MEDIA

Panini e Web Stars Channel insieme per il lancio di Webstars Magazine

- # #

Una rivista 100% made in internet sbarca in edicola: nasce infatti Webstars Magazine, frutto della collaborazione tra Panini e Web Stars Channel, società di consulenza artistica per star del web. La rivista debutta oggi anche grazie al supporto e alla consulenza di Web Stars Channel.

Nell’aprile del 2015, la casa editrice ha lanciato con grande successo l’album di figurine di FaviJ, lo youtuber più popolare in Italia. In un solo mese, è stata raggiunta la cifra record di un milione di figurine vendute.

“Il Gruppo Panini ha già da tempo abbracciato il mondo del web”, dichiara Alex Bertani, Senior Marketing Manager della divisione Panini Comics. “La collaborazione con Web Stars Channel è stata preziosa: una guida per evitare i luoghi comuni e per riuscire ad adottare il linguaggio specifico della nuova generazione dei nativi digitali”.

Webstars Magazine è la prima iniziativa editoriale su carta dedicata a una generazione, quella dei nativi digitali, che sempre di più si sta allontanando dai media tradizionali per rivolgere la sua attenzione al mondo del web[1]. E’ proprio online infatti che questo pubblico si informa, si diverte, socializza e condivide i propri interessi. Oltre 60 pagine dedicate al web con interviste esclusive, rubriche sul gaming e sulla tecnologia, racconti dai web raduni, i consigli dei creator su come diventare web stars e tanti altri temi che appassionano i giovani vlogger e i loro fan.

Un mondo, quello dei talenti della rete, recentemente oggetto di grande attenzione. Un’attenzione che ha origine non solo dai loro numeri, ma anche dal film Game Therapy, che per la prima volta vede come protagonisti solo star del web e che è destinato a diventare uno dei fenomeni cinematografici dell’anno. Non è un caso infatti che sia proprio Game Therapy, incluso l’album di figurine sul film in allegato, uno dei temi trainanti del primo numero della rivista, in edicola il 23 ottobre. I protagonisti del film – FaviJ, Decarli, Clapis e Zoda – contano insieme un totale di oltre 2,4 milioni di fan su Facebook e oltre 3,4 milioni di iscritti su YouTube. Un bacino potenziale di lettori enorme.

“Il mondo dell’editoria sta da tempo attraversando una profonda crisi. Iniziative come Webstars Magazine vogliono riportare nuova linfa al settore, cercando di rivolgersi in maniera specifica a una nuova generazione di lettori”, spiega Luca Casadei, fondatore e CEO di Web Stars Channel. “Non solo perché la rivista è costruita pensando proprio a quel pubblico ma anche perché afferma finalmente senza se e senza ma che i talenti del web sono e devono essere considerati dei veri e propri produttori di contenuti”.

articoli correlati