COMMERCE

A Milano Nasce il MonteNapoleone District per una design week internazionale

- # # # # #

MonteNapoleone District

Dal 4 al 9 aprile, in occasione della Milan Design Week le vie Montenapoleone, Verri, Sant’Andrea, Santo Spirito, Borgospesso e Bagutta diventano sede della “MonteNapoleone Design Experience 2017”. Le grandi strade dove di solito la moda è protagonista vengono così riconosciute non solo come tempio dello shopping e del lifestyle, ma anche come luoghi in cui creatività e innovazione si fondono per dar vita a una delle altre eccellenze del Made in Italy, il design.

Per il Quadrilatero della moda questo è il primo evento con il nuovo nome MonteNapoleone District, che sostituisce la denominazione scelta alla fondazione, Associazione MonteNapoleone, per rendere più comprensibile e internazionale la sua vocazione proiettandolo con più evidenza tra le grandi High Street delle metropoli mondiali. Un nome che, a partire da quello di una delle vie più conosciute al mondo, vuole consolidare il primato di Milano. Il MonteNapoleone District sarà quindi una tappa obbligata del FuoriSalone dove il pubblico della Design Week potrà scoprire alcuni dei più prestigiosi Global Luxury Brand al mondo che fanno del distretto un luogo unico per struttura e tipologia di realtà coinvolte.

Lungo via Montenapoleone, grazie al contributo di Audi, verrà realizzata una installazione ad alto contenuto di design a cura di un’artista ancora top secret. Nel calendario della “MonteNapoleone Design Experience 2017” saranno inoltre inserite le attività previste dalle singole boutique. Infatti, anche in occasione del FuoriSalone, l’Associazione coordina tutti i Soci e incoraggia la formazione di un autentico spirito di collaborazione fra gli operatori commerciali e turistici e le istituzioni cittadine, regionali e nazionali.

L’obiettivo è proseguire nella strada intrapresa dal 2010 con la presidenza di Guglielmo Miani della valorizzazione delle eccellenze che hanno accresciuto e consolidato l’immagine di Montenapoleone quale shopping center di lusso a cielo aperto unico al mondo. In meno di sette anni, l’Associazione è passata da 18 ad oltre 150 Associati tra marchi di moda, accessori di lusso e proprietari immobiliari situati nel Quadrilatero della Moda di Milano, oltre agli 11 hotel 5 stelle lusso. E gli eventi come la Design Week rientrano tra gli scopi principali dell’Associazione.

“La Vendemmia, MonteNapoleone Yacht Club, la Christmas Shopping Experience vengono da noi pianificati e organizzati nell’interesse degli associati e di quanti amano esperienze uniche ed esclusive. Ma uno dei nostri obiettivi è anche quello di raccontare l’Italia e Milano, il nostro modo di interpretare il lusso”, ha dichiarato Guglielmo Miani. 

Motivo per cui a novembre l’Associazione MonteNapoleone è diventata Socio Onorario di Fondazione Altagamma in quanto rappresenta uno di quei ‘Territori’ noti a livello globale e divenuti dei veri e propri Brand.

articoli correlati

AZIENDE

Audi insieme a NVIDIA e Mobileye lancia la guida pilotata. Al CES dimostrazione della Audi Q7

- # # # #

Audi guida pilotata

Audi darà una dimostrazione dell’intelligenza della Audi Q7 deep learning concept. Nell’ambito del keynote NVIDIA che si terrà al CES.

L’auto, orientandosi attraverso una telecamera anteriore con risoluzione a 2 Megapixel, comunica con un’unità di calcolo NVIDIA Drive PX 2 che a sua volta controlla lo sterzo con la massima precisione. Le prestazioni della centralina sono messe a punto appositamente per le applicazioni nel campo della guida pilotata.

Il nucleo del software è costituito da reti neurali che gli esperti di Audi e NVIDIA hanno istruito per la guida autonoma e il riconoscimento di segnalazioni dinamiche per la regolazione del traffico. Inizialmente la Audi Q7 deep learning concept ha appreso il percorso osservandolo con telecamere di addestramento supplementari nel corso di molteplici guide con un vero pilota, durante le quali è stato creato il nesso tra le reazioni del conducente e gli eventi conosciuti dalle telecamere.

Di conseguenza, nelle dimostrazioni di guida successive l’auto è in grado di interpretare direttamente le segnalazioni, come ad esempio una segnalazione stradale luminosa provvisoria, e di intervenire conformemente alle circostanze modificando immediatamente la strategia di guida e scegliendo il percorso breve o il percorso lungo a seconda della segnalazione.

Il sistema è in grado di gestire fattori di disturbo quali variazioni nelle condizioni di luminosità o meteorologiche . I metodi di apprendimento utilizzati per la Audi Q7 deep learning concept sono simili al sistema di auto-apprendimento denominato Deep Reinforcement Learning, sul quale era incentrata la presentazione di Audi al NIPS di Barcellona. In questo caso le reti neurali, simili al cervello umano, erano state addestrate per un’applicazione specifica.

