NUMBER

Con gli adolescenti sono 2,5 milioni in più: i dati aggiornati sul Mobile Audience comScore

- # # # # # #

Mobile adolescenti comScore

A seguito del potenziamento metodologico e di processo che a partire da gennaio 2017 ha interessato la suite di prodotti di Audience (Mobile Metrix in particolare), comScore ha rilasciato in Italia i dati sul segmento demografico della fascia di età 13-17, adolescenti i cui comportamenti di navigazione su mobile vengono ora riportati per i siti e le app che abbiano implementato il tag di comScore. L’espansione dell’universo riportato su mobile per la prima volta evidenzia le abitudini degli utenti tra i 13 e i 17 anni che a marzo hanno navigato da mobile.

 

A marzo 2017 sono 2,5 milioni gli utenti 13-17 anni ad accedere a Internet tramite smartphone o tablet, tali da portare l’audience mobile italiana a 30,8 milioni di utenti, costituendo una reach incrementale del 9% rispetto all’audience mobile maggiorenne. Riportando la popolazione mobile 13+ sulle entità taggate, Yahoo Answers registra il maggior numero di visitatori fra i 13 e i 17 anni (1,8 milioni di utenti, pari al 71% del segmento), davanti ai domini di Corriere (1,4 milioni) e Repubblica (1,3 milioni), che nel mese hanno raggiunto oltre metà degli adolescenti italiani su mobile. A seguire, Skuola.net e Focusjunior.it, entrambi con 1 milione di utenti 13-17 su mobile, e primi tra i siti dedicati ai giovanissimi. “Siamo particolarmente contenti di rilasciare i primi dati sulla fruizione da mobile degli adolescenti che non solo sono molto interessanti per gli investitori, ma spesso con i propri comportamenti definiscono nuovi trend che poi vengono adottati da fasce più ampie di popolazione” dichiara Fabrizio Angelini, CEO di Sensemakers che rappresenta in esclusiva comScore in Italia. “Ancora una volta grazie alla nostra tecnologia censuaria e alla collaborazione degli editori che appongono il Tag comScore è possibile superare i limiti delle misurazioni basate sui Panel”.

articoli correlati

AZIENDE

In occasione del Safer Internet Day, Yahoo entra nelle scuole contro il cyberbullismo

- # # # # # #

Yahoo partecipa al Safer Internet Day (SID) – 11 febbraio 2014 – la giornata mondiale della sicurezza in rete per incoraggiare un utilizzo sicuro e responsabile del web tra i più giovani. “Let’s create a better internet together” è il tema scelto quest’anno che punta a rendere Internet un luogo non solo più sicuro, ma anche migliore.

Yahoo in collaborazione con il Centro Studi Psicologia e Nuove Tecnologie Onlus, terrà domani il primo di una serie di incontri formativi nelle scuole secondarie di primo grado di Milano, rivolti agli alunni di 13 anni, età in cui utilizzano attivamente la rete e i social network in modo autonomo ma non sempre consapevole.

I primi incontri avverranno mercoledì 12 febbraio all’I.C. Narcisi presso la scuola secondaria di via Anemoni 10, dove Matteo Failla, Head Of Media & Audience di Yahoo Italia e il dott. Eddy Chiapasco, Presidente del Centro Studi Psicologia e Nuove Tecnologie spiegheranno ai ragazzi delle classi terze quali sono i comportamenti più corretti per una navigazione sicura e consapevole e forniranno suggerimenti utili per aiutare gli adolescenti a proteggere le loro informazioni personali online utilizzando le impostazioni di privacy e gestendo al meglio la loro reputazione digitale.

“Comunicare e condividere tramite il Web è un’abitudine quotidiana di tutti noi che va incoraggiata. E’ però necessario sensibilizzare i ragazzi per rendere la loro esperienza online un vero e proprio esercizio di cittadinanza, per imparare a conoscere e a riconoscere non solo i propri diritti, ma anche quelli degli altri, nel rispetto delle attuali norme sulla privacy e rendendo internet uno spazio non solo dedicato al divertimento e al gioco, ma uno strumento utile ed indispensabile per lo studio, per confrontarsi con i coetanei in modo creativo e per esplorare nuove forme di partecipazione e di libertà di espressione”, dichiara Matteo Failla, Head Of Media & Audience di Yahoo Italia, “ed è proprio l’obiettivo che ci prefissiamo con questa iniziativa”.

Eddy Chiapasco Presidente del Centro Studi Psicologia e Nuove Tecnologie dichiara: “Le innovative funzionalità della rete Internet e di mezzi comunicativi sempre più raffinati e accessibili stanno modificando radicalmente il nostro vivere quotidiano. Il nostro Centro Studi si occupa da anni della promozione di un utilizzo consapevole ed efficace delle nuove tecnologie soprattutto da parte dei giovani. Ritengo che la collaborazione con Yahoo e con gli Istituti scolastici aderenti a questo progetto sia espressione chiara di un desiderio da parte delle istituzioni di voler promuovere attivamente una identità digitale consapevole, rispettosa e sicura.”

È possibile seguire tutti gli aggiornamenti relativi al Safer Internet Day alla pagina dedicata su Yahoo Notizie.

articoli correlati