AZIENDE

Betfair è Official Gaming and Betting Partner di Juventus a partire dalla prossima stagione

- # # # # #

Betfair e Juventus

Betfair e Juventus Football Club annunciano oggi di aver siglato un accordo pluriennale di collaborazione che renderà il brand britannico Official Gaming and Betting Partner del club bianconero a partire dalla stagione agonistica 2017/2018.

Un’intesa che prevede, oltre ai tradizionali strumenti di visibilità all’interno dell’Allianz Stadium e dello Juventus Training Center di Vinovo, anche il coinvolgimento di alcuni giocatori della squadra sei volte Campione d’Italia in carica per iniziative di marketing e comunicazione, che verranno declinate sui diversi canali di comunicazione, da quelli più tradizionali alle piattaforme digitali e social, oltre alla possibilità di utilizzare il logo ufficiale Juventus, con la dicitura “Official Gaming and Betting Partner”, in tutte le attività di comunicazione del Brand. Numerose saranno anche le iniziative che Betfair, primo brand ad aver portato in Italia il Betting Exchange, dedicherà ai tifosi dei Bianconeri, con attivazioni sia online, sia sul territorio, tra cui alcuni concorsi a premi che daranno la possibilità agli appassionati di avvicinarsi sempre di più ai propri idoli e di vivere le emozioni a tinte bianconere da una posizione esclusiva.

“Siamo molto orgogliosi” dichiara Claudio Di Zanni, Country Director Italia Betfair, “di annunciare questa partnership con Juventus, che ha nel suo DNA valori e caratteristiche da noi ritenute vincenti nello sport come nel business, quali prestigio, leadership e ambizione. Pensiamo che da questa collaborazione possano nascere grandi opportunità per i nostri clienti e per tutti gli appassionati di calcio”.
“L’accordo con Betfair si inserisce perfettamente nella strategia di sviluppo globale del Club e conferma la capacità di Juventus di attrarre aziende operanti in tutto il mondo e leader nei propri settori” ha dichiarato Giorgio Ricci, Co-Chief Revenue Officer & Head of Global Partnerships and Corporate Revenues di Juventus, nel commentare la nuova partnership.

articoli correlati

AGENZIE

Ligatus e Criteo insieme per il Programmatic Native  

- # # # #

ligatus

Ligatus, Native e Performance Network leader in Europa, annuncia la collaborazione a livello internazionale in ambito Programmatic Native con Criteo, azienda specializzata in performance marketing: grazie all’accordo, Criteo si unisce alla piattaforma RTB di Ligatus per l’acquisto media automatizzato. Pertanto i clienti di Criteo hanno ora accesso all’inventory globale del Network internazionale Ligatus in Italia, Germania, Austria, Svizzera, Francia, Belgio, Olanda, Spagna, e Turchia in programmatic buying. Il Network Ligatus è costituito da più di 1.200 siti web Premium, che generano oltre 31 miliardi di ad impression ogni mese. I siti degli editori partner selezionati hanno un pubblico di alta qualità con un elevato potenziale di conversione offrendo in tal modo le piattaforme adeguate per campagne di Programmatic Native. da canto suo, Criteo,  con 31 uffici in America, EMEA e in Asia-Pacifico, collabora con più di 12.000 inserzionisti in tutto il mondo e ha rapporti diretti con 17.000 editori.

“Grazie alla collaborazione con Criteo adesso ancora più inserzionisti in tutto il mondo possono accedere alla nostra inventory tramite l’acquisto in programmatic”, dichiara Klaus Ludemann, CEO di Ligatus. “Con il crescente numero dei nostri partner DSP stabiliamo il programmatic buying quale ulteriore canale di acquisto rilevante oltre ai direct booking, generando un aumento della domanda per la nostra inventory. Questo è anche un vantaggio per i nostri publisher che vedranno in tal modo una monetizzazione ottimale”.

“Anche in Italia i formati nativi stanno riscuotendo un buon interesse da parte delle aziende, che desiderano interagire con gli utenti in maniera sempre più puntuale e mirata”, commenta Alberto Torre, Managing Director di Criteo Italia. “L’unione fra la nostra tecnologia user centric e l’inventory di Ligatus ci consentirà di ottenere annunci sempre più rilevanti e pertinenti, ampliando il coinvolgimento degli utenti”.

articoli correlati

AGENZIE

Nasce Inventa TRO, la “Experience Agency”

- # # # #

inventa tro

È oggi l’ufficializzazione dell’accordo tra due protagonisti della comunicazione, entrambi parte del gruppo Omnicom: l’italiana Inventa, che da 28 anni opera nell’ambito del Marketing Communication, e TRO, l’Experience Agency internazionale con 16 uffici dislocati tra Europa, Asia e Australia, che vanta un’esperienza di oltre 35 anni e ha messo a segno con una crescita globale del 29% nell’ultimo anno.
TRO è inoltre riconosciuta come una delle più importanti realtà internazionali, annoverando tra i propri clienti brand quali BMW, Mini, Nissan, British Airways, Shell e Nike, insieme ai quali ha riscosso successi a livello globale collezionando riconoscimenti su palcoscenici come i Cannes Lions, i Clio Awards, l’IMC Grand Prix e e l’EEMAX Award.

