BRAND STRATEGY

AdAge Creativity 50: Bruno Bertelli tra le 50 figure creative più influenti del 2017

- # # #

AdAge Creativity 50

AdAge realizza da 12 anni Creativity 50, un sondaggio per identificare i più influenti personaggi creativi dell’anno.

Nell’edizione 2017, tra personaggi del mondo della musica, dell’arte, della Tv e della moda come Rihanna, Yayoi Kusama, Melissa McCarty, Stephen Colbert o Edward Enninful; c’è il Global CCO di Publicis WW e CEO di Publicis Italia, Bruno Bertelli.

Il suo apporto alla comunicazione del brand Heineken e il lavoro svolto sulle campagne Diesel sono alla base del riconoscimento che lo vede anche unico Italiano nell’edizione 2017. In passato tale riconoscimento era stato dato a personaggi del calibro di Franca Sozzani e Maurizio Cattelan nel 2012, e ancora prima Oliviero Toscani nel 2006.

Bruno Bertelli è l’Amministratore Delegato dal 2014 di Publicis Italia in cui era entrato con il ruolo di Executive Creative Director solo 3 anni prima. Nel maggio 2016 viene nominato Global CCO di Publicis Worldwide. È il primo creativo italiano ad aver mai raggiunto questo ruolo nella storia della comunicazione mondiale.

Bruno è presidente di giuria e relatore ai più importanti Festival internazionali tra cui Eurobest, Cannes e NY Festival. È il creativo italiano più premiato al mondo e nel suo palmares può vantare premi internazionali tra cui 56 Leoni al Festival di Cannes di cui 11 d’oro, un Grand Clio e un Grand Prix al NYF e a Eurobest.

Nato a Verona, si è laureato in semiotica e ha frequentato la scuola di Visul Arts, dopo aver iniziato la sua carriera come copywriter a New York

articoli correlati

AZIENDE

Ad Age: Accenture Interactive è il “digital network più grande al mondo”

- # # # # #

Accenture AdAge

AdAge ha nominato Accenture Interactive “digital network più grande al mondo” per il secondo anno consecutivo. La ricerca annuale “Agency Report” si basa sulla valutazione di oltre 700 agenzie, network e società e le classifica in base al fatturato raggiunto nel 2016 a livello mondiale. Tra le reti di agenzie digitali, Accenture Interactive ha registrato il fatturato maggiore a livello globale, pari a 4,4 miliardi di dollari per l’esercizio 2016 (chiusura al 31 agosto), che corrisponde a una crescita del 50,9% rispetto all’anno precedente. Accenture Interactive è inoltre balzata al primo posto tra i maggiori network consolidati a livello mondiale, risalendo dal 4° posto dell’anno scorso.

Accenture Interactive si è classificata a livello mondiale come segue: 1° posto – tra i 15 maggiori digital agency network, reti di agenzie digitali; 1° posto – tra i 25 maggiori network consolidati, reti di agenzie che operano sotto un unico brand; 6° posto – tra le 25 maggiori agenzie. Queste posizioni rispecchiano un anno straordinario per Accenture Interactive e dimostrano quanto il mercato apprezzi i suoi servizi differenziati nell’ambito della customer experience, servizi che abbinano marketing, tecnologia e brand. “Oggi i brand sono il frutto di una serie di esperienze interconnesse che le persone vivono con un’azienda, attraverso diversi canali, sempre più digitali”, ha affermato Alessandro Diana, Responsabile di Accenture Interactive Italia. “La customer experience digitale richiede un nuovo livello di connessione tra l’azienda, il marketing e la tecnologia: i clienti si rivolgono a noi, quindi, alla ricerca di un equilibrio ideale tra questi tre fattori. L’ottimo posizionamento ottenuto nella classifica di Ad Age ci dimostra ancora una volta quanto il nostro modello di business sia vincente nel mercato odierno: unendo le nostre tre “anime” – agenzia creativa, società di consulenza aziendale e leader tecnologico – siamo in grado di offrire un servizio unico, e di dare vita alla migliore customer experience al mondo per i nostri clienti”.

“La digitalizzazione, che ormai impatta tutti gli ambiti della nostra vita, sta sostanzialmente cambiando il modo in cui i brand attraggono e coinvolgono i consumatori. Nello scenario odierno, le aziende ricercano un partner con solide competenze tecnologiche, che contribuisca a reinventare ogni aspetto della customer experience e della user experience”, ha dichiarato Roxanne Taylor, Chief marketing & communications officer di Accenture. “I CMO desiderano collaborare con un partner in grado di dare un nuovo impulso all’innovazione, aiutandoli ad alimentare una cultura orientata all’evoluzione continua e alla sperimentazione. Siamo fieri che Ad Age abbia riconosciuto il ruolo di Accenture Interactive nell’offrire al mercato qualcosa di unico ed innovativo”. Secondo lo studio Agency Report, il digitale rappresenta già negli Stati Uniti il 46,6% del fatturato delle agenzie, in crescita dell’8% rispetto all’anno precedente. Lo studio sottolinea anche come a livello globale il panorama delle agenzie sia in continua evoluzione e come le società di consulenza stiano crescendo rapidamente “entrando sempre di più negli uffici marketing e consolidando relazioni di fiducia con i Chief Marketing Office (CMO), grazie a un’ampia gamma di soluzioni strategiche e di data analytics in grado di rispondere alle sfide odierne”. Il 73° Agency Report di Advertising Age, pubblicato ogni anno a partire dal 1945, riporta la classifica delle maggiori agenzie in base al fatturato dell’anno precedente.

articoli correlati