BRAND STRATEGY

Rovaniemi e babbo Natale assegnano il premio “Spirito di Natale” a The Coca-Cola Company

- # # # #

rovaniemi

Rovaniemi, la città residenza ufficiale di Babbo Natale, ha assegnato il premio “Spirito di Natale” a The Coca-Cola Company: Babbo Natale in persona ha preso parte alla cerimonia con le sue renne.
Il sindaco di Rovaniemi, Esko Lotvonen, ha consegnato il riconoscimento a Walter Susini, Senior Vice President, Marketing di Coca-Cola EMEA.

“Babbo Natale è un ambasciatore di buna volontà, gentilezza e gioia”, ha spiegato il sindaco, “Con questo premio vogliamo onorare queste qualità e riconoscere a The Coca-Cola Company il suo lungo impegno a far crescere in tutto il mondo lo spirito della festività, con il celebre Christamas Truck e gli allegri Babbi Natale che diffondono in tutto il mondo la felicità di questa stagione”.
“Babbo Natale (Santa Claus) è un simbolo di attenzione e felicità, valori che sono condivisi da Rovaniemi e Coca-Cola, e anche dal mezzo milione di visitatori che ogni anno vengono a Rovaniemi e dai milioni che partecipano agli eventi intorno al Christmas Truck di Coca-Cola”, ha proseguito Lotvonen.

Rovaniemi è ufficiamente il luogo di nasciat (e di residenza) di Babbo Natale dl 2010, ma il villaggio di Babbo Natale è un luogo attivo da molti più anni ed è stato visitato da politici, pop star, personaggi televisivi, atleti e persone qualunque, provenienti dai quattro angoli del mondo.
Dal 1985, Babbo Natale ha ricevuto oltre 17 milioni di lettere da 200 nazioni, il che ha reso l’Ufficio Postale di Rivaniemi una tappa fissa per chiunque vanga a visitare il Santa Claus Village.

“Il Circolo Polare è un posto speciale: molti sogni si realizzano quando le persone incontrano Babbo Natale, e la visita del Christmas Truck di Coca-Cola è un’occasione storica, un momento magico di incontro tra due dei brand più famosi al mondo”, è intervenuta Sanna Kärkkäinen, CEO di Visit Rovaniemi.
Rovaniemi fu quasi completamente distrutta dopo la Seconda Guerra mondiale; nel 1950 Eleanor Roosvelt, vedova del presidente USA Franklin D. Roosevelt, venne a visitare la ricostruzione e poiché desiderava vedere il Circolo Polare, venne costruita una cabina 8 chilometri a nord della città. Questa cabina ha segnato l’inizio del Villaggio di Babbo Natale, e può ancora essere vista di fianco all’ufficio postale.

Dal canto suo, il Christmas Truck di Coca-Cola ha visitato più di 300 località nel mondo, ma il tour in Finlandia è il primo assoluto che tocca il Circolo Polare, cioè raggiunge (e supera) i 66°33′45.9″ Nord, la latitudine minima per poter osservare i fenomeni noti come “Sole di Mezzogiorno” e “Notte Polare”, quando il sole si trova continuativamente al di sopra o al di sotto l’orizzonte.

“Coca-Cola ha un rapporto speciale con Babbo Natale”, ha concluso Susini ricevendo il Premio, “Negli anni ‘30, Coca-Cola commissionò a un artista americano, Sundblom, l’incarico di creare un’immagine di Babbo Natale per la pubblicità natalizia. Sundblom era il figlio di un immigrato dalla isole Aland, una provincia finlandese nel mar Baltico, e diede vita a un Babbo Natale mai visto fino a quel momento: un vecchio allegro, con una grande barba bianca e un sorriso aperto e contagioso”.

articoli correlati