MEDIA

Netflix: nel 2016 ricavi a 8,3 miliardi di dollari USA. in crescita del 35%

- # # #

netflix

Nel 2016 Netflix ha generato globalmente 8.3 miliardi di dollari US di entrate, con 35% di crescita anno su anno, chiudendo l”anno con 93,8 milioni di utenti con 19,0 milioni di attivazioni nette contro 17,4 milioni nel 2015. L’ultimo trimestre del 2016 ha inoltra rappresentato il 10° anniversario del lancio del servizio. “Il prossimo decennio sarà ancora più sorprendente e tumultuoso alla luce del fatto che la TV via Internet soppianterà la TV lineare e Netflix si impegna a rimanere un leader di mercato”, scrive Netflix nella comunicazione periodica agli azionisti e al mercato, nella quale riporta le cifre a consuntivo: un utile operativo è pari a $154 milioni (margine operativo del 6,2%) contro la guidance di $125 milioni, mentre l’utile netto è stato pari a $67 milioni, rispetto alla previsione di $56 milioni.

Analizzando anche i soli dati relativi all’ultimo trimestre dell’anno appena chiusosi, si ha conferma della dinamica positiva: il fatturato dello streaming è cresciuto del 41% anno su anno raggiungendo quota $2,4 miliardi.

 

Globalmente, Netflix ha aggiunto alla propria platea 7,05 milioni di nuovi membri netti nel trimestre, contro la previsione di 5,2 milioni e ancora il Q4 dello scorso anno, fermatosi a 5.590.000. Questo è stato infatti il più grande trimestre di attivazioni nette della storia del brande ed è stato guidato da forti acquisizioni sia negli Stati Uniti che a livello internazionale.

 

Guardando avanti, per il Q1 2017 Netflix prevede 5,2 milioni di nuovi utenti netti (1,5 milioni negli Stati Uniti e 3,7 milioni a livello internazionale), mentre viene confermato l’annunciato investimento di 6 miliardi di dollari per la produzione di contenuti.

“Stiamo imparando rapidamente il modo migliore per abbinare i contenuti con i gusti del pubblico di tutto il mondo. È chiaro che i contenuti di alta qualità viaggiano bene attraverso i confini”, prosegue il comunicato dell’azienda. “Netflix ha lanciato i contenuti originali sulla piattaforma nel 2013 e, in soli quattro anni, le serie originali hanno rappresentato 5 dei 10 programmi televisivi più ricercati del 2016 a livello mondiale, tra cui Stranger Things al #1, secondo Google Trends. L’8 gennaio The Crown ha ricevuto il Golden Globe come Miglior Serie TV (dramma), mentre Claire Foy ha vinto il premio come migliore attrice protagonista in una Serie TV (dramma) per la sua interpretazione della regina Elisabetta II”.

“Nel Q4, abbiamo lanciato la visualizzazione offline, che consente agli utenti di scaricare contenuti per dispositivi iOS e Android”, conclude Netflix. “Il nostro obiettivo è quello di rendere Netflix il più possibile accessibile ai membri nei paesi e nei luoghi (ad esempio, metropolitane e aerei) con larghezza di banda limitata e/o costosa. Siamo soddisfatti dei primi risultati e, come previsto, l’utilizzo della funzione offline è maggiore nei mercati emergenti, dove l’infrastruttura a banda larga è meno robusta”.

 

Su una base politica pubblica, tuttavia, una forte neutralità della rete è importante per sostenere l’innovazione e le piccole imprese. Nessuno vuole che siano gli ISP a decidere quali servizi nuovi e potenzialmente disruptive possano funzionare sulle loro reti, o a favorire un servizio piuttosto che un altro. Ci auguriamo che la nuova amministrazione americana e il Congresso riconoscano che il mantenimento della neutralità della rete contribuisca allo sviluppo del lavoro e dell’innovazione.

articoli correlati