MOBILE

Nasce Viveat, piattaforma “mobile” che garantisce e narra il vino tramite NFC e QR code

- # # # # # #

In occasione di Seeds & Chips, primo salone internazionale dedicato all’innovazione digitale nella filiera agroalimentare ed enogastronomica in programma a Milano dal 26-29 marzo, sarà presentata ufficialmente Viveat, piattaforma per dispositivi mobile pensata per trasformare il mondo del vino, nata dalla sinergia di esperienze di tre giovani amici imprenditori: Marcello Gamberale, Nicolò Zambello e Giacomo Zucco, esperti di marketing e di Internet of Things.
Obiettivo: agevolare – all’interno di wwineshop ed enoteche – il racconto di prodotti di eccellenza a potenziali clienti curiosi, che vorrebbero scegliere il vino più adatto ad ogni momento, sicuri di comprare prodotti garantiti.

Così nel 2014 il progetto di Viveat prende vita e corpo, proprio dall’intento di accorciare la distanza tra il produttore e il consumatore, attraverso un’etichetta digitale anticontraffazione posta sulla bottiglia, che garantisce sia l’autenticità dei prodotti che un’esperienza di consumo unica e originale. attraverso l’abbinamento della tecnologia NFC al più classico QR code, che consentendo una connettività wireless bidirezionale permette di giungere a una landing page ricca di contenuti che fornisce, sia all’acquirente che al produttore, informazioni aggiuntive sulle azioni compiute da entrambi.

Grazie infatti all’utilizzo di un qualsiasi smartphone di nuova generazione dotato di lettore NFC, semplicemente avvicinando il dispositivo all’etichetta, il consumatore può ricevere velocemente tutte le informazioni tecniche, la provenienza, gli abbinamenti, i contenuti multimediali interessanti e i servizi quali l’acquisto online in un click. La soluzione permette inoltre di tracciare statisticamente la distribuzione del prodotto e, grazie ad un codice univoco, di fornire un’immediata garanzia di sua autenticità.
Le aziende produttrici, dal canto loro, possono affrontare con maggiore facilità le sfide dei mercati esteri offrendo contenuti di altissima qualità e multilingue legati all’etichetta, possono tenere traccia dei propri prodotti e dei clienti nel mondo, e utilizzare tutte queste informazioni per le future attività commerciali e di comunicazione.

(Stefano Fina)

articoli correlati

Lascia un commento

Devi essere loggato per poter commentare.