MEDIA 4 GOOD

Triboo e Casta Diva firmano lo spot a sostegno della Fondazione CondiVivere

- # # # # #

CondiVivere

“Se non riesci a vedere con occhi diversi prova con i nostri” è la campagna a sostegno del 5X1000 in favore della Fondazione CondiVivere realizzata in collaborazione con Triboo e prodotta da Casta Diva.

La campagna di comunicazione, on air lo spot con taglio 30”, mostra il grande obiettivo del lavoro della Fondazione: riuscire a dare una buona qualità di vita a persone con deficit all’interno di una società inclusiva capace di vedere una risorsa nelle diverse e originali intelligenze.

Lo spot racconta in soggettiva proprio una giornata “normale” fatta di lavoro e di gesti quotidiani che potrebbero sembrare scontati se non stessimo guardando il mondo con gli occhi del protagonista: un uomo con sindrome di down. Una normalità resa possibile dall’impegno della Fondazione CondiVivere, nata nel 2010 grazie a un gruppo di genitori con figli disabili uniti nella costruzione di progetti per garantire ai propri ragazzi un futuro di autonomia e di qualità.

La Fondazione è supportata dall’equipe scientifica dell’Associazione Aemocon, fondata dal professor Nicola Cuomo caposcuola del Metodo Emozione di Conoscere, e dalla Cooperativa Sociale “Sì, Si Può Fare”, braccio operativo della Fondazione che si occupa della realizzazione di percorsi che mirano alla formazione lavorativa, all’autonomia abitativa, all’inclusione sociale e al mantenimento qualitativo del futuro dei ragazzi grazie al testamento pedagogico. Tutti progetti resi possibili anche grazie al contributo del 5X1000.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Leo Burnett firma la campagna 5×1000 di Fondazione Ronald McDonald

- # # #

leo burnett, fondazione ronald mcdonald

Basta una firma per tenere unita la famiglia, ce lo dice la nuova campagna di Leo Burnett Italia per Fondazione per L’infanzia Ronald McDonald. E’ il primo lavoro che l’agenzia guidata da Romeo Repetto realizza per Fondazione in seguito alla gara vinta a febbraio.

Un’idea semplice che mette al centro proprio le famiglie con bambini in cura lontano da casa e mostra in modo chiaro il valore del 5×1000 per queste persone. La campagna multisoggetto, sviluppata su ATL e BTL, trova un’ampia risonanza su digital e social dove sono stati realizzati dei materiali ad hoc: il digital tool che permette agli utenti di creare una card personalizzata con la propria firma e il motivo di Facebook che gli utenti possono aggiungere alla loro foto profilo per mostrare il loro supporto alla causa. Tiziana Gagliardi, Executive Director di Fondazione Ronald precisa in una nota: “Siamo entusiasti della collaborazione con Leo Burnett, un’agenzia creativa che ha in comune con Fondazione l’attenzione per le persone e i loro bisogni. Questo è solo il primo di una lunga serie di progetti che porteremo avanti insieme come un unico team”.

Credits

Cliente: Fondazione per L’Infanzia Ronald McDonald
Executive Director: Tiziana Gagliardi
Marketing and Communication: Gloria Guerra
Fund Raising: Marianna Pucciarelli

Agenzia: Leo Burnett Italia
Direttori Creativi Esecutivi: Alessandro Antonini, Selmi Barissever, Lorenzo Crespi
Direttore Creativo: Andrea Marzagalli
Art Director: Santi Urso, Alessandro Maggiolo
Copywriter: Alessandra Oddi, Letizia Cisternino
Brand Leader: Acsinia Messina
Account Executive: Valentina Maturo, Maurizio Cambianica
Strategic Planner: Mattia Orso Mangano
Art Buyer: Giada Cioffi
Fotografo: Andrea Miconi

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Serviceplan si aggiudica la gara della Fondazione Umberto Veronesi

- # # # # # #

Serviceplan

“Affrontare nuove gare e nuove sfide è una realtà quotidiana per ogni agenzia. Le gare si possono vincere o perdere. La gara per la comunicazione della Fondazione Umberto Veronesi però è stata affrontata fin dall’inizio con uno spirito diverso. La sfida era più importante. Perché sapevamo che questa volta la comunicazione poteva davvero fare la differenza. Ecco perché siamo così orgogliosi di aver trovato la strada giusta”. Queste le parole di Nicola Pardelli, partner di Serviceplan Italia che si è aggiudicata la gara della Fondazione Veronesi. La strada giusta è anche il concetto alla base della nuova campagna che è già partita con affissioni nella città di Milano e che da Domenica sarà on air a livello nazionale su TV, stampa e web.

