AZIENDE

Teads e Adform: partnership per l’offerta programmatic outstream premium

- # # # #

Teads - Adform

Teads, The Global Media Platform, ha annunciato oggi la partnership di esclusiva siglata con Adform, una delle più importanti piattaforme tecnologiche indipendenti del mercato dell’advertising.

Teads sarà da oggi integrata direttamente con la piattaforma di programmatic buying di Adform, tra le più affidabili dell’intero segmento. Questa integrazione consentirà alle agenzie e ai brand che collaborano con Adform di avere accesso all’inventory outstream, scalabile e di qualità di Teads, attraverso un marketplace esclusivo (PMP) che comprende i più prestigiosi publisher del mondo: BBC, Apple News, Bild, Business Insider, Clarin, Corriere.it, El Mundo, El Pais, Spiegel, Forbes, Fortune, Gannett, L’express, Les Echos, Cosmopolitan, Gioia, The Business Times, Times, Vanity Fair e molti altri.

Data la capillare diffusione dei formati di outstream video advertising in Europa, che raggiunge ormai il 54,1% della spesa sul digitale, risulta necessario ampliare l’offerta disponibile anche via programmatic buying. L’accordo di integrazione tra Teads e Adform va incontro a questa esigenza rendendo disponibile a buyers di Europa, Nord America, MENA e APAC nuove inventory.

“Siamo lieti di estendere la scalabilità dell’inventory premium di Teads grazie a questo importante accordo. Attraverso l’integrazione diretta dell’inventory di Teads in Adform, una delle più importanti piattaforme di acquisto in RTB, gli advertiser e le agenzie avranno accesso al network dei più prestigiosi publisher al mondo. In questo modo, potranno avere la garanzia che i loro annunci vengano distribuiti all’interno di ambienti viewable e brand-safe”, ha affermato Hugues Templier, EMEA Programmatic Business Development Director at Teads.tv (nella foto).

“Siamo davvero entusiasti di aver finalizzato questo accordo di diretta integrazione con la piattaforma di Teads che, siamo sicuri, conferirà maggior prestigio alla nostra offerta e supporterà i nostri clienti nell’obiettivo di creare nuove opportunità per distribuire pubblicità ad alto impatto comunicativo in contesti di qualità. Teads è stata in grado in questi anni di rafforzare la sua offerta scalabile con una inventory di alta qualità e di distinguersi nel mercato soprattutto per i suoi formati video, che costituiscono ormai una delle forze che trainano il mercato dell’advertising. Per questi motivi, siamo certi che trarremo ampi benefici da questa partnership”, ha dichiarato Rick Jones, SVP Global Revenue Development at Adform.

articoli correlati

MEDIA

Domminaction e Adform: partnership per il programmatic adv su DOOH

- # # # #

Domminaction - Adform

Adform, piattaforma ad-tech full stack indipendente e aperta che serve agenzie media, trading desk, brand ed editori a livello globale, annuncia la partnership con Domminaction, startup che lavora nell’innovazione digitale applicata alla comunicazione, per l’implementazione di campagne di programmatic advertising su DOOH.

Domminaction, realtà nata nel 2016 con l’ambizioso obiettivo di reinventare la comunicazione digitale in outdoor, consente alle aziende una visibilità capillare ed esclusiva nei centri storici e nelle aree pedonali delle città. Grazie all’utilizzo di piattaforme di engagement in DOOH, Domminaction offre progetti di comunicazione taylor made in grado di completare una digital domination con attività di territorio finalizzate al drive to store. Tutto ciò facendo leva sui Digital Box, 15 monitor da 55 pollici presenti nei 380 metri di passeggiata che portano da Piazza Duomo a San Babila a Milano.

Il DOOH è una modalità di pianificazione in continua crescita che permette di unire mobilità e tecnologia: grazie, infatti all’interattività degli schermi è possibile fornire agli inserzionisti uno strumento di contatto con gli utenti in movimento e ottenere dati e informazioni utili per i risultati delle campagne.

Grazie all’accordo con Adform, Domminaction debutta nel mondo del programmatic advertising con il suo circuito DOOH. I Digital Box, infatti, metteranno a disposizione la propria inventory ai clienti Adform che potranno intercettare le 350 mila persone che ogni giorno percorrono Corso Vittorio Emanuele. Accanto alla pianificazione classica dei Digital Box – che consiste in programmazione di contenuti per fasce orarie, giornate in esclusiva e campagne multicanali con integrazione fra DOOH, social, live streaming, campagne condizionate e digital engagement – Domminaction lavorerà insieme ad Adform per integrare campagne di Programmatic Digital Out Of Home, aprendosi così a una fetta di mercato ancora nuova per l’Italia, ma in progressiva e costante crescita e andando ad ampliare il numero degli investitori, secondo un metodo di lavoro che è destinato ad avvicinare sempre di più l’out of home al web.

“Siamo lieti di annunciare la nostra collaborazione con Domminaction, una startup dalle grandi potenzialità che attraverso il suo operato cerca di reinventare la comunicazione digitale in outdoor”, afferma Valeria Mazzon, Country Manager Adform Italia. “Il settore del DOOH è in forte crescita e grazie alla tecnologia odierna è possibile raggiungere il proprio target in mobilità pianificando in maniera programmatica. Grazie a questa partnership i clienti avranno l’opportunità di presidiare una location di forte impatto, il corso più frequentato dalla città di Milano, visitato da oltre 20 milioni di visitatori l’anno, intercettando i diversi tipi di target in un momento in cui è molto alta la possibilità di conversione, concretizzando così gli obiettivi di business”.

