MEDIA

Primato di ascolti per la Rai: a giugno cresce del 2% nel totale giornata verso lo scorso anno

- # # #

Rai

Il mese di giugno 2018 consacra il primato di ascolti dell’editore Rai. Già protagonista assoluta della stagione 2017-18, la televisione pubblica non ha subito in alcun modo la controprogrammazione dei Mondiali di Russia 2018. Il primo mese di programmazione estiva si conclude, infatti, in positivo con gli ascolti delle tre generaliste in crescita del +2% nel totale giornata verso lo scorso anno. Sul target pregiato degli Spendenti, con una share complessiva del 35,6%, Rai stacca il primo competitor di oltre 4,5 punti, segnando il +15% dell’ascolto in valori assoluti.

Gli ottimi ascolti di Rai a giugno hanno generato ascolti pubblicitari in linea con le stime di Rai Pubblicità. Questi risultati sono merito di una programmazione che ha reso protagonista il pubblico femminile: solo su Rai1 il target donna ha registrato, infatti, il 64% dell’ascolto totale del canale, incrementando la percentuale di 3 punti rispetto allo stesso periodo del 2017.

Rai1, affermandosi prima scelta sia nel totale giornata sia in prima serata, è cresciuta in tutte le fasce grazie ai consolidati appuntamenti estivi come Uno Mattina Estate (+10%), Quelle Brave Ragazze (+34%), Don Matteo in replica daytime (+6%), La Vita In Diretta (+4%) e Reazione a Catena (+2%). In prime time il primato della televisione pubblica è ancora più evidente: rispetto a Canale5, Rai1 ha ottenuto ascolti superiori del +10%, un vantaggio che aumenta fino al +34% se si escludono le serate dei Mondiali.

Tutto questo grazie a un palinsesto ricco e variegato: da una parte le fiction con la prima tv di Tutto Può Succedere 3, vero fenomeno crossmediale – il box set completo dei nuovi episodi in anteprima esclusiva su RaiPlay ha totalizzato 2,5 mio di media views – e le seconde visioni di titoli cult come Don Matteo e I Bastardi di Pizzofalcone; dall’altra l’intrattenimento che, oltre agli immancabili Wind Music Awards, ha testato il nuovo format Ora o Mai Più con un esordio eccezionale al 25% di share pari a 4,7 mio di telespettatori.

Il consenso di pubblico è anche di Rai2 che, in aggiunta alle serie tv tra cui le prime visioni di Squadra Cobra 11, Rosewood e MacGyver, ha sperimentato ancora una volta nuovi generi puntando su un pubblico più giovane: Il Supplente è stato il programma d’intrattenimento più seguito per il canale con una media di 1,4 mio di telespettatori e il 6,7% di share, dato che sale all’8% sulle donne 25/54.

A completare il bouquet delle generaliste Rai3 che ha rafforzato ulteriormente gli appuntamenti con i format classici di rete: #CartaBianca è cresciuto del +50% rispetto al periodo omologo, Chi L’ha Visto del +6%, mentre Ulisse ha raggiunto una media del 7,7% pari a 1,4 mio di telespettatori, permettendo al canale di essere stabilmente la terza proposta più vista del sabato sera.

Fondamentale, come sempre, il contributo delle Rai Gold che nel mese di giugno hanno guadagnato il +6% degli ascolti, con Rai Premium – non a caso la specializzata più femminile del bouquet Rai – che ha segnato un impressionante +35% rispetto a giugno 2017.

articoli correlati

MEDIA

RAI PUBBLICITÀ PUNTA SUL VALORE DELLA QUALITÀ DEL PALINSESTO

- # # # # #

rai pubblicità

Rai Pubblicità pubblica la propria politica commerciale per il prossimo autunno al cui centro sta la qualità del prodotto editoriale di Rai, evidenziato nelle elevate concentrazioni di ascolto sul target degli “Spendenti”, ossia quel 70% della popolazione italiana con livello culturale medio e medio/alto che concentra oltre l’85% del potere di acquisto dell’intero Paese. Tutte le ricerche di marketing e i top spender hanno infatti messo a fuoco lo spostamento del potere di acquisto sui segmenti più maturi della popolazione concludendo che il vero target commerciale non è più definito dall’età anagrafica ma dalla capacità di spesa.

