BRAND STRATEGY

Dopo Cannes ecco il D&AD New Blood, un altro premio per l’Accademia di Comunicazione

- # # # # #

Dopo il Leone conquistato nell’ambito dei Future Lions di Cannes, Accademia di Comunicazione si conferma anche a Londra l’unica scuola italiana di creatività premiata. Questa volta i riconoscimenti arrivano dal D&AD New Blood, il concorso promosso dall‘Art Directors Club inglese che vede la partecipazione degli studenti delle scuole di creatività e design di tutto il mondo.
I nostri studenti portano a casa tre Graphite Pencil e una Wood Pencil, con l’inserimento dei loro nomi nell’Annual del D&AD, insieme a quelli dei vincitori della categoria professionisti. Le Graphite Pencil sono state assegnate a due progetti realizzati per il brief “Tech for girls for education” proposto da WPP e ad un progetto realizzato per il brief di WWF “Inspire action for our planet”, mentre la Wood Pencil è andata ad un secondo progetto realizzato per WWF.
La prima Graphite Pencil per il brief WPP è stata assegnata al progetto “Even it up” realizzato da Martina Dei, Elisa Di Gangi, Fabio Dalla Venezia, tutti del Master in Copywriting, Elisa Benza e Fabiana Casu, rispettivamente del Master in Art Direction e del 3° anno del Corso di Art Direction. Si tratta di un’iniziativa che ha l’obiettivo di incentivare la formazione delle donne, un problema ancora presente in molti Paesi del mondo. Even it up prevede l’unione di nuovi e vecchi brand già impegnati in questa causa e la creazione di un social network dedicato alla formazione che permette alle donne di familiarizzare con la tecnologia.
Premiato con una Graphite Pencil per il brief WPP anche “The Pink Asterisk”, il progetto di Yuri Alfieri del Master in Art Direction, Camilla Nani, Veronica Casini e Giovanna De Cocinis, tutte del Master in Copywriting. Sempre con l’obiettivo di promuovere la formazione femminile “The Pink Asterisk”, un brand nato dall’antico simbolo greco che indica una stellina, utilizzato per iscritto per aggiungere informazioni e spiegazioni, condurrà le utenti a Wikipink, la nuova fonte di conoscenza gestita da donne per le donne. La terza Graphite Pencil, questa volta per il brief “Inspire action for our planet” promosso da WWF, è andata invece al progetto di Andrea Raia, Alessandro Patscot, entrambi del 3° anno del Corso di Art Direction, Giorgio Schirripa, Noemi Mariani e Matteo Gatto studenti del Master in Copywriting. “Fund the Fund”, questo il nome della proposta creativa, è un’idea che punta a finanziare il WWF utilizzando i centesimi che ogni mese avanzano sui conti bancari di ciascuno. Si tratta di pochi spiccioli che per i più hanno poco valore, ma se fossero donati al WWF i risultati per la natura sarebbero rilevanti.

Un modo semplice ed efficace per aiutare la rinascita di un pianeta che pian piano abbiamo devastato. Infine la Wood Pencil, sempre per il brief di WWF, è stata conferita al progetto “The Animal Emoticons” realizzato da Raimonda Fila del Master in Copywriting, Francesco Sguinzi e Massimiliano Corradini, entrambi del 3° anno del Corso di Art Direction. Partendo dalla consapevolezza di aver perso negli ultimi 40 anni il 52% della popolazione animale, il progetto si concretizza nella realizzazione di un nuovo genere di emoticon per Facebook e Whatsapp con l’obiettivo di incoraggiare i giovani a proteggere l’ambiente. Le nuove emoticon, rappresentative degli animali in via di estinzione, sono animate, vive, proprio per mostrare come questi animali è giusto che siano: felici e al sicuro. Presente con gli studenti a Londra, alla Cerimonia di premiazione, anche Dave Morris, il Direttore Creativo inglese che ogni anno segue i nostri studenti nello sviluppo dei progetti per il concorso.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Gli studenti di Accademia di Comunicazione sul red carpet per i Future Lions

- # # # # # #

Oltre 2.000 progetti partecipanti, di cui solo 5 premiati. E uno è italiano. Si può riassumere in questi numeri il valore della vittoria dei Future Lions da parte di 4 studenti di Accademia di Comunicazione, la prima scuola italiana ad aggiudicarsi l’ambito premio promosso da AKQA in collaborazione con il Festival di Cannes.

Merito va ad Andrea Raia, Francesco Sguinzi e Pierpaolo Bivio (3° anno del Corso di Art Direction) insieme ad Andrea Zanino (Master in Copywriting). Il progetto che li ha portati alla vittoria è stato realizzato per Uber, l’azienda con sede a San Francisco che fornisce un servizio di trasporto automobilistico privato, attraverso un’applicazione. Nella proposta degli studenti, il servizio trova un’utilità anche nell’ambito del primo soccorso, sfruttando il numero dei mezzi disponibili, la capacità di copertura del territorio e la sua prontezza di intervento.

“Uber FirstAid ha vinto per la capacità di utilizzo della tecnologia in maniera semplice e rilevante, riuscendo a portare grande valore all’immagine del brand”, dice Jack Blanga, docente e tutor del progetto – oltre che Digital Director di TBWA\Italia. “È il 4° anno che con gli studenti di Accademia partecipiamo ai Future Lions, con un solo obiettivo: trovare idee che i giurati vorrebbero aver fatto loro. Nel 2012 sono arrivate due shortlist, negli anni successivi progetti poi realmente realizzati e vittoriosi al “festival dei grandi”. Questa è la ciliegina sulla torta… la prima di tante, sono sicuro”.

Questo premio, oggetto di grande soddisfazione, fa di Accademia di Comunicazione una delle migliori scuole di creatività nel mondo e la conferma come la miglior scuola italiana di Pubblicità, titolo già conferitole dal One Club di New York per l’elevata qualità della preparazione degli studenti dei Corsi di creatività.

articoli correlati