“La ricerca dell’innovazione è la spinta che guida la nostra società”, racconta Alessia Borgonovo, CEO Domminaction. “In un mercato così dinamico ma anche così ricco di offerta, ci si distingue e si cresce solo quando si reinventano le regole, aprendosi a nuove possibilità. La tecnologia, in questo senso, ci indica la strada da seguire e il lavoro cominciato con Adform può ancora cambiare modelli di vendita, avvicinando sempre più il mezzo digitale al destinatario del contenuto di ogni campagna”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

24 ORE System e Adform lanciano “Soldado” con un formato speciale sul sito Dagospia

- # # # #

soldado

01 Distribution ha scelto la concessionaria 24 ORE System e Adform per promuovere “Soldado“, la nuova pellicola di Stefano Sollima (creatore delle serie Gomorra e Romanzo Criminale e di lungometraggi come Acab e Suburra) attraverso un formato innovativo e impattante pensato appositamente per il film: la Homepage di Dagospia verrà infatti crivellata da una serie di colpi di proiettile, che creeranno una crepa nel sito che a poco a poco si estenderà rivelandosi essere il confine tra Usa e Messico, terra di ambientazione della pellicola; le fisionomie dei 2 stati poi scompaiono per consentire all’utente di vedere il trailer del film.

Dagospia è stato selezionato da 01 Distribution fra i tanti siti del portafoglio di 24 ORE System proprio per il suo stile spregiudicato affine allo spirito del film, oltre che per la sua grande rilevanza mediatica: la testata di Roberto D’Agostino si conferma infatti sempre più come leader dell’informazione “corsara”, con una media di oltre 2 milioni di pagine viste giorno (fonte Google Analytics).

Il formato, visibile da oggi fino a domenica, è stato ideato da Marco Murgia, PM Advertising di 24 ORE System, e sviluppato in collaborazione con l’agenzia Adform.

articoli correlati

AZIENDE

Adform potenzia il team in Italia per supportare le aree Sales e Client Service

- # # # #

Adform

Adform, la piattaforma ad-tech full stack indipendente e aperta che serve agenzie media, trading desk, brand ed editori a livello globale, annuncia l’ingresso di due nuove figure a rafforzare il team milanese della società: Michele Salani in qualità di Entrerprise Sales Director e Federico Crivelli nel ruolo di Platform Solutions Specialist.

Dopo la recente espansione di Adform in Cina, Australia ed Emirati Arabi, nonché l’annuncio della partnership strategica con Cyber Communications, una delle agenzie di marketing digitale più importanti del Giappone, Adform conferma la propria strategia di crescita nei mercati chiave. In questo scenario si colloca infatti il potenziamento del team in Italia con l’ingresso delle nuove figure che andranno a supportare le aree Sales e Client Service.

Michele Salani entra come Enterprise Sales Director con l’obiettivo di rafforzare la presenza di Adform sui clienti diretti. Con un’esperienza quasi ventennale in mobile e online advertising, il manager ha maturato il proprio know-how in aziende e piattaforme digital. Dal 2009 al 2018, Michele Salani è stato Sales Manager Italy di Sizmek con l’obiettivo di creare proposte commerciali ad hoc per clienti e prospect. In precedenza, ha ricoperto i ruoli di Ad Manager presso GroupM Italy, Traffic Manager in Wind e Risk Management Analyst presso Infostrada.

Federico Crivelli fa il suo ingresso in Adform come Platform Solutions Specialist all’interno del Team di Client Service, riportando direttamente a Greta Ghizzo, Platform Solutions Team Lead. Prima di arrivare in Adform, Federico ha ricoperto la carica di Ad Operation Specialist in grandi realtà come iProspect e Wavemaker, incrementando la sua expertise nel campo delle Operation. Precedentemente, ha lavorato in Sky Italia nell’area Customer Retention.

“Ci siamo posti traguardi ambiziosi nel mercato italiano e per soddisfare al meglio i nostri clienti abbiamo ricercato i professionisti del digital advertising più qualificati, che andranno a supportare aree di rilievo come quella Sales e Client Service”, afferma Valeria Mazzon, Country Manager Adform Italia. “Siamo lieti quindi di dare il benvenuto nel nostro team milanese a Michele Salani e Federico Crivelli, e sono certa che grazie alla loro esperienza in ambito digital e tech contribuiranno a rafforzare la presenza e il servizio di Adform in Italia”.

articoli correlati

AZIENDE

Adform si allarga in Cina, Australia e Dubai. Nuovi ingressi nel management

- # # # #

adform

Adform, piattaforma ad-tech full stack indipendente e aperta che serve agenzie media, trading desk, brand ed editori a livello globale, annuncia il proprio ingresso in Cina, Australia e Dubai, e la previsione di un’ulteriore espansione nei prossimi mesi.

Il lancio dell’ufficio cinese fa parte del piano di espansione di Adform nella regione APAC, dove il proprio know-how in ambito programmatic e la capacità di scala, ha permesso alla società di conquistare un’ulteriore quota in un mercato in rapida evoluzione, oltre agli uffici già presenti a Singapore e in India. La nuova sede a Sydney fornirà, invece, supporto ai clienti australiani di Adform e getterà le basi per investire nel mercato programmatic del paese, settore che sta registrando uno sviluppo miliardario. L’espansione a Dubai, infine, segna il costante impegno  a sostegno dei mercati emergenti e in forte crescita, e il supporto per lo sviluppo delle attività nei paesi MENA.

“Il continuo ampliamento a livello globale risponde alle richieste dei nostri clienti di essere presenti in nuovi territori”. commenta Oliver Whitten, COO di Adform. “I nostri prodotti vengono accolti da clienti internazionali sempre più attenti e in questo modo stiamo rispondendo ai loro bisogni. Oltre ad implementare i nostri prodotti e servizi a livello internazionale, ci preoccupiamo di attrarre i migliori talenti da tutti i mercati, preservando l’unicità della nostra cultura aziendale”.

