AZIENDE

Teamleader inaugura la sede italiana, sesto hub locale della crescita in Europa

- # # # # #

teamleader

Teamleader inaugura la propria sede di Milano in in Bastioni di Porta Nuova 21. Teamleader è nata 5 anni fa in Belgio come start-up innovativa e conta oggi oltre 150 dipendenti, con un parco clienti che supera le 5.000 unità.
Attraverso l’omonima piattaforma, Teamleader favorisce la digitalizzazione d’impresa delle PMI fornendo strumenti software e consulenza specifici: Crm e fatturazione, vendite e agenda, gestione progetti e tracciamento del tempo-lavoro dedicato agli stessi. Ambizione della giovane impresa che, nel 2016, ha avuto un’ulteriore iniezione di capitale di oltre 10 mln di euro dal principale investitore Fortino Capital, è quella di diventare leader indiscusso in Europa nella diffusione di strategie di crescita intelligenti.
La crescita dell’aziende si è sviluppata mediante l’apertura di nuovi mercati: dopo il Belgio, l’Olanda, la Germania, la Francia e la Spagna, tutti affrontati con quello che Teamleader definisce un “ancoraggio locale”. Lo conferma il team di Milano composto solo da italiani. E lo conferma la dichiarazione del Co-Founder e Ceo di Teamleader, Jeroen De Wit: “Non vogliamo solo avere squadre di colleghi locali, ma vogliamo applicare lo stesso approccio al nostro prodotto attraverso integrazioni con software locali. In questo modo sarà ancora più facile per le PMI digitalizzarsi”.

Ma se l’Europa è già da tempo scenario di quel processo di digitalizzazione che rende le imprese competitive, “in Italia la sfida è ancora più grande, perché significa prima di tutto accompagnare la piccola e media impresa verso un’apertura, consapevole ed efficace, ai processi di business del mercato online contemporaneo”, sottolinea Sara Morandini, Country Manager di Teamleader Italia. “Siamo certi di poter aiutare le aziende in questo percorso, perché la nostra esperienza si basa sulla nostra stessa storia aziendale”.  L’apertura della sede italiana è accompagnata da un “programma start-up”  che prevede sei mesi di accesso gratuito al servizio (contro i 14 giorni di test normalmente previsti) e – a tutti – i moduli fino a 10 utenti, rilasciato sulla base della domanda di ammissione de delle risposte alle cinque domande sul profilo aziendale.

articoli correlati

AZIENDE

Riapre Gardaland, con più visitatori stranieri e (presto) il nuovo Adventure Hotel

- # # #

gardaland

Aperta ieri la stagione 2016 di Gardaland Resort. Un’apertura all’insegna dell’ottimismo, come conferma Aldo Maria Vigevani, CEO Gardaland: “Possiamo sicuramente dirci soddisfatti del riconoscimento che ci arriva, sin dal primo giorno di apertura, dai nostri ospiti che, per la Pasqua e per la primavera, hanno già prenotato sia nell’hotel esistente sia per il nuovo Adventure Hotel che aprirà dal 1 giugno. “Per quanto riguarda Gardaland Hotel, possiamo parlare di un incremento a doppia cifra del numero delle stanze prenotate rispetto allo stesso periodo dello scorso anno mentre possiamo contare su una importante base di prenotazioni – soprattutto dall’estero – per le camere dell’Adventure Hotel durante l’estate”. Il mercato interno tiene e l’incremento viene dall’estero, in particolare da Germania, Austria e Olanda. Basti pensare che, nel 2015, il Lago di Garda ha sfiorato i 5 milioni di turisti dei quali il 70% stranieri.

Oltre al divertimento, un occhio di riguardo anche all’offerta ristorativa, già molto vasta con quattro ristoranti, due fast food, una steakhouse, una cantina messicana e otto tra bar e chioschi. Nel corso della stagione ci sarà anche un Sushi Restaurant, unico a livello europeo per un Parco a Tema! Nel corso del 2016, poi, l’offerta ristorativa presenterà prodotti sempre più dedicati alle nuove tendenze del food come il “vegan style” con il suo Chiosco Vegano; non mancheranno preparazioni per le esigenze più particolari come i menu dedicati ai celiaci.

