TECH & INNOVATION

Ad Age Agency Report 2018: Accenture Interactive è “il più grande network digitale al mondo”

- # # # #

Ad Age

Ad Age nomina Accenture Interactiveil più grande network digitale al mondo”, nel suo Agency Report 2018, per il terzo anno consecutivo. Lo studio si basa sulla valutazione di oltre 600 agenzie, network e società.

La ricerca annuale Agency Report di Ad Age traccia una classifica delle agenzie in base al fatturato per il 2017 a livello mondiale e negli Stati Uniti. Tra i network digitali, Accenture Interactive ha registrato il fatturato maggiore a livello mondiale, pari a 6,5 miliardi di dollari per l’esercizio 2017 di Accenture (chiuso il 31 agosto 2017), che corrisponde a una crescita del 35% rispetto all’anno precedente.

Accenture Interactive si è classificata come segue:

• 1° – tra i 15 maggiori network digitali al mondo
• 1° – tra i 25 maggiori network consolidati al mondo
• 6° – tra le 25 maggiori agenzie al mondo

Questi posizionamenti rispecchiano un anno straordinario per Accenture Interactive e dimostrano quanto il mercato apprezzi la sua offerta d’eccellenza, basata sulle sue competenze distintive nell’ambito della customer experience che spaziano dalla creatività, al marketing, alla tecnologia e alla valorizzazione del brand.

“Il futuro si gioca tutto nella creazione di customer experience eccellenti”, ha dichiarato Alessandro Diana, Responsabile Accenture Interactive. “Oggi i brand sono caratterizzati da una serie di esperienze interconnesse che i consumatori sperimentano attraverso diversi canali, sempre più digitali. I nostri servizi si fondano su un mix di competenze molto ampio, in grado di supportare in modo olistico i brand nella costruzione di un insieme di interazioni rilevanti con i propri consumatori, che noi chiamiamo human branded experience. Sono profondamente grato ai nostri clienti e al nostro team, a cui vanno tutti i meriti di questo successo”.

Il 2017 è stato un anno storico per Accenture Interactive, con traguardi come:

• invenzioni pionieristiche, come un format di programmatic video basato sull’AI e Accenture Genome, una tecnologia di personalizzazione di ultima generazione;
• la creazione di un team che si occupa di extended reality e integrazione di capacità di design industriale in seno a Fjord, la nostra unità di progettazione e innovazione;
• l’accesso a nuovi mercati – come Buenos Aires e la Colombia – e l’apertura di un hub digitale a Singapore: tutti esempi di ambienti di lavoro collaborativo per promuovere la co-creazione con i clienti;
• l’acquisizione di nuovi clienti, come Maserati, il Vaticano e Wärtsilä;
• assunzione di luminari del settore, come l’ex-presidente di Wunderman, Eduardo Bicudo;
• l’acquisizione di agenzie prestigiose quali SinnerSchrader (Germania), Kunstmaan (Belgio), The Monkeys (Australia), MATTER e Wire Stone (Stati Uniti).

Secondo l’Agency Report, nel 2017 il digitale nel complesso ha catalizzato il 51% del fatturato delle agenzie statunitensi di tutti i settori – a fronte di un tasso di crescita del 7%, rispetto all’8% del 2016. Il report sottolinea che, nonostante una crescita un po’ spenta a livello generale per la categoria, alcuni comparti del mercato delle agenzie prosperano. Nel 2017, per la primissima volta, il lavoro nel settore digitale ha rappresentato oltre la metà del fatturato delle agenzie statunitensi. Inoltre, le società di consulenza per la prima volta hanno occupato le posizioni dalla 6° alla 10° nella classifica delle agenzie più grandi del mondo e “sono ben posizionate con legami consolidati con chi occupa i vertici”, afferma il lead writer Bradley Johnson.

