AZIENDE

Awin presenta la nuova struttura aziendale: leadership multi-region e nuovi progetti di sviluppo. In Italia arriva Frank Surena

- # # #

Awin

Il network globale di affiliate marketing Awin ha introdotto una nuova struttura aziendale caratterizzata da una leadership multi-region. Dopo un intenso periodo caratterizzato da continui investimenti e crescita, come testimoniato dal completamento delle due fusioni con ShareASale e affilinet, Awin ora si prepara a compiere i prossimi passi attuando:

– Un maggiore coordinamento in tutte le regioni, offrendo ai clienti servizi in Europa, Stati Uniti, America del Sud e nella regione Asia-Pacifico;
– Rinnovata efficienza grazie a processi più snelli che garantiscono continuità nella customer experience;
– Un modello di business sostenibile in grado di offrire ai suoi partner affidabilità e crescita nel lungo termine;
– Prossime espansioni in altri territori e introduzione di nuove tecnologie, che offriranno ulteriori opportunità per lo sviluppo delle partnership.

 

“Gli ultimi anni sono stati intensi ed entusiasmanti per Awin e molti degli importanti progetti strategici su cui abbiamo lavorato si concluderanno con successo entro questo 2019. Abbiamo voluto cogliere adesso l’opportunità di ristrutturare la nostra organizzazione e il nostro management per prepararci alla prossima fase di sviluppo. Il nuovo assetto regionale si presta meglio alla gestione dei tanti importanti mercati in cui operiamo, destinati ad aumentare, garantendo efficienza e coerenza oltre che knowledge sharing”, ha dichiarato Adam Ross, COO Awin.

 

La struttura

La nuova leadership multi-region farà riferimento al COO Adam Ross, ed è strutturata come segue:
– Francia, Italia e Spagna sotto la guida di Frank Surena
– UK, Australia e BeNeLux sotto la guida di Ian Charlesworth
– Nord America e ShareASale sotto la guida di Alexandra Forsch
– Scandinavia e Est Europa sotto la guida di Tim Lomborg
– Brasile sotto la guida di Rodrigo Genoveze
– Germania, Austria e Svizzera sotto la guida di Marc Hundacker

 

Anche molte funzioni aziendali chiave tra cui HR, Marketing e Servizi Tecnici e informatici sono state centralizzate.

 

Awin Italia

Awin Italia farà quindi parte della regione South Europe, insieme alle vicine Francia e Spagna. Il team italiano ha già avuto modo di conoscere il nuovo manager Frank Surena che ha presentato il nuovo progetto del Gruppo e ringraziato la Country Manager uscente Sheyla Biasini che, dopo una carriera in azienda di ben 10 anni, si prepara a nuove avventure professionali. Nessun’altra modifica è stata apportata al management team italiano, che è al momento alla ricerca di nuovi talenti da integrare nell’organico.

 

Mark Walters, CEO Awin ha dichiarato: “Importanti cambiamenti come questi, seppur non sempre facili, sono la chiave per continuare ad avere un business di successo, in grado di evolversi per soddisfare le mutevoli esigenze dei propri clienti. Siamo estremamente orgogliosi della nostra crescita da startup a organizzazione internazionale in grado di portare risultati eccezionali a oltre 13.000 brand in tutto il mondo, mettendoli in relazione con oltre 100.000 editori. Il 2017 e il 2018 sono stati anni caratterizzati da una forte crescita grazie all’acquisizione di ShareASale e la fusione con affilinet e ora è il momento giusto per potenziare la nostra leadership per fornire innovazione a livello globale, automatizzare l’affiliate marketing e connettere in maniera sempre più efficiente advertiser e publisher. Facendo questo potremo continuare a espandere il business dei nostri clienti, dei nostri publisher e dei nostri azionisti”.

articoli correlati

AZIENDE

Awin lancia Voucher Attribution per facilitare la partnership tra brand e influencer

- # # # # #

awin

Awin, network internazionale leader nel settore dell’affiliazione, ha lanciato una nuova funzionalità chiamata Voucher Attribution.

Questa innovativa modalità di tracciamento rende ancor più facile fare pubblicità a performance sui social media, senza costi aggiuntivi o complicate integrazioni, garantendo una misurabilità dei risultati puntuale su più dispositivi e facilitando la partnership tra brand e influencer.

La nuova feature risponde perfettamente al bisogno di trasparenza e misurabilità del mercato: la voucher attribution infatti (letteralmente “attribuzione del codice sconto”) permette al brand di attribuire un codice sconto al publisher prescelto, facendo sì che le commissioni sulle vendite realizzate vengano assegnate correttamente anche in assenza di cookie o in caso di finalizzazione della vendita da parte di un altro canale.

