AZIENDE

Ligatus integra Forensiq by Impact per un’inventory di qualità e senza frodi

- # # # # # #

Ligatus - Forensiq

Ligatus ha annunciato la sua nuova integrazione con Forensiq by Impact. Una partnership che nasce per ovviare a un marketing costoso e inefficace, offrendo così agli inserzionisti di Ligatus l’ulteriore garanzia che la loro inventory è priva di frodi e brand safe.

Con una ad fraud giunta al punto più alto mai raggiunto finora, la fiducia tra chi acquista e chi vende viene messa alla prova, e in tutti i mercati EMEA è elevata la pressione affinché venga erogata una percentuale ridotta di traffico fraudolento.

Per raggiungere l’obiettivo di meno dell’1,50% di frodi nella propria inventory, e per erogare solo traffico di qualità, Ligatus ha iniziato a collaborare con Forensiq nel febbraio di quest’anno. Nel luglio 2018, Ligatus ha annunciato un totale di appena l’1,17% di traffico sospetto – molto al di sotto della media del 3% ritenuta da molte agenzie un livello accettabile di tolleranza dalle frodi.

Forensiq, acquisita da Impact nel 2016, è la società leader nel rilevamento delle frodi pubblicitarie che utilizza metodi innovativi di machine learning e di rilevamento avanzato per identificare attori indesiderati e attività dannose. Con l’aiuto di Forensiq, gli inserzionisti e gli editori del network Ligatus continueranno a disporre di una piattaforma affidabile per gestire un traffico di qualità superiore, mantenere l’inventory in un ambiente brand-safe e accedere a report il più trasparenti possibile.

“Grazie alla collaborazione con Forensiq, Ligatus ha mantenuto la propria promessa di fornire a inserzionisti ed editori il mercato trasparente e sicuro che desiderano”, afferma Victor Charpin, VP Publisher Development di Ligatus. “Siamo il fornitore leader di soluzioni di Native Advertising e vogliamo fornire prove di fatto di uno dei nostri valori chiave: la qualità. Vogliamo eliminare le sfide più critiche che gli Editori si trovano ad affrontare e contribuire a creare un’esperienza pubblicitaria migliore per ogni soggetto coinvolto. Fornendo il software di rilevamento Forensiq all’interno della piattaforma SSP di Ligatus, tutti i partner possono evitare impression non autorizzate. Ancora più importante, facendo leva su Forensiq quale principale strumento di prevenzione dalle frodi, stiamo facendo la nostra parte nella lotta contro le frodi pubblicitarie e, al contempo, stiamo rafforzando la credibilità stessa dei nostri clienti”.

“Il traffico non-umano è causa di grave preoccupazione per il settore. In definitiva, se un annuncio non raggiunge una persona reale, allora c’è valore zero per quell’investimento marketing. Forensiq collabora con partner come Ligatus per ridurre drasticamente le frodi sulle loro piattaforme e siamo molto lieti dei risultati già ottenuti”, afferma l’Amministratore Delegato di Impact EMEA, Florian Gramshammer (nella foto).

articoli correlati

AZIENDE

Brand Safety: Madvertise entra a far parte del CAAF – Coalition Against Ad Fraud

- # # # #

Madvertise - CAAF

Madvertise annunica la sua adesione al CAAF (Coalition Against Ad Fraud). Si tratta di un’iniziativa promossa da Adjust a cui hanno aderito i leader del settore performance mobile marketing che uniscono le forze e il loro know how per contrastare frontalmente le frodi pubblicitarie.

La coalizione ha l’obiettivo di garantire sicurezza e certificazione di qualità per gli advertiser, attraverso la creazione di appositi tool tecnologici. Durante eventi e riunioni dedicate, CAAF si occuperà inoltre di analizzare l’attuale situazione del mercato a livello mondiale. A oggi sono già stati realizzati incontri a Tokyo, Berlino e San Francisco e altre iniziative verranno realizzate durante tutto il 2018.

Hanno aderito e sono membri della coalizione società del calibro di IronSource, Adcolony, Applift e molte altre che si uniranno nei mesi a venire.

Quello della performance è un mondo che garantisce ancora poca trasparenza. Madvertise grazie alla tecnologia proprietaria Appsfire (società acquisita dal gruppo nel 2015), al suo sistema antifrode e, da oggi, alla certificazione CAAF, è il partner ideale per campagne cost per download con garanzie di brand safety.

“Attualmente lavoriamo con i tutti i principali sistemi di tracking internazionali (Adjust, Appsflyer, Kochava, MAT) e da questo mese siamo integrati con Firebase, il nuovo sistema di tracking creato da google. Dopo aver ricevuto già in passato la certificazione Nielsen della nostra inventory ed esserci adeguati ai requisiti GDPR, Coalition for Better Ads, continua il nostro impegno nello sviluppo di soluzioni moderne a vantaggio degli inserzionisti, con l’obiettivo di evolvere e migliorare sempre di più il nostro prodotto mantenendo sicurezza e trasparenza come asset principali”, dicono dall’azienda.

articoli correlati

AZIENDE

Meetrics traccia le linee guida per contrastare il fenomeno dell’Ad Fraud

- # # # # #

Ad fraud - Meetrics

Meetrics, società tedesca specializzata nella misurazione della qualità e della trasparenza del digital marketing, affronta uno dei temi più caldi del momento in termini di digital advertising: l’Ad Fraud, tracciando le linee guida per contrastare il fenomeno.