Il brief chiedeva una campagna capace di trasmettere un messaggio istituzionale dando valore e facendo chiarezza sulla missione della Fondazione, a partire dalla raccolta per il 5×1000: investire nella ricerca genomica, la medicina del futuro, grazie al finanziamento dei ricercatori più meritevoli. Il tutto con un key visual unico e un messaggio in grado di sostenere i tanti progetti della fondazione: Gold for Kids per l’oncologia pediatrica, Pink is Good per i tumori femminili, Salute al Maschile per quelli che colpiscono tipicamente gli uomini.

La strada scelta è semplice, ma immediata: rappresentare l’elica del DNA come una strada che porta la ricerca a risultati concreti, arrivando a capire e curare meglio non solo i tumori, ma anche le malattie cardiovascolari e neurodegenerative. È la strada giusta. Quella che la ricerca della Fondazione ha già intrapreso e che, grazie all’aiuto di tutti, potrà arrivare prestissimo in fondo. Parte importante della strategia è stata proprio dare concretezza e far vivere la ricerca come un investimento sicuro, con obiettivi raggiungibili.

In stampa e affissione vediamo quindi la strada formata da una maestosa catena del DNA percorsa da un ricercatore. Un ricercatore vero, sostenuto dalla Fondazione Umberto Veronesi nel 2014: Marco Annoni.

In televisione la strada della ricerca genomica diventa un percorso affascinante e sempre in movimento. Un ricercatore ci guida lungo il percorso incontrando altri colleghi, ma anche le persone che dalla ricerca avranno i risultati. Il tono è caldo, magico, emozionante, lontano dalla freddezza scientifica. La musica (realizzata da Andrea Grant) è una colonna sonora importante che aggiunge emozione alle immagini. Così come la voce dello speaker: Massimiliano Rossi.

Il risultato finale è stato ottenuto grazie al grandissimo impegno e disponibilità di tutti quelli che hanno contribuito al progetto.

La casa di produzione coinvolta è Filmmaster Productions che ha messo a disposizione tutte le sue risorse: “Ci sentiamo molto coinvolti in questo appuntamento con il sociale che ci consente di mettere finalmente la nostra professionalità a disposizione di un tema così fondamentale per ogni individuo che non potrà sicuramente essere sordo a questa richiesta di sostegno”.

La regia è di Emanuele Di Bacco che è stato capace di abbinare alle conoscenze tecniche di postproduzione fondamentali per questo film, la sensibilità nella gestione degli attori. Il casting in questo film conta anche ricercatori veri e due rappresentanti delle donne guarite da tumore che oggi fanno parte della squadra di runner del progetto Pink is Good.

In questo spot la parte di postproduzione, affidata al talento di EDI, è stata fondamentale per creare la magia dell’elica del DNA che si muove e si snoda nello spazio trasportando ricercatori e persone verso il traguardo.

Come ci spiegano Francesco Pepe e Claudio Bellizzi, Vfx supervisor. “L’ambiente onirico e surreale di questo spot ha richiesto un grosso impegno da parte della post produzione. Dopo avere girato gli attori in un teatro di posa, abbiamo costruito un ambiente virtuale nel quale l’azione si potesse svolgere. Le sfide sono state numerose: abbiamo realizzato la struttura del DNA in Computer Graphic, avendo cura di renderla elegante e preziosa come un gioiello, e allo stesso tempo flessibile e imponente come un ponte sospeso. È stata posta grande cura al rapporto tra la struttura virtuale e i personaggi, concentrandoci sulla fisicità dell’oggetto, simulando riflessi, ombre e contatti. Abbiamo dato grande spazio alla fase di resa cromatica e all’integrazione degli attori con l’ambiente, con l’obiettivo di creare un’atmosfera aperta e solare, distante dalle fredde rappresentazioni scientifiche”.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Greenpeace affida a Lateral Creative Hub la nuova campagna integrata

- # # # #

Greenpeace

La neonata agenzia Lateral Creative Hub di Francesco Fallisi, Direttore Creativo, e Chiara Soloni, Managing Director, torna a comunicare con la nuova campagna 5×1000 Greenpeace. Dopo l’affidamento del progetto, avvenuto a seguito di una consultazione, la campagna è on air da questa settimana sul canale digitale e da aprile uscirà anche in tv, radio, stampa ed affissione locali e nazionali.