Inventa si è dimostrata il partner adatto per accompagnare l’ingresso di TRO nel nostro paese: le due agenzie, facendo leva su esperienze complementari e competenze che si integrano vicendevolmente, danno cisì vita a Inventa TRO. Nel corso degli anni Inventa ha costantemente rinnovato la propria offerta, proponendo progetti e strumenti sempre nuovi per interpretare la continua evoluzione dei servizi richiesti dal mercato. Strategia premiata dai risultati economici – una crescita a due cifre da oltre 5 anni – dall’ampliamento del team di oltre il 15% e dalla presenza di talenti che hanno permesso di ricevere importanti riconoscimenti anche a livello internazionale, tra i quali diversi IMC Awards.

Dall’accordo nascerà una realtà che punta a rivoluzionare il concetto di “Experience Agency”, grazie a un modo nuovo di rispondere alle esigenze dei propri clienti, attraverso un approccio “competence driven”.
Tre sono le specifiche aree d’azione sulle quali tale approccio innovativo si focalizza: Brand Activation, Live Communication e Digital.
“Focus first. Then connect”, spiega Antonio Magaraci (nella foto) Country Head di Inventa TRO. “Questa è la nostra filosofia fatta di competenze mirate e aree di specializzazione. Perché i brand comunicano in un mondo sempre più complesso e frammentato. Insomma, diciamo addio all’approccio olistico!”
“Siamo molto soddisfatti di entrare in Italia grazie all’accordo con Inventa”, aggiunge Michael Wyrley-Birch, COO TRO EMEA, “una delle prime agenzie italiane capace di innovare continuativamente i propri servizi che da oggi si ampliano con la nostra competenza nella live communication”.
L’esordio della neonata Inventa TRO sarà un importante progetto internazionale che vedrà la luce in occasione della finale di Champions League a Milano.

articoli correlati

MEDIA

Weborama e Videology annunciano accordo

- # # # # #

weborama

La piattaforma di video adv Videology ha annunciato oggi una partnership con Weborama, “specialista” di dati online: obiettivo di questa partnership è quello di permettere ai clienti Videology in Spagna, Italia e Portogallo di accedere a informazioni più dettagliate sul pubblico dell’intero ecosistema digitale.

Secondo i termini dell’accordo, Videology avrà infatti accesso alla piattaforma di data management Weborama Audience Manager e potrà creare audience rilevanti per i propri advertiser sulla base delle ampie e approfondite informazioni generate da quest’ultimo. Ulteriori funzionalità della piattaforme di DMP, come la raccolta e generazione di audience a partire da dati forniti dagli advertiser e la capacità creare CClones (look-alike), permetteranno ai clienti Videology un targeting più mirato, accurato e su ampia scala.

“I dati sono realmente importanti, perché rappresentano il tessuto connettivo che sta dietro a tutto il mondo programmatic. Accedere a dati di audience affidabili come quelli di Weborama è una necessità assoluta per poter erogare campagne mirate in modo efficace”, spiega José Rodriguez Rizzo, Managing Director di Videology per il Sud Europa. “La collaborazione con Weborama è particolarmente significativa perché i loro strumenti di data management e le informazioni create usando analisi semantiche ed elaborazioni linguistiche sofisticate ed incentrate sui clienti sono apprezzate dagli advertiser e consentiranno a Videology di raggiungere audience specifiche migliorando così i risultati complessivi delle campagne”.