Come risultato di questa espansione, l’azienda danese ha annunciato tre nuovi ingressi nel team dirigenziale, oltre a due promozioni all’interno di una riorganizzazione di businessLucia Mastromauro (nella foto) entra in Adform in qualità di Vice President of Global Agencies. Precedentemente in King, ha lavorato inoltre per MD Advertising e può vantare un’ampia esperienza acquisita nei ruoli di Head of Sales, Account Management e Network Agencies presso DoubleClick di Google, e Interactive Marketing Manager presso eBay. Nel suo nuovo incarico, guiderà il business delle agenzie internazionali di Adform.

Jesh Sukhwani entra a far parte del team di Dusseldorf con il titolo di Vice President of Publisher and Marketplace, dopo le esperienze quale Head of Programmatic Media and Investment presso GroupM e Global Business Development Director presso Xaxis. Il terzo nuovo ingresso in Adform è quello di Filippo Gramigna che assume il ruolo di Vice President of Business Development. Precedentemente in Widespace dove ha ricoperto la carica di Vice President for Global Sales, Filippo Gramigna ha lavorato inoltre per Il Sole 24 in qualità di Marketing Director e come Publisher presso il Gruppo Mondadori.

Rick Jones, attuale Senior Vice President di Adform per Regno Unito, Nordics e Benelux, assumerà il nuovo ruolo di Senior Vice President of Global Revenue Development per supportare le partnership globali di Adform, lo sviluppo commerciale e il focus cross-channel, mentre l’incarico di Christian Duus come Senior Vice President of Corporate Development si espande per incorporare le operazioni commerciali.

“Questa espansione ha portato a sviluppi entusiasmanti per il nostro team dirigenziale e commerciale: siamo entusiasti di dare il benvenuto a Lucia, Filippo e Jesh”, conclude Whitten. “Queste nuove figure vantano un’esperienza significativa nel campo e per noi è importante poter aggiungere nuove prospettive e competenze al nostro team già forte, con l’obiettivo di continuare a investire per il futuro”.

 

articoli correlati

MEDIA

Adform partner tecnologico di Grandi Stazioni Retail per la campagna Rockin’1000

- # # # #

Grandi Stazioni Retail

Grandi Stazioni Retail ha scelto Adform per la campagna Digital Out Of Home (DOOH) sviluppata per Rockin’1000, la più grande Rock band al mondo.

Rockin’1000 That’s Live 2018 è il quarto evento italiano targato Rockin’1000, ideato nel 2015 da Fabio Zaffagnini. Questa edizione ha visto esibirsi all’unisono 1.500 musicisti sabato 21 luglio presso lo Stadio Artemio Franchi di Firenze, con la partecipazione straordinaria di Courtney Love e il Maestro Peppe Vessicchio.

Il DOOH è una modalità di pianificazione in forte crescita che permette di unire mobilità e tecnologia: grazie, infatti all’interattività degli schermi è possibile fornire agli inserzionisti uno strumento di contatto con gli utenti in movimento e ottenere dati e informazioni utili per i risultati delle campagne. Secondo la ricerca di Allied Market Research, il mercato globale del DOOH è stato valutato oltre 3.6 miliardi di dollari nel 2016 e prevede che raggiungerà oltre gli 8 miliardi entro il 2023, con una crescita CAGR del 12,6% dal 2017 al 2023.

La campagna realizzata da Grandi Stazioni Retail per Rockin’1000, on air per due settimane dal 26 giugno 2018 al 9 luglio, ha visto il coinvolgimento di Adform in qualità di partner tecnologico per la realizzazione di un’iniziativa di proximity marketing volta a promuovere l’evento più atteso del panorama rock in Italia. L’operazione ha voluto coniugare il DOOH con il mobile e la prossimità al cliente facendo leva su 355 impianti GoTv, 8 Maxi Led e 108 Digimupi, nonché sulla piattaforma buy side di Adform.

L’attività di coinvolgimento e ingaggio del target è avvenuta sia sui canali social di Rockin’1000 sia nei luoghi fisici, portando l’esperienza in un mondo “phigital” e amplificando così i contenuti. In questo modo, i viaggiatori in passaggio dalle stazioni di Milano Centrale, Torino Porta Nuova, Bologna Centrale, Roma Termini e Firenze Santa Maria Novella, hanno potuto approfittare di una promozione esclusiva a loro dedicata sull’acquisto dei biglietti per Rockin’1000, attraverso mobile e QR code: navigando su internet con il proprio smartphone all’interno delle stazioni e cliccando sul banner di Rockin’1000 comparso sullo schermo, gli utenti hanno potuto accedere alla pagina con gli sconti sul sito di prevendite online ufficiali www.mailticket.it.

L’intera operazione è stata eseguita utilizzando la piattaforma di Adform che ha integrato la sua buy side platform nei sistemi di inventory di Grandi Stazioni Retail, consentendo a Rockin’1000 di selezionare le posizioni Out of Home su cui desideravano investire sulla base di ciascuna impression. La soluzione hyperlocal targeting offerta da Adform permette di targetizzare il punto fisico sia attraverso l’indirizzo, sia attraverso latitudine e longitudine: grazie alla tecnologia basata su GPS, infatti, alla location fisica viene applicato un raggio intorno al quale è possibile intercettare i device in tempo reale, consentendo in questo modo di raggiungere un target mirato e geolocalizzato. La sinergia tra la soluzione di DOOH e le campagne di proximity marketing, gestite tramite la piattaforma di Adform, ha portato ad un risultato di 1.500.000 impression su un environment di prevalenza mobile e inapp erogate ad oltre 8.5 milioni di contatti esposti alla campagna DOOH.