Mentre il modellino in scala 1:8 utilizzato al NIPS ha imparato a parcheggiare per errori e tentativi, la rete della Audi Q7 deep learning concept apprende anche dal conducente, oltre ovviamente ad acquisire i dati concreti e rilevanti durante le guide di addestramento. La collaborazione tra Audi e NVIDIA risale al 2005, già nel 2007 Audi A4 si avvaleva di un chip NVIDIA e due anni dopo Audi A8 raggiungeva un nuovo livello nel campo della rappresentazione visiva.

Nel pianale modulare di infotainment (MIB) introdotto nel 2013 era integrato il processore NVIDIA Tegra 2, mentre nel MIB2, installato nel 2015 a bordo della Audi Q7 è integrato il processore NVIDIA T 30. Il successivo ampliamento del pianale sarà la versione MIB2+ che farà il suo esordio quest’anno a bordo della nuova generazione di Audi A8. Il suo elemento principale è il processore Tegra K1 che grazie alla potenza di calcolo supporta svariati display ad alta risoluzione, tra cui l’Audi virtual cockpit di seconda generazione, e permette nuove funzioni di infotainment.

La connessione di informazioni onboard con informazioni online fa sì che l’auto diventi una parte sempre più integrante del cloud. Oltre al MIB2+, con la nuova Audi A8 fa il suo ingresso nella produzione di serie la centralina dei sistemi di assistenza alla guida zFAS. Viene utilizzato il processore K1, in seguito è già previsto l’uso del processore NVIDIA X1. In futuro Audi e NVIDIA rafforzeranno la loro partnership, unendo il know-how di NVIDIA nel campo dell’ambiente di sviluppo per le applicazioni IA con il bagaglio di esperienza di Audi nel campo dell’automazione dei veicoli. Nella zFAS è integrato anche il chip per l’elaborazione di immagini di Mobileye, un altro partner Audi fondamentale.

L’azienda high-tech israeliana ha conquistato la posizione di leadership a livello mondiale per quanto riguarda il riconoscimento di immagini in campo automobilistico. Oggi alcune vetture Audi, come la Audi Q7 la A4, la A5 e la nuova Q5, montano una telecamera Mobileye il cui software di elaborazione delle immagini è in grado di riconoscere numerosi oggetti, tra cui linee di demarcazione delle corsie, veicoli, segnali stradali e pedoni.

Attualmente, le caratteristiche in base alle quali vengono classificati in modo univoco tutti gli oggetti da riconoscere vengono definite quasi esclusivamente in modo manuale. Con la nuova Audi A8, Audi e Mobileye presentano la variante successiva; per la prima volta l’elaborazione delle immagini si avvale dei metodi del deep learning, riducendo sensibilmente il tempo di apprendimento manuale durante la fase di sviluppo.

Grazie alle reti neurali, il sistema impara autonomamente quali sono le caratteristiche idonee e rilevanti per l’identificazione dei vari oggetti. Questo metodo permette all’auto di riconoscere aree liberamente percorribili, un presupposto fondamentale per la sicurezza della guida pilotata. Sulla nuova A8, per la prima volta Audi installa di serie il Traffic Jam Pilot, la prima funzione di guida automatica che, in determinate circostanze, permette al conducente di demandare la responsabilità della guida completamente alla vettura.

articoli correlati

AGENZIE

Dal 15 dicembre su Sky l’evento #untaggable, realizzato da Audi con il contributo di Magnolia

- # # # # # #

evento audi city lab

Il nuovo centro congressi la “Nuvola” di Roma ha ospitato la quarta edizione di Audi City Lab il laboratorio di idee del Marchio dei quattro anelli, che ha dato vita ad un evento #untaggable. L’evento, interamente “made in Audi Italia”, è stato realizzato con il contributo di Magnolia, la società di consulenza KPMG e Sky. Musa ispiratrice della serata è stata la nuova Audi Q2.

Personaggi del mondo dello sport, del cinema e dell’imprenditoria si sono confrontati sulle nuove frontiere della conoscenza e dell’innovazione, raccontando le proprie storie ed esperienze di vita accomunate da un approccio fuori dagli schemi. Il talk condotto da Alessandro Cattelan ha visto come ospiti principali la campionessa paraolimpica Bebe Vio, il regista Gabriele Mainetti, gli attori Francesco Pannofino e Claudio Santamaria, la campionessa di tennis Flavia Pennetta e il dirigente d’azienda Andrea Guerra e Riccardo Donadon, founder di h-farm.

#untaggableknowledge ha così consentito di far dialogare diverse generazioni, abbattendo i confini tra le discipline e aprendo le porte ad un futuro partecipativo, basato sull’interazione non solo fra le persone, ma anche con i luoghi simbolo di questa società in continuo divenire, primo fra tutti proprio la Nuvola di Fuksas.
Queste storie di vita sono confluite in 6 Mini-Docu, di 15 minuti ciascuno, che sintetizzano i profili di Bebe Vio, Flavia Pennetta, Claudio Santamaria, Gabriele Mainetti, Andrea Guerra e Paolo Piccioli, mostrando la loro natura #untaggable. Saranno in onda a partire dal 15 dicembre, a rotazione, sui canali Sky Sport, Sky Cinema e Sky Arte e disponibile su Sky on-demand, a partire dal 21 dicembre, per tre mesi.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Audi e Torino Club To Club, partner all’insegna della musica d’avanguardia

- # # # #

audi club to club

In occasione della sedicesima edizione di Club To Club, il più importante Festival italiano di musica d’avanguardia e nuovo pop, Audi, che è main partner della manifestazione, sarà presente a Torino fino al 6 novembre con la Q2, la nuova nata della famiglia Q.

