sono quelle che ogni guidatore si trova ad affrontare, alcune tutti i giorni, altre almeno un paio di volte nella vita: il semaforo che diventa verde, un passante che chiede informazioni, l’utilizzo dell’auto per fare spostamenti anche brevi, le caratteristiche da valutare al momento dell’acquisto di una nuova auto e il legame affettivo che si crea con la propria automobile, soprattutto quando arriva il momento di cambiarla.

articoli correlati

MOBILE

Trovare l’auto dei propri sogni via smartphone: Automobile.it lancia la propria app

- # # # # #

Tutti, prima o poi nella vita, ci siamo trovati a cercare un’auto nuova o usata da acquistare o semplicemente a consigliarla a qualcuno. Con la sua nuova app per iPhone e iPad, automobile.it fa un passo avanti: informa, accompagna e indirizza la strada dei compratori verso il modello e il rivenditore in linea con le proprie aspettative e lo fa con funzionalità tradizionali associate ad altre innovative.

Con la nuova app è possibile comporre una comoda checklist di tutto quello che va verificato prima di acquistare un’auto usata, con la possibilità di aggiungere note personalizzate. Le foto dei veicoli sono tutte in alta definizione per essere ingrandite a piacimento e osservare ogni minimo dettaglio. Per qualsiasi problema sarà possibile contattare direttamente il servizio di supporto dell’app via chat. Un vezzo per soli intenditori: agitando il device i parametri di ricerca verranno resettati.

Queste le principali caratteristiche della nuova applicazione: opzioni di ricerca impostabili per i parametri più svariati, incluso il colore; dati, foto e caratteristiche del veicolo in un’unica e comoda schermata riassuntiva; possibilità di “parcheggiare” un veicolo ritenuto interessante e poterlo richiamare in qualunque momento, anche dal concessionario; possibilità di salvare le ricerche con il numero di risultati corrispondenti che si aggiorna in automatico ad ogni riavvio dell’app; sincronizzazione di tutte le ricerche salvate e i veicoli parcheggiati con gli altri dispositivi e il sito web (omnichannel); geolocalizzazione del veicolo con le indicazioni per raggiungere il venditore; visualizzazione di tutti gli annunci di un concessionario in un’unica pagina; foto visualizzabili in modalità anteprima, galleria e a schermo intero; contatto diretto con il venditore.

articoli correlati

NUMBER

Come i giovani scelgono e usano l’auto: una ricerca automobile.it e GfK Eurisko

- # # # # #

Che rapporto hanno i ragazzi con le auto? Lo svela un’indagine promossa da automobile.it, portale di compravendita online di veicoli, e condotta dall’Istituto di Ricerca GfK Eurisko su un campione di 250 possessori di auto dai 18 ai 30 anni. Abbiamo chiesto ai giovani new drivers che possiedono un’auto di pensare agli aspetti che prendono maggiormente in considerazione nel momento dell’acquisto. Per i giovani italiani il fattore più importante è il buon rapporto qualità-prezzo (48%), e visti i tempi che corrono come dargli torto? Ma anche l’occhio vuole la sua parte! Quindi dopo l’economicità del mezzo risulta di grande importanza anche la linea, il design esterno e lo stile (42%). Terzo elemento da non sottovalutare è l’affidabilità (36%): un’auto affidabile, che sia nuova o usata, si può guidare per molti anni e ha più garanzie di resistenza. A pari merito con l’affidabilità è il fattore consumi/emissioni: tanto più una vettura consuma, tanta più CO2 emette. Per i ragazzi meglio puntare su un’auto dai bassi consumi, ne risente meno il portafoglio e anche l’ambiente.
Veniamo ora alla frequenza e al motivo d’utilizzo. Non c’è car sharing, autobus, tram o bicicletta che tenga: per i ragazzi, il mezzo migliore per recarsi al lavoro è la cara e vecchia automobile. Il 61% degli intervistati infatti usa l’auto tutti i giorni o quasi per raggiungere il posto di lavoro. Ma c’è anche un buon 51% che la usa per il tempo libero, per uscire con gli amici, per andare a fare sport, per fare shopping e anche per vacanze o weekend fuori porta (il 43% dichiara di usarla almeno una volta a settimana). L’auto è meno utilizzata invece per andare e tornare dall’università: orari più flessibili e la posizione spesso in centro città delle università permettono ai giovani di andare a lezione con i mezzi pubblici o magari anche a piedi; incide sicuramente anche una minore disponibilità economica degli studenti universitari rispetto ai giovani che hanno un lavoro.
La media del numero di Km percorsi in un anno è di 10.700 Km, un buon dato che va di pari passo con la media generale. Ma su quali strade viaggiano i giovani? Il 71% usa la macchina tutti i giorni o quasi per girare in città, il modo più comodo – sfidando spesso il traffico e la ricerca del parcheggio – per andare dappertutto. Il 38% la usa così frequentemente anche per guidare fuori città e solo il 5% in autostrada. C’è comunque un buon 54% che macina Km in autostrada almeno due volte al mese.