Rai vanta concentrazioni molto elevate su questo target con un indice di affinità di 107 e conseguenti forti efficienze sui Cpg. La costante leadership di ascolto, il basso affollamento pubblicitario, l’impaginazione di break più corti, l’elevata quota di prime time e i nuovi format creativi vicini ai più recenti trend della comunicazione (Be Trasparent, Lezioni di Etichetta, Tutorial Time, Palinbox), la vera crossmedialità che mette il contenuto sempre al centro delle diverse modalità di fruizione completano il quadro distintivo di Rai Pubblicità.

L’obiettivo di Rai Pubblicità per il prossimo autunno persegue il giusto posizionamento di questo valore attraverso alcuni snodi fondamentali.
Innanzittutto valorizzare la competitività sul target Spendente in tutte le sue declinazioni, recuperando il gap sui costi per grp’s che ci separa dai competitor.
Poi posizionare Rai 4 come il quarto canale generalista Rai, valorizzando le sue eccezionali performance di ascolto che per volume e profilo la rendono complementare a Rai 1, Rai 2 e Rai 3. Il palinsesto pubblicitario di Rai 4 passerà gradualmente dalla vendita a fascia ad una vendita per programma.
Infine uniformare lo sconto commerciale su tutti i nostri canali, proponendo sui canali specializzati una variazione tariffaria più contenuta della crescita di ascolti.

In sintesi le variazioni medie di Rai 1, Rai 2 e Rai 3 sono del +7% di ascolto e del +12% di listino, per Rai 4 ci aspettiamo un +70% di ascolto contro un +30% di listino e per la media degli altri canali specializzati una crescita del 7% di ascolto a fronte di un +3% di listino.
Il listino autunnale copre 15 settimane, dal 10 settembre al 23 dicembre, con 3 tariffe di base e promozioni stagionali del -10% e del -5% nella seconda e terza settimana di settembre e del -10% nella settimana prima di Natale.

 

articoli correlati

MEDIA

L’estate di Discovery Italia è all’insegna dei grandi ascolti, con l’8% di share

- # # # # # #

Più che positiva la stagione estiva di Discovery Italia, che con i suoi 14 canali chiude con uno straordinario 8% di share il periodo giugno-agosto (in crescita del 15% rispetto allo scorso anno), archiviando un agosto particolarmente brillante con l’8,2%, +9% rispetto ad agosto 2014.
Ancora migliori sono i risultati sul target commerciale – adulti 25-54 anni – con il 10,3% di share nel periodo giugno-agosto – +21% rispetto allo scorso anno – e agosto al 10,8%, +12% rispetto ad agosto 2014. Un successo rafforzato dal lancio di Dplay, servizio di video streaming gratuito dei canali free to air che in soli due mesi ha raggiunto ni 3 milioni di video visualizzati, con più di 2 milioni gli utenti unici, 8,2 milioni di pagine viste e oltre 214mila download dell’app.
Una crescita corale, in tutte le aree tematiche, che conferma il ruolo sempre più rilevante del portfolio di Discovery Italia e la sua centralità nel panorama televisivo italiano, con ben 5 canali stabilmente nella top 25 dei canali nazionali più visti.

Deejay Tv (canale 9) è il canale neo-generalista entrato nel portfolio Discovery lo scorso gennaio. Alla vigilia della nuova stagione – con nuove produzioni originali e una veste grafica totalmente rinnovata – Deejay Tv ha da subito dimostrato il suo potenziale con un ottimo 1% nel periodo giugno-agosto e punte giornaliere dell’1,2%. Particolarmente buoni i risultati raccolti in prime time con i blockbuster Spiderman (519mila spettatori), Karate kid (407mila) e Men in black (397mila).

