BRAND STRATEGY

Mapei compie 80 anni e si racconta in 18 brevi storie con Jack Blutharsky

- # # # # #

Mapei

Jack Blutharsky ha realizzato il cofanetto celebrativo dell’ottantesimo anno di Mapei: un linguaggio ironico e non convenzionale per narrare i prodotti di eccellenza dell’azienda.

Mapei, gigante mondiale nel settore dei materiali per l’edilizia e l’industria è nata nel 1937 dall’iniziativa imprenditoriale di Rodolfo Squinzi e ora guidata dal figlio Giorgio. Per ricordare al meglio l’importante traguardo l’azienda ha realizzato una monografia che ripercorre la storia di una delle principali realtà industriali italiane, affidandone la realizzazione all’agenzia Jack Blutharsky di Bologna.

Nel cofanetto celebrativo, dedicato a tutti i partner e stakeholders di Mapei, è inserito il volume “1937-2017 – Una lunga storia in 18 brevi racconti” in cui l’agenzia bolognese ripropone il linguaggio ironico, divertente e non convenzionale che ha già contraddistinto su radio, web e quotidiani l’ultima campagna del prodotto Mapelastic, capostipite della famiglia Mapei negli impermeabilizzanti cementizi.

Sono 18 storie, scritte da Fabio Longhi – CEO di Jack Blutharsky – e illustrate dall’artista Carlo Stanga, per raccontare le soluzioni e il contributo che Mapei ha fornito a realizzazioni e grandi progetti in Italia e nel mondo. Le storie attraversano otto decenni e di volta in volta edifici storici, importanti opere infrastrutturali, personaggi famosi, testimoni occasionali e i prodotti stessi, sono chiamati a descrivere qualità e caratteristiche che rendono uniche le realizzazioni rese possibili da Mapei. Emergono così, per mezzo di brevi storie di fantasia, fatti e avvenimenti reali che raccontano, da inedite prospettive, tappe e successi dell’azienda.

Testi e illustrazioni dei racconti sono stati inoltre un tratto distintivo del layout dello stand Mapei all’ultima edizione del Cersaie, il Salone della ceramica che si è svolto a fine settembre alla fiera di Bologna. Inoltre, sul sito web di Mapei è stata creata un’apposita sezione dedicata agli 80 anni da cui è possibile, tra le altre cose, leggere e scaricare la monografia e i 18 racconti.

“Accanto al volume che racconta il cammino di Mapei dalla sua nascita ad oggi, e che illustra il meglio delle nostre conoscenze e competenze, abbiamo voluto fare un piccolo regalo, leggero e ironico, che contribuisce a svelare curiosità e aspetti poco conosciuti della nostra attività e produzione”, afferma Adriana Spazzoli, Direttore marketing e comunicazione di Mapei. “Ancora una volta abbiamo deciso di affidarci al linguaggio che ci ha proposto l’agenzia Jack Blutharsky, che permette di dare personalità, carattere e simpatia a prodotti fondamentali nelle realizzazioni edilizie e nelle grandi opere ma le cui caratteristiche non sono di semplice comunicazione ai non addetti ai lavori”.

articoli correlati

MEDIA

Quattroruote compie 60 anni: le iniziative di Editoriale Domus

- # # # #

Quattroruote

Nel 2016 saranno molte le iniziative promosse da Editoriale Domus per celebrare i 60 anni di Quattroruote: la prima è un volume da collezione, in regalo il 28 gennaio con il numero di febbraio della rivista.

Sono passati sessant’anni da quando Gianni Mazzocchi, editore di testate prestigiose e di successo come Domus, Il Mondo e L’Europeo, ebbe la geniale intuizione di portare nelle edicole Quattroruote, la rivista “per gli automobilisti di oggi e di domani”, come recitava il sottotitolo. Era il febbraio del 1956: da quel momento, Quattroruote avrebbe accompagnato gli italiani lungo il cammino della motorizzazione di massa, con giudizi indipendenti sulle automobili nuove, ma anche con consigli di guida, di manutenzione, di comportamento nei confronti del nuovo mondo della mobilità che si stava creando. E difendendo i loro diritti, nel nome di una tutela dei consumatori all’epoca ancora agli albori.

Tutti valori che Quattroruote, giunto in ottima salute al suo sessantesimo anno di età, continua ad affermare e sostenere, sulla base del medesimo codice etico che, per volontà di Mazzocchi, ne aveva contraddistinto la nascita: indipendenza, serietà e onestà intellettuale. Doti oggi unite alla forza e alla conoscenza che derivano dalle esperienze maturate in questo lungo cammino e che consentiranno alla rivista e al sistema informativo che le ruota intorno – il sito internet, le presenze sui social network, i prodotti per i professionisti dell’automotive, la fitta rete di collaborazioni internazionali e la Pista di proprietà a Vairano in cui vengono effettuate le prove auto e i corsi di guida per formazione e sicurezza – di continuare a raccontare l’automobile e il suo futuro.