articoli correlati

MEDIA

In arrivo “Quell’affare è un affare”, la prima web serie di Automobile.it

- # # # #

A pochi giorni dal teaser, grande attesa per la prima puntata della web serie realizzata da automobile.it in collaborazione con OmniAuto.it che vede protagonisti due amici alle prese nella compravendita di auto usate.

All’automobile spesso sono legati ricordi che vanno oltre la passione per la meccanica e le prestazioni, ma che in un’auto rivivono e ci fanno sorridere. Tommaso, il protagonista della web serie, ha deciso di realizzare un suo sogno a quattro ruote: comprarsi una Alfa Romeo Spider, comunemente nota come Duetto, come quella che aveva lo zio tanti anni prima. Ma ci vuole arrivare per gradi, perché sa che con un pochino di pazienza, i giusti mezzi come il portale Automobile.it e i consigli di persone esperte tra cui Andrea Farina di OmniAuto.it e l’officina di fiducia Pupazzo Racing, il budget per arrivare a comprarsi la Duetto è già nelle sue tasche. Per farlo dovrà partire da quello che c’è in casa, ovvero la vecchia e malconcia Fiat 500 di famiglia.

D’altronde, in tempi di crisi, è bene aguzzare l’ingegno per non rinunciare alle passioni. Grazie al portale automobile.it la sfida risulterà più semplice del previsto…

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

All’A-Day di Firenze si scruta l’orizzonte del Video ADV

- # # # # #

Organizzato oggi a Firenze da Simply, piattaforma di comunicazione digitale del Gruppo DADA, e promosso dall’associazione Editori Digitali (www.editoridigitali.org), si è svolta oggi a Firenze la 3° edizione di “A-Day -Advertising Day: Display the Future”, che ha posto il Video Advertising al centro della scena.

Con 24,3 milioni di persone che fruiscono di video via PC e 12,3 milioni via smartphone e device mobili (fonte ComScore) il Video ADV rappresenta infatti una leva d’ingaggio fondamentale per le aziende di qualsiasi settore e dimensione.
Fabrizio Angelini, CEO di Sensemakers, rappresentante comScore in Italia, ha sottolineato la maturità del mercato italiano in termini di penetrazione dei video online: l’88% della popolazione online su PC e ben il 49% di coloro che si connettono in mobilità guarda video, in linea con i dati degli Stati Uniti e dei principali Paesi Europei, per un totale di 16 ore al mese di fruizione, pari a un terzo (35%) del tempo speso online davanti al PC. Un tendenza in crescita che offre grandi opportunità al mondo dell’advertising: nell’ultimo anno i minuti per viewer hanno infatti registrato un incremento superiore al 12% e i video per viewer del 25%. Sta prendendo piede anche il consumo di video da mobile che si rivela in crescita: il 49% guarda video da mobile una volta al mese e il 15% quotidianamente (solo il 38% e il 12% a settembre 2013).
Interessante anche l’utilizzo dello smartphone mentre si guarda la TV, una pratica diffusa tra il 45% dei possessori di smartphone che per il 29% compiono azioni legate al contenuto televisivo. Questa rappresenta quindi una grande opportunità per le aziende, perché oltre 2 milioni di possessori di smartphone cercano prodotti e servizi pubblicizzati in tv, uomini e donne in egual misura, principalmente tra i 25 e i 44 anni (50%). In questo scenario il Video Advertising offre grandi opportunità di ingaggio e l’esperienza degli Stati Uniti dimostra che sono i format più lunghi a coinvolgere maggiormente, tanto che la domanda supera l’offerta. In generale il Video ADV si rivela molto efficace, perché consente di raggiungere un pubblico sempre crescente nell’arco della campagna.
All’evento sono intervenuti guidando la discussione sul tema del Video Advertising, Roberto Barberis, Direttore di Simply Advertising, e Layla Pavone, Venture Partner in Digital Magic e Presidente Onorario IAB Italia e Assocom Consulta Digitale, e il giornalista di Radio 24 Enrico Pagliarini ha moderato due tavole rotonde tematiche. A partire dalla fotografia dello scenario da cui il video advertising è emerso essere il leader indiscusso dei ricavi derivanti dalla distribuzione di pubblicità digitale, una serie di esponenti dei centri media, investitori e responsabili di piattaforme tecnologiche si sono, infatti, confrontati in una tavola rotonda dal titolo “L’orizzonte del Video Adv: sinergie, congiunzioni, opportunità”. Michele Marzan di Zanox (Vice Presidente IAB Italia), Davide Fiorentini di Stickyads, Marco Muraglia di SMG Italy e Giorgio Mennella di Ciaopeople Advertising hanno approfondito le grandi potenzialità della comunicazione attraverso il video, in grado di offrire un accesso semplice alla programmazione e costi di realizzazione contenuti. A seguire si è poi sviluppata un’ulteriore tavola rotonda dal titolo “Online video adv, democrazia digitale”, durante la quale si sono confrontati imprenditori e associazioni di categoria con editori e fornitori di tecnologia, che hanno illustrato come le piccole e medie imprese possono sfruttare le nuove tecnologie per far crescere il proprio business. Nino Ragosta di Quadronica, Ugo Benini di The Vortex, Sabrina Canese dei Giovani Imprenditori Confcommercio di La Spezia, Simona Salustro dei Giovani Imprenditori Confcommercio di Ferrara, Tommaso Gianassi di Confartigianato Firenze e Fabio Giavara di ItaliaOnline Local hanno parlato tra le altre cose di Social, di Real Time Bidding come strumento democratico di pubblicità digitale, e di come le associazioni, le agenzie o i vari attori del settore dell’ADV digitale possono diventare centri di competenza per garantire alle PMI un accesso più facile alle nuove tecnologie.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