“Siamo felici di sviluppare questa partnership con Videology, su scala globale, per incrementare le informazioni sull’audience disponibili nel mondo digitale”, conclude A commento dell’annuncio, Abelardo Ibanez, Vice President International di Weborama. “Per Weborama è importante collaborare con una delle principali piattaforme mondiali di video advertising, permettendo così alle agenzie pubblicitarie di accedere ai dati più accurati disponibili in Europa e non solo”.

articoli correlati

AZIENDE

AOL punta all’Italia grazie all’accordo con Microsoft e all’acquisto di Millennial Media

- # # # # #

AOL punta la mercato italiano dopo l'accordo con MIcrosoft e l'acquisizione di Millennail Media

Dopo l’annuncio dell’accordo strategico decennale tra AOL e Microsoft in nove paesi, tra cui l’Italia, l’azienda presenta la propria strategia per il mercato italiano con Lewis Sherlock, Head of Enterprise Strategy, Interational del gruppo, e Christina Lundari, Managing Director di AOL per l’Italia.
Con un impegno ad innovare costantemente l’offerta del mercato pubblicitario, l’accordo offre nuove opportunità di vendita attraverso una partenership strategica tra la squadra che già gestisce le property online di Microsoft – tra cui Windows, Skype, Outlook.com, Xbox LIVE, MSN – e il team di Be On, la piattaforma di branded video syndication di AOL, in Italia da tre anni.
In particolare, l’accordo tra Microsoft e AOL crea uno tra i più ampi pubblici globali accessibile via desktop, mobile e video con oltre 512 milioni di visitatori unici al mese, e un’audience che comprende gli oltre 16 milioni di utenti mensili online di Microsoft, uno dei network italiani più attivi, attraverso una piattaforma che garantisce alti tassi di viewability, e brand safety; la più grande Premium inventory con oltre 500 miliardi di impression mensili a livello mondiale e più di un miliardo e mezzo al mese in Italia, permettendo così agli inserzionisti di raggiungere, oltre ai noti siti di Microsoft, anche gli utenti italiani che visitano le property di AOL come Huffington Post, Engadget o TechCrunch; un’esperienza di buying chiara e semplice che integra i prodotti Microsoft con la proposta commerciale di AOL già consolidata sul mercato italiano da oltre tre anni; la possibilità di acquisto in modalità programmatica anche per mobile, video e display con l’arrivo della piattaforma ONE by AOL.
“Abbiamo trascorso gli ultimi mesi concentrati su processi di trasformazione: la nostra azienda è stata acquisita da Verizon e in seguito abbiamo integrato importanti realtà nella nostra organizzazione, come il business advertising di Microsoft e Millennial Media. Sicuramente il 2015 sarà ricordato come una pietra miliare del nostro percorso per diventare la media company tecnologica di maggior successo” dichiara Lewis Sherlock, Head of Enterprise Strategy.
Christina Lundari, Managing Director, commenta: “Offriamo un nuovo approccio ai nostri clienti attraverso soluzioni di marketing e comunicazione di alta qualità insieme all’acquisto in modalità programmatica, semplificando il modo in cui gli inserzionisti pianificano e traendo il massimo dalle nuove tecnologie per soddisfare le esigenze in continua evoluzione dei consumatori. Da oggi, inoltre, grazie all’arrivo di alcuni layer della piattaforma ONE by AOL estendiamo la nostra offerta anche ai publisher che potranno decidere di sfruttarla per raggiungere nuovi pubblici con la loro inventory monetizzandola in modo più efficiente”.

articoli correlati

AZIENDE

Uber stringe un accordo con Jobyourlife per “muovere, insieme, il mondo del lavoro”

- # # # # # #

Uber e Jobyourlife, piattaforma italiana di job recruiting, stringono un accordo e collaborano “per muovere, insieme, il mondo del lavoro”.

“La partnership con Uber consiste in un’operazione che porta un vantaggio concreto (ed economico) nei confronti dell’utente” spiega Andrea De Spirt, CEO di Jobyourlife. “Grazie a questo accordo, infatti, consegneremo un voucher da 20€ ai candidati invitati al primo colloquio di lavoro tramite Jobyourlife.
Al momento, essendo Uber presente solo in 5 città italiane (Milano, Roma, Torino, Padova e Genova), abbiamo deciso di iniziare la collaborazione mandando il voucher solo alle persone invitate al colloquio in queste città”.

Jobyourlife, nata nel 2012, con uffici a Milano e a Cagliari, è cresciuta nell’ultimo anno, chiudendo un secondo round di finanziamento da 600mila euro e raggiungendo traguardi importanti: ha superato quota mezzo milione di utenti iscritti, con oltre 1000 aziende che utilizzano la piattaforma per cercare i candidati migliori (tra cui GameStop, Willis Italia, Jusp Spa). Oggi, la startup, incubata in PoliHub, progetto della Fondazione Politecnico di Milano, continua a crescere anche a livello di team, e si prepara per il primo passo in Europa e in Asia.