Audi è per la prima volta a fianco di questa manifestazione che, dopo il grande successo dello scorso anno con oltre 50 artisti provenienti da tutto il mondo, si ripresenta nel capoluogo piemontese con nomi e performance di fama internazionale.

Espressione automobilistica d’avanguardia, la Audi Q2 è il nuovo crossover-coupé dei quattro anelli, un modello non categorizzabile in un segmento specifico e dunque #untaggable. Il SUV premium compatto della Casa dei quattro anelli è protagonista nelle location d’eccellenza della manifestazione, come la Reggia di Venaria e il Lingotto.

La presenza di Audi all’evento arriva a naturale completamento di un percorso iniziato lo scorso aprile durante la Milano Design Week all’Audi City Lab di Torre Velasca, il laboratorio di idee in cui designer, sociologi e artisti hanno dato la loro visione della società moderna. E fra le diverse sfaccettature che compongono la visione del futuro che Audi sta immaginando con innovatori contemporanei, non poteva mancare il mondo della musica, con la sua energia propulsiva e la sua continua tensione tra il presente e i nuovi linguaggi del futuro.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

La guida automatizzata che salva i T-Rex: on air la nuova campagna social Audi e Razorfish

- # # # # # # #

La guida automatizzata che salva i T-Rex: on air la nuova campagna social Audi e Razorfish

Una nuova divertente campagna social, con protagonista un volto familiare (piuttosto datato) e un’automobile con guida automatica: è on air sui social network il nuovo video di Audi e Razorfish, che racconta la “triste” storia del famoso Tyrannosaurus Rex e delle sue braccia corte, che non gli permettono di fare nulla e lo rendono oggetto di scherno e barzellette.

Nel nuovo video di Audi, il T-Rex parla apertamente per la prima volta di come questa umiliazione abbia cambiato la sua vita e dopo diverse sequenze tristi che mostrano il suo incessante declino, ecco la rivincita sorprendente del T-Rex. Il dinosauro è alla guida di un’Audi con guida autonoma. Michael Finke, Head of the International Creative Department di Audi AG, ha dichiarato: “Nel presentare i nostri progetti di guida autonoma, abbiamo sempre posto l’attenzione su tecnologia e performance. Ora il racconto avviene da un punto di vista molto emozionale. Con il meme T-Rex, Razorfish ha trovato la perfetta narrazione per l’argomento”.

“Con il filmato ‘The Comeback’ Audi ci ha permesso di creare un lavoro che non solo racconta la storia di un meme internet molto popolare, ma aggiunge anche una nuova dimensione ad esso. Questo dimostra grande comprensione del marchio e una particolare attenzione per i social media”, ha dichiarato Sascha Martini, CEO di Razorfish Germania. Il T-Rex è stato portato in vita da Stink Berlino (produzione) e Sehnsucht (CGI animation).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Audi e Young DIgitals insieme per comunicare sul web la nuova Audi_OOOO_rama

- # # # # # #

Audi e Young DIgitals insieme per comunicare sul web la nuova Audi_OOOO_ramaAudi e Young DIgitals insieme per comunicare sul web la nuova Audi_OOOO_ramaAudi e Young DIgitals insieme per comunicare sul web la nuova Audi_OOOO_rama

Per il secondo anno consecutivo Young Digitals affiancherà You Events nella comunicazione digitale di Audi_OOOO_rama, il progetto internazionale di Audi AG che lega la casa automobilistica al mondo della musica, celebrato in questi giorni in a Borgo Egnazia (BR), in concomitanza con il Locus Festival, di cui Audi Italia è sponsor dal 2015.

L’agenzia di comunicazione di Michele Polico, Guido Ghedin e Marco Pezzano, curerà nei prossimi mesi la produzione di contenuti testuali, fotografici e video e la gestione degli strumenti digital in italiano, inglese e tedesco, attraverso un team di copy, fotografi e social media manager, coordinati dal direttore creativo Paolo Orsacchini e dal key account Alberto Canazza.

Attraverso i canali di Audi Global, immagini e video verranno veicolati in tutto il mondo per comunicare il connubio tra la casa automobilistica e la musica, anche attraverso le testimonianze di artisti, produttori, innovatori dell’industria musicale che in questi giorni si sono ritrovati nel “simposio” di Audi_OOOO_rama: tra gli altri, Richie Hawtin, The Orb, Midge Ure.

“Explore the future(s) of music”, questo il claim del format di eventi ideati da Audi per definire gli scenari futuri della musica, fa quest’anno tappa in un’esclusiva località pugliese e sceglie di legarsi, in questa edizione satellite, al tema della connettività, da sempre al centro delle attenzioni della casa di Ingolstadt.

