AGENZIE

Fusione Grey Milan e 1861 United: nasce Grey United. Alla guida Pino Rozzi e Roberto Battaglia

- # # # # # # # # # #

Il Gruppo Grey ha annunciato oggi la fusione di Grey Milan e  di 1861 United per creare la nuova agenzia Italiana Grey United con base a Milano. La nuova agenzia full service sarà guidata in Italia dai due fondatori di 1861United, Pino Rozzi e Roberto Battaglia.

Questa decisione è stata presa a  seguito della  scelta del Chief Executive Officer, Mario Attalla, di lasciare Grey Milan dopo 8 anni di successi con la società. Con  100 professionisti e fornendo servizi ad oltre 25 clienti, “Grey United” potrà offrire un’ampia gamma di servizi di marketing che comprendono creatività,  strategia, digitale ed esecuzione tecnologica e gestione dei social media.

David Patton, Presidente e CEO di Grey a livello EMEA ha commentato: “Sono lietissimo di aver unito le nostre forze con 1861 United, una delle agenzie più dinamiche e creative in Italia. Con “Grey United” abbiamo creato un’agenzia  più forte e pronta per il futuro, che avrà una chiara  identità distintiva sul mercato Italiano. Questa è un’eccellente  occasione per i nostri clienti e per i nostri dipendenti, poiché una agenzia unita fornirà indubitabilmente nuove strumenti  e capacità sul  mercato. Sono molto entusiasta di lavorare a stretto contatto con Pino e Roberto. Hanno una eccellente  reputazione sul mercato Italiano e la loro potenza di fuoco creativa porterà senza dubbio una incredibile energia all’agenzia. Io credo che entrambi trarranno grande beneficio, entrando a far parte del network Grey. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare Mario Attalla per il suo impegno e lealtà a Grey e gli auguro grandi successi per il futuro. Sotto la sua guida, Grey Milan si è stabilizzata durante un periodo di mercato molto difficile negli ultimi anni”.

Pino Rozzi, CEO e ECD, e  Roberto Battaglia, Presidente e ECD,  di “Grey United” hanno commentato: “Siamo onorati ed eccitati di unirci a Grey. Il network  è nel pieno di un rinascimento strategico creativo, lo confermano i 36 leoni vinti a Cannes quest’anno e la nomina di Grey ad agenzia dell’anno agli Euro Effies 2013. L’integrazione delle due agenzie, sotto la nostra guida porterà vantaggi significativi ai nostri clienti locali e internazionali. Siamo molto stimolati  dalle opportunità che questa fusione creerà per tutte le persone coinvolte – clienti e dipendenti”.

Massimo Costa, WPP Italy Country Manager ha commentato: “La fusione tra Grey e 1861 United testimonia  l’eccellente collaborazione tra le società di WPP. “Grey United” sarà una agenzia formidabile ed avrà il pieno supporto di WPP”.

Nella foto: David Patton asieme a Pino Rozzi e Roberto Battaglia.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

1861united taglia a metà il divano di Sky per lanciare la nuova funzione Restart

- # # # # #

Sky e 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia, tornano sul divano blu, il format studiato per raccontare la ricchezza di My Sky attraverso le esperienze di vari testimonial. Il nuovo spot è incentrato su Restart, la nuovissima funzione di My Sky che permette di far ripartire da capo, in pochi secondi, un film già iniziato.

Per sottolineare questa novità rivoluzionaria anche il format si rinnova e lo notiamo fin dall’inizio: il divano blu, come tutto il resto dell’arredamento, è tagliato a metà. A spiegarci il perché è l’istrionico Filippo Timi, che ci racconta come non sopporti vedere le cose a metà, in particolare i film. E non appena il protagonista de I Delitti del BarLume preme il tasto blu del telecomando Sky, il film ricomincia dall’inizio. Finalmente l’attore può vedere il suo film intero, comodamente sul suo divano che ora è di nuovo… intero.

Del film è prevista anche una declinazione su stampa per il magazine Sky Life destinato ai clienti.

