NUMBER

Magna Global: mercato globale adv a +4,6% nel 2016.

- # # # # #

Magna Global, la media investment unit di IPG Mediabrands, ha rilasciato negli scorsi giorni il suo ultimo rapporto relativo alle previsioni globali sui ricavi pubblicitari, in cui stima che il mercato pubblicitario mondiale crescerà del +3,2% nel 2015 per un totale di 503 miliardi di dollari. Questo dato risulta inferiore alla precedente previsione rilasciata nel giugno 2015 (+3,9%) ed evidenzia un rallentamento rispetto alla crescita del 2014 (4,9%).

Anche nel 2016 la raccolta pubblicitaria globale continuerà a mostrare un segno “più” grazie alla stabilizzazione dell’economia e alla spesa incrementale generata da eventi non ricorrenti (le elezioni generali e presidenziali negli Stati Uniti, la coppa UEFA in Europa e le Olimpiadi estive in Brasile), che porteranno a un +4,6% a consuntivo. Neutralizzando l’impatto di tali eventi nel 2014, 2015 e 2016, la crescita globale del marcato pubblicitario sarebbe cresciuta del +4,1% nel 2015 e +3,7% nel 2016, il che suggerisce la mancanza di una vera e propria accelerazione della domanda nel 2016 neutralizzando gli effetti di questi driver ciclici.

Tra i 73 Paesi analizzati da Magna Global in questo aggiornamento, quest’anno 62 hanno sperimentato una crescita dei ricavi pubblicitari mentre i restanti undici (tra cui Russia, Finlandia, Francia, Grecia, Perù e Singapore) hanno registrato un calo. I maggiori contributi al rallentamento vengono da due Paesi del BRIC colpiti da gravi difficoltà economiche: la Russia (-12%) e il Brasile (+ 4,4%). D’altra parte è cresciuta la stima per il 2015 per Paesi come l’India, la Cina e gli Stati Uniti. Per il 2016 magna Global si attende che solo quattro mercati continueranno a rimanere in perdita, mentre 69 (compresa la Russia) sperimenteranno un certo livello di crescita.

Nel capitolo relativo all’Europa Occidentale, la Ricerca mostra ricavi pubblicitari in crescita per il secondo anno consecutivo (+2,9%) per un totale di 110 miliardi di dollari, con tassi di crescita elevata a una cifra nel Regno Unito e in Spagna che compensano la stabile lentezza di Paesi come la Francia e l’Italia. Il mercato dell’Europa Occidentale torna così al valore del 2007, prima del manifestarsi della lunga recessione, anche se alcuni mercati sono ancora significativamente più piccoli. Per il 2016 si prevede una crescita regionale del +2,5%.

Magna Global ha infine esaminato il mercato italiano, visto nel 2015 in crescita dell’ 1,2%, per un totale di 7 miliardi di euro, di raccolta: una stabilizzazione dopo quattro anni consecutivi in negativo. Il mercato italiano è, tuttavia, ancora inferiore alle dimensioni raggiunte nel 2008 (anno in cui ha raggiunto il suo apice) del 20% (8,9 miliardi di euro).
Nel 2016 il mercato italiano mostrerà una situazione in miglioramento, grazie a una crescita complessiva delle vendite stimata intorno al +2,4%, guidata da una ripresa delle tariffe televisive (vendite adv a + 2,1%) e dei media digitali (+8%). I ricavi relativi al mezzo stampa, invece, continueranno a diminuire (-5%). La radio dovrebbe registrare una crescita moderata (+1,6%), mentre l’affissione diminuirà rispetto ai dati registrati in occasione di Expo (-2,5%).

articoli correlati