Dal mese di maggio, poi, il Parco proporrà la coinvolgente KUNG FU PANDA ACADEMY: la nuovissima area interamente tematizzata, dedicata all’intrattenimento e al divertimento di tutta la famiglia: ispirata ovviamente agli irresistibili personaggi del film “Kung Fu Panda 3” l’area proporrà attrazioni, giochi interattivi e tantissima animazione! All’interno di Kung Fu Panda Academy i bambini incontreranno il divertentissimo panda Po e tutti i suoi amici grazie ai quali avranno la possibilità di imparare e perfezionare le proprie abilità per poter diventare grandi maestri di Kung Fu! Ma solo superando le discese e le rotazioni di Kung Fu Panda Master, le nuove montagne russe per famiglie, posizionate all’interno dell’area, sarà possibile diventare veri “Guerrieri Dragone”.

Per anticipare l’importante novità 2016, Gardaland Hotel propone già la nuova camera tematizzata Kung Fu Panda: arredi completamente tematizzati e una ricca scenografia che ricorda l’affascinante Cina Imperiale fanno da sfondo alle avventure di Po, il Guerriero Dragone. Con lui anche i suoi amici – i Cinque Cicloni – sempre pronti a irrompere nella scena e a coinvolgere gli Ospiti in una nuova avvincente impresa da vivere a colpi di arti marziali.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Starbucks apre anche in Italia, “con umiltà e rispetto”

- # # # # #

Starbucks sbarca in Italia

La notizia che molti italiani aspettavano da un po’ è finalmente giunta: Starbucks conferma il suo sbarco in Italia attraverso un comunicato, in cui annuncia di aver trovato l’accordo per l’apertura del primo punto vendita nel nostro paese. Percassi, scelto come licenziatario del colosso in Italia, sarà proprietario e gestore dei locali; la prima apertura è prevista a Milano all’inizio del 2017.

Proprio a Milano, trentatrè anni fa, sembra nascere, secondo quanto raccontato dal presidente e CEO di Starbucks Howard Schultz, il famoso colosso americano. Nel lontano 1983 Schultz fece il suo primo viaggio d’affari a Milano e a Verona; un viaggio che cambiò la sua vita per sempre. L’idea di Schultz di dar vita a Starbucks cominciò a mettere radici qui, ispirato dalla maestria dei baristi milanesi, dallo spirito del popolo italiano, affascinato dalla loro cortesia e cordialità, oltre che dal gusto per la qualità.

“La storia di Starbucks è strettamente legata alla tradizione italiana del perfetto caffè espresso. Tutto quello che abbiamo realizzato si basa sulle meravigliose esperienze che molti di noi hanno vissuto in Italia, e da 45 anni la nostra aspirazione è stata quella di agire da depositari rispettosi della tradizione italia” ha dichiarato Schultz. “Ora intendiamo provare, con umiltà e rispetto, a condividere quanto abbiamo fatto e imparato aprendo il nostro primo store in Italia. Il primo Starbucks italiano verrà progettato con una scrupolosa attenzione ai dettagli e con un grande rispetto per gli italiani e la cultura del caffè. Mi auguro che i nostri partner possano sentirsi orgogliosi a tal punto che, ogni volta che vedranno uno store o ne varcheranno la porta, penseranno di aver fatto la cosa giusta”.
In collaborazione con Percassi, partner scelto per l’Italia, Starbucks intende aprire i suoi locali in tutto il Paese, iniziando da Milano. Percassi, licenziatario unico per l’Italia, è un’azienda italiana con un comprovato track record nella gestione di partnership con brand di grande successo in tutta Italia. Percassi condivide i valori di Starbucks e la sua passione per la storia e l’eredità culturale italiana e saprà combinare l’expertise locale con la dimostrata capacità di trasformare ogni singolo locale in un’esperienza unica e molto emozionante per tanti nuovi clienti italiani. Starbucks prevede di aprire il primo locale in Italia a Milano nei primi mesi del 2017. “Siamo consapevoli di affrontare una sfida unica, portando Starbucks in Italia, il paese del caffè per eccellenza e confidiamo che gli Italiani siano pronti per vivere appieno l’esperienza del brand Starbucks, come avviene in molti altri mercati”, ha dichiarato Antonio Percassi, Presidente della business company Percassi.