CREDITS

Direzione Creativa Esecutiva: Pino Rozzi e Roberto Battaglia
Direzione Creativa: Mario Esposito, Massimo Verrone
Art Director: Daria Paraboni
Copywriter: Mattia Perego
Client Director: Marta Di Girolamo
Account Executive: Davide Caterina
Producer: Carla Beltrami
CdP: Akita Film
Regia: Riccardo Paoletti
DoP: Roberto Ottaviani
Executive Producer: Paolo Zaninello
Producer: Mapi Brambilla
Post Produzione Video: Xchanges VFX

Sky Italia
Head of Brand & Advertising: Roberto Lobetti Bodoni
Advertising Promo Specialist: Mario Saronne

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Per la finale di X Factor, 1861united e Sky “spaccano”

- # # # # #

Sky comunica il più grande evento musicale live dell’anno, l’attesissimo finale di stagione di X Factor 2013, e lo fa con una campagna radio e stampa firmata 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia.

Il grande momento è arrivato: il 12 dicembre scopriremo finalmente chi sarà il vincitore. E sarà proprio il pubblico da casa a deciderlo scaricando l’app e votando il concorrente preferito. La campagna stampa nasce dal termine gergale “spaccare”: il simpatico tormentone creato dai giudici per commentare le migliori esibizioni.

Per questo, nella nuova campagna vedremo i quattro finalisti saltare contro una X gigante e, letteralmente, spaccarla. Nel radio invece sentiremo un presentatore che viene interrotto proprio nel momento in cui sta per annunciare la nuova star di X Factor: per sapere il suo nome bisognerà trepidare fino alla serata finale.

La speciale puntata vedrà anche la partecipazione straordinaria di One Direction, Woodkid, Giorgia, Mario Biondi, Elisa e Marco Mengoni e sarà trasmessa su Sky Uno HD, ed eccezionalmente a disposizione di tutti anche su Cielo, canale 26 del digitale terrestre.

Credits
Direzione Creativa: Mario Esposito e Massimo Verrone
Copywriter: Chiara Monticelli
Art Director: Edwin Herrera
Client Director: Marta Di Girolamo
Account Executive: Davide Caterina
Fotografia e Post Produzione: Paolo Cecchin / Livello6
Art Buyer: Maria Benenati

Sky Italia
Head of Brand & Advertising: Roberto Lobetti Bodoni
Advertising Promo Specialist: Mario Saronne

articoli correlati

AGENZIE

1861united si aggiudica la comunicazione internazionale di ILKO Coffee

- # # # # #

ILKO Coffee, joint venture tra The Coca-Cola Company e Illycaffè, affida la sua comunicazione internazionale a 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia.
L’agenzia curerà la creatività worldwide di Illy issimo: il gusto intenso del caffé Illy in uno speciale formato “ready to drink”, imbottigliato e distribuito da Coca-Cola Company, che favorisce tanti modi di fruire il prodotto e altrettante occasioni d’uso.
La nuova campagna, rivolta in particolar modo al target degli young adults, avrà il compito di comunicare l’eleganza, lo stile e la cultura italiana del caffè espresso, e del marchio Illy, nel mondo.
Il messaggio creativo, destinato ad un pubblico internazionale, sarà pianificato in diversi paesi come Romania, Grecia, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Spagna, Inghilterra, senza dimenticare però l’Italia e vivrà su diversi mezzi: ATL, con stampa e affissione, e BTL con una particolare attenzione al punto vendita.

articoli correlati

AGENZIE

Va a 1861united la gara Expo 2015. Lo spot on air entro fine anno.

- # # # # #

Sarà l’agenzia 1861united a realizzare lo spot televisivo, on air entro fine anno,  destinato a far “scoprire” a tutti gli italiani Expo Milano 2015, primo passo di di un percorso di comunicazione che proseguirà nel 2014. Alla gara per l’assegnazione dell’incarico, oltre alla sigla vincitrice, avevano partecipato Saatchi & Saatchi, M & C Saatchi, Alkemy, STV DDB e Armando Testa. Secondo quanto comunicato dall’ente appaltante, l’idea creativa e strategica presentata dall’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia ( nella foto) è molto apprezzata dalla commissione giudicatrice perché ha individuato “alcuni elementi cardine molto importanti per la comunicazione dei temi e valori di Expo Milano 2015”. La proposta è  stata valutata inoltre “coerente con il modo di operare di Expo 2015″, oltre a distinguersi “per la semplicità di esecuzione”.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Sky celebra un anno di arte in TV con 1861united