“Per Greenpeace si tratta di un progetto trasversale che vede unirsi l’intento strategico di rimarcare il suo dna a quello tattico legato alla donazione; il target inoltre è molto ampio perché abbraccia tutti coloro che fanno la dichiarazione dei redditi. Partendo dall’esigenza di parlare al ventenne come al settantenne, abbiamo esplorato l’atto di firmare, in genere legato a questioni formali o banali, dandogli per una volta una lettura potente”, afferma Fallisi.

“Il testo, un invito corale all’azione, è stato composto per Roberto Pedicini, voce di Kevin Spacey in House of Cards e speaker della campagna”, conclude Mirella Valentini, Copywriter in forza nell’Hub creativo dell’agenzia su questo progetto.

Il film è stato diretto da Igor Borghi, affiancato dal DOP Gigi Martinucci e prodotto da The Family (Executive Producer Stefano Quaglia). Per la musica è intervenuto Alessandro Branca (Human Touch Music), mentre la post produzione è stata affidata a Bloompix.

I tre radiocomunicati sono stati realizzati da Top Digital.

articoli correlati

AZIENDE

casiraghi greco& firma la nuova campagna per la donazione del 5xMille al Cesvi

- # # #

È on air in questi giorni lo spot per la donazione del 5xMille al Cesvi. La campagna racconta attraverso musica e immagini la lotta del Cesvi contro la fame. L’associazione è impegnata in progetti che promuovono il diritto al cibo attraverso la sensibilizzazione dei cittadini nel nord del mondo e il sostegno diretto alle comunità agricole nel sud. Quest’anno l’obiettivo è quello di raccogliere fondi attraverso la donazione del 5xmille come espresso nel concept claim di campagna: “Dona al Cesvi il tuo 5xmille, neanche una briciola andrà sprecata.” Le fotografie utilizzate in TV e stampa provengono dall’archivio Cesvi, la casa di produzione è Anteprima Video, per l’agenzia hanno lavorato Stefano Faustinelli (art) ed Elisa Maino (copy), con la direzione creativa di Cesare Casiraghi.

L’organizzazione laica e indipendente Cesvi opera per la solidarietà mondiale, con la convinzione che l’aiuto alle popolazioni diseredate a causa del sottosviluppo, o più sfortunate a causa di guerre, calamità naturali e disastri ambientali, non dia sollievo solo a chi soffre, ma contribuisca anche al benessere di tutti noi sul pianeta, “casa comune” da preservare per le future generazioni. 

articoli correlati

AZIENDE

Black & White Comunicazione realizza la campagna per il 5 x Mille al Banco Alimentare

- # #

Un accorato appello corale, lanciato dai volontari di Banco Alimentare, da chi presta servizio nelle strutture caritative, da chi dona le proprie eccedenze e da chi ne usufruisce: “Oltre 4.000.000 di persone soffrono la fame, ma ci sono gesti che la possono saziare: devolvi il tuo 5 x al banco alimentare!”. È firmata dalla Black & White Comunicazione la campagna per destinare il 5 x mille al Banco Alimentare, la Fondazione Onlus che recupera eccedenze alimentari e le ridistribuisce gratuitamente ad associazioni ed enti caritativi sul territorio italiano. “Oltre 4.000.000 di persone soffrono la fame, ma ci sono gesti che la possono saziare” è infatti il messaggio ricorrente delle testimonianze dei video postati sul canale ufficiale you tube, facebook e twitter del Banco Alimentare.

“La silenziosa e incessante attività dei volontari della Rete Banco Alimentare” afferma il presidente di Fondazione Banco Alimentare Onlus, Andrea Giussani “permette di ridare valore a grandi quantità di alimenti destinati allo spreco e rende disponibile agli indigenti cibo perfettamente commestibile, consegnandolo per loro alle Strutture Caritative presenti nelle città ed in tutte le regioni italiane. E’ una azione che merita di essere sostenuta da un numero sempre piu’ grande di cittadini perché sempre più numerosi sono i poveri che vivono questo bisogno elementare, inaccettabile nella nostra società. Per questo aiutateci ad aiutare sempre più.”

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Grey United fa invecchiare i bambini con Save The Children

- # # #

Continua anche sotto la nuova sigla Grey United, la storica collaborazione tra Grey e Save the Children per la nuova campagna finalizzata alla raccolta del 5×1000. Una creatività semplice e sorprendente: due bambini chiedono a chi li guarda di farli invecchiare. Per loro vuol dire semplicemente avere la possibilità di vivere a lungo e in maniera dignitosa. Cosa per nulla scontata in tutti quei paesi colpiti dalla mortalità infantile.

Oltre a sensibilizzare sulle donazioni, la campagna Fammi invecchiare ha anche l’obiettivo di valorizzare l’intervento di Save the Children, che da anni porta cibo, cure, protezione e istruzione ai bambini che ne hanno bisogno, garantendo loro una vita degna di essere vissuta.

