MOBILE

Mangia, bevi, risparmia: offerte e sconti su Stin Jee

- # # # # #

Mangia, bevi, risparmia: offerte e sconti su Stin Jee

Mangiare bene e spendere poco: è questa la mission e l’obiettivo per gli utenti degli sviluppatori di Stin Jee, applicazione mobile che permette di cercare e trovare le migliori offerte o sconti dai migliori ristoranti, bar, pub e bistrot nella zona in cui ti trovi. Grazie alla geolocalizzazione degli smartphone, sarà infatti possibile rintracciare sconti o offerte di cibo e bevande più vicini rispetto alla tua posizione, che tu sia nella tua città o in giro per il mondo: Stin Jee è infatti la prima app del suo genere a essere disponibile fin da subito in tutto il mondo, con una maggiore concentrazione di offerte in USA, Italia e Regno Unito. Per poter usufruire degli sconti non è richiesta nessuna registrazione, nessun inserimento di un metodo di pagamento in-app, nessuna stampa del coupon ricevuto: un mix di features che la rendono unica ed inimitabile rispetto ai competitor a livello di key concept, differenziazione e valore per il cliente.

Il funzionamento è molto semplice: l’app, fornisce una scheda delle offerte, con informazioni utili per raggiungere e/o contattare il locale utilizzando Google Maps e i suoi servizi di geolocalizzazione. Inoltre, con un semplice click, gli utenti potranno telefonare direttamente al locale per prenotare in tutta tranquillità, ma soprattutto avranno la possibilità di condividere l’offerta speciale sui social affinché i loro amici e conoscenti possano conoscerla. La lista delle numerose offerte speciali sarà ordinata in base alla distanza dalla posizione del potenziale cliente, partendo dal locale più vicino fino ad arrivare al più lontano, e cliccando sulla singola offerta sarà possibile conoscere tutti i dettagli riguardanti l’offerta, lo sconto, il menù, i prezzi ed altre particolari caratteristiche del locale scelto. Stin Jee è un’app completamente gratuita e non è necessaria alcuna iscrizione: occorre solamente scaricare l’applicazione e da subito potrai iniziare a risparmiare usufruendo delle tantissime offerte esclusive messe a disposizione dai ristoranti, bar, bistrot: una volta arrivati al ristorante, è sufficiente mostrare l’offerta speciale o il coupon sullo smartphone (o tablet) per usufruire dello sconto esclusivo e mangiare e bere nel locale ad un prezzo scontato. Ed il gioco è fatto.
Per quanto riguarda i proprietari di ristoranti e bar, Stin Jee permette di creare, pubblicare e gestire in tempo reale offerte speciali e sconti esclusivi in totale autonomia e semplicità: è facile, flessibile, senza intermediari e senza costi nascosti o percentuali sulle entrate ed in più permette di attirare e quindi acquisire grosse quantità di potenziali clienti interessati alle offerte e agli sconti esclusivi nelle immediate vicinanze del locale.

articoli correlati

MEDIA

Nuova immagine e app per Radio 24, nel segno del palinsesto personale

- # # # #

radio 24

Festeggiati da poco i suoi 17 anni, Radio 24 rinnova la propria immagine presentandosi con un nuovo logo e pay off, lanciando nel contempo la nuova App per IOS e Android.
Quest’ultima presenta nuove funzionalità che hanno l’obiettivo di dare agli utenti la possibilità di avere sempre a portata di mano  tutti i contenuti dell’emittente del Gruppo 24 ORE, così da creare la propria radio su misura, nell’ottica di una sempre maggior personalizzazione della fruizione.
Con la nuova app, infatti, gli utenti potranno ascoltare la diretta e accedere – tramite download – a tutti i contenuti, anche offline. Grazie al servizio Alert sarà possibile impostare avvisi per essere informati quando il proprio conduttore preferito è in onda. Sarà inoltre possibile consultare le schede dei conduttori e di ogni programma con i temi delle puntate e scaricare i podcast.

Non solo, nella sezione MyRadio24 si potrà creare il proprio palinsesto sulla base della propria giornata, quando si è in macchina, a correre o al lavoro, e scegliere così sempre cosa ascoltare e quando ascoltarlo.La sezione Connect24, dedicata ai social media, permetterà agli utenti di avere sempre a portata di mano i post e i tweet pubblicati da Radio 24 e interagire direttamente con giornalisti e conduttori per confrontarsi sui temi dei programmi inviando messaggi tramite la app. Infine la nuova sezione Servizi permetterà di ascoltare l’ultima edizione del GR, di Borse in diretta, Strade in diretta e la rassegna stampa sempre aggiornata.

articoli correlati

MOBILE

Una nuova app REALE: il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza lancia l’app dedicata alla Reggia

- # # # #

Una nuova app "REALE": il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza lancia l'app dedicata alla Reggia

Sito e social non bastano più al Consorzio Villa Reale e Parco di Monza: visto il successo raggiunto negli ultimi anni sui canali digitali, il consorzio ha deciso di lanciare Reggia Monza, nuova app dedicata alla famosa Reggia, luogo in cui in mattinata si è tenuta la conferenza dedicata a questa nuova funzionalità.

