AZIENDE

Amazon: record 2015 di nuovi assunti in Europa, migliaia di opportunità nel 2016

- # # # #

amazon

 

 

Amazon, mentre annuncia di aver creato 10.000 nuovi posti di lavoro in tutta Europa nel corso dell’anno appena chiusosi, conferma l’intenzione di attivare diverse migliaia di nuovi impieghi nel 2016. Attualmente i dipendenti di Amazon in tutta Europa sono oltre 40.000.

I 10.000 nuovi dipendenti che si sono aggiunti nel corso del 2015 rappresentano il numero più alto che Amazon abbia mai realizzato in un solo anno in questo continente, con una crescita delle assunzioni del 50% rispetto al 2014. Nel 2016 l’azienda, tra le varie iniziative, investirà nell’espansione della propria rete europea di Centri di Distribuzione, nell’aumento delle attività di ricerca e sviluppo con base nel Vecchio Continente e nella costruzione di nuove infrastrutture per supportare la crescente attività nel mercato del cloud computing per le aziende.

In Italia, nel 2015 Amazon ha assunto oltre 600 dipendenti a tempo indeterminato, superando le 1.400 unità. Quest’anno l’azienda di Jeff Bezos punta ad accrescere la forza lavoro nel nostro paese, presso la sede di Milano, il Customer Service di Cagliari e i due centri di distribuzione di Castel San Giovanni e Milano. Al momento sono aperte oltre 30 posizioni: da Business Analyst a In-stock Manager, da Assistente Risorse Umane al Responsabile Produzione.
“L’Italia è cresciuta velocemente”, commenta Francois Nuyts, Country Manager di Amazon per l’Italia e la Spagna, “grazie all’alta qualità dei nostri dipendenti che hanno veicolato ai clienti italiani innovazione ed eccellenza del servizio. Questi nuovi posti di lavoro sono la prova della fiducia che riponiamo nell’economia italiana, di cui Amazon è orgogliosa di fare parte”.

In Europa, inoltre, Amazon ha in programma di aggiungere al proprio staff centinaia di esperti di computer e ingegneri specializzati nello sviluppo di software nei suoi 12 centri di ricerca e sviluppo del Vecchio Continente. I centri in Germania, Irlanda, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Spagna e Regno Unito stanno ideando nuove soluzioni all’interno dei settori che compongono l’offerta dell’azienda, inclusi il sito retail e le app per mobile, i media digitali, i dispositivi e i software come la tecnologia di riconoscimento vocale, Prime Air e i servizi cloud.

articoli correlati

AZIENDE

Lindt Italia festeggia il successo ad Expo assumendo nuovi collaboratori

- # # # # #

Con la fine di Expo Milano 2015, arrivano anche i primi consuntivi. Come quello di Lindt Italia, Official Sponsor della manifestazione, che nella sua “Lindt Chocolate Factory”, il padiglione di 240 metri quadri allestito in collaborazione con Eurochocolate lungo il Decumano a fianco del Cluster del Cacao e del Cioccolato, ha deliziato durante tutti i sei mesi dell’Esposizione Universale oltre un milione di golosi, per l’esattezza 1.002.498 (una media di 5.450 persone al giorno). Nonostante il caldo estivo, il mese di maggior affluenza è stato agosto con circa 200.000 presenze: il 27 agosto è stato il giorno dei record con 7.586 persone. In termini di vendite nel corso della manifestazione, invece, Lindt ha registrato un picco nel mese di ottobre.

Oltre ad aver vissuto il percorso emozionale ed educativo dedicato ai segreti della produzione del cioccolato Lindt, dalla selezione delle fave di cacao fino alla tavoletta, passando per le diverse fasi di lavorazione – la tostatura, la raffinazione, il concaggio, il modellaggio e il confezionamento – i visitatori della Factory hanno potuto ammirare il team dei giovani “Maîtres Chocolatiers Lindt” (nella foto) che si sono impegnati a diffondere la cultura del cioccolato di qualità, realizzando in sei mesi hanno realizzato circa 850.000 assaggi.

“Siamo molto orgogliosi di essere riusciti a trasmettere delle emozioni attraverso il nostro cioccolato che produciamo con grande passione dal 1845″, commenta Fabrizio Parini, CEO di Lindt Italia. “Abbiamo creduto fin da subito in questa manifestazione, il cui tema rispecchiava pienamente l’impegno di Lindt nei confronti di politiche sostenibili che permeano tutta la catena del valore. Per l’azienda Expo Milano 2015 è stato un successo sotto tutti gli aspetti. Infatti, i numeri che abbiamo registrato alla Lindt Chocolate Factory parlano da soli”.
“Dopo questa esperienza, una parte dello staff che ha contribuito all’ottimo risultato del progetto continuerà a lavorare per Lindt” conclude Parini.
Nello specifico, Lindt Italia assumerà alcuni dei Maître Chocolatiers e dei commessi per lavorare
nei diversi Lindt Shop, l’ultimo dei quali è stato inaugurato nel centro storico di Torino la settima
scorsa.

articoli correlati