AGENZIE

UniCom: Alessandro Ubertis è il nuovo presidente

- # # # #

Alessandro Ubertis unicom

Le imprese di comunicazione aderenti ad Unicom, l’Associazione presieduta da Donatella Consolandi, si sono riunite a Milano presso la “casa dell’energia e dell’ambiente” – Fondazione AEM, per l’assemblea generale cha ha visto il rinnovamento delle cariche associative.

Nonostante il periodo particolarmente critico sia per il mondo associativo che per il settore della comunicazione, la Presidenza, unitamente ad un gruppo di consiglieri, conclude orgogliosa un mandato di grandi soddisfazioni. Il triennio appeno concluso consegna infatti un’Associazione unita e capace di raggiungere grandi risultati.
Diversi consiglieri uscenti si sono ricandidati per il prossimo triennio, in un’ottica di continuità, per portare la loro memoria storica, mentre nuovi associati propongono la loro candidatura per porsi al servizio dell’Associazione portando nuove professionalità ed esperienze che possono contribuire a far crescere Unicom proiettandola verso un futuro ricco di ambiziosi traguardi.

L’Assemblea, che non ha previsto parte pubblica, aveva all’ordine del giorno i consueti adempimenti statutari: la relazione di fine mandato del presidente Donatella Consolandi, l’approvazione dei bilanci consuntivo 2015 e preventivo 2016 e le elezioni per il rinnovo delle cariche sociali (Consiglio Direttivo, Collegio Revisori dei Conti, Collegio dei Probiviri) per il triennio 2016/2019.

Al termine delle votazioni sono stati eletti:

Per il Consiglio Direttivo sono risultati eletti (in ordine alfabetico):
Acito Alberto
Alberto Federico
Amarotto Roberto
Arduini Davide
Bovoli Gianluca
Ferrara Salvo
Gaiga Alberto
Illetterati Diego
Lo Buglio Erica
Mazzo Francesco
Persico Maria Grazia
Rossi Federico
Ubertis Alessandro
Zanelli Loris
Zattarin Federico

Per il Collegio dei Probiviri sono risultati eletti (in ordine alfabetico):
Lupo Andrea
Matina Gerlando
Tolomei Luciano

Per il Collegio dei revisori dei Conti sono risultati eletti (in ordine alfabetico):
De Bortoli Andrea
Incarbona Giuseppe
Rossi Paolo

Il Consiglio Direttivo, riunito al termine delle elezioni ha eletto Presidente Alessandro Ubertis (nella foto) che si è riservato di procedere alla nomina dei vicepresidenti ed alla composizione del comitato di presidenza nel corso del prossimo consiglio fissato per il 22 febbraio.

articoli correlati

AZIENDE

IAB Italia presenta il restyling del sito, con una nuova sezione dedicata all’Academy

- # # # # # #

IAB Italia, in concomitanza con il lancio del nuovo sito dell’Associazione, rinnova anche l’offerta formativa di IAB Academy, piattaforma ideata per rispondere alle necessità di formazione e aggiornamento degli operatori del digital advertising. Sempre più in linea con l’obiettivo di IAB Italia di offrire formazione di qualità a tutti i protagonisti dell’Industry, il nuovo sito dell’Associazione ospita infatti al suo interno una sezione dedicata interamente alla formazione per sottolineare ancora una volta l’impegno in questo campo.

Facilmente accessibile anche dall’homepage, IAB Academy è organizzata su tre livelli e contiene una ricca offerta di contenuti educational, che saranno costantemente arricchiti. È possibile accedere a Percorsi Formativi, Instant Courses e anche all’intero archivio di SuperSummit, per permettere agli utenti di accedere all’insieme dei componenti del digital advertising: dalle decisioni strategiche alla progettazione, fino all’execution delle campagne.

I Percorsi Formativi permettono di approfondire in maniera chiara ed esaustiva i molteplici aspetti legati alle varie discipline del digital advertising, alle policy e agli standard di mercato, ai trend della fruizione online e degli investimenti pubblicitari. Ciascun percorso è sviluppato da IAB in collaborazione con uno o più Soci.

Gli Instant Courses, invece, sono dedicati ai temi affrontati nel corso di eventi organizzati da IAB Italia, come il Seminar del Native Advertising e il prossimo in programma a metà ottobre dedicato al Programmatic.

“Siamo davvero orgogliosi del risultato del nuovo sito e soprattutto della sezione dedicata all’Academy. Negli ultimi mesi – insieme a Marco Montemagno, Founder di SuperSummit – abbiamo lavorato per offrire ai nostri Associati, e non solo, uno strumento ideale che permetta di essere sempre aggiornati sui trend e sulle best practice della Industry. La nostra offerta formativa risponde a due esigenze: da una parte, l’aggiornamento degli operatori di mercato e, dall’altra, la necessità di diffondere una cultura digitale imprescindibile per qualsiasi azienda che voglia competere sui mercati moderni”, commenta Carlo Noseda, Presidente di IAB Italia.

L’accesso all’archivio di IAB Academy è gratuito per i Soci IAB. Per chi non è iscritto, l’Associazione ha pensato a un modello in abbonamento a 29 euro al mese.