- # # # # # #

Sky conferma la sua capacità di raccontare storie nuove in modo sempre diverso, unico e innovativo. È sicuramente il caso di Sky Arte HD dove “da un anno la TV è diventata arte”, come sottolinea la campagna stampa ideata da 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia, per festeggiare il primo compleanno del canale. Sky Arte HD ha saputo portare in televisione la cultura con un taglio nuovo, rivolgendosi a un pubblico ampio con produzioni innovative e di qualità. La programmazione è dedicata all’arte in tutte le sue forme: cinema, arte contemporanea, arte classica, letteratura, teatro, danza, musica, fino alla street art.

La creatività, pianificata su stampa nazionale periodica e quotidiana, dà risalto all’unione tra TV e arte con un key visual semplice ma di forte impatto: un televisore inserito in una classica cornice da museo, un modo diretto e immediato per celebrare questo connubio che nei suoi primi dodici mesi di vita è riuscito a conquistare critica e pubblico. Un grande risultato, raggiunto senza dubbio grazie a un linguaggio nuovo e a un punto di vista assolutamente moderno, capace di abbracciare il mondo dell’arte a 360 gradi.

Credits
Direzione creativa: Mario Esposito, Massimo Verrone
Art Director: Daria Paraboni
Copywriter: Mattia Perego
Client Director: Marta Di Girolamo
Account Executive: Manuela Baietta
Fotografo: Andrea Melcangi
Post produzione: Livello 6
Art buyer: Maria Benenati

Sky Italia
VP Brand & Communication: Eric Markgraf
Head of Brand & Advertising: Roberto Lobetti Bodoni
Advertising Promo Specialist: Mario Saronne

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Honda Forza, lo scooterone “senza debolezze” in comunicazione con 1861United

- # #

Debutta sulla stampa il nuovo Honda Forza, lo scooterone 300 che punta sui bassi consumi e sulla solidità del mezzo.
La campagna si sviluppa su mezzo stampa dove, sullo sfondo, notiamo una struttura moderna ed elegante e in primo piano troviamo un altro elemento altrettanto moderno ed elegante, lo scooter. La line recita: nuovo Honda Forza 300 ABS. Nessuna debolezza.
E subito sotto il titolo possiamo leggere tutte le specifiche e le qualità di questa moto, che sostengono e spiegano il perché dell’affermazione fatta.

 

A firmare la creatività è l’agenzia 1861United. Sotto la supervisione dei direttori creativi Francesco Poletti e Serena Di Bruno, hanno lavorato l’art director Veronica Ciceri e il copywriter Riccardo Di Capua. Art buyer Maria Benenati.Per il team account, Manuela Bandiera client service director e Marilyn Cicoria, account.
La pianificazione è curata da LS & PARTNERS

articoli correlati

AGENZIE

“METTICI IL CUORE”, sostieni la campagna di 1861United per dare un cuore a chi ne ha bisogno

- # # #

Si chiama “Mettici il Cuore” ed è la campagna, firmata 1861united , volta a raccogliere fondi per la nuova Terapia Intensiva Cardiochirurgica dell’Ospedale Bambino Gesù, un centro altamente specializzato per le malattie cardiache in età pediatrica in grado di rispondere in modo adeguato ai nuovi bisogni di cura. La campagna racconta in modo leggero ed emozionante la storia di Marco. Il nome è di fantasia, ma la storia è vera. Il 30 settembre 2010, all’età di 16 anni, Marco riceve al Bambino Gesù il primo cuore artificiale permanente, intervento unico al mondo su un paziente pediatrico. Una mini pompa meccanica  al posto del cuore, che da allora lo accompagna e lo accompagnerà per tutto il resto della sua vita. “Mi sento come se fossi nato una seconda volta”, dice Marco, che oggi frequenta il liceo, ha tanti amici, è un ragazzo coraggioso e consapevole. Per centrare l’obiettivo e consentire a tanti altri bambini e ragazzi di “rinascere”, il Bambino Gesù chiede a tutti, privati e aziende, di “metterci il cuore” effettuando una donazione.