L’innovativa app rivoluziona l’esperienza dei visitatori della Reggia di Monza accompagnandoli alla scoperta del Parco, dei Giardini, della Villa e delle meraviglie custodite in un complesso tra i più importanti della Lombardia. L’app è stata realizzata con il contributo del bando InnovaCultura, finanziato da Regione Lombardia, Fondazione CARIPLO, Camere di Commercio di Monza e Brianza, Milano, Lecco e gestito da Unioncamere Lombardia. Grazie a questa app installata sul proprio smartphone/tablet e a una tecnologia basata sulla geolocalizzazione, il visitatore potrà scoprire contenuti dall’alto valore culturale semplicemente camminando nelle vicinanze o all’interno dei punti di interesse.

“Siamo giunti quindi alla Reggia 2.0” dichiara Lorenzo Lamperti, direttore del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza; “solo l’anno scorso siamo partiti con il sito web, nato per comunicare tutte le informazioni divulgative e le iniziative sportive e culturali della Reggia. Dopo il restyling del sito e il lancio delle tre pagine dedicate al parco e alla villa, abbiamo deciso di dar vita alla terza gamba dell’informazione della Reggia: quella di oggi è una grandissima occasione concessaci da Unioncamere e Regione Lombardia, grazie al bando vinto che ci permette oggi di creare un’applicazione dal costo di circa 50mila euro, strutturata in maniera avanzata, scalabile e implementabile per tutte le novità dei prossimi anni, ma da subito pronta a fornire all’utente tutte le informazioni di cui ha bisogno”.
Oltre ai 6 percorsi interattivi predefiniti (Due passi nella storia, Botanico, Paesaggi, Lungo il fiume Lambro, Giardini Reali, Sui sentieri del piccolo popolo) che permettono di rivelare al pubblico tutti i luoghi più importanti, sono presenti delle sezioni dedicate ad approfondimenti, social wall, eventi in programma e una pagina che permette di effettuare una ricerca integrata per esplorare il territorio. L’applicazione, grazie a notifiche gestite dal gps, accompagnerà l’utente per 35 km di percorsi mappati e un totale di 264 punti di interesse, dando vita a un’esperienza formativa unica e innovativa, con l’obiettivo di diffondere verso un ampio pubblico la conoscenza del paesaggio in cui viviamo e dei beni di straordinario valore che ci circondano.
“Da oggi il visitatore ha uno strumento in più a disposizione per godere di un bene di grande valore che sta contribuendo all’affermazione del nostro territorio tra le mete storico-artistiche e ambientali da non perdere. Stimolati a conoscere il territorio del vasto Parco, i cittadini potranno utilizzare questa guida anche come strumento per orientarsi. Gli angoli più nascosti e suggestivi verranno svelati a tutti, agli adulti e ai più piccoli. Molto utile anche il “social wall” e la sezione “eventi” contenente tutte le iniziative ludicoculturali promosse nel complesso monumentale della Reggia di Monza, un incentivo in più a godere di un ricco patrimonio a disposizione di tutti” afferma Roberto Scanagatti, Presidente Consorzio Villa Reale e Parco di Monza e sindaco della città.

articoli correlati

MOBILE

De Agostini Scuola presenta DeA Link, l’app che trasforma il manuale in “libro aumentato”

- # # # # #

De Agostini Scuola presenta DeA Link, l'app che trasforma il manuale in "libro aumentato"

Dalla carta al digitale in un touch. De Agostini Scuola presenta DeA Link, l’applicazione che permette di accedere con smartphone e tablet ai contenuti multimediali del manuale scolastico direttamente dalla pagina del libro di carta.

L’applicazione è disponibile gratuitamente per iOS e Android su App Store e Google Play. Una volta scaricata, è sufficiente inquadrare con il device le parti attive delle pagine (nell’indice del libro si trovano le indicazioni su come riconoscere gli elementi attivi) per vedere video e animazioni, ascoltare audio, navigare gallery fotografiche. È possibile inoltre salvare i collegamenti ai contributi che interessano, per visualizzarli quando non si ha il libro a portata di mano. L’esperienza è quella di un “libro aumentato”, che coniuga la solidità di studio sul libro cartaceo con la possibilità di approfondire e interagire con contenuti multimediali in momenti specifici del percorso didattico.

DeA Link verrà presentata in anteprima il 16 settembre da Karen Nahum, Digital Director di De Agostini Libri, durante il Social Media Week di Roma (#SMWRME), nell’ambito dell’incontro Le migliori app per la scuola, che rifletterà su come il sistema educativo scolastico stia cambiando grazie alla tecnologia. “La sfida per De Agostini Scuola è stata quella di pensare a un uso virtuoso dei device che i ragazzi portano sempre con sé, gli smartphone e i tablet” ha affermato Karen Nahum. “Nonostante i dati statistici e le indagini di mercato confermano che docenti e studenti continuano a preferire i libri in formato cartaceo, è anche vero che sono sempre più numerose le scuole che adottano soluzioni tecnologiche innovative che facilitano la condivisione dei contenuti, utilizzando anche applicazioni di realtà aumentata per rendere lo studio più coinvolgente”. Per l’anno scolastico 2016-17 l’app DeA Link è attiva per alcuni corsi di Scienze e Religione dedicati alle scuole secondarie di II grado, mentre dal prossimo anno sarà disponibile per lo studio delle lingue straniere e delle materie tecnologiche.

articoli correlati

AZIENDE

Yoox si rifà il look su desktop e app e rivoluziona l’esperienza di shopping

- # # # # #

Yoox si rifà il look sia su desktop che sull'app e rivoluziona l'esperienza di shopping