“La partnership con Uber rappresenta un elemento importante all’interno del nostro percorso” continua Andrea De Spirt. “Inoltre, sottolinea anche l’importanza di saper collaborare e di saper unire due modelli aziendali per portare un ulteriore beneficio all’utente finale, cercando di utilizzare la tecnologia come acceleratore e come facilitatore di alcuni processi. Essere il più utili possibile alle persone è l’obiettivo primario e con questa partnership proveremo ad aggiungere un altro ingrediente alla nostra realtà in crescita”.

articoli correlati

AZIENDE

Al via il 1° luglio la partnership tra l’universo PepsiCo e la UEFA Champions League

- # # # # #

I marchi di punta globali di PepsiCo – Lay’s, Gatorade e Pepsi Max – hanno unito le forze con la UEFA Champions League. Così PepsiCo oggi ha annunciato la sua nuova partnership con il prestigioso torneo Europeo di calcio per club.

L’accordo di PepsiCo con la UEFA Champions League inizierà ufficialmente il 1° luglio, prima dell’inizio della stagione 2015/16. Lay’s, Gatorade e Pepsi Max saranno i marchi principali della sponsorizzazione, a cui si aggiungeranno Doritos, Lipton e 7Up.

Ramon Laguarta, CEO di PepsiCo Europa, ha commentato: “L’annuncio di oggi rafforza il rapporto già consolidato tra la nostra Azienda e il grande calcio, portandolo ad un livello ancora superiore. La UEFA Champions League è senza dubbio una delle più prestigiose competizioni calcistiche del mondo e conta più di un miliardo di appassionati spettatori ogni stagione, un’opportunità senza precedenti per entrambe le parti. Nutriamo una grande passione per il calcio e non vediamo l’ora di condividerla con i tifosi di tutta Europa e di tutto il mondo.”

Aggiunge: “I marchi Food & Bevarege di PepsiCo, uniti alla popolarità della UEFA Champions League, costituiscono un’unione perfetta: unendo le forze sarà possibile creare grandi momenti di aggregazione e divertimento per la famiglia e gli amici. Insieme, porteremo a nuovi livelli l’unione tra calcio ed entertainment e, in vista della stagione 2015/2016, gli appassionati di UEFA Champions League potranno vivere nuove fantastiche esperienze con Lay’s, Gatorade, Pepsi MAX. Rimanete sintonizzati!”
In merito all’accordo Guy-Laurent Epstein, UEFA Events SA Marketing Director, ha commentato: “E’ con piacere che diamo il benvenuto a PepsiCo come partner ufficiale della UEFA Champions League. Siamo entusiasti di lavorare a stretto contatto con un partner globale come PepsiCo. Questo ci permetterà di coinvolgere fan da ogni parte del mondo attraverso innovative attivazioni di marketing, beneficiando, allo stesso tempo, della vasta esperienza di PepsiCo nell’area dell’intrattenimento al fine di creare ulteriore amplificazione per il marchio UEFA Champions League”

La Finale di UEFA Champions League è l’evento sportivo annuale più seguito al mondo. L’evento di Sabato 6 giugno 2015 è andato in onda in oltre 200 paesi, raggiungendo circa 400 milioni di persone, con un audience live medio atteso di 180 milioni. La stagione, iniziata dai Play-Off e arrivata fino alla Finale, ha visto giocare oltre 17 partite alla settimana, per un totale di 145 match.  Durante una stagione, la competizione offre più di 110.000 ore di contenuti televisivi e l’audience è significativo sia a livello locale che a livello globale, con 1,1 miliardi di spettatori in tutto il mondo durante la trasmissione delle partite in diretta
Oltre alla passione di lunga data per il calcio, PepsiCo può contare su partnership di primo livello con leghe sportive di fama mondiale per lo sviluppo di programmi di contenuto e di marketing all’avanguardia. Le altre leghe sportive partner di PepsiCo sono: la National Basketball Association (NBA), la National Football League (NFL), la National Hockey League (NHL), la Major League di baseball, la Indian Premier League e l’International Cricket Council.

articoli correlati

MEDIA

Accordo tra Google e Manzoni per la gestione della pubblicità digitale

- # # # #

Manzoni & C. S.p.A., concessionaria pubblicitaria del Gruppo Espresso, e Google hanno stretto un accordo di collaborazione per la gestione della pubblicità digitale. A partire dal prossimo Settembre, infatti, Manzoni adotterà la piattaforma Doubleclick for Publishers di Google, strumento evoluto per la gestione, l’ottimizzazione e l’erogazione della pubblicità tradizionale e video online. Inoltre, Manzoni utilizzerà la piattaforma Doubleclick Ad Exchange di Google per vendere in modalità programmatica alcuni spazi dei prodotti digitali Desktop, Mobile e Tablet non gestiti dalla propria rete commerciale.