 
Per raccontare questa storia e comunicare un argomento così importante e delicato, è stato scelto il linguaggio delle illustrazioni e un protagonista che diventa un simbolo: un bambino alla ricerca di un cuore, un ragazzo a cui manca nel petto – letteralmente – la “forma” del cuore. Questo key-frame e questo trattamento sono stati esplosi su tutti i media: dallo spot animato alla stampa fino alla piattaforma web, punto di atterraggio dell’intera campagna: sul sito www.metticiilcuore.net – realizzato dall’agenzia Reason That – è infatti possibile effettuare la propria donazione a favore dei bambini dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.Lo spot d’animazione è stato realizzato da Filmmaster e Pocko e diretto da Pocko People. L’animazione dello spot e le illustrazioni sono state create da Ben Pearce insieme al producer Robert Simons e gli executive producers Lorenzo Cefis e Nicola Schwartz. La musica dello spot è “True Life”, composta dal maestro Ferdinando Arnò, interpretata da Malika Ayane e concessa gratuitamente dalla SUGAR S.r.l. La pre-produzione della stampa è stata infine curata da Sprintproduction.

 

 
Il Messaggero sarà portavoce e primo sostenitore dell’iniziativa sensibilizzando e coinvolgendo il pubblico di riferimento nella partecipazione alla campagna sociale di raccolta fondi.  Anche per il 2013 hanno scelto di sostenere il Bambino Gesù la Centrale del Latte di Roma e l’Associazione dei Negozi Storici della Capitale, promuovendo la campagna in tutti loro punti vendita. UniCredit Universo Non Profit, dal 25 novembre all’8 dicembre, supporterà le attività di raccolta fondi in oltre 400 sportelli del gruppo, coinvolgendo e sensibilizzando dipendenti, clienti e il private investments.  Dal 25 novembre al 1 dicembre prossimo gli operatori di telefonia Tim, Vodafone, Wind, H3G, PosteMobile, Coopvoce, Noverca, Telecom Italia, Fastweb e TWT metteranno a disposizione della campagna il numero solidale 45501 per effettuare una donazione di 2 euro sia da rete fissa che mobile. Fondamentale sarà in questo periodo il contributo dei media come Rai, Mediaset, SkyTV, Admoving, Radio Manà Manà e tanti altri che sosterranno l’iniziativa sensibilizzando quante più persone a contribuire al raggiungimento dell’obiettivo. Numerosi anche gli appuntamenti che verranno realizzati per tutta la durata della campagna. Cene di beneficienza in collaborazione con Metamorfosi – “Sostenere l’Ospedale con gusto” – si svolgeranno nei mesi di novembre e dicembre. Protagonisti lo chef Roy Carceres con aziende, istituzioni e privati che intenderanno partecipare. Evento clou della campagna: la quarta edizione del concerto “La luce dei bambini” che si terrà il 2 dicembre prossimo nell’Aula Paolo VI. L’Ospedale per l’occasione sarà affiancato da realtà importanti quali GreenNetwork, Gruppo Scarpellini, Pirelli Spa e Fondazione Niccolò Cusano.

 

Come donare

www.donaora.it
www.metticiilcuore.net

Bonifico Bancario intestato a Fondazione Bambino Gesù ONLUS
IBAN IT 88J 02008 05365 000400215758 Agenzia 61 Unicredit Banca di Roma
Sms solidale al numero 45501 (dal 25 novembre al 1dicembre)
Conto Corrente Postale intestato a Fondazione Bambino Gesù ONLUS
n° 1000425874 – causale: progetto TIC

articoli correlati

BRAND STRATEGY

1861united riporta in tv l’ironia di Galbusera per il lancio dei Magretti

- # # # # #

Galbusera torna in TV per promuovere Magretti, una linea di biscotti e cracker con un basso, o ridotto contenuto di grassi, e soprattutto di grassi saturi. Due gli spot realizzati dall’agenzia 1861united da 10 secondi, uno dedicato ai frollini e l’altro ai cracker. Entrambi con l’ironia e la leggerezza che contraddistingue gli ultimi spot di Galbusera.