Per ricordare quanto è stato fatto e prefigurare quanto potrà accadere nei prossimi decenni, il mensile ha realizzato un fascicolo speciale da collezione, in omaggio a tutti i lettori che acquisteranno il numero di febbraio, in edicola dal 28 gennaio. Intitolato “PreVisioni. Ricordare. Immaginare”, lo speciale, che affianca in copertina alla storica cover del primo numero del 1956 il rendering della concept frutto della collaborazione con lo IED di Torino che sarà presentata al prossimo Salone di Ginevra, racconta in oltre duecento pagine passato, presente e futuro del mondo dell’auto.

Decennio dopo decennio, il fascicolo ripercorre i fatti più significativi, i grandi cambiamenti e le battaglie più impegnative di cui la rivista si è fatta portavoce e di cui racconterà nei prossimi quarant’anni. Per interpretare al meglio l’evoluzione del mondo dell’auto Quattroruote si è rivolta, in una serie di interviste esclusive, a personaggi dei mondi più disparati (cinema, teatro, spettacolo, letteratura, design…), accomunati però dallo stesso anno di nascita della rivista, il 1956: da Giuseppe Tornatore a Piero Chiambretti, da Giancarlo De Cataldo a Gioele Dix, Gerry Scotti, Mike Robinson, Beppe Servegnini, Chris Bangle, Stefano Boeri. E ancora firme d’autore come Walter De Silva, Leonardo Fioravanti, Giorgetto Giugiaro, Filippo Perini, Ercole Spada, Flavio Manzoni.

Chiude il fascicolo l’intervista a un’automobilista di domani, una bambina di 10 anni che ne avrà 50 nel 2056 e che racconta come sarà, secondo lei, la quattro ruote del futuro.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il Gruppo alimentare Rossetto compie 50 anni e festeggia con Cooee

- # # # # #

Oltre 103 mila spot radio, mille pubblicazioni su carta stampata, cartellonistica in grande formato, attività sul web e sui social: è on air da fine dicembre la nuova campagna di comunicazione del Gruppo Alimentare Rossetto – cliente storico di Cooee Italia – che festeggia quest’anno i primi 50 anni di attività. Nato infatti nel 1965 con un piccolo negozio a conduzione familiare, oggi il Gruppo conta 23 tra supermercati e ipermercati presenti in Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna, oltre 1.300 collaboratori, 3 centri distributivi e 5 laboratori di pane e pasticceria.

Come preannuncia la campagna di comunicazione multicanale firmata da Cooee, il 2015 sarà per Rossetto un anno di grande festa, risparmio e solidarietà per tutti: per chi nasce, per chi si sposa, per chi compie 50 anni, per chi da sempre crede nel risparmio e per chi ha più bisogno.

Il primo sabato di ogni mese sarà infatti una giornata speciale per dare più valore alla spesa. L’1% del totale delle vendite di tutti i supermercati Rossetto sarà devoluto in prodotti di prima necessità al Banco Alimentare di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna. Ma le sorprese non finiscono qui: per festeggiare tutti i clienti il tradizionale sconto del 10% dell’ultimo mercoledì del mese sarà effettuato anche il secondo mercoledì di ogni mese.

La campagna di comunicazione che sta coinvolgendo i canali tradizionali e digitali sarà on air per tutto il 2015 per ricordare tutte le attività e le promozioni del Gruppo. Inoltre, sempre nel 2015, sono previste nuove aperture, sempre all’insegna della convenienza e dei festeggiamenti.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Sky celebra un anno di arte in TV con 1861united

- # # # # # #

Sky conferma la sua capacità di raccontare storie nuove in modo sempre diverso, unico e innovativo. È sicuramente il caso di Sky Arte HD dove “da un anno la TV è diventata arte”, come sottolinea la campagna stampa ideata da 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia, per festeggiare il primo compleanno del canale. Sky Arte HD ha saputo portare in televisione la cultura con un taglio nuovo, rivolgendosi a un pubblico ampio con produzioni innovative e di qualità. La programmazione è dedicata all’arte in tutte le sue forme: cinema, arte contemporanea, arte classica, letteratura, teatro, danza, musica, fino alla street art.

La creatività, pianificata su stampa nazionale periodica e quotidiana, dà risalto all’unione tra TV e arte con un key visual semplice ma di forte impatto: un televisore inserito in una classica cornice da museo, un modo diretto e immediato per celebrare questo connubio che nei suoi primi dodici mesi di vita è riuscito a conquistare critica e pubblico. Un grande risultato, raggiunto senza dubbio grazie a un linguaggio nuovo e a un punto di vista assolutamente moderno, capace di abbracciare il mondo dell’arte a 360 gradi.