Straordinaria conferma per Real Time che, pur essendo al canale 31, si conferma ottavo canale nazionale con l’1,8% share – 4.1% sul target donne 20-49, con una crescita del +7% rispetto al 2014 e quinto canale per questo target – grazie al successo di programmi come Vite al limite (750mila spettatori la sera del 31 agosto, 3,6% share ) e la produzione originale Italiani-Made in China (2,8% share sul totale individui e 5,4% sulle donne 20-49).

Egualmente ottimi i numeri di DMAX (canale 52), che con uno share medio dell’1,4% si piazza nella Top 10 della classifica dei canali nazionali, in sesta posizione nel core target uomini 20-49 con il 3,5% share. Da segnalare i brillanti risultati delle quattro stagioni della nuova serie Recupero Crediti che, con uno share medio del 2% sul totale individui e del 4.4% sul target  uomini 20-49, ha portato DMAX ad essere l’ottavo canale e il quinto sul target di rifermento con picchi di oltre 400mila spettatori. Ma anche i “grandi classici” del canale hanno regalato soddisfazioni: la sesta stagione di River Monsters ha raccolto ottimi numeri il venerdì sera, con una media di 1.3% share e 2.9% sugli uomini 20-49 anni.

Giallo (canale 38) si conferma il canale del portfolio con la maggiore crescita anno su anno: nei mesi estivi viaggia su uno share di oltre l’1%, crescendo del +15% rispetto al 2014. Da segnalare in particolare Bones, con episodi che hanno superato la media di 427mila spettatori con l’1.7% share (3° miglior risultato di sempre per il canale).

Focus (canale 56) replica l’ottimo risultato ottenuto lo scorso anno, con uno share dello 0.8% sul periodo estivo. Particolarmente bene programmi come Top Secret: Ipotesi di complotto, che ha raggiunto ben 311mila spettatori (1.9% share). Ottimi risultati anche per Marchio di Fabbrica, che ha toccato 307mila spettatori (1.9% share). Focus ha inoltre festeggiato Ferragosto con il quarto miglior risultato in share di sempre (1.3% share).

Molto bene anche i canali dedicati ai più piccoli con K2 (canale 41) e Frisbee (canale 44) che raggiungono il 9.3% share nella fascia d’età 4-14 registrando una crescita annuale del +15%, con un picco del 12,4% lunedì 27 luglio. Tra i programmi più visti l’anteprima di Alvinnn!!! And the Chipmunks, con la premiere di venerdì 12 giugno che ha superato l’ascolto medio di 285mila spettatori.

Tante soddisfazioni sotto l’ombrellone anche per Eurosport, grazie a tre mesi appassionanti e ricchi di importanti esclusive. Dopo lo straordinario successo Roland Garros di tennis, che ha segnato un +12% rispetto all’edizione 2014 in termini di share e ha raggiunto ben 294mila spettatori (2.5% share) con la finale maschile  tra Djokovic e Wawrinka, anche il ciclismo ha fatto incetta d’ascolti con il Giro d’Italia e il Tour de France,  che sono cresciuti rispettivamente del +58% e del +39% anno su anno. Molto bene anche la Vuelta di Spagna, in pieno svolgimento, che con la nona tappa del 30 agosto ha totalizzato uno share dell’ 1.4% (2.3% sul target uomini) assicurando al canale il secondo posto tra i canali pay durante la messa in onda.

