BRAND STRATEGY

Barilla punta su Big Event Prima Colazione, con Realtà, agenzia di shopper marketing

- # # #

shopper marketing

Big Event Prima Colazione è stata l’attività di Shopper Marketing disegnata ed organizzata da Realtà (agenzia di shopper & retail marketing) per Barilla, in continuità con l’iniziativa organizzata l’anno scorso, per rispondere alle nuove esigenze e richieste del mercato e delle personas odierne, che hanno esigenze diversificate.

L’attività è stata concepita in modo che ci fosse integrazione tra digitale e fisico che, partendo dal sito di Mulino Bianco, attraversasse i canali digitali social, per atterrare al sito del Retailer ove trovare informazioni e meccanica promozionale predisposte per l’operazione. Nel fisico è stata disegnata, progettata, prodotta ed allestita l’isola della prima colazione che aveva l’obiettivo di marketing, trade e shopper marketing di accrescere consapevolezza nei target, ingaggiarli e attivarli attraverso:
1- una meccanica promozionale con gift a fronte dell’acquisto
2- un totem interattivo, novità di quest’anno, che consentiva ai clienti di scattarsi una divertente selfie a tema colazione e di riceverla direttamente via mail

In particolare l’iniziativa descritta ha avuto il focus in 7 ipermercati Carrefour, di cui 6 del Nord Italia e 1 in Sardegna, con l’obiettivo di riavvicinare le persone alla colazione fatta in casa, basandosi sui nuovi trend di consumo.
Mulino Bianco con questa operazione ha voluto dimostrare di essere in grado di proporre un’offerta variegata che può adattarsi allo stile di vita di ognuno. Sono state perciò individuate 3 tipologie di colazione in base al target: Golosa (donne 35-54), Piena di Benessere (uomini e donne 25-54) e Classica (famiglie con bambini 6-13).

Per stimolare la frequenza d’acquisto sono stati utilizzati nei punti vendita diversi materiali dedicati all’iniziativa e nelle isole di circa 40 mq erano presenti archi, banchetti per le hostess, poster, flyer, i consumatori sono stati coinvolti per ben 91 giornate grazie alle hostess e al totem. Consumatori sono stati coinvolti per ben 91 giornate grazie alle hostess e al totem interattivo (photo-booth) che consentiva di fare una foto al cliente finale, inviarla via email o mobile o social.
La user experience del totem interattivo è stata interessante e coinvolgente grazie ai livelli di personalizzazione ed interazione con la brand sviluppati: il cliente finale interagiva seguendo un percorso dinamico ed ingaggiante consentendo la possibilità di realizzare una foto personalizzata.

articoli correlati