AZIENDE

Next 14 lancia Soldout, l’agenzia per ottimizzare gli investimenti di marketing e advertising su Amazon

- # # # # # #

Soldout

Offrire alle aziende grandi, medie e piccole la possibilità di disegnare una strategia dedicata su Amazon, integrata con le altre attività di pianificazione digitale e che assicuri a ogni prodotto la visibilità necessaria e a garantire una lunga e profittevole presenza sul marketplace. È la mission di Soldout, la nuova startup nata all’interno di Next 14, il gruppo italiano leader nella tecnologia applicata al marketing, protagonista in questi anni del lancio di iniziative di successo come Turbo (Programmatic Advertising), Zerostories (Content Marketing), Sting (Tv Planning Automation), Calzolari (Media Strategy & Consultancy) a cui si sono affiancate le acquisizioni di Jointag (Proximity Marketing), Oz Digital (MetaSSP) e Adbibo (Social Adv).

“Dopo Google e Facebook – dichiara Marco Ferrari, CEO di Next 14 – è Amazon il prossimo pilastro nella comunicazione online. Oltre il 30% dell’eCommerce mondiale passa infatti oggi dal marketplace, mentre la spesa in advertising sul canale, seppure rilevante in termini assoluti, ha ancora margini di crescita amplissimi, valutando la rilevanza dell’ultimo miglio e i volumi complessivi degli investimenti digitali sugli altri canali”.

Next 14 scommette quindi sullo startup di un’agenzia focalizzata solo sull’ottimizzazione dell’“ultimo miglio”, una piattaforma che sarebbe un clamoroso errore considerare di nicchia, se pensiamo che oltre 20 milioni di italiani hanno completato almeno un acquisto su Amazon. “È uno dei segmenti più interessanti – continua Ferrari – a cui può dedicarsi chi si occupa di comunicazione online. E crediamo che Next 14, grazie alla focalizzazione e all’esperienza fatta in questi anni sul data-driven marketing, sia l’ambiente ideale per sviluppare con successo un’iniziativa di questo tipo”.

Un ruolo importante nello startup di Soldout, sarà svolto dal team di Turbo, l’azienda del Gruppo Next 14 che in 4 anni si è ritagliata un ruolo di leadership nel Programmatic Advertising italiano, che con Claudio Calzolari e Matteo Pomi sta attivando le prime relazioni commerciali e guidando lo sviluppo delle piattaforme tecnologiche. Da settembre sarà invece operativa in Soldout, una figura manageriale esterna di grande esperienza nel mondo digital, chiamata a guidare come CEO lo sviluppo dell’agenzia, in cui ha investito come socio di minoranza ed il cui ingresso verrà ufficializzato nelle prossime settimane.

“Abbiamo deciso di non creare una business unit all’interno di Turbo, ma di costituire una società dedicata – ha dichiarato Claudio Calzolari, CEO di Turbo – proprio per aprirci al contributo di manager esterni di valore, che avessero voglia di mettersi in gioco dal punto di vista imprenditoriale in un business molto potenziale, potendo contare allo stesso tempo sul supporto del Gruppo Next, non solo in termini di sinergie commerciali e piattaforme tecnologiche, ma anche dal punto di vista dell’esperienza imprenditoriale, rendendo meno radicale la scelta tra ruolo manageriale e imprenditoriale”.

Il business di Soldout nasce dalla crescente esigenza delle aziende di ottimizzare e portare a maturità gli investimenti su Amazon, un canale di vendita sempre più determinante per molti e un’opportunità da sviluppare per altri. Investire in comunicazione su Amazon – attraverso Amazon Marketing Services, la piattaforma pubblicitaria del marketplace – non è infatti né semplice, né banale. Senza know-how, esperienza e tecnologia specifica è difficile ottenere visibilità e trarre il massimo beneficio dal canale, che ha regole e potenzialità che lo rendono unico e differente da qualsiasi altra piattaforma.

articoli correlati