“È un grande piacere, per noi, lavorare ancora con You Events e con la Content Factory di Audi AG su questo progetto, decisamente unico nel suo genere, capace di abbracciare automotive, musica e tecnologia”, afferma Guido Ghedin, Managing Partner di Young Digitals – Il nostro studio creativo, in questi giorni presente all’evento, sta producendo moltissimi contenuti in lingue diverse, che poi verranno diffusi e declinati in tutto il mondo attraverso una moltitudine di piattaforme digital”.

Il progetto Audi_OOOO_rama è una delle collaborazioni di Young Digitals con il gruppo Volkswagen. L’agenzia, infatti, segue anche il brand Lamborghini in Cina attraverso una consulenza strategia e operativa nel mercato orientale.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Audi continua a promuovere il programma Audi Prima Scelta :plus sul portale Subito

- # # # # #

Audi continua a pianificare su Subito

Audi Prima Scelta :plus torna ad investire su Subito, famoso portale italiano per la compravendita dell’usato, pianificando la nuova campagna adv, dopo le precedenti campagne del 2013 e del 2014.

Durante il mese di luglio, infatti, Subito ospiterà all’interno della categoria Auto la creatività di Audi Prima Scelta :plus dedicata al segmento dell’usato del brand e alla gamma di accessori del brand. “Unica due volte”. Questo il claim della campagna studiata da Verba per esaltare l’eccellenza di un programma che è un vero e proprio circolo virtuoso. Un circuito in cui entra ed esce solo il miglior usato Audi, rinnovando così la superiorità della casa dei quattro anelli.

Subito si conferma un partner di rilievo per i brand del settore automotive. Con oltre 8,3 milioni** di annunci e oltre 3 milioni di visitatori al mese nella categoria Motori, la piattaforma è in grado di garantire un audience verticalizzato e dall’elevata intention to buy. Inoltre, nei primi tre mesi del 2016, gli utenti di Subito hanno mostrato una particolare sensibilità al marchio Audi che compare tra le top 10 search della categoria Auto, con il modello Audi A3.

“La preferenza che ci ha accordato il brand Audi Prima Scelta :plus è una conferma importante del posizionamento di Subito come leader anche nel segmento premium del settore automotive e della nostra capacità di raggiungere in modo mirato il target desiderato, ovvero gli utenti che accedono alla nostra categoria Auto”, spiega Melany Libraro, General Manager di Subito. “Grazie infatti alla capillarità sul territorio e all’elevata profilazione dei nostri utenti, siamo in grado di garantire un ritorno concreto dell’investimento che si traduce in lead rilevanti per volumi e qualità per i nostri advertiser”.

La campagna, pensata per raggiungere un target maschile, sarà veicolata in quattro diversi formati: overlayer custom in listing in cui per 7 secondi l’homepage della categoria Auto sarà interamente dedicata ai prodotti Audi Prima Scelta :plus, skin a impression, half page su tablet e MPU per i device.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Audi dà vita all’evento-laboratorio musicale #AudiUntaggableLives

- # # # # #

Audi lancia #Audi Untaggable Lives

Dopo aver esplorato all’Audi City Lab di Milano, l’avanguardistica agorà presso Torre Velasca, le diverse interpretazioni del presente e le visioni del futuro di sociologi, architetti, designer e urbanisti, il brand lancia l’evento-laboratorio musicale #AudiUntaggableLives. Tra le diverse sfaccettature che compongono la visione del futuro che Audi sta immaginando con innovatori contemporanei, non poteva infatti mancare il mondo della musica, la sua energia propulsiva e la sua continua tensione tra il presente e i nuovi linguaggi del futuro.

Filo conduttore dell’evento sarà il concetto #untaggable, filosofia alla base dello sviluppo di Audi Q2, il nuovo modello dei quattro anelli che sarà introdotto sul mercato italiano il prossimo ottobre. Non categorizzabile per definizione in un segmento specifico, il nuovo crossover della famiglia Q rappresenta il modo in cui Audi interpreta un mercato in continua evoluzione dove gli attori desiderano raccontare la propria individualità eludendo etichette e conformismi. Così come i visionari, i creativi, gli innovatori e i musicisti alla ricerca di modalità di rappresentazione ed espressione non retoriche. Dal 15 luglio al 27 agosto, il Marchio dei quattro anelli sarà a Locorotondo durante il Locus Festival per definire assieme a musicisti, artisti e critici di fama internazionale una visione sul futuro della musica. Il suggestivo paese dell’entroterra pugliese si trasformerà infatti in un laboratorio di idee dove arte, suono e pensiero si fonderanno assieme per esprimere l’avanguardia della musica.