La tecnologia di Google, congiuntamente a quella già in uso dalla concessionaria, consentirà a Manzoni di presentarsi sul mercato con un’offerta state of the art che risponde ai principali requisiti, attuali e futuri, di mercato, garantendo una superiore capacità di valorizzazione del potenziale pubblicitario dei mezzi digitali gestiti.

articoli correlati

AZIENDE

Genova, nuovo accordo tra Carrefour Express e Indabox dedicato allo shopping online

- # # # # # #

Il nuovo accordo tra la catena di negozi di vicinato Carrefour Express e Indabox, la neonata start up torinese fondata da Michele Calvo e Giovanni Riviera, punta sul capoluogo ligure per un servizio dedicato a chi fa shopping online. Quest’ultima è infatti costituita da una fitta rete di bar, tabaccherie e supermercati dove è possibile ricevere comodamente i propri acquisti online e a Genova sta facendo le cose in grande. “Con oltre 60 punti di raccolta interni ai Carrefour express” conferma Michele Calvo, “l’ex repubblica marinara è al primo posto in Italia in questa speciale classifica superando città ben più grandi e popolate come Milano, Roma e Torino”.

“La diffusione capillare dei Carrefour Express” prosegue il giovanissimo fondatore di Indabox, “ci permette di coprire ogni zona della città andando incontro alle esigenze di tutti a un costo abbordabile”. Già, saremo anche aperti di vedute ma siamo pur sempre genovesi, quanto costa questo servizio? Evitare code infinite agli uffici postali, gli sguardi indiscreti dei colleghi e le rimostranze di parenti e amici bloccati in casa in attesa del nostro pacco, non ha prezzo, ma se dovesse averlo sarebbe l’equivalente di due biglietti Amt. 3 euro per godere dell’elasticità degli orari
della grande distribuzione sono alla portata di tutti, con un gran risparmio di stress e preoccupazioni, e dulcis in fundo, il primo ritiro è gratis.

Questa iniziativa evidenzia come Genova e la Liguria in generale, siano particolarmente attenti al tema del commercio online. Già nel 2013, Genova aveva ospitato l’E-commerce Day mentre, pochi mesi fa, la Regione ha contribuito a dare vita a Liguriastyle.it, il primo portale di shopping online per vendere in tutto il mondo i prodotti originali locali. Anche i dati dell’Osservatorio sull’E-Commerce Indabox confermano questa trend che vede la Liguria sul podio delle regioni italiane dove più si compra sul web. Solo Lombardia e Piemonte le sono davanti, mentre surclassa il Lazio e la Campagna che sono notevolmente più grandi.

“La semplicità è la chiave del nostro successo” conferma Calvo, e gli fa eco Gianni Campario, Direttore regione Nord Carrefour Express; “l’idea di Indabox ci è apparsa fin da subito geniale. Alcuni nostri punti vendita sono aperti fino alle 22 (come nel caso del punto di vendita di Via San Martino) e danno quindi l’opportunità anche agli stacanovisti del lavoro di essere totalmente indipendenti nella ricezione di un acquisto.

Cosa comprano i genovesi/liguri sul web? Al primo posto, con il 23%, abbigliamento e accessori, seguito dai prodotti di elettronica e informatica (20%) e dal bricolage ed arredamento (15%). Distanziati i prodotti di bellezza (11%), prodotti culturali e giocattoli rispettivamente con il 7% e il 5%. Anche se differenziata a seconda dei settori, è abbastanza equilibrata la ripartizione tra uomo e donna con quest’ultime che rappresentano il 53% dei clienti. La stragrande maggioranza della spesa non supera i 100 euro, un dato in linea con il resto del Paese. Nonostante i ritardi, i numeri italiani sono incoraggianti. Secondo gli studi dell’ultimo E-commerce Forum Netcomm, sono oltre 20 milioni gli italiani che almeno una volta hanno comprato in rete un bene o un servizio con un aumento del 20% nell’ultimo anno. Tra i protagonisti di questa scalata, e non poteva essere altrimenti per il Paese che è al terzo posto al mondo per il numero di cellulari pro capite, è lo smartphone che grazie alla sue app rende obsoleto il buon e vecchio computer.

articoli correlati

AZIENDE

Sempre connessi, anche in automobile: Samsung e Seat presentano l’accordo al MWC15

- # # # # # # #

Samsung e Seat hanno presentato al Mobile World Congress di Barcellona un nuovo accordo in virtù del quale svilupperanno congiuntamente soluzioni tecnologiche innovative, per una connettività a 360° su tutta la gamma modelli della casa spagnola.