Il 74° Agency Report di Advertising Age, pubblicato ogni anno a partire dal 1945, riporta la classifica delle maggiori agenzie e delle società di agenzia in base al fatturato dell’anno precedente ed è disponibile a questo link.

articoli correlati

AGENZIE

La Segreteria per la Comunicazione del Vaticano sceglie Accenture Interactive per design e implementazione di “Vatican News”

- # # # #

Vatican News

Accenture (NYSE: ACN) annuncia che la Segreteria per la Comunicazione del Vaticano ha scelto Accenture Interactive per il design e l’implementazione del suo nuovo sistema di comunicazione Vatican News. L’assegnazione del progetto rientra nell’ambito della riforma della Santa Sede, volta a trovare nuove modalità per comunicare e interagire con un pubblico universale attraverso i media digitali.

La scelta di Accenture Interactive come global experience agency ha l’obiettivo di definire la strategia di comunicazione digitale di Vatican News e assicurare maggiore efficacia e coerenza al nuovo sistema di comunicazione, unificando sotto un unico brand tutti i canali indipendenti oggi esistenti. Vatican News fornirà infatti ai media vaticani un’identità online univoca facilmente riconoscibile e sarà contemporaneamente una ricca fonte di contenuti multimediali per le persone in ogni parte del mondo.

Gli obiettivi del progetto includono il design del nuovo portale, che permetterà di trovare facilmente le informazioni desiderate, la creazione di un team editoriale multilingue, in grado di lavorare su una comunicazione multimediale, multi-device e multiculturale, nonché l’implementazione di una content strategy per gestire e pianificare i contenuti in maniera efficace.

Inoltre, Accenture Interactive ha realizzato i nuovi loghi: Vatican News, Vatican Media e Radio Vaticana Italiana, a garanzia di un rafforzamento e di una coerenza tra l’immagine visiva usata per il portale e le grafiche per i social media (Twitter, Facebook, Instagram e YouTube).

Mons. Dario Edoardo Viganò, Prefetto per la Segreteria per la Comunicazione, ha dichiarato: “Si sta avviando l’ultimo tratto della riforma voluta da Papa Francesco. Ogni riforma non nasce da un passato errato ma da un presente che urge un cambiamento: in questo caso la cultura e la convergenza digitale impongono processi produttivi differenti da quelli tradizionali. Oggi infatti la produzione dell’informazione avviene attraverso un software agnostico, in maniera multimediale. La collaborazione con Accenture Interactive, in virtù della sua consolidata esperienza a livello globale, ci ha permesso di mettere a punto una strategia complessiva capace di coniugare l’unificazione dei gruppi di lavoro, la diversificazione dei formati e il rafforzamento della riconoscibilità. Il tutto valorizzando concretamente le professionalità interne che lavorano da lungo tempo presso i media della Santa Sede”.

“Accenture Interactive si occupa di progettare e costruire esperienze incentrate sulle persone, nel contesto digitale”, ha dichiarato Alessandro Diana, Managing Director di Accenture Interactive in Italia. “Credo che questa nostra focalizzazione ci abbia permesso di lavorare efficacemente con la Segreteria per la Comunicazione del Vaticano per definire e sviluppare il loro nuovo sistema di comunicazione. La sfida del Dicastero era di affrontare il cambiamento digitale, rispondendo ai bisogni delle persone. Noi li abbiamo supportati utilizzando le nostre molteplici competenze legate a design, branding, user experience, analytics, search, social media e contenuti. Tutte queste discipline appartengono al DNA di Accenture Interactive e sono indispensabili per la trasformazione digitale che ogni organizzazione o azienda globale deve affrontare oggi “.

articoli correlati

AZIENDE

Ad Age: Accenture Interactive è il “digital network più grande al mondo”

- # # # # #

Accenture AdAge

AdAge ha nominato Accenture Interactive “digital network più grande al mondo” per il secondo anno consecutivo. La ricerca annuale “Agency Report” si basa sulla valutazione di oltre 700 agenzie, network e società e le classifica in base al fatturato raggiunto nel 2016 a livello mondiale. Tra le reti di agenzie digitali, Accenture Interactive ha registrato il fatturato maggiore a livello globale, pari a 4,4 miliardi di dollari per l’esercizio 2016 (chiusura al 31 agosto), che corrisponde a una crescita del 50,9% rispetto all’anno precedente. Accenture Interactive è inoltre balzata al primo posto tra i maggiori network consolidati a livello mondiale, risalendo dal 4° posto dell’anno scorso.