“Questa nuova funzionalità permette di creare un programma d’affiliazione completo e multicanale, aprendo la porta a partnership esclusive tra brand e influencer che altrimenti sarebbero impossibili”, ha dichiarato Sheyla Biasini, Country Manager Awin Italia.

Awin parlerà di questa novità anche durante la sua presentazione al Web Marketing Festival di Rimini. Il network è stato infatti selezionato per raccontare la sua partnership con Terranova, uno dei brand fashion Italiani più amati dai giovani. L’appuntamento è il 23 giugno alle 10, sala eCommerce.

Per saperne di più: italy-info@awin.com

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Sportler sceglie TradeTracker come unica piattaforma di affiliazione

- # # # #

sportler redatracker

Accessibilità del servizio e monitoraggio delle conversioni sono le ragioni della scelta del retailer di articoli sportivi Sportler  di  TradeTracker come piattaforma esclusiva per tutte le sue attività di affiliazione.

“Abbiamo deciso di iniziare a collaborare con TradeTracker per la facilità d’uso della piattaforma, il reporting in real time trasparente e chiaro, ed il massimo supporto nel reclutamento dei siti affiliati per l’acquisizione di nuovi clienti” ha dichiarato Rossana Pellizzari, Performance Marketing Manager di Sportler, impresa familiare fondata nel 1977 dai fratelli Georg e Heiner Oberrauch a Bolzano, dove hanno tuttora sede i 22  store in Italia e Austria e lo shop online www.sportler.com.

Non solo semplificazione ma anche nuove tecnologie “La Real Attribution – ha continuato Rossana Pellizzari – ci permetterà di capire il valore di ogni singolo step nel processo di acquisto”. Sportler ha deciso infatti di applicare un modello Position Based per remunerare gli affiliati in maniera strategica all’interno del conversion path. Grazie ad un algoritmo che lavoro all’interno della piattaforma tecnologica, TradeTracker sarà in grado di splittare la commissione in tempo reale, andando a premiare il primo e l’ultimo touch point in maniera significativa, secondo un modello 40 20 40. “Ringraziamo Sportler per la fiducia che ci è stata accordata – ha detto Roberto Coss, Sales Manager di TradeTracker – e di averci scelto come partner unico per il suo primo programma di Affiliazione. Raccogliamo la sfida e siamo certi di poter ottenere insieme risultati significativi”.

(Patrizia Pastore)

articoli correlati

MEDIA

Pubblicato l’AWIN Report 2017, l’affiliazione nei 15 mercati internazionali del network

- # # # #

L’11 ottobre scorso Awin ha presentato l’Awin Report 2017, la prima guida sullo stato dell’affiliazione a livello globale.
Il documento è stato lanciato durante due eventi organizzati in contemporanea, dal quartier generale di Berlino e dall’ufficio di Londra, che hanno visto la partecipazione di clienti e publisher internazionali. È stato inoltre possibile seguire gli eventi in diretta live su Facebook, nonostante il down che ha coinvolto il social media.

Nelle sue oltre 140 pagine, frutto di mesi di intenso lavoro che ha coinvolto i team Awin da tutto il mondo, vengono riportati e analizzati i dati del network, provenienti dal business di 6.000 advertiser partner, 100.000 publisher attivi, in oltre 15 mercati di attività: dal Nord e Sud America all’Europa, fino ad arrivare alla regione Asia Pacifico.

Il risultato è un racconto delle differenze e delle peculiarità di ogni paese, in una sorta di carta d’identità digitale, seguito da uno studio dei trend e dei fenomeni comuni a tutta l’industry.

Tra i temi principali troviamo:

• il modo in cui i grandi eventi internazionali del retail, come il Black Friday, stanno aprendo nuovi mercati per gli online retailer;

• il ruolo giocato dai publisher nella fidelizzazione degli utenti ai brand;

• perché l’aumento degli influencer all’interno del canale rappresenta una sfida al modello last-click;

• come e quanto i publisher di codici sconto influiscono nel completamento dell’acquisto;

• l’impatto che gli smartphone hanno avuto sulla customer journey e nello sviluppo di nuove soluzioni di tracking.

All’interno del report sono contenuti anche i commenti di esperti marketer internazionali. È stata data voce infatti all’esperienza diretta di advertiser, publisher e agenzie, apportando un tocco di autenticità al discorso; per l’Italia ad esempio hanno contribuito eDreams e Bantoa.

L’Awin Report 2017 è dunque una risorsa unica per tutti gli operatori di settore, sia per chi ha iniziato a lavorarvi da poco, sia per tutti coloro che vogliono approfondire i suoi meccanismi e retroscena, ampliando la propria conoscenza dei mercati esteri.