“La tecnologia è di fondamentale importanza quando si tratta di raggiungere e analizzare le campagne digital, siamo stati i primi ad affacciarci in questo settore già nel 2016, e grazie alle capacità della nostra piattaforma e delle nostre soluzioni abbiamo stretto collaborazioni importanti contribuendo in prima linea allo sviluppo del mercato del DOOH in Italia”, afferma Valeria Mazzon, Country Manager Adform Italia. “Siamo lieti di essere stati scelti ancora una volta come partner tecnologico da Grandi Stazioni Retail, realtà leader sul territorio italiano, confermando Adform come piattaforma di fiducia per l’implementazione di campagne di successo”.

articoli correlati

AZIENDE

Accordo ID-ENTITY e Adform per offrire soluzioni di programmatic adv alle micro imprese

- # # # # #

programmatic

ID-ENTITY, tra i gruppi leader in Europa nell’ideazione, produzione e gestione di contenuti e servizi di comunicazione digitale, si allea con Adform, la piattaforma adtech full stack indipendente e aperta che serve agenzie media, trading desk, brand ed editori a livello globale, per offrire anche alle micro imprese, ai commercianti e ai liberi professionisti italiani l’accesso al programmatic adv su un network di siti premium e app, per pianificare campagne di comunicazione a livello locale.

L’accordo tra ID-ENTITY e Adform consente alle piccole imprese e, in generale, a tutti coloro che hanno l’esigenza di comunicare i loro progetti e le iniziative a livello locale di superare i limiti del volantino cartaceo, ancora oggi tra gli strumenti di comunicazione più utilizzati dai piccoli inserzionisti per promuoversi sul territorio in cui operano. Grazie a questo accordo con ID-ENTITY, per la prima volta, anche i brand locali potranno sfruttare le potenzialità offerte dalla piattaforma per il programmatic adv di Adform e pianificare, anche con budget contenuti, campagne di comunicazione iper-locali, su un target mirato e ipersegmentato e sui siti, testate online e app più cliccati e utilizzati in Italia.

“Un nuovo progetto, dalla grande forza commerciale, che si avvale delle nuove frontiere tecnologiche applicate all’advertising per rendere il mondo del programmatic accessibile non solo alle grandi imprese, ma anche agli esercenti e professionisti interessati a migliorare la propria visibilità a livello locale”, ha commentato Christian Traviglia, Founder di ID-ENTITY (nella foto). “Una proposta innovativa che inizieremo a vendere in Italia con la nostra offerta dedicata alle PMI, “Fatti Trovare”, e che consolida il nostro posizionamento nella comunicazione digitale locale. ID-ENTITY con questo accordo si conferma tra le società del settore più attente e attive nel fornire soluzioni innovative e all’avanguardia alle PMI e ai small business”.

Le soluzioni tecnologiche di Adform, che automatizzano l’acquisto di spazi su siti con grossi flussi ditraffico online, sono oggi parte dell’offerta “FATTI TROVARE” di ID-ENTITY, a disposizione anche dei piccoli inserzionisti italiani che possono beneficiare delle funzionalità di piattaforme globali per
pubblicare eventi, svendite e promozioni. Il software inoltre geo-localizza l’utente e durante la navigazione segnala, con dei banner promozionali e altre soluzioni di display adv, le offerte dell’inserzionista locale più vicino, così da attirarlo nel negozio o nel suo esercizio commerciale. La nuova offerta ID-ENTITY e Adform è integrata anche con i principali data provider, che consentono di selezionare i destinatari della comunicazione secondo gli interessi, le caratteristiche sociodemografichee le intenzioni di acquisto.

“Adform, da sempre focalizzata a fornire i migliori strumenti di digital advertising a livello globale, grazie all’accordo con ID-ENTITY, è in grado di dare supporto anche alle PMI per le proprie attività di comunicazione”, dichiara Julien Gardès, Vice Presidente Sud Europa Adform. “Grazie alla flessibilità delle proprie piattaforme, Adform risponde alle diverse esigenze dei clienti in tutto il mondo, fornendo i sistemi migliori per raggiungere i propri obiettivi di business”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il Digital Out Of Home al centro delle priorità di Adform nel 2018

- # # # #

Adform

Il “digital signage” sta riscuotendo un grande interesse da parte del mercato. Uno studio di Research & Markets stima che questo nuovo settore dell’advertising digitale raggiungerà i 26.2 miliardi di dollari entro il 2023 a livello globale, mentre una ricerca di PQ Media rileva che l’esposizione dei messaggi pubblicitari in DOOH nel corso del 2018 si attesterà su una media di 21 minuti. Lo stesso IAB ha costituito un gruppo di lavoro totalmente dedicato al Digital Out Of Home e ha recentemente pubblicato un glossario dedicato ai termini che contraddistinguono il DOOH.

Si tratta quindi di segnali di un settore in netta crescita che grazie alla possibilità di integrazione di dati e informazioni (location data da mobile, rilevamento facciale, condizioni meteo, eventi sportivi e molto altro ancora) è in grado di fornire agli inserzionisti uno strumento di interazione con il pubblico “on the go” unico e molto potente. Il DOOH non è solo un fenomeno che coinvolge brand e agenzie, ma è strettamente connesso anche con lo sviluppo delle smart city dove si prevede una forte connessione tra l’uso dei device mobili e servizi e messaggi proposti in real-time, legati al luogo in cui ci si sta muovendo.

Adform, la piattaforma ad-tech full stack indipendente e aperta che serve agenzie media, trading desk, brand ed editori a livello globale, ha intercettato questo trend già nel 2016 e in Italia è stata la prima azienda a introdurre nel mercato le prime campagne in Programmatic Out Of Home con Grandi Stazioni Retail con una campagna che ha coinvolto 14 delle maggiori stazioni ferroviarie italiane (e che oggi si sta estendendo anche su altre stazioni dell’alta velocità).

