MOBILE

Mobile adv a +55% nel 2012, mentre la penetrazione degli smartphone supera il 50%.

- # # # # #

I possessori di Smartphone, sul totale di chi ha un cellulare, hanno superato nel 2012 la metà del totale utenti, in netta crescita sul 40% del 2011. In parallelo, continua a crescere anche il numero di utenti mensili che si collegano ad Internet dal proprio Telefono cellulare/Smartphone (Mobile Surfer), giunti a fine anno a toccare i 20 milioni, pari a due terzi degli utenti Internet mensili da Pc. Il 61% dei Mobile Surfer si collega a internet – tramite Applicazioni o siti Mobile – quotidianamente e almeno per un’ora (indagine condotta in collaborazione con Doxa). L’Italia si conferma così ai primi posti a livello internazionale in ambito Mobile.
Questa la fotografica di un mercato in forte dinamica positiva che emerge dalla ricerca dell’Osservatorio Mobile Marketing & Service della School of Management del Politecnico di Milano, presentata stamattina a Milano
La dimensione della base dei potenziali clienti crea un terreno fertile per l’aumento dell’offerta pubblicitaria, che, infatti, viene percepita dai navigatori Mobile in maniera sempre più chiara e frequente: il 45% la nota spesso, il 39% qualche volta. Consistente è pure il numero di coloro che cliccano sugli annunci da Mobile: sono circa il 40%. Il 44% dichiara di cliccare per la presenza di un prodotto/servizio/App di suo interesse, il 31% è attratto da una promozione o sconto e il 20% dalla creatività.
Il balzo in avanti del Mobile salta all’occhio non solo guardando agli utenti, ma anche agli investimenti pubblicitari: crescono, infatti, del 55% (da 57 milioni di euro nel 2011 a 89 milioni nel 2012). Sale così dal 5 al 7% il valore del Mobile Advertising sul totale degli investimenti pubblicitari su Internet, valore che si stima arriverà al 10% nel 2013: in questo campo solo USA e UK fanno meglio dell’Italia, che supera, invece, di poco, Francia, Germania e Spagna. In termini di formati pubblicitari, crescono molto il comparto Search e il Display Adv su App e Mobile site.

 

Nel corso del 2012, infine, non è cresciuto solo il Mobile Advertising ma, più in generale, è aumentata la propensione delle imprese italiane verso l’utilizzo del canale Mobile per gestire sempre più attività di promozione e di gestione della relazione con il cliente, sia tramite strumenti più consolidati ma ancora di grande valore (come gli Sms), sia attraverso quelli più innovativi (ad esempio, portando sulle App la carta fedeltà dematerializzata, la gestione della propria raccolta punti, il volantino cartaceo).

 

 

 

articoli correlati