articoli correlati

AZIENDE

FIlmmaster Events annuncia l’apertura di una nuova sede a Londra

- # # # # # #

Filmmaster Events, agenzia di creazione e produzione di grandi event, apre una nuova sede a Londra. L’apertura della sede londinese conferma il processo di internazionalizzazione portato avanti da tempo e il consolidamento di Filmmaster Events come realtà leader a livello globale nel mondo degli eventi e del business entertainment che già da un anno ha affiancato alla consolidata produzione di grandi eventi internazionali e di eventi corporate, nuove aree di business nel mondo dei parchi tematici, degli show permanenti e degli eventi culturali.

Antonio Abete, Amministratore Delegato di Filmmaster Events, afferma: “L’apertura a Londra non è per noi un traguardo ma un ulteriore passo per il processo di internazionalizzazione che stiamo portando avanti e su cui stiamo sviluppando tutto il nostro business. Il recente ingresso nella compagine della holding IEN-Italian Enterteinment Network è un motivo in più per esportare in Europa e in tutto il mondo il Made in Italy e il “saper fare” della nostra azienda. Nel 2014 abbiamo allargato le nostre aree di business e, grazie al know how acquisito in quasi quarant’anni di esperienza, abbiamo prodotto il nostro primo Permanent Show dedicato al mondo del cinema. In cantiere sono numerosissimi i progetti che ci vedono protagonisti degli eventi più importanti dei prossimi anni. Filmmaster Events è infatti Official Supplier & Provider di Milano Expo 2015 e produttore delle Cerimonie Olimpiche e Paralimpiche di Rio 2016 e del viaggio della Torcia Olimpica e Paralimpica”.

Andrea Francisi, Chief Operation Officer di Filmmaster Events, aggiunge: “La sede di Londra avrà un ruolo strategico e diventerà a tutti gli effetti un ponte tra Est e Ovest; un osservatorio per i grandi progetti internazionali e un hub per essere sempre più vicini ai nostri clienti ed essere così in grado di rispondere sempre più tempestivamente ed efficacemente alle esigenze dei nostri partner.

articoli correlati

AGENZIE

Giorgio Risi “sbarca” a Milano con XLR8

- # # # # #

Nuova sede milanese per la Giorgio Risi, casa di produzione e post-produzione audio-video torinese, che dal primo novembre ha una sua area operativa in via Lomazzo, 31 presso gli studi di XLR8.
Questo progetto nasce per far fronte alle richieste di un mercato sempre più esigente ed impegnativo. L’insieme delle singole professionalità maturate nel tempo garantiscono a questo connubio la possibilità di continuare ad offrire un servizio di qualità ai loro clienti.
“La scelta di XLR8 è stata mirata e precisa” spiega Giorgio Risi “Siamo due realtà molto simili sia per natura che per carattere. Sono oltre vent’anni che mi muovo nel mondo della post e credo di aver maturato una buona conoscenza del settore, diciamo che con XLR8 mi sento a casa”.
“Ci siamo trovati pienamente d’accordo” conferma Agostino Pellegrino, chairman di XLR8 “su una condivisione progettuale di questo tipo, che tende a ottimizzare al massimo i costi e le risorse per poter allargare le aree comuni di business e accedere a nuove”. Nasce quindi un nuovo punto di riferimento targato MI-TO, una risposta “unica” e compatta da parte di due realtà che nel corso degli anni hanno saputo dimostrare grande professionalità e guadagnare la fiducia dei propri clienti.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Al via la stagione di Minitalia Leolandia, il primo parco che applica “prezzi dinamici”