 

Nel soggetto dedicato ai frollini la protagonista è sola dentro un ascensore, ma appena apre una confezione di frollini Magretti, il piccolo spazio si affolla di ragazzi uno più bello dell’altro. Sullo stupore della protagonista, lo SPK sottolinea che “C’è sempre spazio per i Magretti”.

Il soggetto dedicato ai cracker, invece, ha come protagonista un ragazzo che mangia i Magretti in spiaggia, in una cabina. Appena apre il pacchetto di cracker, una folla di belle ragazze si intrufola nella cabina: tutte vogliono mangiare i Magretti Galbusera. Lo SPK conclude ribadendo che “C’è sempre spazio per i Magretti”.

La creatività è stata ideata dalla 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia. Agli spot ha lavorato un team composto dai direttori creativi Francesco Poletti e Serena Di Bruno, il senior copy Luca Beato, il copy Emanuele Accurli Abenante e l’art Nicola Bolfelli. Account Director Giulia Girimonti, Account Marilyn Cicoria.

La regia dello spot è stata curata da John Immesoete per la casa di produzione MovieMagic, la musica dello spot è di Ferdinando Arnò.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Meno male che a casa c’è Sky”, nuovo spot realizzato da 1861united per Sky

- # # # # # #

Ingorghi, vagoni della metro affollati, code negli uffici, scrosci di pioggia improvvisi. Nessuna giornata è tanto storta da non poter essere raddrizzata da una bella sera a casa, dove c’è il  calore della famiglia e la grande tv di Sky. Questo il plot del nuovo spot Sky realizzato da 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia, in onda nel formato 30” e 60” dalla scorsa settimana sulla piattaforma Sky e da questo weekend sulle altre emittenti televisive nazionali. Il 60” sarà on air anche al cinema.

 
Sky per la nuova campagna punta sull’offerta di cinema, in grado di rendere la nostra casa un posto sempre più accogliente. E di motivi per passare del tempo tra le quattro mura domestiche insieme a tutta la famiglia ce ne sono tanti, con Sky Cinema: 12 canali in HD, nuovi film ogni sera e tanti grandi successi in prima visione. Inoltre, per rendere ancora più unica l’esperienza di visione, Sky offre tutta la perfezione dell’alta definizione e My Sky, per mettere in pausa, anche in diretta, e registrare i propri film: la tv è davvero ai nostri comandi.

Una giornata piena di inconvenienti grandi e piccoli, raccontata dallo sguardo mai banale dei Cric, registi dello spot: Davide Mardegan e Clemente De Muro, entrambi 28 anni, esordienti nel 2011 con lo spot autoprodotto “Perché tu mi piaci” che nell’arco di poche settimane ha registrato due milioni e mezzo di visite, guadagnandosi anche un Leone di Bronzo a Cannes.

Credits
Direzione Creativa Esecutiva: Pino Rozzi e Roberto Battaglia
Direzione Creativa: Mario Esposito e Massimo Verrone
Client Director: Marta Di Girolamo
Account Executive: Davide Caterina
Producer: Carla Beltrami
CdP: Akita Film
Regia: Cric
DoP: Mauro Chiarello
Executive Producer: Paolo Zaninello
Producer: Mapi Brambilla
Montaggio: Vilma Conte
Musica: Ferdinando Arnò / Quiet, please!
Post Audio: The Log

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Sky festeggia dieci anni in Italia con la firma di 1861United

- # # # # #

Te la ricordi la tv prima di Sky? È questa la domanda che pone la campagna stampa per festeggiare i dieci anni del network televisivo in Italia. La creatività è stata ideata da 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia, i quali aggiungono: “è uno di quegli anniversari che non potevamo assolutamente dimenticare, visto e considerato che questi ultimi dieci anni sono stati i più significativi della nostra vita professionale”.