Il 16 settembre 2016 è un traguardo importante nei sedici anni di storia di Yoox, lo famoso store online di lifestyle. Pioniere assoluto dell’e-commerce di moda agli inizi degli anni 2000, a partire da metà settembre, Yoox presenta ai suoi milioni di utenti in tutto il mondo un look completamente nuovo, sia sulla versione desktop che sull’app nativa, grazie all’integrazione di nuove feature iOS 10.
Reinventato e ridisegnato allo scopo di semplificarne l’utilizzo e la navigazione, il nuovo Yoox offre un grado di personalizzazione sempre maggiore sviluppato a partire dalla posizione dell’utente, le abitudini d’acquisto e le preferenze di navigazione, calcolate in tempo reale. Sulla base degli acquisti e della cronologia di navigazione dell’utente, la nuova homepage permette di visualizzare i designer e le categorie preferite, mentre le previsioni meteo danno accesso a una selezione di prodotto all’interno di gallery selezionate, realizzate in base alle condizioni climatiche locali. Un menu semplificato e una maggiore attenzione ai consigli di stile semplificano ulteriormente l’esperienza di shopping su Yoox, facilitando la ricerca dei prodotti.
La grafica avvincente, elegante e colorata rende il viaggio attraverso l’immenso mondo della moda, del design e dell’arte di Yoox ancora più divertente. Nuove storie editoriali e collaborazioni esclusive accompagnano i clienti nelle sezioni Style Notes e Special Editions.
“Prima del lancio di Yoox nel 2000, Moda e Internet erano considerati due poli opposti, che Yoox è riuscito ad unire per la prima volta. Il nostro talento è sempre stato quello di dare vita a sinergie inusuali, creative e non convenzionali: negli anni abbiamo ideato il concetto di capsule collection, cercando sempre di sorprendere i nostri clienti. Ora viviamo in un mondo sempre più orientato al mobile, che ci proponiamo ugualmente di rivoluzionare… è incredibile pensare che quando Federico Marchetti ha fondato Yoox usava un telefono fisso! Questo è l’inizio di una nuova era, che vedrà importanti evoluzioni, in termini di innovazione, creatività e partnership esclusive”, afferma Luca Martines, presidente Off Season.

articoli correlati

MOBILE

La febbre Pokemon Go sbarca su Yelp: nasce il nuovo filtro per trovare i PokeStop

- # # # # #

Yelp lancia un nuovo filtro dedicato a Pokemon Go

Yelp presenta oggi PokeStop nei dintorni, il nuovo filtro disponibile su desktop e app per sistemi operativi iOS e Android, che consente agli utenti della famosa applicazione Pokemon Go di individuare le attività nelle cui vicinanze si trova un PokeStop.

Da oggi anche in Italia gli allenatori di Pokemon potranno affidarsi a Yelp per “acchiapparli tutti”: per scoprire un nuovo PokeStop nella propria città, basta infatti accedere all’app o al sito di Yelp.it, inserire nella barra di ricerca la tipologia di attività desiderata – da “ristorante” a “negozio di scarpe”, passando per “bar” o “farmacia” – scorrere i diversi filtri a disposizione e selezionare “PokeStop nei dintorni”: in questo modo appariranno immediatamente tutti i luoghi in cui recarsi per andare a colpo sicuro a caccia di Pokemon più o meno rari.

Inoltre, gli appassionati potranno segnalare a loro volta la presenza di PokeStop dove collezionare strumenti utili per il gioco del momento e catturare gli ambiti Pokemon. Una volta effettuato l’accesso al proprio profilo di Yelp e il check-in presso l’attività in cui ci si trova, apparirà automaticamente la domanda “C’è un PokeStop nei dintorni?” a cui rispondere con un semplice click, scegliendo una tra le opzioni “Sì”, “No”, “Non so”. La presenza o meno di un PokeStop nei pressi del locale selezionato viene inoltre mostrata direttamente nella pagina Yelp di ogni business nella sezione “Altre informazioni sull’attività”, insieme a dettagli utili per tutti gli utenti, come la possibilità di richiedere la consegna a domicilio o le modalità di pagamento previste dal locale.

Il nuovo filtro è disponibile su desktop e smartphone iOS e Android in Italia, Spagna, Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Nuova Zelanda e Australia. Grazie alla nuova feature introdotta da Yelp – sempre attento ai trend e alle novità del momento – da oggi è possibile tornare a sentirsi un po’ bambini anche tra una commissione e l’altra, scoprendo il meglio della propria città in modo ancora più originale e divertente.

articoli correlati

MOBILE

Italia in Miniatura, è invasione di Pokemon tra i piccoli monumenti del parco

- # # # # #

I pokemon invadono Italia in Miniatura

A soli due giorni dall’uscita italiana di Pokemon GO, il gioco per smartphone che sfrutta realtà aumentata e che sta facendo impazzire il mondo, Pickachu, Bulbasaur, Charmender hanno già fatto la loro comparsa a Italia in Miniatura. Gli utenti del parco riminese che hanno scaricato il gioco di cui tutti parlano, questa mattina hanno avuto la bella sorpresa di trovare un immenso campo di gioco virtuale: ci sono ben due palestre, da conquistare per allenare e potenziare i propri personaggi, oltre una decina di Pokèstop, dove rifornirsi di oggetti come sfere Poké e altri oggetti utili per proseguire nel gioco e, meraviglia delle meraviglie, moltissimi Pokemon fra i monumenti del parco. Sono stati visti Pidgey a Venezia, Bulbasaur fra i Bronzi di Riace, un irriverente Evee in Vaticano: questi i nomi delle creaturine che dagli anni 90 fanno impazzire i gamer di tutto il mondo.