Il compito di interpretare visivamente l’#Audi Untaggable Lives spetterà a Felice Limosani, artista multidisciplinare e digital storyteller, con le sue #untaggable stories. Si tratta di opere d’arte luminose create per dialogare con l’architettura di Locorotondo e per connettere il pubblico in una esperienza collettiva, ricca di significati simbolici e di grande impatto visivo. Durante le tre settimane del Locus Festival le opere di Limosani accompagneranno il visitatore in un suggestivo labirinto di vicoli bianchi e tetti in pietra sfumando i confini tra arte contemporanea, espressione creativa e linguaggi non convenzionali.
E proprio il Locus Festival, evento musicale internazionale dal grande impulso innovativo, quest’anno si apre a linguaggi trasversali e a nuove esperienze artistiche, in un merge di concerti gratuiti, dj set, reading e talk show, al di là dei canoni standard. La kermesse musicale si aprirà con il concerto gratuito dell’artista Jacob Collier, diciannovenne fenomeno di YouTube definito dal suo produttore Quincy Jones un ‘genio assoluto’, personaggio #untaggable per eccellenza.
Il programma artistico 2016 presenta una line-up di alto livello internazionale. Dj Premier & The Badder, Snarky Puppy, Andreya Triana, Jordan Rakei, Submotion Orchestra, Jelani Blackman, Floating Points, Theo Parrish, Kamasi Washington saranno gli artisti rappresentanti le tendenze più evolute ed attuali della musica mondiale in ambito soul, jazz, black ed elettronico presenti nei cinque weekend del Festival.
Il programma del Festival comprenderà inoltre le conferenze Locus Focus curate da Ashley Kahn, celebre biografo ed esperto di jazz americano, e da Nicola Gaeta, giornalista e scrittore musicale, che comprenderanno i tre artisti Dj Premier, Michael League degli Snarky Puppy e Kamasi Washington. Si svolgerà infine uno speciale incontro curato da Ernesto Assante e Gino Castaldo dedicato a David Bowie e al suo contributo straordinario alla musica contemporanea. Inoltre, il pubblico potrà assistere ad un inconsueto opening inaugurale sui balconi di Locorotondo con protagonisti d’eccezione: personaggi dello show business che, per una sera, si trasformeranno in readers, sottolineando il carattere untaggable di ogni performance di questo evento. Tra i nomi confermati, Sergio Rubini, regista e attore, l’inedita coppia electro-pop composta da Andy Fumagalli, membro fondatore dei Bluvertigo, e Cristina Moser, fondatrice degli storici Krisma, l’attore Riccardo Scamarcio assieme al critico musicale Luca De Gennaro, e l’attrice Violante Placido.

Il laboratorio sull’avanguardia musicale che prenderà vita durante l’evento ‘Audi Untaggable Lives’ si svolgerà dal 15 al 17 luglio. Sviluppato da Audi AG e giunto al suo secondo appuntamento, Audi OOOO rama – Satellite Italy 2016, è un innovativo format che coinvolge giornalisti, produttori, creativi e musicisti di fama internazionale in simposi e sessioni di brainstorming per generare nuove visioni sul futuro sviluppo dei generi musicali e definire un manifesto in grado di codificare gli scenari musicali futuri. Il programma prevede lo svolgimento di tre Big Talk, ovvero tre celebrità della musica che verranno intervistate da moderatori di fama internazionale. Richie Hawtin, uno dei dj più apprezzati del momento, The Orb, storici rappresentanti della musica elettronica e Midge Ure, frontman degli Ultravox e cantante solista, saranno intervistati rispettivamente da Bill Brewster, scrittore e Dj, Luca De Gennaro, giornalista e critico musicale, e Ashley Khan, giornalista del New York Times e Grammy winner. Uno Special Talk vedrà inoltre protagonisti Cristina Moser e Carlo Massarini, giornalista e conduttore radiofonico. Assieme ai tre Big Talk, si svolgeranno tre Panel, dove i Tastemaker, ovvero personalità di spicco del music business, affronteranno in incontri di gruppo il tema del futuro della musica per definirne il manifesto.

articoli correlati

AZIENDE

Audi: al via i test per il parcheggio pilotato nella zona di Boston

- # # #

Audi e la città di Somerville pianificano di testare insieme le innovazioni per la città del futuro sulla costa orientale degli Stati Uniti. Il Presidente di AUDI AG Rupert Stadler e il sindaco Joseph A. Curtatone hanno firmato infatti un memorandum d’intesa a margine dello Smart City Expo World Congress di Barcellona per sviluppare una strategia urbana per Somerville che prevede l’adozione di tecnologie per l’intelligenza collettiva o il parcheggio pilotato e il collegamento in rete tra auto e semafori.

Stadler ha commentato: “L’auto intelligente potrà esprimere al meglio il suo enorme potenziale solo in una città intelligente. Il lavoro congiunto sulle innovazioni urbane, unitamente alla condivisione e all’analisi dei dati sono fondamentali per l’intelligenza collettiva, che risulta particolarmente utile in questo contesto”. Sul lungo termine, le parti mirano a sviluppare innovazioni che riducano lo spazio necessario alle auto in città e aumentino la velocità del traffico.
“La nostra mobilità non potrà mai fare a meno delle auto. Nel contempo, però, ingorghi e problemi legati al parcheggio mostrano già oggi i limiti della mobilità stessa. Grazie alle tecnologie Audi, prevediamo di poter utilizzare in maniera più efficiente lo spazio disponibile in città, aumentando così la qualità di vita” ha sottolineato Curtatone. Grazie alla sua posizione centrale nell’area metropolitana di Boston, Somerville è un modello per le «Smart City».