Frutto di questa collaborazione, nei prossimi mesi verrà presentata una nuova versione Seat equipaggiata in modo tale da consentire al conducente di essere sempre connesso, grazie a novità tecnologiche che saranno progressivamente estese a tutta la gamma. L’accordo tra le due Aziende sarà valido in tutti e 75 i Paesi in cui la SEAT è presente.

Le vetture Seat saranno dotate dell’innovativa tecnologia MirrorLink, e il sistema d’infotainment si collegherà con i dispositivi grazie a un software Samsung e alle App sviluppate ad hoc dalla Casa di Martorell. Il MirrorLink è la risposta tecnologica della SEAT per garantire la connessione tra il proprio veicolo e i propri dispositivi mobili: consente infatti la riproduzione dei contenuti del proprio smartphone sullo schermo del cruscotto, in maniera sicura e senza rischio di distrazioni per il conducente, che avrà accesso alle proprie applicazioni senza distogliere lo sguardo dalla strada. Sarà inoltre possibile aggiungere ulteriori funzionalità sfruttando i cosiddetti dispositivi wearables.

“Siamo felici di annunciare il nostro accordo durante il World Mobile Congress, proprio a Barcellona, casa della SEAT. L’idea che sta alla base è lavorare insieme, unendo le nostre rispettive risorse e conoscenze, con la volontà di portare ai nostri Clienti soluzioni tecnologiche sicure che semplifichino la loro vita, permettendogli di essere sempre connessi. Ci aspettiamo grandi cose da questa cooperazione con SEAT”, ha dichiarato Rick Segal, Vicepresidente Enterprise Business Team, IT & Mobile Communications Division di Samsung.

Jürgen Stackmann, Presidente della Seat, sottolinea: “Questo 2015 segna appieno l’avvento dell’Internet delle Cose, con sei miliardi di oggetti connessi a Internet. Il nostro obiettivo è captare i bisogni emergenti e le aspettative dei nostri Clienti. Per mantenere il nostro impegno, rafforzeremo la competitività della gamma SEAT, e SAMSUNG è il partner ideale con cui intraprendere questa sfida”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Con Infront Sports e Media si chiude l’accordo tra San Carlo e la FISI

- # # # # # # #

Mentre si fanno di ora in ora più fitte le voci circa la sua acquisizione da parte del fondo cinese Wanda, Infront Sports & Media, società leader nei servizi integrati di marketing sportivo a livello globale e marketing Agent e Advisor FISI, porta a compimento l’accordo di collaborazione tra San Carlo, numero uno del settore chips&snack, e FISI, Federazione Italiana Sport Invernali, che prevede la fornitura dei propri prodotti agli atleti e a tutto lo staff della Federazione, un sostegno economico per le squadre azzurre e la sponsorizzazione del progetto FuturFisi, il programma di valorizzazione dei giovani talenti della Federazione

Il progetto FuturFisi è un progetto interdisciplinare che permetterà a un numero selezionato di atleti tra i 14 e i 20 anni di partecipare a programmi di crescita strutturati e organizzati con metodi professionali. I punti cardine del progetto passano dalla interdisciplinarietà alla sostenibilità economica, dalla trasparenza al coinvolgimento del territorio, dall’individuazione e sostegno dei “talenti” alla formazione e aggiornamento dei tecnici.

A partire da questa edizione, grazie a San Carlo, i giovani atleti potranno contare anche su mentori d’eccezione, ex atleti che hanno segnato la storia degli sport invernali e che potranno sostenere con i loro consigli i giovani atleti FuturFisi, non solo dal punto di vista sportivo, ma anche umano e personale.

Del pool di mentori – ancora in fase di ampliamento – fanno già parte Gabriella Paruzzi, Cosigliere Federale e pluricampionessa olimpica per lo sci di fondo italiano e Armin Zoeggeler, l’unico atleta al mondo ad aver vinto sei medaglie olimpiche consecutive, re indiscusso dello slittino.

