ENTERTAINMENT

Stampa, web, eventi collaterali, affissioni e social per la mostra su Tullio Regge

- # #

mostra Tullio Regge

Fino al 18 Marzo 2018 il palazzo dell’Accademia delle Scienze di Torino ospita “L’infinita curiosità. Un viaggio nell’universo in compagnia di Tullio Regge”. La mostra, promossa nell’ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell’universo, dall’immensamente grande all’estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea.

Un omaggio alla figura di Tullio Regge, il più geniale dei fisici della generazione venuta dopo Enrico Fermi. Un omaggio ai suoi studi e alle due grandi teorie della fisica del Novecento, quella della relatività generale e quella della meccanica quantistica, con un passaggio nel mondo di mezzo.
Guidato dagli studi di Tullio Regge, che fanno da fil rouge tra le sezioni, il visitatore può assistere al dialogo tra l’antico e moderno, in un affascinante percorso tra preziosi manoscritti a sofisticatissime macchine, lettere autografe di Einstein e altri importati studiosi e visori 3D. In mostra anche la poltrona Detecma, splendido esempio di matematica trasformata in design, progettata da Regge e di nuovo in produzione grazie a Gufram, marchio italiano di arredamento conosciuto nel mondo per aver forzato i limiti del disegno industriale.

Tra gli oggetti in mostra ve n’è uno unico e particolarmente prezioso: un taccuino di dediche di Adriana Enriques, figlia del matematico Federigo Enriques, inaugurato nel 1921 da Einstein con uno dei suoi aforismi più famosi (“Lo studio e in generale l’amore per la bellezza e la verità sono cose dinanzi alle quali si vorrebbe sempre rimanere bambini”) e firmato da celebri scienziati (Eddington, Planck, Rutherford, Fermi, Marconi) e grandi protagonisti della cultura (Puccini, Mascagni, Bontempelli, Serao, Tagore).

La mostra è supportata da una strategia di comunicazione, ATL e BTL, che prevede una campagna stampa e on line, affissioni ed eventi collaterali. L’art director è di Tiziana Lombardi; Comunicazione e ufficio stampa affidate a Maybe. La pianificazione, a cura di Maybe, prevede i principali quotidiani e l’affissione. Media partner Torino e Giovani Genitori. Il progetto espositivo e la direzione lavori allestimento sono di Giorgio Rosental e Massimo Venegoni. Il catalogo è edito da Edizioni Dedalo.

Un ricco programma di eventi collaterali accompagnerà la mostra lungo tutta la sua durata: incontri con grandi scienziati e divulgatori, incroci e contaminazioni con arti figurative, teatro e cinema. Sono previste per le scuole visite guidate alla mostra e laboratori didattici presso Xké? – Il laboratorio della curiosità.

articoli correlati