Dopo la Silicon Valley, questa regione è quella che registra la crescita più veloce del Nord America. Nei prossimi anni, Union Square a Somerville si trasformerà in un fiorente centro urbano. In seguito all’aumento della densità demografica sorgeranno nuovi edifici residenziali, uffici e spazi industriali. Se l’estensione dell’area interessata dal fenomeno rimane la stessa, mentre il numero delle persone che ci vivono e lavorano cresce, risulta tuttavia evidente quanto le infrastrutture di mobilità esistenti siano insufficienti. Per questo, Audi sostiene il progetto di Union Square con innovazioni quali il traffic-light assistant. Il traffico risulterà così più scorrevole.

Oltre all’infrastruttura collegata in rete, Audi introdurrà nel progetto anche il parcheggio pilotato. Le auto che si parcheggiano da sole hanno tre vantaggi. Innanzitutto, i parcheggi multipiano possono essere spostati dal centro cittadino, verso zone periferiche. Al contempo, lo spazio di parcheggio necessario per ogni auto si riduce di circa due metri quadrati, i veicoli possono essere posteggiati più vicini e i parcheggi multipiano hanno corsie di marcia più strette, oltre a non aver più bisogno di percorsi pedonali, scale e ascensori. A parità di superficie, queste strutture possono così ospitare il 60% di auto in più, riducendo significativamente il numero di auto che vengono posteggiate sul ciglio della strada. Di conseguenza, i veicoli in movimento sulle strade alla ricerca di un parcheggio diminuiscono.

Le tecnologie per il parcheggio automatico sono anche alla base del secondo progetto di Somerville. Nella zona di Assembly Row, gli operatori immobiliari del Federal Realty Investment Trust (FRT) hanno pianificato e dato vita al cosiddetto “Mixed Use Development”. Grazie a un nuovo collegamento ferroviario, qui sono sorti edifici a uso abitativo, uffici, spazi per il tempo libero, attività commerciali e parcheggi che distano appena sette minuti dal downtown di Boston. Negli Stati Uniti, molti dei nuovi progetti edilizi nelle città rientrano nella categoria dei “Mixed Use Development”, che prevede un numero prefissato di spazi di parcheggio.

“I costi per la costruzione di parcheggi sono elevati e, solitamente, gli operatori immobiliari attivi nelle zone urbane non riescono ad ammortizzarli”, spiega Chris Weilminster, Vicepresidente Senior Real Estate and Leasing, FRT. Nella zona di Assembly Row, per esempio, un parcheggio costa in media almeno 25.000 dollari.
“La questione dei parcheggi è spinosa per noi e comporta enormi spese. Per non parlare poi di quanto sia dispendiosa in termini di spazio necessario. Riducendo la superficie di parcheggio, abbattiamo i costi, sfruttando al meglio quello disponibile e a tutto vantaggio di qualità della vita e profitti”. Una flotta di auto in grado di parcheggiarsi da sole consentirà in futuro un risparmio in termini di spazio e costi (per esempio, nella zona di Assembly Row si ipotizza una riduzione teorica della spesa pari a 100 milioni di dollari) e potrà essere gestita in maniera intelligente grazie a un’esclusiva soluzione di car-sharing. “Non vediamo l’ora di proseguire le nostre ricerche su queste innovazioni. Costruire parcheggi multipiano per le auto che si parcheggiano da sole sarà molto più interessante sotto il profilo finanziario”.

articoli correlati

MEDIA

Audi Germania sceglie il “Marco Polo” per una domination campaign con Clear Channel

- # # # # # # #

Audi Germania ha scelto Venezia e il “Marco Polo”, quale punto di interscambio logistico e di set up tecnico delle auto, per presentare alla stampa mondiale la nuova A4 berlina, il modello best seller della casa di Ingolstadt.

Per quasi tutto il mese di Settembre, circa 800 tra giornalisti di settore, blogger e opinion leader provenienti da 45 nazioni hanno raggiunto la città lagunare per testare la nuova A4 e godere allo stesso tempo dell’ospitalità d’eccezione organizzata dalla casa tedesca presso il nuovo Resort del JW Marriott.

Oltre alle numerose iniziative che hanno accompagnato questo evento, tra le quali la costruzione del temporary showroom e dell’area espositiva, Audi ha voluto pianificare, con Clear Chanel, un’importante campagna domination per conferire al lancio della nuova vettura la massima visibilità al fine di intercettare nell’area Arrivi, oltre al top management di Audi, tutti gli addetti di settore, scegliendo circuiti digitali e welcome banners.

Inoltre, la Casa Automobilistica tedesca ha commissionando alla stessa Media Company delle soluzioni “tailor made”, completamente nuove, capaci di garantire una copertura advertising su tutti i percorsi in coming dello scalo aeroportuale veneziano finalizzati ad accompagnare i passeggeri in arrivo dall’atterraggio fino al parcheggio. L’inedita decorazione adesiva di grandi pareti presso la Sala Arrivi Airside è risultata vincente in termini di qualità, impatto visivo, frequenza e wow effect!