Accenture Interactive si è classificata a livello mondiale come segue: 1° posto – tra i 15 maggiori digital agency network, reti di agenzie digitali; 1° posto – tra i 25 maggiori network consolidati, reti di agenzie che operano sotto un unico brand; 6° posto – tra le 25 maggiori agenzie. Queste posizioni rispecchiano un anno straordinario per Accenture Interactive e dimostrano quanto il mercato apprezzi i suoi servizi differenziati nell’ambito della customer experience, servizi che abbinano marketing, tecnologia e brand. “Oggi i brand sono il frutto di una serie di esperienze interconnesse che le persone vivono con un’azienda, attraverso diversi canali, sempre più digitali”, ha affermato Alessandro Diana, Responsabile di Accenture Interactive Italia. “La customer experience digitale richiede un nuovo livello di connessione tra l’azienda, il marketing e la tecnologia: i clienti si rivolgono a noi, quindi, alla ricerca di un equilibrio ideale tra questi tre fattori. L’ottimo posizionamento ottenuto nella classifica di Ad Age ci dimostra ancora una volta quanto il nostro modello di business sia vincente nel mercato odierno: unendo le nostre tre “anime” – agenzia creativa, società di consulenza aziendale e leader tecnologico – siamo in grado di offrire un servizio unico, e di dare vita alla migliore customer experience al mondo per i nostri clienti”.

“La digitalizzazione, che ormai impatta tutti gli ambiti della nostra vita, sta sostanzialmente cambiando il modo in cui i brand attraggono e coinvolgono i consumatori. Nello scenario odierno, le aziende ricercano un partner con solide competenze tecnologiche, che contribuisca a reinventare ogni aspetto della customer experience e della user experience”, ha dichiarato Roxanne Taylor, Chief marketing & communications officer di Accenture. “I CMO desiderano collaborare con un partner in grado di dare un nuovo impulso all’innovazione, aiutandoli ad alimentare una cultura orientata all’evoluzione continua e alla sperimentazione. Siamo fieri che Ad Age abbia riconosciuto il ruolo di Accenture Interactive nell’offrire al mercato qualcosa di unico ed innovativo”. Secondo lo studio Agency Report, il digitale rappresenta già negli Stati Uniti il 46,6% del fatturato delle agenzie, in crescita dell’8% rispetto all’anno precedente. Lo studio sottolinea anche come a livello globale il panorama delle agenzie sia in continua evoluzione e come le società di consulenza stiano crescendo rapidamente “entrando sempre di più negli uffici marketing e consolidando relazioni di fiducia con i Chief Marketing Office (CMO), grazie a un’ampia gamma di soluzioni strategiche e di data analytics in grado di rispondere alle sfide odierne”. Il 73° Agency Report di Advertising Age, pubblicato ogni anno a partire dal 1945, riporta la classifica delle maggiori agenzie in base al fatturato dell’anno precedente.

articoli correlati

AZIENDE

Jeep, Accenture Interactive, Lenovo e Google lanciano l’applicazione in realtà aumentata Jeep Compass Visualiser

- # # # # #

Nuova Jeep Compass

Il marchio Jeep lancia un’innovativa customer experience presso i propri concessionari: grazie a un’esperienza tecnologica di ”realtà aumentata”, infatti, i clienti potranno interagire con la nuova Compass, girare intorno alla vettura e guardare al suo interno, anche se non fisicamente esposta negli show room.

Il Jeep Compass Visualiser è una nuova applicazione, di facile utilizzo, in grado di ricreare un esemplare virtuale della Jeep Compass davanti agli occhi dei clienti, in scala 1:1, consentendo loro di scoprire questo nuovo modello e di interagire con esso prima del suo debutto fisico in concessionaria.

