BRAND STRATEGY

Appuntamento il 27/28 settembre con la 1° edizione italiana di SingularityU Italy Summit

- # # #

SingolarityU Italy Summit

Al via a Milano i lavori della prima edizione di SingularityU Italy Summit 2017. Presso il Centro Congressi Stella Polare di Rho (MI) parte oggi la due-giorni immersiva a cura di Singularity University, comunità globale di formazione e innovazione fondata nel 2008 nel centro di ricerca NASA a Mountain View, cuore della Silicon Valley californiana, che riunisce e mette in relazione tra loro influencer e innovatori provenienti da ogni parte del mondo e utilizza le tecnologie esponenziali per consentire a singoli individui e organizzazioni complesse di apprendere, fare rete e innovare utilizzando soluzioni acceleranti e tecnologie semplificanti.

SingularityU Italy Summit, format collaborativo itinerante già ospitato con successo in 16 paesi, è alla sua prima edizione italiana e rappresenta una finestra sul futuro possibile e realizzabile con il contributo di ogni individuo nel proprio ambito, un momento di confronto per diventare artefici in prima persona del cambiamento a beneficio dell’intera comunità, un punto di vista originale su tutto ciò che può migliorare la qualità della nostra vita quotidiana, della comunità e dell’ambiente in cui viviamo e lavoriamo. Il Summit si propone di rivoluzionare completamente i paradigmi mentali dei partecipanti e rinnovare i singoli punti di vista sulle nostre origini, sul nostro percorso futuro e su ciò che è possibile realizzare per rispondere alle grandi sfide che attendono l’umanità.

Numerose le tematiche in agenda a elevato tasso di innovazione, con interventi e workshop che spaziano dall’ambito scientifico a quello economico-finanziario, dall’etica ai nuovi modelli di sviluppo sostenibile, dall’autoimprenditorialità alle nuove frontiere dell’apprendimento. Un dibattito assolutamente inedito in Italia, protagonisti ventuno tra esperti di fama internazionale, innovatori e influencer provenienti da tutto il mondo, che si alternano nei due giorni di Summit parlando di intelligenza artificiale, automazione, robotica, nanotecnologie, medicina d’avanguardia, neuroscienze, biotecnologia, energie rinnovabili, benefit corporation, blockchain, istruzione e didattica digitale.

Tra gli interventi di un programma denso e articolato, David Orban, Presidente di SingularityU Italy Summit, businessman, guru visionario, saggista, blogger, speaker d’eccezione, una figura unica e carismatica nel panorama mondiale degli innovatori, spiega come affrontare le sfide della globalizzazione attraverso la decentralizzazione e le tecnologie esponenziali.
Neil Harbisson porta, invece, la propria, personalissima e straordinaria esperienza, raccontando cosa significa vivere la tecnologia in prima persona, in una parola, cosa significa “essere la tecnologia”. L’artista inglese è il primo cyborg ufficialmente riconosciuto dal momento che, per sopperire a un’incapacità congenita di distinguere i colori, ha un’antenna impiantata nella testa che gli permette di sentire lo spettro cromatico.

E ancora, Chiara Burberi, co-autrice de “Le ragazze con il pallino per la matematica”, appassionata di education, women empowerment e gender diversity, illustra come la didattica digitale possa ridisegnare le modalità e gli schemi tradizionali sia per insegnare sia per apprendere. Riccardo Sabatini, scienziato e imprenditore, espone alcuni risultati della sua ricerca dedicata a combattere l’invecchiamento umano attraverso l’applicazione dell’apprendimento automatico alla genomica e alla salute, mentre David Roberts, pluripremiato come uno dei maggiori esperti mondiali in materia di tecnologie esponenziali, affronta il delicato tema dell’etica e della responsabilità sociale applicate, pensando alla tecnologia come al fattore dirompente che possa segnare la differenza e avere un impatto positivo e concreto sulla vita di miliardi di persone e su temi fondamentali come la sicurezza, la salute e il bisogno di un’alimentazione adeguata.

articoli correlati