Jonathan Goldsmid, Airports Director di Clear Channel Italia, così commenta: “è stato per noi di grande stimolo il fatto che Audi abbia scelto l’aeroporto di Venezia per presentare alla stampa mondiale la nuova berlina A4. Questa opportunità ci ha spinto a creare una campagna advertising di alto impatto visivo, sia internamente che esternamente lo scalo veneziano, attraverso l’utilizzo di una moltitudine di formati, dai schermi digitali ai pannelli retroilluminati, dalle decorazioni adesive “wall branding” a quelle su colonne. Tutto questo ci ha consentito di produrre un effetto “domination” strepitoso con una copertura dello scalo, in termini di visibilità della campagna, pari quasi al 100%”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Audi è presente al Fuorisalone con il temporary store Audi City Lab

- # # # # #

“Every Innovation is temporary”. È questo il claim dell’Audi City Lab, il temporary store che  inaugurato da Audi Italia in via Montenapoleone a Milano. Un laboratorio di idee, nel cuore del quadrilatero della moda, che la Casa automobilistica tedesca ha deciso di dedicare ai diversi modi di intendere il concetto di innovazione e di design e che, fino al 10 maggio, ospiterà eventi, incontri e dibattiti con ospiti d’eccezione.

Dal 16 al 28 aprile è in programma la rassegna di incontri aperti al pubblico “Audi Mind Movers – From design to imagination”, una serie di talk quotidiani, durante i quali diversi “mind movers” – artisti, designer, creativi e accademici – approfondiranno il legame tra il design, la mobilità, la sostenibilità e il futuro.

E così personaggi che vanno dal sociologo Francesco Morace, passando per il fashion Designer Romeo Gigli, fino al musicista e produttore Marracash, si confronteranno con figure di spicco del mondo Audi e alcune delle eccellenze creative che Audi Italia ha individuato con il progetto Audi innovative thinking.

L’Audi City Lab è presente a Milano nel periodo del Fuorisalone per affrontare e approfondire diverse tematiche e per diventare la sede privilegiata di una serie di incontri su temi diversi: dal design, alla musica, dalla mobilità del futuro all’innovazione in tutte le diverse forme, a cui potranno partecipare, clienti, creativi e semplici appassionati, insieme a tutti gli influencer ed esponenti del mondo del design internazionale, presenti in città per la Design Week.

Per info e per accreditarsi agli eventi: www.audicitylab.audi.it

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Un’Audi senza pilota da Stanford a Las Vegas per presentare le novità della Casa al CES 2015

- # # # # # #

In occasione dell’International Consumer Electronics Show di Las Vegas, Audi presenta numerose innovazioni in fatto di comando e visualizzazione, infotainment, connettività e tecnologia di illuminazione, applicate poi ai sistemi di assistenza per il conducente e alla guida pilotata.
Una conferma che ormai, quando si parla di “mobile” in ambito ITC, ai dispositivi handheld è ormai “obbligatorio” associare anche quelli a quattro ruote.
Audi ha portato a Las Vegas quattro auto: i modelli di serie TT Roadster, RS 7 Sportback e R8 LMX e la show car Audi A7 “prologue piloted driving”, sviluppata appositamente per il CES.
Quest’ultima, infatti, ha viaggiato da Stanford (nella Silicon Valley) a Las Vegas senza conducente. I dati provenienti dai sensori e rilevati dell’unità di controllo del sistema di guida (zFAS) durante la marcia possono essere trasmessi online al cloud. Qui vengono poi elaborati e inviati nuovamente alla vettura. In questo modo, l’auto amplia le proprie conoscenze e capacità in modo continuo, diventando un modello intelligente in grado di “apprendere”.
Anche le altre soluzioni hardware e software presentate da Audi sono flessibili e intelligenti e rendono il comando particolarmente confortevole. Per esempio, il conducente della nuova Audi TT e della nuova Audi Q7 potrà sfruttare i comandi vocali. Basterà così pronunciare frasi come “Portami alla pizzeria più vicina” e il sistema di navigazione mostrerà il relativo percorso. Il conducente potrà poi scorrere e zoomare le visualizzazioni sul nuovo MMI all in touch del SUV di grandi dimensioni come su uno smartphone. A ogni immissione segue un feedback tattile.
Anche Audi Connect, l’ampia gamma di applicazioni in rete, mette a disposizione nuove soluzioni. Sempre nella nuova Q7, il conducente può agire nell’ambiente software di Apple CarPlay e Android Auto mediante smartphone. Inoltre, può accedere alla musica di Napster e Aupeo! e aggiornare online le mappe di navigazione. In Audi TT (di serie) e Audi Q7 (a richiesta), tutte le indicazioni vengono visualizzate sull’Audi virtual cockpit, sfruttandone le numerose possibilità di personalizzazione.
Con la nuova Audi Q7, il marchio dei quattro anelli apre nuovi orizzonti anche per quanto riguarda i sistemi di assistenza per il conducente. Soluzioni come il dispositivo di assistenza all’efficienza predittiva e l’Adaptive cruise control con sistema di assistenza nella guida in colonna danno già oggi un assaggio di come sarà il futuro della guida pilotata dal punto di vista tecnologico. Audi ha recentemente mostrato quali emozioni possono suscitare i modelli senza conducente sul circuito di Hockenheim. Qui la Audi RS 7 piloted driving concept ha percorso senza pilota il tracciato toccando una velocità di 240 km/h, diventando così l’auto a guida pilotata più sportiva al mondo.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Audi fa 1 milione: la vincente strategia social a cura di Coffee Grinder