“L’attenzione di San Carlo al mondo dello sport e dei giovani talenti in particolare è una cifra distintiva di questo marchio e siamo felici che quest’anno San Carlo abbia sposato un progetto di grande rilevanza come FuturFisi”, conferma Marco Bogarelli, Presidente di Infront Italy. “Da anni nel mondo degli sport invernali con il Trofeo San Carlo per i bambini dai 5 ai 13 anni, San Carlo ha voluto ampliare la propria partnership con il mondo degli sport invernali per far crescere gli atleti del futuro. Grazie alla capacità di Infront di realizzare progetti su misura per i nostri clienti, San Carlo e FISI hanno ampliato una collaborazione che ha l’obiettivo di portare risultati misurabili in termini di visibilità, reputazione e valorizzazione dei rispettivi marchi”.
Il progetto FuturFisi e l’accordo di collaborazione con la Federazione rappresentano una tratta ulteriore del percorso all’interno del mondo dello sport da parte di San Carlo, presente non solo sulla neve, ma anche nei circuiti motoristici con la FMI, la Federazione Motociclistica Italiana, e nei palazzetti con la Fijlkam, la Federazione Italiana Judo Lotta e Karate.

articoli correlati

Senza categoria

Eataly e Starhotels insieme per offrire il meglio dell’ospitalità e della gastronomia italiana

- # # # # # # #

Starhotels, la catena alberghiera italiana guidata da Elisabetta Fabri, e Eataly, fondato da Oscar Farinetti, hanno annunciato oggi una partnership mirata a rafforzare il valore e l’eccellenza dell’italianità nel nostro Paese e nel mondo.
Per Starhotels questa partnership – all’interno della quale Eataly si impegna per tre anni ad avere la catena di alberghi come partner unico nell’ambito dell’hôtellerie – risponde alla volontà di offrire ulteriore qualità, varietà, territorialità e unicità nell’offerta enogastronomica dei suoi hotel.
“Da sempre in Starhotels siamo impegnati a trasmettere ai nostri ospiti il segreto del piacere di vivere all’italiana, piacere che ha nella nostra cultura enogastronomica uno dei valori più importanti.”, sottlinea Elisabetta Fabri, Amministratore Delegato e Presidente di Starhotels.
Operativamente, la partnership prende il via dal Rosa Grand di Milano e lo sarà presto negli altri hotel della catena.
“Il Rosa Grand a Milano sarà la prima struttura a offrire questo connubio d’eccellenza: una scelta dettata anche dalla volontà di proporre ai visitatori di Expo Milano 2015 la miglior esperienza possibile dello stile inimitabile del vivere all’italiana, dell’eleganza e della cura dei particolari”, conferma Fabri.
L’accordo, che segna l’ingresso ufficiale di Eataly nell’hôtellerie, prevede all’interno degli alberghi Starhotels la creazione di menu dedicati, di eventi e collaborazioni con chef stellati sul territorio, oltre alla consulenza e al supporto del partner enogastronomico nella selezione e nella valutazione dei prodotti e delle materie prime.
“Eataly e Starhotels si propongono con una missione e una visione condivisa: far star bene la gente”, è il commento di Oscar Farinetti, Fondatore e Presidente di Eataly. “Come Eataly, Starhotels non una catena. I numerosi hotel sono come dei fratelli, fanno parte della stessa famiglia, hanno in comune i valori base, ma ciascuno possiede carattere e personalità specifici. Sono convinto che la collaborazione tra noi porterà ad un ulteriore balzo in avanti della qualità dell’offerta”.

articoli correlati

AZIENDE

Microsoft partner tecnologico del Real Madrid, nuove esperienze digitali per soci e tifosi

- # # # # #

Real Madrid C.F. e Microsoft hanno siglato un accordo storico che punta ad accelerare la trasformazione digitale del club attraverso la tecnologia. Questa alleanza – attraverso cui Microsoft diventerà il partner tecnologico strategico del Real Madrid – rivoluzionerà l’esperienza di soci e tifosi del club grazie all’offerta di servizi digitali accessibili ovunque, in qualsiasi momento e su più dispositivi, come PC, tablet, smartphone e wearable.
L’accordo include diverse iniziative e sviluppi tecnologici che verranno svelati nei prossimi mesi. Questi progressi aiuteranno il Real Madrid a diventare il club calcistico in grado di offrire un’esperienza online completa e ottimizzata ai propri tifosi, aprendo la strada alla trasformazione digitale del mondo dello sport.
Florentino Pérez, Presidente del Real Madrid C.F., e Orlando Ayala, Corporate Vice President e Chairman, Emerging Markets di Microsoft, hanno annunciato questa partnership strategica nel corso di un evento che si è tenuto presso lo stadio Santiago Bernabéu e al quale Satya Nadella, CEO di Microsoft, ha partecipato con un video messaggio. L’annuncio è stato trasmesso in diretta streaming online per permettere ai tifosi del Real Madrid di tutto il mondo di assistere a questa tappa  fondamentale della storia di entrambe le società.
Satya Nadella ha sottolineato che “Microsoft è impegnata a garantire che tutti nel mondo possano godere appieno di ogni momento della propria vita. Possono accadere cose straordinarie se si forniscono alle persone gli strumenti giusti quando ne hanno bisogno per interagire, creare o condividere tutto ciò che possono immaginare. Siamo lieti di offrire tali strumenti a milioni di tifosi del Real Madrid nel mondo, aiutandoli a rendere la loro passione per il calcio ancora più entusiasmante”.
Orlando Ayala si è soffermato sul significato dell’accordo per i sostenitori del club: “Oggi inizia un lungo viaggio che Real Madrid e Microsoft faranno insieme per arrivare alla piena rivoluzione digitale del club. Questa nuova era si traduce in un’esperienza personalizzata senza precedenti, che consentirà a milioni di tifosi in ogni angolo del pianeta di vivere la loro passione per il Real Madrid sempre, ovunque e su qualsiasi dispositivo.”