Tra le novità del sito di IAB, invece, spiccano una struttura dinamica – con accesso diretto a tutte le aree, comprese quelle dedicate agli eventi, che prima erano esterne – e la possibilità di fruire in modo rapido e agevole di tutti i contenuti.

articoli correlati

AGENZIE

Social Television: nasce la prima Associazione dedicata alla Social TV

- # # #

La creatività di un gruppo di giovani, professionisti e appassionati di tv, web e social media dà vita a un progetto nuovo e unico in Italia. L’associazione Social Television si pone l’obiettivo di diventare punto di riferimento per promuovere il confronto sugli aspetti innovativi, commerciali ed evolutivi della TV nel nostro Paese con un occhio di riguardo verso Social TV, Second Screen, Transmedia, Connected TV, TV Everywhere, Mobile Commerce e OTT.

“La TV è all’inizio di una profonda ridefinizione delle sue logiche”, dichiara David Ghirardello, Presidente dell’associazione, “le modalità di fruizione e i bisogni degli spettatori sono cambiati e con essi anche parte del sistema produttivo. La Social TV è diventata mainstream e ogni programma televisivo non può più prescindere da una strategia digitale che integri un’esperienza web, mobile e su social media”.

La rapida evoluzione del settore obbliga gli operatori a un aggiornamento continuo per poter sviluppare progetti e strategie proiettate nel futuro. Al fine di realizzare tutto ciò, l’associazione Social Television si pone come osservatorio e trasversale luogo di confronto, aperto a tutti gli stakeholder nazionali e internazionali appartenenti all’industria della televisione, dei media e della pubblicità. Persone fisiche, enti o aziende e operatori dei settori coinvolti. Un villaggio globale che riunisca e rappresenti tutti coloro che si occupano di gestire e sviluppare contenuti, prodotti e servizi connessi all’ecosistema della Social TV.

La mancanza di un ente super partes ha convinto gli ideatori di Social Television a farsi promotori di questo ambizioso progetto, consapevoli della sua complessità ma guidati dalla volontà di mettere in circolo competenze e idee per creare partecipazione e interazione a livello internazionale.

Sito di riferimento dell’associazione sarà socialtelevision.it, luogo dedicato alla divulgazione e condivisione di informazioni sul tema. L’attività sarà arricchita da convegni, seminari, corsi di formazione professionale, tavole rotonde e meetup. Parteciperanno agli appuntamenti operatori del settore e professionisti che di volta in volta affronteranno le tematiche da differenti prospettive, approfondendone implicazioni, criticità e potenzialità.

Il primo incontro è fissato per giugno e tratterà di Second Screen, monetizzazione e opportunità per editori e agenzie media; il successivo affronterà invece il tema della Social TV dal punto di vista dello storytelling e della costruzione di format tv nativamente transmediali.

“L’attuale offerta di Second Screen App, le future modalità di engagement del pubblico attivo, la necessità di individuare KPI condivisi e il crescente spostamento di budget pubblicitari destinati a iniziative multi-piattaforma, che trovano nella convergenza tra Web e TV un modo nuovo ed efficace di ottimizzare e rendere misurabili i propri investimenti, sono solo alcuni degli argomenti che l’associazione Social Television si prefigge di affrontare con i relativi player del settore”, conclude Ghirardello.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nasce Kinder+Sport+1Click, iniziativa social per sostenere lo sport giovanile

- # # # # # #

Un click per sostenere lo sport giovanile: è questo l’obiettivo di Kinder+Sport, che, tramite una nuova iniziativa digitale attraverso 1ClickDonation, piattaforma online di clickraising, donerà 40mila euro alle 5 associazioni, tra quelle iscritte, più votate dagli utenti.
Attraverso il sito www.kinderpiusport.it, la pagina Facebook www.facebook.com/kinderpiusport (tramite apposita App) e dal sito www.1clickdonation.com, chiunque può non solo votare le Associazioni sportive iscritte, ma anche scegliere di candidare la propria. Il concorso ha la durata di 2 mesi, fino all’8 dicembre 2013, ed è aperto a tutte le associazioni sportive dilettantistiche italiane affiliate al CONI – Comitato Olimpico Nazionale Italiano.
Per promuovere la partecipazione della propria associazione e farle ottenere più click gli utenti (e le stesse Associazioni) hanno a disposizione la possibilità di condividere nelle proprie piattaforme social i contenuti pubblicati da Kinder+Sport (post e tweet) dedicati all’iniziativa, al fine di dare maggiore visibilità all’Associazione e invitare gli amici a votarla; e badges e banner promozionali messi a disposizione da Kinder+Sport +1click, con materiali scaricabili e utilizzali liberamente caricandoli nel proprio blog o sito, seguendo le semplici istruzioni nella pagina web dell’iniziativa. 1ClickDonation sarà inoltre disponibile durante l’intera iniziativa a fornire supporto in tal senso.
Kinder+Sport è il progetto di Ferrero per promuovere lo sport come un’abitudine quotidiana, con l’obiettivo di diffondere stili di vita attivi a livello mondiale, poggiando su tre valori fondamentali: la crescita di ogni individuo fortemente condizionata dalla pratica sportiva; l’educazione, poiché lo sport aiuta a crescere imparando la lealtà, il rispetto per gli altri e per le regole; il sociale, perché praticare sport insegna a vivere correttamente nel contesto sociale. Ad oggi Kinder+Sport è presente in 20 paesi, e si propone di aggiungerne altri 10 nel 2014. In Italia supporta le principali Federazioni e Istituzioni sportive, coinvolgendo nel solo periodo 2012-2013 circa 1,5 milioni di bambini e ragazzi. Con l’iniziativa Kinder+Sport +1click, il progetto sostiene le Società e Associazioni sportive attraverso una nuova solidarietà digitale e avvia tramite i social network un dialogo più diretto con gli utenti che si trovano al centro di un grande progetto di promozione della pratica sportiva fra le giovani generazioni.

articoli correlati