È possibile scaricare il PDF completo a questo link.

articoli correlati

MEDIA

LeonardoADV lancia Premium Performance Network: lead generation di qualità superiore

- # # # # # #

LeonardoADV, concessionaria pubblicitaria del Gruppo Triboo, lancia Premium Performance Network, l’offerta Performance a CPL studiata per offrire agli inserzionisti italiani un canale privilegiato di lead generation che punta alla qualità. Premium Performance Network è stato sviluppato da LeonardoADV combinando una serie di plus unici sul mercato, che lo differenziano da tutti gli altri circuiti di affiliazione:
–    i database di ogni editore verranno caricati e centralizzati su un’unica piattaforma di invio, leader di mercato, per assicurare sender e subject corretti, governo degli invii al cliente, controllo della gestione privacy, deduplica degli indirizzi e pulizia delle liste lavorando sugli utenti attivi che consultano ripetutamente la casella email;
–    i database  – oltre 50 per circa 8 milioni di mail – saranno inoltre divisi tra proprietari e in concessione esclusiva, e particolare attenzione sarà posta a database e-commerce e a quelli verticali derivanti dalla costruzione di prodotti proprietari, quali Finanziamenti.it, Oroscopo Leonardo, Assicurazioniauto.com e così via;
–    all’interno del network i clienti potranno usufruire di nuove tecnologie di behavioural e retargeting sugli utenti email che hanno dato il consenso al tracciamento delle loro attività e ovviamente alla privacy policy. Questo permette di ridurre la dispersione degli invii e di contattare solo coloro che sono realmente interessati al prodotto.

Vantaggio ulteriore di Premium Performance Network sta anche nell’essere stato ideato e sviluppato da LeonardoADV come soluzione a cui è possibile affiancare i suoi “storici” prodotti Display Performance, che garantiscono volumi e qualità alle aziende clienti. La concessionaria ha dunque strategicamente scelto di mixare canali marketing per garantire ai clienti alti volumi di lead qualitative. L’obiettivo è garantire risultati continuativi anche sul medio-lungo periodo, sfruttando da un lato un ventaglio di database email qualificati, dall’altro lo strumento Display gestito con tecnologie proprietarie come modello in grado di generare contatti di valore con il cliente finale.

“Dopo un anno a +30%, la nostra sfida per il 2013 è ripetere tale risultato”, spiega Alberto Zilli, CEO di LeonardoADV (nella foto). “E uno dei punti chiave della nostra strategia per confermare lo straordinario risultato operativo del 2012 è proprio il performance marketing. Da qui la scelta di perfezionare l’offerta con il lancio del Premium Performance Network, che contribuirà a rafforzare la nostra leadership all’interno del mercato Performance. LeonardoADV opera nel settore del performance marketing dal 2005 attraverso il circuito display JuiceADV, che mensilmente genera oltre 1,5 miliardi di a impression e che oggi è in grado di sfruttare al meglio la tecnologia di Real Time Bidding grazie all’integrazione con i principali player e operatori di mercato. Dal 2010, abbiamo allargato la nostra offerta performance attraverso nuovi prodotti e un team dedicato in continua espansione, che hanno permesso un nuovo ciclo di crescita a ritmi di gran lunga superiori a quelli del mercato”.

articoli correlati

AGENZIE

Tradedoubler “raddoppia” con Lufthansa, per il programma di affiliation marketing in Europa

- # # # # #

Tradedoubler, azienda internazionale operativa nel settore del performance marketing e delle relative tecnologie, amplia la sua collaborazione strategica e internazionale con Lufthansa, la maggiore compagnia aerea europea, per lanciare programmi di affiliazione di alta qualità nei paesi del Nord Europa, in Austria, Svizzera e in Germania, mercato domestico dell’azienda.

“Lufthansa è una compagnia aerea globale, fortemente radicata nel suo mercato di origine, la Germania”, spiega Thorsten Asmussen, Manager Online Sales and Mobile Services di Lufthansa. “Per estendere il nostro programma di affiliazione, avevamo bisogno di un partner che condividesse la nostra visione internazionale ma potesse anche offrirci profonda conoscenza ed esperienza a livello di mercati locali”

Alla base dell’allargamento dell’incarico sta il successo dei programmi di affiliazione per Lufthansa già gestiti da Tradedoubler nel  Regno Unito, in Portogallo, Spagna, Italia e Polonia, paesi in cui Tradedoubler ha collaborato strettamente con meetapes, l’agenzia di affiliation marketing di Lufthansa, che ha appunto intermediato l’originario accordo di affiliation.

articoli correlati