La ragione del fatto che il parco sia un terreno di caccia “popoloso” di prede e quindi ambitissimo dai giocatori, è la sua immensa popolarità e il gran numero di persone che si geolocalizzano e scattano foto ai monumenti e alla struttura, che Google Maps inserisce nella mappatura mondiale. Per questa ragione, in un’area di dimensioni limitate, come gli 85.000 mq del parco, si sono concentrati preziosi punti di gioco che normalmente si trovano sparsi per le città reali a distanze molto più grandi. La febbre è appena cominciata, il binomio fra Italia in Miniatura e Pokemon Go promette molte sorprese, fra le quali la possibilità di scattare foto divertenti e virali grazie al gioco di proporzioni del parco. Giocatori, siete i benvenuti!

articoli correlati

MOBILE

Effebiquattro lancia la nuova app, a misura di utente

- # #

effebiquattro

Effebiquattro Milano, l’azienda che da oltre quarant’anni è all’avanguardia dell’innovazione nel settore delle porte per abitazione, ha presento la sua nuova App. Disponibile per iOs e Android, interattiva e tecnologica, l’App Effebiquattro è è studiata per valorizzare tutti i monomarca presenti sul territorio nazionale e internazionale e nel contempo per rispondere a gusti, interessi e desideri dell’utente finale.
La prima schermata proietta subito nel cuore produttivo dell’azienda, una realtà impegnata quotidianamente a migliorarsi per realizzare prodotti e servizi sempre più moderni, capaci di rispondere ai cambiamenti del mercato e alle tante e diverse richieste di personalizzazione da parte dei clienti. Dalla foto dell’headquarter alla home con la possibilità di scegliere tra diverse voci e anche di accedere direttamente al nuovo web site, http://www.effebiquattro.it, dove leggere news, guardare le tantissime collezioni e sfogliare la rivista dal taglio fashion Toc toc.

La funzione “Official Distributor” consente all’utente finale di individuare il distributore a lui più vicino. L’applicazione mostra infatti tutti i monomarca presenti sul territorio nazionale e internazionale, ciascuno è identificato su una cartina per rendere visivamente il riconoscimento più chiaro e immediato. Una volta inserito il proprio indirizzo, l’App mostra un elenco dei monomarca più vicini, per ciascuno è disponibile una scheda contatti completa anche di immagine di presentazione, mentre un itinerario guidato permette di raggiungere lo showroom identificato con facilità.
Display your door” è invece la funzione che permette all’utente di arredare virtualmente i propri spazi con una porta Effebiquattro, scegliendo tra modelli, colori e caratteristiche differenti. Permette anche di inserire una posta in ogni punto della stama: basta fotografare l’ambiente, il punto esatto di interesse, scegliere la porta che più gli piace tra i modelli aziendali e il gioco è fatto! Una volta posizionata in salotto, in cucina o in un’altra stanza, è possibile scorrere tra tipologie di finiture e tonalità diverse così da scegliere quella più in armonia con la propria casa. L’utente ritroverà i suoi ambienti preferiti nella sezione “Favourites”, potrà salvarli anche nella gallery dello smartphone e mostrarli al rivenditore.

articoli correlati

MOBILE

Touring affida ad Applix il rinnovamento dell’app per soci Touring In Viaggio

- # # # #

Touring affida ad Applix il rinnovamento della sua applicazione

Touring Club Italiano ha scelto ad Applix, azienda leader nella digital transformation di prodotti e servizi, per il rinnovamento di Touring in viaggio, l’App per Soci e non che propone le Guide e la rivista della casa editrice specializzata nel turismo.
Gratuita e disponibile per smartphone e tablet, iOS e Android, l’App si pone l’obiettivo di diventare il punto di partenza per la pianificazione di un viaggio, offrendo la possibilità di acquistare le guide, di leggere il magazine di viaggio del Touring Club e dando informazioni aggiornate e geolocalizzate. Grazie all’esperienza del team di Applix l’applicazione è stata completamente rinnovata rispetto alle precedenti versioni includendo nuove funzioni, una user interface migliorata e un innovativo sistema di ricerca interattivo. Anche la user experience è stata migliorata, semplificando l’accesso e la gestione dei contenuti da parte degli utenti. L’App è infatti suddivisa in 3 semplici sezioni:
-Mappamondo: curiosa e giocosa funzione che permette di interagire con un mappamondo cercando i contenuti del Touring relativi a specifici punti di interesse.
-Edicola: sezione di accesso alle diverse pubblicazioni, la rivista “Touring. Il nostro modo di viaggiare”, accessibile in esclusiva per i soci TCI, e le guide verdi del Touring Club Italiano, acquistabili e scaricabili da tutti, a condizioni vantaggiose per i soci TCI.
-News: proposte e notizie firmate Touring su viaggi, luoghi e itinerari. Le notizie sono inoltre geolocalizzate sul mappamondo in modo da essere sempre aggiornati sulle destinazioni selezionate.
“Siamo orgogliosi di essere stati scelti dal Touring Club Italiano per affiancarli in questo processo di rinnovamento della propria offerta digitale” dichiara Federico Vittadello, Strategy & Business Developer in Applix. “Sono certo che la nostra esperienza e competenza nello sviluppo strategico e di prodotto in ambito di Digital Publishing potrà portare un concreto contributo per la ricerca di nuove business opportunity al nostro partner”
Touring in viaggio dà inoltre la possibilità a tutti i soci di iscriversi direttamente dalla App per avere così accesso e gestire migliaia di convenzioni con alberghi, ristoranti e attività e di creare, attraverso la sezione “In Viaggio”, il proprio itinerario personalizzando l’esperienza di viaggio.
“La collaborazione con Applix ci permette di fare un significativo passo avanti verso il nostro nuovo modo di stare a fianco dei viaggiatori” dichiara Nicolò Soresina, Chief Digital Officer di Touring Digital. “Abbiamo posto le basi di un percorso che nei prossimi anni ci vedrà protagonisti nel panorama italiano delle app di viaggio, grazie ad una nuova esperienza digitale interattiva, unica nei contenuti ed emozionante”.