articoli correlati

AZIENDE

PepsiCo firma l’accordo biennale per la fornitura a bordo delle navi Costa Crociere

- # # #

PepsiCo è fornitore a bordo delle navi Costa Crociere. L’accordo prevede la fornitura per 2 anni di Pepsi, Lipton Ice Tea e succhi di frutta Looza, a bordo delle navi della Compagnia di Crociere, l’unica battente bandiera italiana. Con questa nuova partnership PepsiCo ha deciso ancora una volta di legare il proprio nome al mondo dei viaggi, confermando il ruolo di partner di primo livello già dimostrato nel mondo fuori casa e anche nel settore aereo.
“L’accordo con Costa Crociere – afferma Marcello Pincelli, AD di PepsiCo Beverages Italia – rafforza la presenza di PepsiCo nell’area viaggi. La collaborazione con un operatore di primissimo livello  del settore crocieristico ci inorgoglisce, garantisce grande visibilità e un elevato bacino di consumatori che potranno apprezzare l’alta qualità dei nostri prodotti nel comfort e nel pieno relax offerto dalle navi Costa Crociere”.

articoli correlati

AGENZIE

Gruppo Rem e Ministero Ambiente: accordo per ridurre l’impatto ambientale della “green agency”

- # # # # # #

L’agenzia di comunicazione Gruppo Rem, con sede a Udine, è la prima realtà del settore in Italia a stipulare un accordo volontario di collaborazione con il Ministero dell’Ambiente per il calcolo della propria “Carbon Footprint” e per la “promozione di progetti comuni finalizzati all’analisi, riduzione e neutralizzazione dell’impatto sul clima del settore comunicazione e marketing”.
“Siamo la prima agenzia di comunicazione italiana a entrare, in virtù di questo accordo, nel programma nazionale di valutazione dell’impronta ambientale del Ministero dell’Ambiente”, spiega Pietro Lucchese, Ceo di Gruppo Rem, sottolineando che, dopo aver seguito sul versante della comunicazione numerose aziende italiane di punta in diversi settori merceologici  “l’agenzia ha sentito l’esigenza di suggellare l’impegno a sostegno della sostenibilità ambientale di imprese e istituzioni, assumendosi in prima persona altri importanti obiettivi per la riduzione dell’impatto sul clima delle attività produttive”.
L’accordo (della durata di 12 mesi, rinnovabile), firmato da Lucchese e Corrado Clini (nella foto), direttore generale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare, tiene conto del fatto che Gruppo Rem è un’agenzia di comunicazione del Nordest leader in green consultancy (fatturato consolidato 2012 oltre 2 milioni di euro) che intende rafforzare sempre più la propria politica ambientale nel settore climatico, aderendo a nuove iniziative e impegni volontari in linea con le politiche governative nell’ambito del Protocollo di Kyoto e del pacchetto “Clima-Energia” dell’Unione europea.
Gruppo Rem, dunque, punta a diventare “benchmark” di sostenibilità nel proprio settore, realizzando un preciso piano di lavoro concordato con il Ministero. Prima si definirà una metodologia di calcolo delle emissioni di gas a effetto serra (GHG) afferenti all’intera organizzazione Gruppo Rem. Successivamente si procederà con l’analisi e la contabilizzazione delle emissioni di CO2 prodotte dalle attività dell’agenzia (certificazione a cura di un ente terzo), e quindi con la definizione di un sistema di gestione delle emissioni di GHG specifico per il settore della comunicazione e marketing, volto a ridurre le emissioni stesse. Si potranno così valutare gli interventi economicamente efficienti per ridurre le emissioni ed effettuare una stima delle restanti al fine di una loro eventuale neutralizzazione. In tutte queste fasi, il Ministero fornirà tutta la propria collaborazione istituzionale, sostenendo Gruppo Rem in ciascuna delle attività previste.

articoli correlati