L’impegno di Adform verso il DOOH si è intensificato nel corso del 2017 sia a livello internazionale – attraverso un accordo con Ströer, per la quale Adform rende disponibile il public video inventory della media company tedesca attraverso la propria piattaforma – sia a livello locale.

In Italia infatti Adform ha avviato partnership con alcune delle principali agenzie per fornire le proprie soluzioni per la gestione di campagne DOOH. Tra queste, Moving Up con cui Adform collabora per le pianificazioni sui circuiti Clear Channel e Telesia per cui Moving Up è digital company ufficiale. Le attività avviate da Moving Up nell’ultimo anno hanno reso l’industria DOOH misurabile sempre più in tempo reale invece che in modo statistico, e consentono oggi di misurare tramite un approccio hardware e software la quantità di persone potenzialmente esposte per tutta la durata di uno spot (OTS) e di tracciarne e misurarne i volumi in real time direttamente all’interno della piattafroma full stack di Adform.

Anche Xaxis, l’outcome media company di GroupM, e Kinetic, agenzia specializzata nella pianificazione OOH, hanno iniziato già da fine 2017 a sfruttare la DSP di Adform per offrire ai propri clienti la possibilità di pianificare gli schermi digitali del mondo Out Of Home in programmatic. Aeroporti, metropolitane, stazioni e centri commerciali sono alcuni dei luoghi raggiungibili che beneficiano di tutti i vantaggi della gestione in programmatic, come la possibilità di pianificare per singolo giorno o fascia oraria e utilizzare più soggetti creativi, novità assolute per il mondo OOH.

“Essere stati i first mover in questo settore che nel 2016 si affacciava timidamente sul mercato, ci ha premiato permettendoci di diventare i partner di riferimento di agenzie, brand e media company”, dichiara Julien Gardès, VP Southern Europe Adform (nella foto). “La tecnologia è alla base dei successi delle campagne di DOOH: la nostra piattaforma, insieme al servizio di accounting d’alto profilo che da sempre ci contraddistingue, hanno dimostrato di poter far fronte alle nuove sfide del digitale”.

articoli correlati

AZIENDE

Adform, Greta Ghizzo e Martina Trezzi sono le due nuove professioniste del team italiano

- # # #

Adform

Adform rafforza il suo gruppo di lavoro con l’ingresso di due nuove professioniste: Greta Ghizzo, nel ruolo di Senior Platform Solutions Consultant e Martina Trezzi, Platform Solutions Specialist.

Il percorso professionale di Martina Trezzi si sviluppa attraverso esperienze in Clickpoint come Account Manager e in AdIntend come Account Manager e Web Marketing Assistant. Laureata in Marketing e Mercati Globali all’Università degli Studi Milano-Bicocca, Trezzi ha conseguito anche un Diploma di Laurea all’Università Cattolica di Milano in Economia e Gestione Aziendale. Appassionata di tecnologie, Martina lavora da oltre 5 anni nel mondo della comunicazione digitale e interattiva e in Adform si occuperà soprattutto di client service in termini di ottimizzazione e training della piattaforma DSP e SSP (lato Publisher), oltre ad essere un punto di incontro tra il reparto sales e tech per trasformare i desiderata degli utenti in realtà.

Greta Ghizzo, invece, ha iniziato la sua carriera professionale come consulente in Infostrada a Milano, poi si è trasferita negli Stati Uniti. Qui, dopo una laurea in Business Administration con specializzazione in International Business alla San Francisco State University, è approdata in Google prima a Mountain View, poi nella sede di San Francisco e, in tempi più recenti, anche negli uffici milanesi dell’OTT. In Big G ha svolto molte mansioni lavorando su diversi prodotti incluso, dal 2010, DoubleClick e diventando Platform Solutions Consultant con il rientro in Italia nel 2014. In Adform Ghizzo si dedicherà allo sviluppo di progetti complessi e personalizzati e avrà un ruolo determinante nella fase di pitch e onboarding di clienti e agenzie, oltre ad essere il riferimento per il team di lavoro nella definizione delle partnership con i clienti.

La piattaforma ad-tech full stack indipendente e aperta, che serve agenzie media, trading desk, advertiser ed editori a livello globale, con i due nuovi ingressi si appresta a rafforzare ancora di più il team Operation guidato in Italia da Valeria Mazzon. “Siamo lieti di dare il benvenuto a Martina Trezzi e Greta Ghizzo nel nostro gruppo di lavoro: il loro arrivo è un segnale importante che mette in evidenza l’impegno dell’azienda a perseguire una politica di eccellenza per garantire gli elevati standard di supporto e accounting che ci contraddistinguono nel mercato” dichiara Valeria Mazzon, Director Platform Solutions, Southern Europe del gruppo. “E’ un momento importante per Adform in Italia, grazie alle nuove partnership e alla capacità di offrire soluzioni aperte e performanti” dichiara Oliver Whitten, Chief Operating Officer di Adform. “Siamo orgogliosi di assistere all’ampliamento del nostro team di lavoro con nuovi specialisti per garantire un livello di qualità sempre maggiore a tutti i nostri interlocutori”.

articoli correlati

AZIENDE

Adform e Ströer: Al via la partnership che consente l’acquisto del PV Inventory

- # # #

Adform partnership Ströer

Continua il successo di Adform nel settore del Digital Out Of Home. Il DOOH si sta rivelando un asset sempre più apprezzato dai marketer: infatti l’outlook Italia dell’ultimo rapporto di PwC su Entertainment & Media, dimostra che questo segmento del Physical Out of Home sta attirando una buona parte degli investimenti digitali al punto che si stima che nel 2021 rappresenterà il 43% del mercato con un tasso di crescita dell’11,7%. Adform ha quindi intercettato con largo anticipo un trend in espansione e afferma la propria leadership in questo settore anche in Europa attraverso un accordo con la digital multi-channel media company tedesca Ströer che rende disponibile il public video inventory della media company attraverso la piattaforma ad-tech full stack di Adform.