articoli correlati

MEDIA

Corriere lancia Corriere UP, la nuova applicazione per iOS e Android

- # # # # #

Corriere lancia la nuova app Corriere Up

Con Corriere UP un nuovo prodotto digitale entra a far parte dell’offerta del quotidiano. Pochi mesi dopo il lancio della membership, il quotidiano di via Solferino presenta la sua nuova app, una ulteriore tappa del percorso di innovazione avviato con la Digital Edition in settembre e con C+, la nuova offerta digitale, in gennaio.

Corriere UP, disponibile per iOS e Android, è pensata per soddisfare le diverse esigenze di lettura su smartphone, con contenuti selezionati per il lettore e curati da una redazione ad hoc; notizie disponibili sia in ordine cronologico che per canali tematici; percorsi di lettura personalizzati; grande spazio alle immagini e ai video.

“Sapere subito le ultime notizie e riconoscere le più importanti, ma anche scegliere quali leggere e quando: con la nuova app vogliamo dare questo doppio servizio ai nostri lettori che ci seguono su smartphone. E abbiamo unito la velocità di sfoglio e il gusto per le immagini, perché leggere il Corriere in mobilità non è solo un’esigenza ormai irrinunciabile ma deve essere anche un grande piacere” dice il direttore Luciano Fontana. “Nell’ultimo anno abbiamo profondamente rinnovato i modi e i tempi del giornale: un processo molto impegnativo, che ci ha permesso di rilasciare prodotti all’avanguardia e ci sta dando grandi soddisfazioni. Intendiamo proseguire su questa strada, con offerte costantemente innovative: con Corriere Up siamo il primo quotidiano in Italia a dedicare una redazione al mondo mobile”.

 

Gerarchia redazionale: “Selezionati per te”
Corriere UP si apre sulla sezione “Selezionati per te”, dove la redazione mobile propone nel corso della giornata le storie più interessanti, quelle che aiutano a capire e informare velocemente sui fatti, dando anche la chiave di lettura del Corriere. Le notizie sono impaginate con impatto fotografico, appositamente per la homepage di Corriere Up. Con un tap su una notizia si accede al dettaglio dell’articolo. I lettori possono sempre accedere all’archivio con le notizie delle giornate precedenti. A ogni atterraggio sulla homepage, è presente per alcuni secondi un alert che segnala la eventuale presenza di nuovi articoli “Scelti dalla Redazione” o di dirette video.

 

Cronologia: “Tutte le notizie”
La sezione “Tutte le notizie” offre una modalità di navigazione con news proposte in ordine cronologico e sempre aggiornate: per rispondere all’esigenza di chi è costantemente alla ricerca dell’ultima notizia, la redazione mette i nuovi articoli in testa ai lanci principali della giornata, e propone stream di news ordinate nei principali canali tematici (Opinioni, Politica, Economia, Esteri, etc).

 

Personalizzazione: “Il mio Corriere”
Dalla frequenza con cui vengono aperti i vari canali e dalle preferenze espresse dagli utenti, Corriere UP è in grado di offrire una personalizzazione: “Il mio Corriere” è la sezione che propone, secondo l’ordine di pubblicazione, tutti gli articoli di Corriere relativi ai canali tematici scelti dall’utente. Ma non solo: un motore semantico è in grado di analizzare le scelte di lettura e di proporre contenuti coerenti. Nella sezione “Il mio Corriere” l’opzione salvatempo “I miei preferiti” consente di selezionare una serie di articoli da leggere in seguito, con calma, e soprattutto offline, risparmiando banda. Oltre a leggere un articolo, è possibile condividerlo sui principali canali social.