automobile.it cambia marcia con True Company

- # # # #

La prima attività del piano strategico, ideata e pianificata da True Company, legata alla Festa del Papà, è stata un’azione speciale dedicata ai neo-papà, nei maggiori supermercati e ipermercati di Milano e Roma: “The walking dad” è il papà che vaga tra le corsie alla ricerca di pappe e pannolini, guidando ormai solo… un carrello. automobile.it raggiunge il target con stickers e personalizzazioni grafiche dei carrelli, per far risalire la “car-libido”, e ritrovare il gusto di guidare un’auto adatta alle proprie esigenze.

Un restyling a 360°, che coinvolge non solo la grafica, ma la stessa filosofia del brand: automobile.it non è solo una piattaforma in cui trovare ottime occasioni, sia per privati sia per dealer, ma è il sito in cui scegliere l’auto perfetta per sé, per le proprie esigenze, per soddisfare desideri, aspirazioni e necessità di una particolare fase della vita. I progetti off e online, gli eventi, i contenuti editoriali, i social, le blogger relation: ogni attività sarà legata a un momento speciale, a una categoria, a una periodicità.

Neo-patentati, neo-genitori, persone che hanno cambiato lavoro o status: ciascuno su automobile.it viene accompagnato in un percorso personalizzato per capire “quale sarà la tua?”. Questo il concept alla base del restyling, questa la core idea sulla quale True Company ha elaborato un piano strategico e creativo di ampio respiro, per accompagnare il brand in una vera rivoluzione: mantenere l’alta qualità del proprio servizio, ma con un approccio ancora più user-friendly.

Credits
Direttori Creativi – Simone Cristiani e Michele Farè
Copywriter – Fabrizio La Ferla

articoli correlati

MEDIA

Il portale automobile.it lancia lo spot per la nuova campagna web

- # # # #

automobile.it declina per il mercato italiano lo spot promozionale del gruppo. La release italiana sarà utilizzata per una campagna web, online dal 24 alla fine di giugno che, in seguito, ripartirà ritargettizzata a luglio: il video sarà visualizzabile sui principali portali di news e di settore.

Il concept, alla base della versione originale tedesca e mantenuto nell’adattamento italiano, vuole mostrare l’ampia gamma di possibilità offerta dal sito, che si adatta alle esigenze di ognuno. Nella vita ci sono mille ragioni per volere un nuovo veicolo: un lavoro diverso, la famiglia che si allarga, un lungo viaggio previsto, o semplicemente la voglia di cambiare. Qualunque sia la vostra ragione, automobile.it ha il mezzo giusto per voi: automobili, moto, camper, veicoli commerciali, delle migliori marche, nuovi o usati, comodamente ricercabili attraverso numerose variabili e filtri.

Il video ha uno stile giovane e minimale, trainato da uno speakerato emozionale e dal respiro internazionale che contraddistingue il portale.

articoli correlati