Grazie alla partnership, aziende e agenzie possono acquistare il Public Video Inventory (PV) di Ströer, con video che possono essere riprodotti negli spazi pubblici, tramite la piattaforma ad-tech di Adform. L’infrastruttura di Public Video di Ströer è ora collegata alla DSP di Adform, grazie a un’interfaccia automatizzata per acquistare in programmatic l’inventory disponibile. Oggi è possibile pianificare e prenotare in meno di un’ora i propri video, selezionando una determinata stazione ferroviaria o un centro commerciale. Nei prossimi mesi saranno disponibili altre opportunità di pianificazione in programmatic di addressable Digital Out Of Home.

Ora gli investitori e le agenzie possono utilizzare Adform per definire obiettivi e target group per targettizzare al meglio le proprie comunicazioni video oltre che pianificare più efficacemente il proprio budget. Alla base della pianificazione automatizzata ci sono, tra l’altro, i data linked ai siti.

Anche la logica del network di public video ora è molto più flessibile, grazie all’utilizzo di un ad server che rende la pianificazione dinamica e flessibile. Per facilitare l’operazione Ströer ha sviluppato un nuovo sistema multimediale per Public Video e un’interfaccia per la SSP di Adform.

“La partnership con Adform dimostra che i sistemi di pianificazione di Public Video e dell’online si stanno sempre più allineando, consentendo nuovi processi integrati che porteranno a una maggiore efficienza per tutti gli attori coinvolti. Per i nostri clienti coincide con una prenotazione di spazi video ancora più flessibile, più semplice, più veloce e così ottimizzata che gli spot possono essere ancora più targetizzati ottenendo una più ampia reach. L’accordo segna l’inizio di una collaborazione che ci vedrà, nei prossimi mesi, in prima linea con Adform per sviluppare ulteriormente la nostra offerta”, ha spiegato Robert Bosch, CMO di Ströer.

“Integrando la loro SSP Public Video nella nostra piattaforma full-stack, i clienti Adform possono prenotare in programmatic l’inventory digital out-of-home di Ströer in maniera esclusiva. Il lancio congiunto di un’offerta di Programmatic Out-of-Home è unica sul mercato, e siamo molto orgogliosi di essere stati scelti come partner strategico per lanciare una soluzione congiunta in uno dei mercati più importanti del mondo”, ha affermato Julien Gardes, General Manager Southern Europe di Adform.

Per pianificare campagne DOOH con una logica di piattaforma, gradualmente Ströer fornirà nuovi prodotti per:
– Acquisti basati su programmi televisivi PV
– Estensione contestuale dei canali (online)
– Estensione di formati adv online tramite PV
– Retargeting Cross Channel (PV + Mobile)

Inoltre, i due player prevedono di fornire “pacchetti” predefiniti e creati da Ströer su dati definiti. Pacchetti che potranno essere organizzati automaticamente dal cliente, consentendo a Ströer di mettere a disposizione del mercato offerte a breve termine. Una soluzione che potrà essere utilizzata anche da quelle agenzie che non dispongono di una piattaforma demand-side.

Il cliente o l’agenzia si registra online su una piattaforma self-service e può organizzare, richiedere e prenotare l’inventory di public video, si tratta di funzionalità che verranno messe a disposizione del mercato nel corso del quarto trimestre di quest’anno. Soprattutto per le agenzie si tratta di reale valore aggiunto, in quanto possono essere molto rapide e flessibili. In questo caso, Ströer fornirà sia la pianificazione classica sia il location-based targeting, e permetterà anche la pianificazione audience based. Naturalmente, il reparto sales di Ströer continuerà a fornire il suo supporto a clienti diretti e ad agenzie.

articoli correlati

AZIENDE

Zodiak Advertising firma la partnership con Adform per l’utilizzo della SSP

- # # # # # #

Adform partnership Zodiak Advertising

Adform ha siglato un accordo globale con Zodiak Advertising per l’utilizzo della SSP Adform per la monetizzazione dei publisher in Italia, Spagna, Germania e Austria.

Il valore aggiunto della piattaforma ad-tech full stack indipendente e aperta che serve agenzie media, trading desk, advertiser ed editori a livello globale di Adform riconosciuto da Zodiak Advertising riguarda non solo la possibilità di monetizzare standard ads, ma anche tutti i banner Rich Media in programmatic.

Una caratteristica che consente ad Adform di distinguersi sul mercato per l’ampia gamma a disposizione dei publisher e per lo sviluppo tecnologico avanzato.

Da febbraio Adform e Zodiak Advertising sono live con i primi publisher. Tra questi, Premio di Websystem24, ovvero il Private Marketplace con cui, da fine 2013, viene gestito l’intero ecosistema programmatic della divisione online della concessionaria del Gruppo 24 ORE e che annovera, oltre alle properties di Gruppo, Ilsole24ore.com e Radio24.it, altri venti importanti siti (3bmeteo, Affaritaliani, Blitzquotidiano, Dagospia, Famiglia Cristiana, Federtennis, Fox Network, Globalist, Il Post, L’Unità, La7, Ladyblitz, Lettera43, Libero Quotidiano, Rivista Studio, Rivista Undici, Sportoutdoor24, Supertennis, TIM Mail, Ticketone).

“Siamo orgogliosi di aver siglato un accordo molto importante con Zodiak Advertising. È una partnership globale che coinvolge i mercati di Italia, Spagna, Germania e Austria ed è un progetto perfettamente in linea con la nostra strategia di completamento dell’offerta enterprise full stack e di servizi. Lavoreremo ulteriormente a questo obiettivo nel corso del 2017 investendo anche su nuove tecnologie per offrire partnership di elevata qualità”, ha commentato Jay Stevens, Chief Revenue Officer Adform.