 

Design innovativo
Il design di Corriere Up è pensato per gli schermi verticali dei dispositivi mobili. Nella sezione “Selezionati per te” tutte le copertine hanno foto verticali perfettamente adattate agli schermi degli smartphone. I contenuti multimediali presenti all’interno degli articoli – immagini, gallerie fotografiche e video – possono essere visualizzati direttamente in pagina o lanciati in modalità fullscreen, in orizzontale. La nuova app è stata disegnata con la collaborazione dell’agenzia H-Art, la startup italiana confluita nel network di Akqa, con l’obiettivo di rivolgersi a un pubblico giovane, dinamico e smart, proponendogli sia l’autorevolezza del Corriere della Sera sia un’ampia offerta di argomenti trattati con aggiornamenti frequenti e possibilità di personalizzazione.

articoli correlati

AZIENDE

App strumenti di marketing: il nuovo kit per sviluppatori presentato a B-App da NearIT

- # # # # #

NearIT lancia il kit per sviluppatori per trasformare la propria app

Nel corso di B-App, primo evento italiano dedicato all’App Economy, la startup NearIT presenta la soluzione per trasformare facilmente ogni app in uno strumento di comunicazione e di fidelizzazione. Il proximity marketing vale oggi in Italia oltre 40 miliardi di €, secondo i dati dell’Osservatorio Mobile &App Economy del Politecnico di Milano. E NearIT presenterà in questa fiera rivolta a sviluppatori, programmatori, imprese e startup legate a software e hardware per applicazioni, un kit di sviluppo software (SDK) integrabile in 10 minuti in ogni app nativa e in grado di fornire una demo di Proximity Marketing perfettamente funzionante entro due ore.
La prima dimostrazione sul campo si chiama TechHub, app ufficiale dell’evento Technology Hub e B-App, attraverso la quale sarà possibile creare un calendario personalizzato con tutti gli eventi e le iniziative di proprio interesse, interagire con i social network commentando in diretta la fiera, scoprire di più sugli espositori e personalizzare la scheda operativa con foto e note, oltre a fornire un report della fiera scaricabile in formato PDF.
“Negli ultimi due anni si è assistito a una forte accelerazione del proximity marketing proprio grazie all’utilizzo dei beacon” afferma Luca Locatelli, CEO e founder di NearIT. “Tra i consumatori italiani si sta verificando una trasformazione dei processi d’acquisto generata dalla diffusione sempre maggiore degli smartphone e dall’opportunità di connessione da essi garantita in ogni luogo e in ogni momento. Esiste una sempre maggiore attenzione verso la comunicazione mirata e puntuale con i propri clienti sui punti vendita, eppure, esistono ancora diverse resistenze di natura tecnologica che ne frenano lo sviluppo. Noi vogliamo contribuire a eliminare queste resistenze. Si ha l’impressione di essere nella stessa situazione in cui si trovava il Cloud Computing solo pochi anni fa, quando tutti ne parlavano, ma ancora non si era diffuso così capillarmente come lo è oggi. Noi vogliamo candidarci a rendere il Proximity Marketing facile, veloce, attivabile da uno sviluppatore su qualsiasi app “in a snap”, come dice il nostro claim. Siamo felici di dimostrare con i fatti questa estrema semplicità di sviluppo in questa prima edizione di B-App e siamo ancora più felici che la fiera abbia creduto in noi, consentendoci di integrare il nostro tool di proximity marketing all’interno dell’app dell’evento. Siamo certi che gli sviluppatori, in qualsiasi settore lavorino, nel retail, nei musei, o per eventi come questo, saranno i nostri principali partner perché chi sperimenta la semplicità del nostro kit di sviluppo non potrà che implementarlo in qualsiasi altra app si troverà a sviluppare nel suo percorso lavorativo.” Grazie a TechHub, ogni espositore avrà inoltre modo di verificare in tempo reale l’efficacia di un applicativo di proximity marketing in-app: ogni visitatore che metterà un “like” agli stand di proprio interesse potrà essere raggiunto da una notifica personalizzata programmata dai singoli espositori, che verrà ricevuta via smartphone non appena il visitatore si avvicinerà all’area espositiva selezionata.
La tecnologia impiegata utilizza sensori beacon forniti da BlueUp – leader italiano nello sviluppo di hardware per applicazioni di microlocalizzazione, identificazione e sensoristica – e sfrutta il canale Bluetooth dei singoli dispositivi mobile dei visitatori per inviare messaggi automatici al passaggio davanti ai sensori localizzati all’interno dei padiglioni.
L’idea dei beacon installati all’interno della fiera è facilmente replicabile anche all’interno di un negozio fisico per accompagnare l’esperienza di visita: se oggi un consumatore su tre utilizza lo smartphone per confrontare prezzi e promozioni o per sfogliare volantini, e si stima che entro il 2020 i coupon inviati grazie ai beacon toccheranno quota 1,6 miliardi nel mondo, il proximity marketing diventa cruciale proprio perché interviene nel momento stesso della decisione di acquisto.

articoli correlati

MOBILE

Cirio lancia la nuova app dedicata agli appassionati di cucina

- # # # # #

Cirio lancia la nuova app

Cirio lancia la sua nuova applicazione, che ha voluto rinnovare e rendere disponibile gratuitamente sui principali store.
Nuovo naming, nuova veste grafica, nuove funzionalità e continui aggiornamenti con l’obiettivo di portare i suoi utenti ad un’esperienza unica, piacevole e sempre aggiornata. Grande attenzione a ricerca ed innovazione per garantire prodotti di eccellenza qualitativa: questo è quello che il brand ha voluto riservare, oltre che ai suoi prodotti, anche alla nuova piattaforma mobile, introducendo effetti visivi, arricchendo i contenuti e migliorando l’esperienza utente.
L’applicazione è disponibile per tutte le piattaforme mobile in commercio: Apple, Android e Windows Phone. È stata inoltre personalizzata l’interfaccia sulla base delle dimensioni e dell’orientamento dei device (Tablet e smartphone), in modo da sfruttarne a pieno le potenzialità.

