AZIENDE

Dopo il successo del “DNA Journey”, momondo lancia in Italia il DNA contest

- # # # #

momondo contest

momondo lancia in Italia dal 9 febbraio 2017 il DNA contest. Il concorso, già svolto a livello globale, arriva nel nostro Paese a corredo del progetto The DNA Journey, basato sullo studio del DNA con lo scopo di svelare ai partecipanti le loro vere origini.

Il contest ideato partendo dallo Studio Value of Travelling, i cui risultati hanno evidenziato una chiara correlazione tra i viaggi e la fiducia verso gli altri. Chi viaggia di più si apre maggiormente ad altre persone, religioni, nazionalità e culture e scoprire le proprie origini è un’ulteriore spinta ad aprire la mente verso nuove destinazioni.

Dallo studio emerge ad esempio che, secondo il 76% degli intervistati, viaggiare li ha resi più aperti nei confronti delle differenze e delle diversità tra popoli e culture, mentre il 75% sostiene di aver migliorato la propria opinione nei confronti dei Paesi che ha visitato.

A livello italiano, lo studio dimostra quanto il viaggio sia ritenuto strumento privilegiato per abbattere le barriere tra i diversi popoli e le diverse culture, tant’è vero che il 65% degli intervistati dichiara che se si viaggiasse di più ci sarebbero meno pregiudizi, il 62% che ci sarebbe più tolleranza e il 53% che ci sarebbe più pace nel mondo. Nonostante ciò, l’indagine rivela che secondo il 60% degli intervistati, oggi le persone sono meno tolleranti nei confronti delle altre culture rispetto a 5 anni fa. Confrontato con il dato globale pari al 48%, è evidente che in Italia questa percezione è molto più diffusa e sentita, soprattutto rispetto a paesi come Cina e Russia, in cui la percentuale si riduce notevolmente.

Il progetto “The DNA Journey” ha riscontrato un grande successo a livello globale, grazie anche al video della campagna che ha ottenuto più di 200 milioni di visualizzazioni su Facebook, Youtube e sul sito di momondo e più di 8 milioni di condivisioni sui social, dati in continuo aumento che dimostrano quanto il tema dell’apertura verso il prossimo sia fortemente sentito in tutto il mondo.

Per partecipare al contest sarà necessario accedere al sito e spiegare in 250 caratteri la motivazione che spinge a voler conoscere le proprie origini. momondo selezionerà entro il 20 marzo le 30 migliori risposte, che riceveranno il DNA Kit dell’azienda Living DNA e potranno sottoporsi al test del DNA.

Ai selezionati verrà chiesto, al momento della ricezione dei risultati, di registrare un video che riprenda la propria reazione: il primo classificato, selezionato entro il 4 luglio, riceverà un premio del valore di 1.500€ per viaggiare alla scoperta delle proprie origini!

“Siamo veramente orgogliosi del nostro progetto The DNA Journey e dei risultati ottenuti. L’elevatissima partecipazione a livello globale al DNA contest è la dimostrazione di quanto le persone abbiano, oltre che la necessità, anche la curiosità di conoscere le proprie origini e la voglia di aprire la propria mente. Il nostro obiettivo è quello di ispirare le persone al viaggio come mezzo non solo di svago ma anche di conoscenza delle diverse culture e il successo del progetto è la dimostrazione che stiamo andando nella giusta direzione. Vogliamo coinvolgere gli italiani in questo progetto e invitarli a mettersi in gioco per scoprire sulla propria pelle come la diversità sia una ricchezza e come aprire la mente sia il primo passo verso il vero cambiamento”, ha affermato Clizia L’Abbate, Head of Markets di momondo.

Siamo lieti di collaborare con momondo per il progetto The DNA Journey in Italia. Coloro che vinceranno un DNA kit avranno l’opportunità di intraprendere un grande viaggio alla scoperta di sé stessi. Attraverso le innovazioni tecnologiche nel campo test e ricerca accademica, siamo in grado di dare alle persone una foto ben definita del loro passato che gli permetterà di vivere un’esperienza unica alla scoperta delle proprie origini. La nostra comprensione di dove veniamo come individui dipende interamente da quanto indietro nella storia guardiamo; siamo in grado di permettere alle persone di conoscere la propria storia e far comprendere loro quanto il mondo sia connesso”, ha dichiarato David Nicholson, fondatore di Living DNA.

articoli correlati