Discovery Channel, che proprio quest’estate ha festeggiato 30 anni dalla sua nascita, si conferma infine leader dell’area Doc&Lifestyle di Sky con uno share pay pari allo 0.8% share. Un compleanno celebrato con un “pop up channel” sulla piattaforma Sky e un palinsesto esclusivo ricco di talent e titoli che hanno fatto la storia del canale: dai maghi dei motori Mike Brewer ed Edd China con Affari a Quattro Ruote al campione delle sfide al limite Bear Grylls: L’ultimo sopravvissuto, passando per la famiglia Hoffman de La Febbre dell’oro, gli esperti di sopravvivenza di Dual Survival, il trio di eroi dell’asfalto di Top Gear, fino ad arrivare al coraggioso Mike Rowe e i suoi Lavori Sporchi. Tra i titoli più performanti dell’estate la nuova stagione di Acquari di Famiglia, con una media di 72mila spettatori (1.8% share pay).

articoli correlati

MEDIA

Ascolti record su Eurosport per il Tour de France. + 39% rispetto alla scorsa edizione

- # # # # #

La 102° edizione del Tour de France, che ha visto trionfare Chris Froome sugli Champs-Élysées, ha fatto registrare degli ascolti da record su Eurosport nei mercati chiave europei. La copertura live delle tappe ha totalizzato una crescita dell’11% rispetto al 2014 su scala europea.

Grandi performance in particolare per l’Italia, con l’edizione 2015 che è risultata la più seguita di sempre: sono stati oltre 2,3 milioni, infatti, i contatti netti durante lo svolgimento della Grande Boucle. L’ascolto medio durante le dirette è stato di 104.000 spettatori, pari a una share dello 0,9%, ottimizzato sulla fascia maschile (1.7%), in aumento del 39% rispetto all’edizione 2014.

La 20^ tappa, decisiva per la classifica finale, è stata la più seguita di sempre per un Grande Giro su Eurosport. La frazione da Modane Valfrejus all’Alpe d’Huez (25 luglio), ha registrato infatti una media di 224.000 spettatori (1,6% di share), con un picco di 458.000 contatti sintonizzati alle 16.03, durante i primi chilometri dell’iconica salita delle Alpi francesi. Nella giornata di sabato, inoltre, Eurosport si è classificato all’8° posto nella classifica dei canali nazionali più seguiti dal target maschile, il primo tra quelli pay.

articoli correlati

MEDIA

laeffe continua a crescere e archivia un giugno con ottimi dati d’ascolto

- # # # # #

Continua la crescita d’ascolto di laeffe, confermando la tv di Feltrinelli come uno dei canali del digitale terrestre dal miglior trend positivo.

Un intrattenimento culturale, indipendente e per tutti, che incontra sempre più appassionati tra il pubblico televisivo e che nelle settimane di giugno 2015 ha superato un’audience media di 30.000 AMR in Total Day (sul target individui 07.00-26.00).
Ottime performance nella fascia daytime RED – Read Eat Dream (12.00 – 20.00) con picchi d’ascolto di 0,6% e 0,7% di share registrati dalle avventure di Fred Chesneau (Il Cuoco Vagabondo), di Antoine de Maximy (Posso Dormire da voi?), di Jamie Oliver e di Anthony Bourdain (Cucine segrete) e un costante 0,5% sul target 25-54 uomini e donne, che decretano il successo crescente della programmazione food & travel del canale.
Ma soprattutto una stabile crescita in Prime Time, con i lungometraggi del laeffeFilmFestival come Jimmy P., Bernard & Doris, Un amore di gioventù, Tutti i battiti del mio cuore e serie tv come Omicidi tra i Fiordi – I gialli di Camilla Lackberg che hanno raggiunto uno share dello 0,5% in Prima Serata.
Altrettanto significativa la fruizione mobile via APP che si attesta a oltre 100.000 session streaming/mese a giugno 2015 e una community social con 218.000 fan Facebook e oltre 35.000 followers su Twitter.
Una crescita d’ascolto che premia una linea editoriale originale, capace di raccontare la contemporaneità con un linguaggio innovativo e fresco. Una qualità che si rinnova anche nella programmazione estiva 2015 fatta di inedite prime cinematografiche provenienti dai più importanti Festival (Polisse, Party Girl, Per Nessuna Buona Ragione), serie TV internazionali di produzione europea ed esclusivi e quotidiani viaggi nelle culture del mondo firmati RED – Read Eat Dream. In particolare, l’appuntamento con RED – Read Eat Dream del daytime si arricchisce di nuove serie e nuove stagioni, per tutti gli amanti del cibo e dei viaggi: Il re dello street Food, Dolce Vita con David Rocco, Anthony Bourdain: Cucine segrete, Il cacciatore dei venti, Raw Travel – Viaggi Nudi e crudi.