Dieci anni in cui Sky ha cambiato non solo la Tv ma il vero e proprio modo di viverla. Grazie soprattutto alle grandi innovazioni come My Sky e Sky Go che hanno permesso di andare oltre il palinsesto televisivo e avere una TV ai nostri comandi dove decidiamo cosa vedere, quando vederlo e dove vederlo.

I protagonisti della campagna sono gli abbonati ai quali è affidato il racconto in prima persona di come hanno vissuto sulla loro pelle questi ultimi dieci anni e la grande rivoluzione di Sky. Tutto quello che non potevano fare con la Tv e tutto quello che, invece, hanno oggi. Finiremo per chiederci se sono passati solo 10 anni o molti di più.

Firmano la campagna, sotto la direzione creativa di Mario Esposito e Massimo Verrone, il copy Riccardo Di Capua e l’art Veronica Ciceri. Client Director Marta Di Girolamo, Account Executive Manuela Baietta. Fotografia e post produzione, Andrea Melcangi e Livello 6. Art buyer del progetto è Maria Benenati.

La campagna è pianificata su Sky Life per i mesi di Luglio e Agosto.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Sky e 1861united “danno una mano” al trasloco.

- # # # #

Trasloca Sky, il servizio che aiuta a trasportare l’impianto nella nuova casa garantendo tutta la professionalità e la competenza che solo Sky può offrire, è l’oggetto della nuova campagna firmata da 1861united.

L’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia ha ideato un visual di immediata lettura: una famiglia intenta a guardare Sky in un posto davvero particolare. Sopno tutti sono accomodati sulla pedana di un braccio elevatore durante il trasloco e, come se nulla fosse, continuano a guardare la TV sospesi in aria.
La headline ribadisce il concetto: “Rilassati, a traslocare Sky ci pensa Sky”.

Credits
Direzione Creativa: Massimo Verrone e Mario Esposito
Art director: Nicola Bolfelli
Copywriter: Emanuele Accurli Abenante
Client Director: Marta Di Girolamo
Account: Andrea Dini
Fotografia: Andrea Melcangi
Post produzione: Claudio Luparelli

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Galbusera e 1861united presentano BuoniCosì. Non serve aggiungere altro.

- # # # # #

Galbusera torna in tv per promuovere BuoniCosì, il nuovo brand di biscotti e cracker studiato per chi ama un’alimentazione sana ed equilibrata senza rinunciare al gusto. Lo spot, on air a partire da domenica 28 aprile, si concentra sui frollini senza zuccheri aggiunti BuoniCosì, e lo fa con il tono di voce ironico, leggero e memorabile che fa ormai parte di Galbusera e ha già contraddistinto la comunicazione dedicata a RisosuRiso.

Ecco allora che il protagonista della storia dello spot BuoniCosì è un personaggio tanto buffo e goffo quanto memorabile: si tratta di un ragazzo travestito da coniglione rosa che strimpella una seranata alla sua fidanzata, interrompendo con il suo arrivo una tesissima riunione di lavoro e scatenando la reazione del severo capoufficio di lei e della security, tanto che il nostro protagonista sarà costretto a darsi alla fuga. Lo speaker sottolinea in chiusura che “Si può essere buoni senza essere zuccherosi”. Lo spot è in onda nei tagli a 30 e 15 secondi.
La creatività è di 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia. Sotto la direzione creativa esecutiva di Pino Rozzi e Roberto Battaglia; firmano lo spot i direttori creativi Francesco Poletti e Serena Di Bruno e il copy Luca Beato. La regia dello spot è stata curata da John Immesoete per la casa di produzione MovieMagic, la musica dello spot è di Ferdinando Arnò.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

L’ultimo capitolo della comunicazione Ikea “basta poco” è on air con 1861United

- # # # # # #

Continua la storia di uno dei protagonisti dello spot precedente che, grazie anche a Ikea, riesce a ripartire. Protagonista della nuova comunicazione, creata da 1861United, è lo stesso uomo che nello spot precedente era alle prese con la sua nuova vita da single. In questa occasione lo vediamo indaffarato in cucina, destreggiarsi tra i fornelli e la preparazione della tavola. Sta apparecchiando per due e dall’agitazione capiamo che aspetta un ospite molto importante, forse è un appuntamento. Un messaggio di rinascita, perché, come afferma lo speaker in voice over “se la tua vita è cambiata, basta poco per cambiare con lei”, grazie a Ikea.