 

Un menu laterale che permette un accesso rapido ed intuitivo a tutte le funzionalità:
-il vasto ricettario, con scroll verticale ed orizzontale che permette di spostarsi rapidamente tra le diverse portate
-il timer da cucina completamente rinnovato che può essere impostato tramite un solo tocco. Una user experience voluta e studiata proprio per chi vive la cucina a 360°. L’utente potrà dimenticarsene, sarà una notifica push ad avvisarlo che “il timer è scaduto… buon appetito!”
-la sezione “Cos’hai nel frigo?” possiede, ora, regole ed automatismi per ricercare velocemente i piatti realizzabili con gli ingredienti presenti nel frigo e in dispensa
-le pagine social del brand, per seguire gli aggiornamenti ed interagire con Cirio direttamente dalla app.

 

Immediata, infine, la possibilità di aggiungere ai preferiti le ricette e condividerle attraverso tutti gli account social già registrati nel proprio device. Viene dato maggior risalto agli aggiornamenti, che avvengono in background ed in presenza di connettività, con l’inserimento costante di nuove ricette ed il menu della settimana sempre in primo piano. Una app per tutti gli appassionati di cucina e di nuove tecnologie. La app è stata realizzata da NG99 Group e Ubiq Studio Torino.

articoli correlati

MEDIA

Da Zodiak Advertising due nuove soluzioni per i publisher

- # # # #

zodiak advertising

 

Attenta alle necessità dei publisher e focalizzata sui servizi a supporto della loro attività in programmatic, Zodiak Advertising presenta due nuove soluzioni rivolti agli editori:un’applicazione che consente agli utenti di essere informati sulle performance del proprio sito anche su dispositivi mobile, e una raccolta di video tutorial sull’utilizzo della piattaforma.
L’app mobile è la prima pubblicata nel mondo del Programmatic, realizzata per consultare in modo semplice e veloce i KPI più significativi, aggiornati in tempo reale, in qualunque momento e in qualunque luogo.
L’interfaccia si compone di una serie di chart che evidenziano, tra gli altri, il trend delle revenue e delle impression, i top spender, la composizione delle revenue, con la distinzione tra Open Market, Deal e Direct.
L’applicazione è gratuita e al momento disponibile su iPhone.
I video tutorial spiegano, in modo semplice e dettagliato, a cosa servono e come utilizzare le funzionalità della piattaforma che Zodiak Advertising ha realizzato per i suoi Editori.
Ad ogni tool sono dedicate una o più video lezioni che passo dopo passo ne illustrano le caratteristiche e le modalità di utilizzo, le opzioni disponibili e gli output ottenibili.
La galleria è disponibile al link http://www.zodiakadvertising.com/it/video-tutorials/ ed è accessibile a tutti coloro che desiderano conoscere le opportunità e le azioni da intraprendere per gestire la propria inventory in modo remunerativo con Zodiak Advertising.
Le lezioni ad oggi pubblicate sono dedicate alle funzionalità Placement Manager, Deal Manager e Reporting. Via via che lezioni saranno prodotte e pubblicate, offriranno nel loro insieme un tutorial completo di tutte le sezioni della console.

Con queste novità, Zodiak Advertising ribadisce la strategia di R&D e investimenti volta al continuo perfezionamento della propria piattaforma, per fornire ai publisher un software di monetizzazione altamente performante.

articoli correlati

AZIENDE

Triboo Media, al via il restyling di Gravidanzaonline.it e il lancio dell’app dedicata

- # # # # #

Triboo Media rifà il look a Gravidanzaonline.it e lancia la app

Triboo Media annuncia il restyling di Gravidanzaonline.it e lancia, per la prima volta congiuntamente, la nuova app dedicata al magazine, che permetterà agli utenti di fruire dei contenuti in maniera più facile e immediata. Oltre a garantire una navigazione più fluida e agevole, l’obiettivo è stato quello di portare il prodotto editoriale sempre più verso l’ottica del servizio, abbinando a un nuovo layout e a una migliore organizzazione dei contenuti, un’app che sintetizza il concetto di servizio e utilità che vogliamo offrire alle neo-mamme.

Il magazine verticale, appartenente al network editoriale di Triboo Media, grazie a una redazione altamente specializzata e composta da oltre 80 esperti in materia d’infanzia, è diventato in oltre 11 anni di attività un vero e proprio punto di riferimento sul web per tutte le tematiche legate alla gravidanza, al parto e alla maternità. Il portale conta 407 mila utenti unici e quasi 3 milioni di pagine viste al mese (fonte: Audiweb View TDA – febbraio 2016): circa il 75% è rappresentato da un pubblico femminile.

“Il restyling del sito permetterà di offrire alle nostre mamme un prodotto editoriale dalla grafica più pulita e moderna, in modalità fully responsive” ha commentato Enrico Ballerini, amministratore delegato Gruppo HTML (Triboo Media), “mentre la nuova App è stata sviluppata per offrire un servizio sempre aggiornato e fruibile, che permetterà al nostro target di mamme o di donne in dolce attesa, di seguire giorno dopo giorno la gravidanza e la crescita del proprio bimbo attraverso contenuti, e strumenti, ideati con esperti del settore”.