“Nel 2017 il fenomeno dell’Ad Fraud è diventato un crimine informatico da 20 miliardi di dollari e si stima che entro il 2025 la frode pubblicitaria sarà il secondo mercato illegale più grande al mondo con un costo per i contribuenti di oltre 1 trilione di dollari all’anno. L’unica buona notizia è che finalmente gli investitori hanno preso consapevolezza del problema e stanno cercando soluzioni capaci di individuarlo e prevenirlo”, afferma Simone Fortunato, Country Manager Italia di Meetrics (nella foto).

Ecco perché Meetrics ha sviluppato una soluzione per prevenire la segnalazione di Traffico Non Valido e ottenuto l’accreditamento MRC per il rilevamento e la filtrazione della Sophisticated IVT per il traffico web su desktop e mobile. Un riconoscimento che testimonia gli elevati standard forniti dalla società tedesca, uno dei leader del settore per questa gamma di competenze nel campo della misurazione.

Per contrastare il fenomeno bisogna però innanzitutto conoscerlo. Meetrics individua cinque frodi pubblicitarie più comuni: la suspicious page, ossia pagine web che mostrano elementi sospetti, il botnet trafic, quando si trovano possibili visitatori non umani, il suspicious behaviour, quando gli utenti manifestano un comportamento sospetto sulla pagina, il browser malware, quanto vengono rilevate tracce di malware e infine l’incentivized surfbar, quando si evidenziano indicazioni per traffico a pagamento.

L’ad fraud si manifesta quindi sotto molteplici aspetti ma come possiamo prevenirlo? A questa domanda Meetrics risponde con 5 consigli utili:
1. Verificare i prezzi, se troppo bassi la fonte potrebbe non essere attendibile
2. Esaminare con attenzione i dettagli di analisi
3. Affidarsi a società di verifica e insistere per ads.txt
4. Utilizzare black e white list con le società di verifica per tenerle aggiornate
5. Non aspettare che se ne prende cura qualcun altro

Per identificare le frodi pubblicitarie, Meetrics offre ai propri clienti Ad Fraud Prevention, uno dei quattro tool di misurazione che caratterizzano Ad Attention Manager Suite, la soluzione principale della società. Questo strumento si traduce in un approccio duplice contro l’attività fraudolenta perché utilizza dati sia comportamentali che biometrici per identificare comportamenti sospetti per ogni singola impression.

Nel dettaglio, le incoerenze nei dati trasmessi (ad esempio l’utente dichiarato non corrisponde al comportamento di rendering) e gli strani valori aggregati (ad esempio la distribuzione temporale delle visualizzazioni o la confusione di annunci) vengono utilizzati per identificare i siti sospetti, mentre un’analisi approfondita basata su dati biometrici permette di convalidare gli avvisi di frode. La moltitudine di parametri di input registrati rende quasi impossibile agli sviluppatori di bot simulare il comportamento umano.

articoli correlati

AZIENDE

Meetrics cresce in Italia con Simone Fortunato e lancia il Report sulla viewability

- # # # #

Meetrics

Bilancio positivo per i primi mesi italiani di Meetrics, la società tedesca specializzata nella misurazione della qualità e della trasparenza del digital marketing. A febbraio 2017 ha inaugurato la branch italiana affidando a Simone Fortunato (nella foto), il ruolo di Country Manager, che in soli otto mesi ha raddoppiato le revenue nel nostro Paese.

Ottima la risposta del mercato alla focalizzazione di Meetrics anche in Italia: Volkswagen, Nomad Foods, BMW sono solo alcuni dei clienti che hanno scelto la società tedesca per la validazione delle proprie campagne. A brevissimo Simone Fortunato presenterà inoltre il primo Benchmark Report sulla viewability in Italia. Un report già divenuto punto di riferimento per molti mercati europei come Germania, Francia, UK, Austria e Polonia.

Il Country Manager sarà poi tra i protagonisti del prossimo IAB Forum 2017, in programma a Milano dal 29 al 30 novembre, con un workshop dedicato all’Ad Fraud.

Simone Fortunato vanta 10 anni di esperienza nel settore dell’advertising digitale. Prima di entrare a far parte di Meetrics, è stato Country Manager per l’Italia di Digilant, media company specializzata nel programmatic advertising a livello mondiale, Sales & Programmatic Buying Manager in PerformGroup Italia, Industry Manager in Yahoo! Italia con responsabilità della gestione dei Key Client, Sales Account Manager divisione online-service in Tiscali Advertising e Senior Digital Media Planner & Media Buyer presso il centro media Omnicom Media Group.

articoli correlati