AZIENDE

Digital contract: oggi si può

iRealtors è un’innovativa startup, nata a Genova per volontà di Federico Pagliuca che, avendo maturato esperienza nel settore del real estate, ha individuato dei bisogni ed elaborato dei servizi tecnologici in grado di supportare l’operatività degli agenti immobiliari, grazie a una serie di processi automatizzati.

“Tra i bisogni che abbiamo intercettato ci sono l’abbattimento delle distanze, il superamento della necessità di una postazione fissa, la possibilità di lavorare in mobilità”, spiega Federico Pagliuca. “iRealtors consente di avere tutto a portata di smartphone e di tablet, opportunità riassunta nel nostro claim: l’ufficio in tasca. Grazie ai servizi erogati, diamo la possibilità all’agente immobiliare di concentrarsi sul cuore della propria attività, ovvero acquisire e vendere immobili.

Un’altra funzione importante che svolgiamo è quella di garanti di sicurezza nelle transazioni immobiliari. Il cliente che deve acquistare o vendere una casa chiede di essere seguito, dal momento in cui sottoscrive un incarico di vendita o di locazione, o una proposta di acquisto, fino alla conclusione di tutte le operazioni. Noi assicuriamo trasparenza, integrità e immodificabilità a tutti i contratti che vengono sottoscritti tramite la nostra app, fornendo informazioni e servizi che con una pratica cartacea sarebbe impossibile ottenere. I clienti apprezzano questo approccio che migliora e arricchisce anche l’immagine professionale dell’agente immobiliare”.

 

Qual è la maggiore innovazione introdotta dalla vostra iniziativa?

La grande evoluzione che noi portiamo in Italia è la contrattualistica digitale dedicata agli agenti immobiliari, che consente di superare il cartaceo. Tramite un’app, noi stravolgiamo l’operatività portandola su tablet, smartphone e pc, con una modulistica digitale che può essere creata e sottoscritta anche tramite firma elettronica. E proprio questa è la maggiore innovazione: il cliente, con firma grafometrica o con una tecnologia denominata click-to-sign, può firmare in locale (sul dispositivo dell’agente) oppure in remoto, quindi anche a grande distanza, senza doversi recare necessariamente in ufficio o inviare la scansione digitale della propria firma (tra l’altro poco attendibile in termini di validità giuridica).

 

Come è strutturato il servizio che offrite?

L’app è disponibile per i sistemi iOS e Android, ed è compatibile con tutti i device e i browser presenti sul mercato. Sebbene il fulcro sia la digitalizzazione completa della contrattualistica e della modulistica immobiliare, abbiamo previsto anche altre funzioni rilevanti in un’ottica di velocizzazione dei processi e di ottimizzazione dell’agenda. Ad esempio, abbiamo un servizio automatizzato che rintraccia tutte le scadenze dei contratti e le inserisce direttamente a calendario e, in prossimità delle date, invia dei remind.

É anche previsto un eCommerce che permette di richiedere documentazione online, come report, visure catastali, atti ipotecari, planimetrie, informazioni sull’affidabilità finanziaria e personale di potenziali inquilini. Tutto ciò in mobilità.

 

Quello immobiliare è un settore in grande trasformazione, soprattutto grazie alle potenzialità del digitale. Si può dire che voi siate espressione dell’innovazione in atto?

Certamente, noi partecipiamo alla trasformazione del settore immobiliare che porterà più trasparenza, maggiore selezione, servizi innovativi. Tutto ciò, sebbene noi non ci rivolgiamo direttamente ai privati cittadini, va a vantaggio non solo degli agenti immobiliari ma anche, conseguentemente, degli utenti finali.

iRealtors è un progetto imprenditoriale molto ambizioso che prevede, per i prossimi anni, di implementare ulteriormente i servizi, sempre in un’ottica innovativa, con l’obiettivo di velocizzare le procedure ma anche di dare loro sempre più sicurezza e trasparenza, soprattutto in materia di blockchain e di smart contract. Per fare ciò è indispensabile investire in tecnologia ed essere sempre attenti sul fronte ricerca e sviluppo.