MEDIA 4 GOOD

Stella Jean e Oxfam Italia con Coin per sostenere le donne di Haiti

- # # # #

Coin rafforza la partnership con Oxfam Italia a sostegno del progetto “Women’s Circle for Change”, la campagna di comunicazione e raccolta fondi incentrata sui diritti delle donne e sulla loro capacità di costruire un mondo migliore, realizzata con l’obiettivo di coinvolgere clienti, stilisti e dipendenti per mobilitare risorse e attenzione a favore del lavoro di Oxfam, contribuendo a far uscire dalla povertà decine di migliaia di persone, in maggioranza donne e bambini.

Attraverso l’acquisto dei capi, sarà quindi possibile sostenere progetti come “Right To Be Heard”, realizzato da Oxfam nella regione di frontiera tra Haiti e la Repubblica Dominicana, una delle più povere dell’isola Hispaniola, per garantire a circa 20.000 piccoli produttori agricoli, soprattutto donne, un reddito dignitoso. Persone che ogni settimana da entrambi i paesi percorrono centinaia di chilometri per raggiungere i frequentatissimi mercati alla frontiera per vendere i loro prodotti.

Il progetto è realizzato con l’obiettivo di coinvolgere le donne italiane in una rete di solidarietà per sostenere Oxfam nel rafforzare il suo impegno in favore di altre donne che nel mondo non hanno diritti, mezzi, potere, cibo. Ancora oggi 795 milioni di persone soffrono la fame, il 60% di queste sono donne: se uomini e donne godessero degli stessi diritti nei paesi in via di sviluppo si potrebbero sfamare tra i 100 e i 150 milioni di persone in più, riducendo fino al 19% il numero di coloro che non ha sufficiente cibo.

“La mia collaborazione con Oxfam insieme a Coin è motivata da una volontà e un impegno condivisi, mirati a generare impresa e auto sostentamento nelle comunità locali, di Haiti in questo caso, evidenziando la forza motrice femminile al fine di innescare un meccanismo d’indipendenza che scardini il fallimentare assistenzialismo. E’ per me fondamentale iniziare ad evidenziare che la reale sostenibilità non arriva con i cargo, ma nasce dall’interno di ogni
singolo villaggio con il giusto sostegno organizzativo e la nuova dignità conferita a livello globale.” spiega Stella Jean.

articoli correlati