NUMBER

Stampa: giù l’audience, cercasi nuove vie attraverso il digitale. La ricerca Publicis Media

- # # #

stampa publicis

La stampa italiana (come quella internazionale, del resto) è in difficoltà da qualche anno a questa parte. I grandi publisher si trovano infatti con sempre meno lettori, sempre meno audience, e quindi sempre meno investimenti e soldi. Riuscirà il digitale a riportare la cara vecchia stampa sulla cresta dell’onda? Nel frattempo la Research e la Business Intelligence di Publicis Media Italy hanno realizzato uno scenario sulla stampa quotidiana e periodica italiana, focalizzato sull’analisi dell’andamento, delle evoluzioni e delle tendenze più interessanti dal punto di vista pubblicitario. Le rielaborazioni di Publicis Media Italy si basano sulle indagini Audipress, ADS, Audiweb, Nielsen, Zenith Advertising Expenditure Forecasts, GfK Eurisko ed Eumetra Monterosa.

 

Gli investimenti

Nel corso dell’ultimo decennio la quota di investimenti destinata alla stampa cartacea ha registrato una contrazione significativa, pari al 69%, che si spiega con la riduzione progressiva delle audience sul mezzo e la conseguente scelta da parte dei brand di spostare i budget sul digitale. Un trend che, secondo le stime dello Zenith Advertising Expenditure Forecasts, non conoscerà inversioni nei prossimi anni.

Anche gli ultimi dati totale anno rilevano un calo della raccolta pubblicitaria del -6.8% nel 2017 rispetto all’anno precedente. Gli investimenti pubblicitari sui quotidiani si sono concentrati in particolare nel secondo e quarto trimestre, mentre i mesi di marzo, aprile, settembre e novembre sono stati i più performanti per i periodici. Nel 2017 i settori top spender sono stati i Servizi Professionali per quanto riguarda i quotidiani, l’Abbigliamento relativamente ai periodici.

In particolare, si osserva come i player dell’Abbigliamento scelgano di destinare circa il 40% del budget pubblicitario alla stampa periodica. Tra gli editori Cairo e Mediamond raccolgono insieme il 45% degli investimenti per i periodici, RCS e Manzoni il 53% per i quotidiani…

 

Continua a leggere su MyMarketing.Net!

articoli correlati