Proprio per questo scopo, infatti, nell’applicazione sono stati pensati strumenti come “la valigia per l’ospedale”, “il calendario delle visite”, “sconti e offerte”, affiancati da funzionalità di carattere più emozionale come, ad esempio, la costruzione di un time-lapse con cui immortalare ogni giorno lo stato della propria gravidanza e realizzare così un video da condividere con famiglia e amici.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Vento di novità per tutti quelli che usano Instagram: nuovo look per la app e nuova user experience

- # # # # # #

Tante novità per gli amanti del foto-social network per eccellenza. Da oggi infatti Instagram si rifà il look, un restyling completo che riguarda l’interno e l’esterno dell’app, migliorando la user experience. con un design più semplice e coerente che mette ancora più in risalto le foto e i video delle persone.

Nella nota stampa si sottolinea il boom dell’app, passata nel giro di un lustro da un posto in cui modificare e condividere foto con facilità, sino a diventare una comunità eterogenea di interessi in cui le persone condividono un numero di foto e video senza precedenti, usando nuovi strumenti come Boomerang e Layout e connettendosi in nuovi modi tramite Esplora. “

Lo scorso anno, una parte del team ha iniziato a studiare un modo per supportare questa evoluzione senza però alterare l’identità e lo spirito di Instagram. Volevamo creare un look che rappresentasse la vasta gamma di sfaccettature della comunità: il suo passato, presente e futuro” aggiunge la nota.

“Siamo entusiasti che l’icona dell’applicazione riscuota tanto successo e ispiri la comunità. La forma rotonda con la texture ruvida, il colore marrone come un orsetto, la lente cristallizzata e persino l’arcobaleno… a chi non piacciono gli arcobaleni? Sono tante le caratteristiche da mantenere. 

I nostri tentativi iniziali sono stati orientati alla modernizzazione dell’icona classica. Abbiamo iniziato dagli elementi basilari, rimuovendo gli ornamenti e appiattendo l’icona, fino ad arrivare a un’opzione più luminosa e piatta. Ma era migliore? Avremmo sentito il bisogno di un ulteriore rinnovamento l’anno dopo?

Queste iniziali rivisitazioni “più piatte” mancavano dell’impatto visivo dell’icona originale. Abbiamo allora deciso di soffermarci a capire cosa le persone amavano veramente dell’icona classica e abbiamo iniziato da questo. Sapevamo indirettamente che alle persone piaceva l’arcobaleno e che le lenti della fotocamera costituivano un elemento visivo fondamentale. In questa fase, abbiamo anche chiesto ai dipendenti di disegnare il logo di Instagram a memoria in 5 secondi. Quasi tutti hanno disegnato l’arcobaleno, la lente e il mirino.

Con questa informazione, abbiamo deciso di trasformare questi elementi in un’icona dell’applicazione più moderna cercando un equilibrio tra riconoscibilità e versatilità”.

Quindi spazio al colore: “
Se la lente forma un ponte per il glifo più intenso e semplice, l’arcobaleno è un ponte per il gradiente colorato. Il colore ha sempre rivestito un ruolo importante per Instagram, come è evidente nell’icona classica dell’applicazione, nei filtri e nelle foto e nei video della comunità. 
Quando abbiamo iniziato a immaginare un nuovo arcobaleno, abbiamo preso in considerazione opzioni più minimali, quindi più vicine alla home. Ma in definitiva avevamo bisogno di dare più calore ed energia al glifo.
Era fondamentale per noi giungere a una soluzione in grado di mantenere l’anima dell’icona della nostra applicazione. Volevamo che le persone la riconoscessero, ma anche che lasciasse spazio alla loro immaginazione. 

Glifo
Abbiamo capito che avevamo bisogno di andare oltre alla fotocamera attuale per creare un glifo flessibile e scalabile, ma quello precedente non costituiva una solida base per un’icona. Per mantenere la forza dell’icona precedente, dovevamo capire come infondere più carattere a quella nuova, eliminando al contempo gli elementi superflui.
La domanda è quindi diventata: fin dove possiamo spingerci? Dopo tanti tentativi, abbiamo optato per un glifo che continua a richiamare una fotocamera, ma si configura anche come una base per futuri cambiamenti”.

Il logo era solo una parte della rivoluzione in atto: “Nello stesso periodo in cui abbiamo iniziato a ripensare il logo, abbiamo anche deciso di agire sull’interfaccia utente, impegnandoci per renderla semplice e pulita in modo che i post delle persone diventassero il vero focus dell’applicazione. 

Il logo costituisce la porta d’ingresso colorata dell’applicazione Instagram, ma, all’interno della stessa, pensiamo che il colore debba provenire direttamente dalle foto e dai video della comunità. Abbiamo reso più neutre le parti dell’applicazione in cui i veri protagonisti sono i contenuti delle persone, dando invece più colore ad altre parti come la procedura di iscrizione e la home. 

In seguito alla neutralizzazione dell’interfaccia utente, abbiamo notato modalità di interazione che non sembravano più native per i dispositivi iOS e Android. Snellendo le nuove interazioni e usando componenti, caratteri e pattern standard di iOS e Android, le persone avranno la possibilità di muoversi su un terreno conosciuto. Abbiamo inoltre riprogettato le icone in modo che risultino ben integrate sui dispositivi Android e iOS”.

articoli correlati