Il progetto di comunicazione prosegue grazie ad AUGE9 anche nel mondo digitale con il lancio della piattaforma di comunicazione spazioallavita.it. Dal 17 marzo è online la piattaforma con il primo capitolo dedicato alla nuova vita da single da pensare e da organizzare. La storia, che ha una durata di circa 3’, inaugura un nuovo modo di fare storytelling digitale che si snoderà tra contenuti interattivi, approfondimenti di prodotto e un video viral tutto da scoprire.

Il progetto coinvolge anche i Social Network attraverso una timeline che giorno dopo giorno accompagna le vite dei protagonisti e le interseca con quelle degli utenti. Il progetto multipiattaforma – sviluppato in HTML5 – è fruibile sia da pc che da tablet e mobile.

A supporto della campagna, sono stati sviluppati radiocomunicati e display advertising.

CREDITS

Per 1861United ha lavorato un team di creativi composto dalla copy Chiara Monticelli, l’art Alice Marrollo e i direttori creativi Francesco Poletti e Serena Di Bruno. Account  Director  Silvia Cazzaniga, Account Supervisor Matilde Dettin. La regia è di Phil Brown, la casa di produzione Mercurio. La colonna sonora dello spot è stata realizzata da The Music Bank.

Per AUGE9, la nuova agenzia di comunicazione digitale nata da AUGE e unit9 London, hanno lavorato:
Creative direction: Federica Ariagno, Williams Tattoli
Client director: Francesco Russo
Project manager:  Anita Rocca
Art director: Federico Grassi
Copywriter: Niccolò Bossi, Anita Rocca, Simone Galloni.
Production director: Valentina Culatti
Technical Director: Gilles Boisselet
Lead: David Hartono
Tech Lead: Maciej Zasada
Developer: Krzysztof Wyrzykowski
Developer: Izaias Cavalcanti
Back-end: Tomasz Brunarski
System Admin: Thomas Pedossaut

articoli correlati

BRAND STRATEGY

BNL: Parte domani la campagna di comunicazione con un film del regista Emanuele Crialese

- # # # # # #

Il 2013 è l’anno in cui BNL compie 100 anni: un secolo di impegno, di attività e di coerenza nei valori che hanno accompagnato lo sviluppo e la crescita della vita economica, sociale e culturale del Paese. Oggi BNL, forte di questa lunga esperienza, è uno dei principali gruppi bancari italiani, tra i più noti brand in Italia ed è parte del Gruppo BNP Paribas, leader in Europa nei servizi di credito e finanza.

Per celebrare questo speciale compleanno, la Banca – che ha lanciato, nei giorni scorsi, un logo dedicato a tale anniversario – parte con una campagna di comunicazione integrata che si svilupperà nel corso del 2013. Affidata a 1861united, la campagna partirà domani su tv e web con un film realizzato dal regista Emanuele Crialese, girato con pellicola 35mm tra 10 diverse location a Roma e Bologna. Fabio Cianchetti ne ha curato la fotografia. La produzione è stata realizzata da Alessio Gramazio e Paolo Calabresi di Buddy Film. “Da 100 anni ascoltiamo questa Italia” è il claim della campagna.

“Il lavoro – dichiara l’Amministratore Delegato di BNL, Fabio Gallia – rappresenta, come lo è stato in passato, la risposta orgogliosa dell’uomo soprattutto in momenti di difficoltà. Per questo, per celebrare i nostri primi 100 anni, abbiamo voluto porre l’accento non su di noi, ma sulle persone che proprio con il loro lavoro si impegnano ogni giorno per questo Paese, i veri protagonisti della nostra storia”. Nello spot, infatti, emerge l’Italia che parla attraverso il lavoro, il suo impegno responsabile e le sue eccellenze. Un’Italia che ha scelto la ricerca costante dell’efficienza e dell’investimento sul futuro.