Credits
Direzione creativa: Mario Esposito, Massimo Verrone
Art Director: Daria Paraboni
Copywriter: Mattia Perego
Client Director: Marta Di Girolamo
Account Executive: Manuela Baietta
Fotografo: Andrea Melcangi
Post produzione: Livello 6
Art buyer: Maria Benenati

Sky Italia
VP Brand & Communication: Eric Markgraf
Head of Brand & Advertising: Roberto Lobetti Bodoni
Advertising Promo Specialist: Mario Saronne

articoli correlati

AZIENDE

I primi 40 anni del Gruppo Crai, all’insegna della prossimità

- # # # #

Nell’ottobre del 1973 un gruppo di piccoli dettaglianti alimentari di Piemonte, Veneto e Lombardia decisero di unirsi e fondare CRAI. Da allora il Gruppo CRAI si è sempre distinto nel panorama distributivo italiano facendo dell’attaccamento al territorio e della valorizzazione del tessuto locale i propri indiscussi punti di forza. In occasione del 40esimo anniversario annuncia le proprie strategie per il futuro: puntare tutto sulla politica di vicinato per una presenza sempre più capillare e attiva sul territorio italiano.

 

“L’anniversario rappresenta per noi un importante traguardo che sottolinea le numerose opportunità per il futuro della nostra insegna”, commenta l’Amministratore Delegato Marco Bordoli. “Se oggi, malgrado gli evidenti cambiamenti che stanno modificando il vissuto e il comportamento d’acquisto degli italiani, siamo una delle catene distributive più diffuse in Italia lo dobbiamo in gran parte al forte spirito di aggregazione e collaborazione dei nostri associati che ci ha permesso di crescere e consolidare la nostra leadership sull’intero territorio nazionale. La nostra formula distributiva si dimostra oggi più che mai vincente. E’ un successo, di questi tempi, non dover ridimensionare i punti vendita e pianificarne, anzi, l’espansione”.

 

Il 2012 per CRAI si è chiuso con un fatturato consolidato di tutte le realtà appartenenti al gruppo di 2 miliardi di euro e la previsione è di chiudere il 2013 con una crescita del 5,5%, grazie anche all’ampliamento della rete avvenuta con l’apertura di alcuni punti vendita di taglia media (400-1.500 metri quadrati) in grandi città come Roma, Torino, ma anche in Sardegna ad Olbia e a Cosenza, dove sono stati aperti alcuni cash and carry. Nella politica d’insegna CRAI ha sempre giocato un ruolo chiave il prodotto a marchio, che racchiude tutti i valori del marchio e sul quale sono state investite sempre importanti risorse.

 

Nel 2012 la marca privata ha registrato un incremento superiore al 5% con un fatturato alle casse vicino ai 150 milioni di euro. Anche le referenze in portafoglio sono passate dalle 1.520 del 2011 alle 1.557 del 2012, con una quota di mercato che si assesta al 16,1%. “Entro fine anno prevediamo il restyling della linea Piaceri Italiani che comprende le diverse specialità regionali e sarà rinnovata nelle referenze, nel packaging e nella comunicazione “ commenta Giuseppe Parolini, Vice Direttore Generale e Marketing CRAI Secom. “Negli orizzonti futuri sono tanti i progetti in vista per il nostro marchio, sempre più al passo su tutti i fronti, dalla formazione ai vari livelli della rete (dalle nuove generazioni di imprenditori agli addetti alle vendite), al CSR fino all’attenzione al territorio con la filosofia del Km 0” commenta Giangiacomo Ibba, Presidente Cooperativa CRAI.

 

Per celebrare il 40esimo anniversario CRAI ha avviato numerose iniziative fra cui attività promozionali, un’operazione di collezionamento, un concorso a premi e una campagna TV con 8mila spot in onda sulle reti nazionali e locali per un investimento in comunicazione pari a 1,8 milioni di euro.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“FACING_TIME, a visual project” per il doppio compleanno di Vogue Italia e Swatch

- # # # # #

Doppio compleanno, unica festa per i 25 anni della direzione di Franca Sozzani a Vogue Italia e i per i 30 anni di Swatch, brand svizzero che ha reso pop gli orologi. Per celebrare questi due anniversari, Vogue Italia e Swatch hanno scelto di lanciare insieme Facing_Time, un progetto aperto a tutti per raccontare e raccontarsi attraverso una foto o un video, utilizzando un orologio Swatch, nuovo oppure vintage.

 

L’iniziativa mira a stimolare l’immaginario creativo di ognuno per raccontare la propria relazione con un determinato orologio e un look. L’opera – foto o video – deve essere inviata entro il 31 ottobre 2013: a selezionare i lavori migliori, 15 foto e 15 video, saranno Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia da 25 anni, e Nick Hayek, CEO di Swatch Group. I visual e i video più interessanti andranno a comporre il portfolio di una mostra itinerante che, nella primavera 2014, partirà da Milano alla volta di Shanghai e New York.

 

Tutti i lavori possono essere inviati alla redazione di Vogue.it tramite WeTransfer o altri link all’indirizzo di posta elettronica facing_time@condenast.it. Non resta che liberare la propria creatività e dare vita a un prodotto che sia unico e personale.

articoli correlati