- # # # # #

Passione per la tecnologia, gusto per la performance, innovazione continua e sportività all’ennesima potenza. Sono questi gli ingredienti alla base della grande popolarità del marchio Audi che, assieme a Coffee Grinder, agenzia di comunicazione e marketing digitale, oggi festeggia un importante traguardo: oltre 1.000.000 di Facebook fan. La pagina Facebook attiva da marzo 2011 e primo canale social di Audi all’interno di una più ampia strategia digitale sviluppata da Coffee Grinder, ha incontrato immediatamente il favore del pubblico grazie ai contenuti sempre coinvolgenti che vengono pubblicati costantemente. Di giorno in giorno è cresciuta arrivando ad avere, a oggi, oltre 1.000.000 di fan, con più di 1600 post e 3 milioni di interazioni – fra like, commenti e share – con gli utenti. Come recita il video celebrativo del traguardo, un milione di fan ottenuto senza postare nemmeno un gattino ma raccontando il mondo Audi attraverso la condivisione dei modelli e delle attività legate al marchio automobilistico tedesco. Coffee Grinder ha accompagnato Audi nella comunicazione sui social di tutte le milestone più significative, dal primo traguardo di 100.000 fan, fino al lancio di A3 e-tron, la prima ibrida del suo segmento, passando per spettacolari eventi e gare automobilistiche mozzafiato.
I post più ingaggianti di sempre: “Se Babbo Natale potesse scegliere un’ Audi come slitta, quale sceglierebbe?”; “Siamo arrivati alla fine dell’anno, è giunto il momento di tirare le somme: quanti km avete percorso quest’anno a bordo della vostra Audi?”; “Nuova Audi A3: negli Showroom Audi il 15 e 16 settembre. Visita la tab dedicata”. Ad oggi l’ecosistema social di Audi comprende inoltre le presenze su Twitter, Pinterest, Instagram, Google+, Youtube e la community Audi Experience, tutti gestiti da Coffee Grinder.

articoli correlati

MEDIA

Adpress si aggiudica l’incarico per la realizzazione del nuovo Audi Digital Magazine

- # # # # #

Duplice vittoria per Adpress, che ha ottenuto l’incarico di realizzare il nuovo Digital Magazine per il Service Audi avendo saputo interpretare nel modo più efficace la difficile sfida del passaggio da formato cartaceo a formato esclusivamente digitale. Il Digital Magazine Audi è uno strumento di comunicazione destinato alla rete dei Dealer e dei Service partner ufficiali, e riveste da sempre un’importanza strategica per la marca, in quanto veicolo di informazioni, formazione, cultura e stimoli. La nuova versione digitale proposta da Adpress è risultata vincente per la ricchezza di contenuti multimediali e per aver sposato in pieno la filosofia della condivisione e della co-generazione in rete dei contenuti.

Il nuovo Digital Magazine sarà supportato da una piattaforma che avrà la funzione di laboratorio editoriale online mentre gli utenti, esclusivamente Dealer e Service partner, diventeranno una vera e propria community che potrà condividere, modificare e personalizzare i contenuti e la loro distribuzione. Il Digital Magazine sarà ovviamente scaricabile in formato PDF e quindi stampabile.

Con questa prestigiosa assegnazione, l’agenzia guidata da Daniele Pelissero e Valeria Fraccaroli (nella foto) porta al traguardo il terzo progetto digital consecutivo in soli quattro mesi, dopo la App Volkswagen Democerchi e il contest Vogliorifareiltetto.it di Wierer.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Una flotta di Audi per l’A.C. Milan, confermata la partnership con il club rossonero

- # # #

Confermata per l’ottavo anno consecutivo la partnership tra il club rossonero e l’Audi, oggi la Casa di Ingolstadt ha consegnato ai giocatori del Milan trenta autovetture a trazione integrale che verranno utilizzate dagli sportivi per i loro spostamenti quotidiani e nel tempo libero.

 

Alla presenza del Management dell’A.C. Milan, il Direttore Audi Italia Fabrizio Longo ha dichiarato: “Questa partnership ci rende molto orgogliosi perché con il tempo si è trasformata in una vera e propria collaborazione. La sinergia con questo Club, infatti, si inserisce perfettamente nella strategia di comunicazione che portiamo avanti da anni con un partner del calibro del Milan, con cui condividiamo un’importante tradizione, dinamismo e passione per la sportività”.

 

Per l’occasione il centro sportivo è diventato “Milanello. Home of quattro” –, Audi ha esposto in anteprima per l’Italia la nuova Audi A8, l’ammiraglia dei quattro anelli.

Il motto di Audi “All’avanguardia della tecnica” significa infatti molto di più di sola ricerca tecnologica. È impegno nelle competizioni sportive motoristiche della Marca, è tensione all’eccellenza nel design, nelle prestazioni e nella connettività a bordo.  La passione per la perfomance e per l’esclusività caratterizza ogni attività di Audi.

articoli correlati