AZIENDE

“L’ufficio a cielo aperto”: lo Smart Working di Microsoft conquista le piazze italiane

- # # # #

Oggi, per un numero crescente di persone, il confine tra vita personale e professionale è molto labile. La recente survey Microsoft-Harris Interactive conferma infatti che oltre la metà di coloro che lavora in ufficio (57%) si aspetta di essere in grado di lavorare anche da casa. Inoltre molti sono multitasking, per esempio il 45% lavora durante il viaggio verso l’ufficio o di rientro, il 27% mentre mangia a casa e il 25% mentre guarda la TV. Inoltre il 12% dei genitori che lavorano in ufficio ammette di aver sbrigato del lavoro durante eventi o attività dei propri figli. In generale 6 su 10 di coloro che lavorano in ufficio (67%) contano di essere in grado di lavorare fuori sede in posti come aeroporti, treni, bar o parchi. Solo un quarto degli impiegati italiani afferma di non lavorare nel weekend o fuori dall’orario d’ufficio, mentre gli altri dichiarano di lavorare in orari non convenzionali, o per necessità – il 42% sostiene di aver bisogno di lavorare in orario extra-lavorativo per portarsi avanti – o per proprio desiderio – il 24% sostiene che ciò consente una giornata lavorativa più flessibile. Quando sono fuori dalle quattro mura dell’ufficio, gli impiegati per lo più leggono e rispondono alle e-mail (62%), scrivono/elaborano (50%) o condividono/collaborano (33%) su documenti, e analizzano dati e informazioni (49%). Il 56% dichiara che le riflessioni più produttive si collocano in ufficio ma anche in altri posti e addirittura il 16% afferma di riflettere meglio fuori ufficio.

Lavorando fuori sede risulta per lo più essenziale essere in grado di accedere ai propri documenti ovunque (59%), essere certi che i documenti siano sicuri e privati (47%), poter riprendere il lavoro dal punto in cui è stato lasciato (44%), poter lavorare e accedere alle informazioni utili da molteplici dispositivi (42%). In generale, grazie alla tecnologia che consente di lavorare anche in mobilità, gli impiegati si sentono più produttivi (92%), di maggiore successo (91%), più collaborativi (85%), più focalizzati (75%).

Ci sono quindi solide basi per l’iniziativa di Microsoft dedicata allo smart working, opportunamente battezzata, “Ufficio a cielo aperto”, con cui vengono raccontati nelle piazze italiane i vantaggi della tecnologia per uno stile di lavoro moderno e flessibile. Oggi a Milano, Vieri Chiti, direttore della divisione Office di Microsoft Italia, ha fatto il punto sul progetto, che “è destinato a proseguire in futuro, sebbene con modalità differenti”. Nello scorse settimane, Microsoft è scesa – letteralmente – nelle piazze centrali di Sondrio, Torino e Vipiteno insieme a Gruppo Credito Valtellinese, Alpitour World e Leitner, le prime tre aziende con cui ha preso il via l’iniziativa, per raccontare con i fatti come, grazie alla flessibilità abilitata dalle nuove tecnologie, sia possibile lavorare da ogni dove, gestendo al meglio il proprio work-life balance.

Attraverso la piattaforma di produttività cloud Office 365 e i device Windows e Windows Phone, si collabora, si condividono informazioni e si contribuisce a progetti ovunque e in qualunque momento, accedendo facilmente su dispositivi mobili alla posta elettronica, agli applicativi Office e a soluzioni di comunicazioni integrata.

Microsoft Office 365, infatti, oltre alla versione aggiornata dei servizi Microsoft Lync Online, Exchange Online e SharePoint Online, consente agli utenti aziendali di utilizzare su un massimo di cinque dispositivi le familiari applicazioni Office ed è inoltre dotata di funzionalità social ottimizzate per le aziende, grazie all’integrazione di SharePoint e Yammer, e di connettività Lync-Skype per i servizi di presenza, messaggistica istantanea e voce.

Sempre oggi è stato reso noto che la roadmap delle versioni business di Office 365 sarà d’ora in poi pubblica alla pagina web dedicata, per consentire a qualsiasi azienda di conoscere in anticipo gli update futuri e la disponibilità di nuovi servizi. Inoltre è stato appena lanciato il nuovo programma First Release per offrire alle aziende aderenti la possibilità di sperimentare per prime i principali miglioramenti di Office 365, SharePoint Online ed Exchange Online.

articoli correlati

Lascia un commento

Devi essere loggato per poter commentare.