La campagna, on air dal 15 Marzo, coinvolgerà diversi media, tra cui tv e web con uno spot prodotto da The Family con la regia di Alberto Colombo, radio, stampa e affissione.

Credits

Agenzia:
Grey United
Direttori Creativi Esecutivi
Pino Rozzi
Roberto Battaglia.
Direttori creativi
Simona Angioni
Francesco Fallisi
Copywriters
Simona Angioni
Irene Accardo
Art Directors
Francesco Fallisi
Alice Vitali
Account Executive
Giorgio Trucco
Tv Producer
Lisa Allegretti

CDP video
The Family
Executive Producer
Stefano Quaglia
Producer
Tommaso Haimann

Regia
Alberto Colombo
D.O.P
Alessandro Pavoni
Scenografo
Luca Vitetta
Editing
Luca Garavoglia
Styling
Diamante Cavalli
Make up and Hair Style
Valentina Marzona
Postproduzione
Interactive + Postatomic
Musica
Stefano Mastermaind e Francesco Kermit Siliotto presso Karmadillo c.f
CdP Radio
Disc to Disc
Fotografia
Getty Images
Post Produzione foto
Matteo Tranchellini Studio

articoli correlati

AZIENDE

On air la nuova campagna di Armando Testa e AIL per la lotta alla leucemia

- # # # # #

Di nuovo in comunicazione con l’importante campagna di sensibilizzazione per la donazione del 5×1000 l’AIL, l’Associazione Italiana da sempre impegnata nella lotta contro le leucemie, i linfomi e il mieloma.
Anche quest’anno, rinnovando una collaborazione che dura dal 1996, il Gruppo Armando Testa ha messo a disposizione dell’Associazione tutta la sua esperienza ed il suo know-how creativo per sensibilizzare l’opinione pubblica e stimolarla a donare il proprio 5×1000 a sostegno della ricerca scientifica portata avanti da AIL.
Lo storico visual della campagna, una sacca trasfusionale vestita con la grafica del modello 730/2014, è stato rivisitato cromaticamente e rafforzato dalla nuova head “Dichiarati donatore”.
Il nuovo annuncio comunica cosi in modo ancora più diretto ed efficace l’obiettivo dell’iniziativa: spingere i contribuenti Italiani a devolvere una parte del proprio reddito in favore della ricerca. Farlo, infatti, non costa nulla: il 5×1000 non è una tassa in più, ma una quota di imposte a cui è lo Stato a rinunciare, per destinarla alle organizzazioni no-profit.
Oltre che sul sito e sull’House Organ dell’Associazione, la campagna sarà pianificata nei mesi di aprile, maggio e giugno sui principali quotidiani e periodici nazionali e locali e sui più importanti siti web di informazione. Sarà inoltre pianificato uno spot radiofonico diffuso su Radio 24, Radio Dimensione Suono e su un circuito di più di 200 radio locali.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Saatchi & Saatchi: campagna per il 5×1000 all’Ospedale San Raffaele

- # # # # # # #

“La tua cura è scritta nel tuo DNA” questo è il titolo della campagna di Saatchi & Saatchi a sostegno della raccolta fondi 5×1000 dell’ Ospedale San Raffaele di Milano

Declinata sui mezzi TV, stampa, affissione e web, la campagna conduce infatti all’interno del DNA umano, con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della nuova frontiera rappresentata dalla medicina personalizzata, che attraverso la conoscenza del genoma favorisce la prevenzione, la diagnosi e la cura di alcune importanti patologie.

La campagna 5xmille del 2013 ha lo scopo di sostenere ambiziosi progetti di ricerca che utilizzano le competenze e le tecnologie offerte dal Centro di Genomica Traslazionale e Bioinformatica in ambito neurologico, oncologico, metabolico, cardiovascolare e nelle malattie rare. In particolare i fondi raccolti verranno impiegati per sostenere e potenziare gli studi su cinque linee di ricerca: sclerosi multipla; tumore della prostata; diabete mellito Tipo 1; malattie rare, infarto e trombosi.

Alla campagna hanno lavorato l’art director Michele Sartori e il copywriter Tommaso Zago, con la supervisione dei vice-direttori creativi Micaela Trani e Antonio Gigliotti. La direzione creativa è di Agostino Toscana e Alessandro Orlandi.
La parte digital è stata curata dai webdesigner Ilaria Agresta e Francesco Mazzone con la direzione creativa di Manuel Musilli.

Postproduzione dello spot Frame by Frame. Postproduzione stampa Balalò.

articoli correlati