- # # # #

Minitalia Leolandia (www.leolandia.it) riaprirà i cancelli sabato 9 marzo con tante novità. Dopo un lavoro cominciato lo scorso anno, è pronto il nuovo suggestivo acquario; un ambiente pieno di fascino, dalla stupefacente tematizzazione ispirata ai racconti di Platone sull’esistenza di “mondi marini sommersi”. La novità, arrivata quest’anno a completare il Tempio sommerso di LeoTritone, è una grande vasca dedicata ai pesci di casa nostra: le specie autoctone del fiume Adda, che daranno il benvenuto agli ospiti proprio all’ingresso dell’acquario. Nelle altre vasche trovano casa ben 120 specie, quasi 900 esemplari, che comprendono i famosissimi e amatissimi pesci pagliaccio, i famelici piraña, gli squali martello, i Calassoma (una curiosa specie di piraña vegetariani), gli squali martello e molti altri esemplari amati da grandi e piccini.

Sabato 9 marzo, all’apertura del parco, saranno presenti 1000 VIP: non si tratta di divi del cinema, cantanti o campioni sortivi, bensì dei più affezionati fra i quasi 20.000 fan che seguono il parco su Facebook. Prenderà il via infatti  il primo Facebook Raduno di Minitalia Leolandia: i primi 1000 che hanno aderito alla comunicazione lanciata sulla fan page, sono stati invitati con le loro famiglie come ospiti d’onore il giorno dell’apertura. Durante la giornata, Capitan Uncino, Spugna e gli altri pirati del Peter Pan Show li chiameranno a raccolta per dare spettacolo con canzoni e balli scatenati. Al termine dell’esibizione, verrà scattata una maxi foto di gruppo che ha lo scopo di diventare la più taggata, condivisa e con più like dell’intera pagina del parco.

Minitalia Leolandia rivoluziona anche il sistema di acquisto dei biglietti e, nel 2013, diventa il primo parco divertimenti italiano ad applicare i prezzi dinamici. L’acquisto di una giornata di divertimento al parco funzionerà esattamente come l’acquisto di un volo presso qualsiasi compagnia aerea: i biglietti potranno costare anche pochissimo e il prezzo cambierà in base a una serie di fattori. Questo consentirà ai visitatori con minori possibilità di spesa di accedere al parco a prezzi mai visti, organizzandosi per tempo e godendo di tutte le attrazioni offerte da Minitalia Leolandia.

articoli correlati

AGENZIE

Input Group diventa multinazionale e sbarca a New York

- # # # # #

Una multinazionale degli eventi. È questo il risultato dell’evoluzione strutturale e del piano di internazionalizzazione annunciato pochi giorni fa da Input Group, la holding degli eventi guidata da Matteo Deninno. A sancire questa nuova fase di sviluppo, la creazione, in seno alla holding italiana, della branch Input Group Europe, e l’apertura della branch Input Group North America, con sede a New York, dalla quale conquistare il mercato nordamericano.

“Input Group si struttura come multinazionale per poter dialogare al meglio sul piano globale con i grandi clienti”, ha spiegato Matteo Deninno. Si tratta di un’evoluzione che punta a sviluppare esponenzialmente il nostro business entrando nel mercato per antonomasia degli eventi. Ci dotiamo quindi di due branch, Input Group Europe e Input Group North America, per proseguire poi con l’apertura di nuove sedi territoriali attraverso le quali conquistare piazze sempre più ampie”
L’headquarter della holding – e della branch Input Group Europe – resterà in Italia, potendo contare sulle due sedi storiche di Milano e Roma.
A guidare la branch americana è Dennis Gelbaum (nella foto), nel ruolo di Chief Operating Officer di Input Group North America. Con alle spalle una lunga esperienza nel campo degli eventi, come project manager, regista e autore, Gelbaum si occuperà di introdurre il ventaglio di servizi offerti da Input Group negli Stati Uniti, in Canada e in Messico, coordinando un team di creativi, producer e account che realizzerà per i clienti americani eventi business, consumer e contenuti multimediali.

articoli correlati