L’applicazione, sviluppata in collaborazione con Accenture Interactive, la digital agency parte di Accenture Digital, si basa su Tango, la tecnologia per la realtà aumentata con smartphone di Google che consente ai dispositivi mobili di ‘navigare’ nel mondo reale interagendo con la realtà virtuale, ed è stata ottimizzata per lo smartphone Lenovo Phab 2 Pro, il primo dispositivo compatibile con Tango.

Fiat Chrysler Automobiles (FCA), Lenovo e Accenture hanno presentato un prototipo di questa applicazione al Mobile World Congress di Barcellona nel febbraio 2016. Si è trattato di un’anteprima incentrata su come la realtà aumentata possa rivoluzionare la customer experience, consentendo la visualizzazione e l’interazione con una versione virtuale in scala 1:1 dell’automobile a cui si è interessati.

Il Jeep Compass Visualiser è già disponibile nei concessionari Jeep di alcuni mercati europei (oltre all’Italia, Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Spagna e Svizzera) e verrà introdotto in tutta l’area europea entro la fine dell’estate.

Il Jeep Compass Visualiser attraverso un dispositivo compatibile con Tango dà la possibilità agli utenti di scegliere e cambiare il colore della carrozzeria e la configurazione dei cerchi. Con un semplice tocco sullo schermo del dispositivo si possono cambiare i colori dei rivestimenti interni. Mentre la vettura è visualizzata sullo schermo del dispositivo, l’esemplare virtuale si sposta in relazione ai movimenti dell’osservatore.

I clienti che visiteranno i concessionari Jeep saranno in grado di configurare a proprio piacimento la Jeep Compass, scegliendo tra due diversi allestimenti degli interni (Urbex o Ski Grey) e due tipologie di materiali (in pelle o nella combinazione pelle/tessuto). Grazie alla realtà aumentata, la configurazione selezionata apparirà davanti ai loro occhi in formato 3D.

Tango utilizza la visione computerizzata per consentire al dispositivo mobile di rilevare la propria posizione nel mondo reale, riducendo così la distanza tra il mondo digitale in 2D e il mondo fisico in 3D. In questo modo, il dispositivo mobile è in grado di mappare l’ambiente che lo circonda a 360° e di navigare nel mondo reale proprio come fanno gli esseri umani.

La App relativa alla tecnologia Tango si basa su sensori integrati, rilevamento del movimento, apprendimento di area e percezione della profondità per generare le interazioni. Non è necessaria alcuna connettività internet o GPS: una volta installata la App può essere lanciata praticamente ovunque, garantendo una user experience realizzata su misura per la realtà aumentata.

Lenovo ha sviluppato il Phab 2 Pro, il primo smartphone al mondo compatibile con Tango, proprio per ospitare tale tecnologia su un dispositivo destinato al pubblico, e rendere così la realtà aumentata accessibile al maggior numero di persone. Lo schermo da oltre 6 pollici del Phab 2 Pro è dotato di risoluzione QHD ad elevata nitidezza ed offre ai clienti la possibilità di vivere un’esperienza della nuova automobile in versione virtuale, ma a grandezza naturale.

Il primo tassello dell’arrivo della nuova Compass in Europa, già ordinabile presso tutti gli show room, è la Opening Edition, che offre la perfetta combinazione di carattere, design e tecnologia in una soluzione completa in termini di offerta finanziaria e dotazioni di serie.

Dal punto di vista dell’infotainment su Compass Opening Edition è di serie il sistema di navigazione Uconnect con display touchscreen da 8,4” con Apple CarPlay che consente agli utenti iPhone di accedere ad Apple Maps, Messaggi, telefono e Apple Music tramite i comandi vocali di Siri, e Android AutoTM per un accesso facile e sicuro ad applicazioni come Google MapsTM e a Google Play MusicTM.

articoli correlati