“Cento anni sono un’occasione importante per guardarsi dentro – continua Fabio Gallia – riflettere sulla propria storia e orientare la rotta verso il futuro. Essere una banca significa sostenere il Paese e l’economia reale, accompagnando con responsabilità le famiglie e le imprese, per costruire insieme un domani sostenibile ed esserne parte”.

Il film è incentrato su 100 anni di storia raccontati in 100 secondi da Emanuele Crialese, che per la prima volta firma un film pubblicitario dopo i numerosi riconoscimenti – di cui un Leone d’Argento, 3 David di Donatello e una candidatura agli Oscar – ottenuti a livello nazionale ed internazionale per il suo impegno nel cinema.

“In una società bombardata dalle immagini di una televisione utilizzata quasi esclusivamente come strumento di autopromozione – afferma Emanuele Crialese – mi è sembrata originale e coraggiosa l’idea di girare uno spot basato sul gesto, sull’operosità senza parole, soffermandosi sui volti veri di gente vera ripresa nell’atto di svolgere il proprio lavoro. Con semplicità e orgoglio. Stimolato dal pensiero che quello che si andava a pubblicizzare non era il superfluo ma il necessario”.

Caratteristica peculiare del film è, infatti, la presenza di persone “reali”, “vere”, riprese nei loro gesti quotidiani e autentici. Uno spot senza accompagnamento musicale, la cui colonna sonora è costituita esclusivamente dai suoni del lavoro. Pochi, leggeri, per dare ancora di più valore e sottolineare l’eloquenza del gesto lavorativo nella sua forma più pura, evocato dalle immagini. Ogni secondo rappresenta “figurativamente” un anno: un percorso storico che si apre in bianco e nero con immagini di repertorio che partono dal 1913, per poi passare, attraverso la storia del dopoguerra, ai primi colori degli anni ’50 e ’60. Il presente arriva con la forza e l’intensità delle immagini girate da Crialese che racconta il lavoro concreto degli italiani di oggi attraverso gesti e suoni.

Oltre al taglio a 100”, che andrà in onda sul web, sono stati prodotti anche formati da 30” (con multisoggetto a rotazione) e 60”, quest’ultimo in onda da domani in TV. Si è, infatti, scelto di presentare la campagna durante il Festival di Sanremo con passaggi nelle serate della kermesse e sul web attraverso il sito dedicato 100anni.bnl.it .

Sempre su internet, il Centenario di BNL sarà il comune denominatore di tutte le pagine Twitter e Facebook dell’ecosistema social della Banca: la community di oltre 355 mila fan potrà vedere lo spot  in anteprima rispetto al lancio in prima serata del Festival di Sanremo. Inoltre, il concept della campagna “Da 100 anni ascoltiamo questa Italia” verrà “diffuso” sui social media attraverso un’applicazione dedicata che permetterà, in giornate particolari durante il 2013 e a partire proprio dal Festival, di “ascoltare questa Italia”, monitorando le opinioni sulla rete.

La campagna proseguirà nel corso dell’anno e verrà declinata anche su altri mezzi. Su stampa, affissione e web i gesti del lavoro “parleranno” incorniciati da virgolette, con soggetti scattati da Mattia Balsamini, per Luz Photo. In radio torneranno protagonisti i suoni del lavoro. Pianificazione media a cura di Mindshare.

BNL nasce nel 1913 come Istituto Nazionale di Credito per la Cooperazione e nel 1929 diventa Banca Nazionale del Lavoro. La Banca è stata tra i principali artefici dello sviluppo del Paese, finanziando le grandi infrastrutture di cui l’Italia non era ancora dotata, sostenendo gli artigiani, le piccole imprese e le aziende nei loro progetti di crescita, riconversione e sviluppo nei mercati esteri. Nel 1998, BNL diventa una banca privata e, nel 2006, entra a far parte del Gruppo BNP Paribas, leader in Europa nei settori dei servizi bancari e finanziari. Oggi BNL è tra i più noti brand in Italia e, con oltre 1000 punti vendita, offre un’ampia gamma di prodotti e servizi, da quelli più tradizionali ai più innovativi.

articoli correlati