“L’obiettivo di Zodiak Advertising è da sempre sviluppare soluzioni che semplifichino la complessità gestionale del mondo programmatic e con questo obiettivo abbiamo sviluppato un prodotto, la MetaSSP, che integra in un’unica piattaforma le principali fonti di monetizzazione ottenendo ottimi feedback sia dalle SSP che dagli Editori. Sono risultati che apprezziamo e che convalidano la nostra scelta strategica che, anche per il futuro, prevede una più ampia espansione a livello europeo e il potenziamento del nostro prodotto. La partnership con AdForm rappresenta senza dubbio un considerevole e fondamentale passo in avanti in questa direzione. Siamo certi che la collaborazione sarà particolarmente apprezzata dagli Editori e offrirà ottime opportunità ai Buyer”, dichiara Ellis Bosisio, COO e CTO Zodiak Advertising.

articoli correlati

AZIENDE

Sky Italia sceglie la supply-side platform di Adform

- # # #

Adform partnership Zodiak Advertising

Si espande la collaborazione tra Sky Italia, prima media company in Italia, e Adform, piattaforma ad-tech full stack indipendente e aperta che serve agenzie media, trading desk, advertiser ed editori a livello globale: la società media ha scelto la piattaforma SSP dell’azienda danese per la monetizzazione di tutte le property: sky atlantic, sky cinema, sky fantascudetto, sky mag, sky sport, sky tg4, sky uno.

Con l’avvio della partnership Sky Italia, attraverso la tecnologia Adform, ha messo subito a disposizione dei buyer tutti i formati standard (300×250, 728×90, 970×250 etc.), a cui si stanno aggiungendo, come ulteriore leva di business, i formati Rich Media (come per esempio FloorAd, Skin, Click to fullscreen).

L’ingresso della piattaforma SSP segna l’ampliamento di un rapporto tra le due società già attivo da diversi anni: Sky Italia lavora infatti con Adform dal 2013 per i servizi di ad serving e dal 2014 come full stack. Inoltre Sky Italia si serve del Client Service di Adform della sede di Vilnius per il caricamento delle campagne digital in collaborazione con centro medie e agenzie creative.

“L’aggiunta della piattaforma SSP nell’offerta dei servizi messi a punto per Sky Italia ci rende particolarmente orgogliosi. Sky Italia anno dopo anno si sta rivelando un partner di grande valore per la nostra azienda. La lungimiranza del loro management, che ha saputo cogliere da subito le potenzialità di ottimizzazione e di monetizzazione delle nostre piattaforme, ci ha permesso di instaurare un dialogo proficuo e un rapporto sempre più profondo. Questo nuovo tassello che integriamo nella nostra collaborazione ci sprona a continuare a lavorare ancor più intensamente per perfezionare la nostra offerta”, ha dichiarato Jay Stevens, Chief Revenue Officer Adform.

articoli correlati

AZIENDE

Adform presenta, insieme a Rubicon Project, i Programmatic Audio Ad dedicati a Spotify

- # # # # #

Adform presenta, insieme a Rubicon Project, i Programmatic Audio Ad dedicati a Spotify

Adform continua a perfezionare il proprio posizionamento omni-canale grazie alla collaborazione con aziende come Rubicon Project, che gestisce uno dei più grandi marketplace di pubblicità del mondo. Queste partnership permettono ai clienti di Adform di accedere a bacini pubblicitari supplementari: in questo caso si tratta dei programmatic audio ad che sono ora disponibili attraverso la Demand Side Platform (DSP) del brand. I clienti di Adform possono, quindi, acquistare 15 o 30 secondi di annunci audio di Spotify in modalità programmatica attraverso la piattaforma tecnologica di Rubicon Project, targettizzando gli utenti senza abbonamento di Spotify in tempo reale tramite la DSP di Adform.

La possibilità di acquistare annunci su Spotify in modalità programmatica tramite Adform è una grande notizia per il mercato e segno, da parte degli editori, di un’ulteriore apertura del loro inventario al programmatic. Questo mette in evidenza la velocità con cui il settore sta progredendo verso l’omni-canalità che, ponendo al centro il consumatore, consente di migliorare le esperienze di branding attraverso un utilizzo più mirato e allineato di creatività e messaggio. La reportistica diventa sempre più importante perché permette di estrapolare dati e insight in grado di guidare nuove decisioni, consente di analizzare i risultati di più mezzi e device contemporaneamente, e favorisce, quindi, la misurazione dell’efficacia della campagna. Adform ha recentemente introdotto in Italia la prima campagna di Progrmmatic Out-Of-Home che sarà il tema al centro del workshop intitolato “Il programmatic advertising sbarca nel mondo dell’Outdoor: la partnership Adform – Grandi Stazioni” che l’azienda presenterà mercoledì 30 novembre nel corso del prossimo IAB Forum di Milano. A questo si aggiunge oggi l’introduzione nel proprio portfolio del programmatic audio, preludio dell’arrivo di soluzioni anche per la programmatic TV.

La combinazione di dati deterministici di Spotify, il marketplace premium di Rubicon Project e le capacità di targeting di Adform consente agli inserzionisti di raggiungere gli ascoltatori più rilevanti offrendo loro esperienze più personalizzate. Il tutto in tempo reale, definendo una specifica ad frequency per ottenere i massimi risultati. In termini di misurazione, Adform è in grado di monitorare i tassi di completamento degli annunci, nonchè i momenti di pausa e di mute: queste informazioni vengono integrate nelle analisi standard dei report per fornire una visione completa delle performance delle campagne.