Non può infine mancare la cultura: da agosto, parte il progetto EFFE COME FESTIVAL, un viaggio nella migliore produzione culturale italiana, dove 10 tra i Festival più importanti del nostro Paese – Dialoghi sull’uomo di Pistoia, Collisioni di Barolo, Cortona Mix Festival, Time in  Jazz di Berchidda, Festival della Mente di Sarzana, Festival internazionale della letteratura di Mantova, Pordenonelegge, Bookcity a Milano, Festival della Scienza di Genova, Lucca Comics – sono raccontati in 10 speciali tv e 20 eventi live streaming su laeffe.tv, dalle piazze e dai palchi italiani più importanti del nostro paese, da una coppia inedita e competente, lo scrittore Alessandro Mari e la giornalista Marta Perego.

articoli correlati

MEDIA

RadioMonitor 1° semestre 2013: RTL 102.5 si conferma in testa agli ascolti

- # # # #

Resi noti oggi i dati RadioMonitor di GFK Eurisko relativi alla rilevazione degli ascolti radio nel primo semestre di quest’anno. I dati raccolti si riferiscono alla 60.000 interviste Cati effettuate tra gennaio e giugno e, per quanto riguarda le emittenti nazionali, vedono in testa RTL 102.5, con un ascolto di 7.001.000 nel giorno medio. Alle sue spalle, con 5.056.000 ascoltatori, si colloca Radio DeeJay, davanti a Radio 105 (4.836.000 ascoltatori). Solo sesta Rai Uno, la prima delle reti pubbliche, i cui 4,3 milioni di ascoltatori sono superati anche dai 4.6 milioni circa di RDS 100% Grandi Successi e di Radio Italia .

Lorenzo Suraci, presidente di RTL 102.5 (nella foto) si è dichiarato molto soddisfatto del superamento del “tetto dei sette milioni di ascoltatori”, non soltanto perché premia il continuo lavoro di miglioramento e sviluppo svolto in questi anni, ma soprattutto perché  dimostra, anche con la crescita del totale ascolto, come la radio sia un mezzo in grande salute che raggiunge ogni giorno oltre 35.000.000 di italiani.
“Questo risultato”, ha concluso Suraci, “ci permetterà, anche in un momento così difficile per l’economia italiana e conseguentemente per la raccolta pubblicitaria, di presentarci sul mercato e di offrire   ai nostri clienti un prodotto sempre più efficace per raggiungere i loro obiettivi di comunicazione”.

“Questa rilevazione ha confermato gli ottimi risultati già evidenziati in precedenza soprattutto sul dato del quarto d’ora e nei sette giorni, confermando il nostro trend positivo”, ha aggiunto Mario Volanti, Editore e Presidente Radio Italia. “Abbiamo consolidato il nostro giorno medio al di sopra dei 4 milioni e mezzo;  questo dato mi rende molto soddisfatto, perché premia il lavoro svolto da tutto lo staff nel 1° semestre del 2013”.
Guardando invece agli incrementi percentuali degli ascolti del semestre in confronto all’anno 2012, la performance migliore è di Radio 24, che sale al 9° posto  nella classifica con 2.134.000 ascoltatori nel giorno medio, guadagnando nel 1° semestre 2013 una posizione rispetto ai dati relativi al totale 2012. In termini percentuali Radio 24 cresce quindi di più di tutte le altre radio nazionali con un +14,3 %, (pari a un aumento di 267.000 ascoltatori) che la colloca davanti a Radio Capital (+ 11,1%) e Radio Kiss Kiss (+8,0%).

articoli correlati