“La pubblicità sta diventando sempre più personale e personalizzata” ha dichiarato Valeria Mazzon, Chief Operation Officer di Adform Italia. “Assistiamo ad una incredibile ascesa del numero dei consumatori che ascoltano la musica in streaming, con alcuni mercati, come gli Stati Uniti, che registrano tassi di crescita del 50%. I telefoni cellulari sono diventati il dispositivo standard per l’ascolto della musica. In questo contesto gli inserzionisti possono trarre il massimo vantaggio dagli annunci audio per raggiungere efficacemente gli ascoltatori offrendo un’esperienza di contatto con il brand rilevante e personalizzata, anche quando non stanno attivamente guardando lo schermo. Il supporto di Adform per il programmatic audio riflette la nostra interpretazione di programmatic cross-channel: una piattaforma che comprende display, mobile, native, video, DOOH, stampa e, da adesso, anche audio”.

articoli correlati

MEDIA

Adform introduce la gestione delle campagne in programmatic native

- # # # # #

Adform

Adform arricchisce la propria piattaforma Adform Demand Side introducendo la gestione delle campagne in programmatic native, fornendo così ai propri clienti un ulteriore strumento per la pianificazione di campagne cross-channel.

Con un flag, il native programmatic di Adform, disponibile da oggi anche in Italia, permette di selezionare l’inventory di alcuni degli exchange leader di mercato tra cui: Ligatus, Sharethrough, TripleLift, MoPub. In questo modo è possibile gestire campagne di native in programmatic su desktop, su mobile e mobile in-app.

Gli annunci nativi si integrano con il contenuto originale e permettono sia agli editori, sia agli inserzionisti di offrire ai lettori un’esperienza più coinvolgente e senza interruzioni. Questo tipo di pubblicità, non intrusiva, si rivela più efficace per attirare l’attenzione dei consumatori, pertanto è sempre più richiesta dagli inserzionisti. Il native advertising è destinato a crescere: in uno studio Business Insider, infatti, stima una spesa per questa forma di pubblicità di 16.8 miliardi di dollari nel 2016 e il raggiungimento di 36,3 miliardi di dollari entro il 2021. Ciò significa che gli annunci nativi rappresenteranno il 74% di tutte le entrate pubblicitarie entro il 2021.

“La possibilità di supportare campagne di native advertising sulla nostra DSP è una grande notizia per i nostri clienti che ci rende particolarmente entusiasti”, ha dichiarato Alfonso Mariniello, Country Manager di Adform Italia. “Gli annunci nativi seguono il comportamento dell’utente moderno perché si integrano in modo fluido all’interno del contenuto che il lettore sta fruendo offrendo una brand experience coinvolgente, in modo non intrusivo. Il native advertising ci permette di raccontare una storia in modo coerente sui diversi device e migliora le prestazioni, con livelli di coinvolgimento superiori rispetto alla pubblicità standard”.

Negli ultimi due anni, Adform ha sostenuto gli inserzionisti e gli editori realizzando formati nativi personalizzati in grado di migliorare l’esperienza dell’utente e, contemporaneamente, ha lavorato per rispondere alle necessità del marketing per l’integrazione su larga scala dei dati first-party. Raggiungere il pubblico su larga scala con la pubblicità nativa è stata per lungo tempo una grande sfida per tutto il settore. Poco tempo fa, però, IAB – Internet Advertising Bureau – ha pubblicato il documento di linee guida OpenRTB 2.3 che include anche la standardizzazione per gli annunci nativi. Questo ha permesso agli operatori di disporre di precise indicazioni su come acquistare e vendere annunci nativi in modalità programmatica su larga scala. Lo standard, quindi, ha permesso ad aziende ad-tech di poter includere annunci nativi nelle loro piattaforme di gestione delle campagne RTB.

Dal punto di vista creativo, Adform offre il proprio supporto native integrando contenuti pubblicitari in modalità in-feed, in linea con il contenuto principale. Gli inserzionisti devono solo aggiungere il nome del proprio brand, titolo, testo, immagini e logo.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Tipico sceglie Adform per l’adserving globale

- # # #

tipico

Tipico, leader mondiale nel settore delle scommesse sportive online, e principale fornitore di scommesse sportive nel mercato tedesco, fondato nel 2004, ha scelto Adform, la piattaforma ad-tech full stack indipendente e aperta, come soluzione per i bisogni legati all’ad serving globale, al reporting e ai dati.

Tipico era alla ricerca di un fornitore di ad tech flessibile e interoperabile che consentisse di possedere, raccogliere e gestire tutti i dati, oltre a fornire una piattaforma trasparente per tutte le campagne create in-house e in collaborazione con la propria agenzia.

“Adform è un partner a prova di futuro, un partner fidato, che ci può aiutare a scalare le nostre attività pubblicitarie a livello globale”, afferma Nadja Julich, Marketing Director di Tipico. “Abbiamo testato l’ad server di Adform da marzo e siamo rimasti molto colpiti dalla capacità di servire in modo affidabile e trasparente, di ottimizzare e analizzare le campagne in modo efficiente ed efficace”.

L’Ad Server di Adform è una soluzione stand-alone che Tipico utilizzerà per pianificare tutte le campagne pubblicitarie digitali, dando vita ad attività pubblicitarie in-house efficienti, trasparenti e fluide. Esso consentirà la creazione di segmenti di nicchia utilizzati per personalizzare e ottimizzare l’alto impatto delle campagne video e mobile digitali e programmatiche. I segmenti saranno utilizzati anche sul sito di tipico.com per indirizzare contenuti pertinenti sul sito web e sull’app.

Tipico ha scelto l’ad server di Adform per la sua capacità di trattamento dei dati pubblicitari e degli utenti, per la sua natura flessibile e trasparente, così come per la completa possibilità di integrazione con la DSP e DMP di Adform e le ampie soluzioni fornite da terze parti.

 

articoli correlati