AZIENDE

Hi-media, il fatturato cresce del 3% nel primo semestre del 2013 grazie alle nuove soluzioni

- # # # #

Hi-Media chiude il primo semestre dell’anno in crescita del 3% grazie al lancio di nuove soluzioni, invertendo il calo registrato nel secondo semestre del 2012. Una crescita guidata dalle buone performance dell’Ad-Exchange, del video, del mobile e delle operazioni speciali che adesso rappresentano ora il 40% delle attività di pubblicità della società rispetto al 25% di un anno fa.

 

Il Gruppo è riuscito a stabilizzare il fatturato consolidato rispetto al secondo semestre del 2012, raggiungendo i € 93.1 mln, grazie soprattutto alla ripresa delle attività di advertising. Al 30 giugno 2013, i ricavi dell’Area Advertising ammontavano a € 45 milioni, in crescita del 3% rispetto al secondo semestre metà del 2012, nonostante il mercato pubblicitario europeo abbia continuato a registrare una trend negativo nel 2013, soprattutto nei paesi del Sud Europa.

 

Cyril Zimmermann, fondatore e CEO di Hi-Media Group, dichiara: “Nonostante un mese di maggio difficile, il primo semestre conferma il buon orientamento delle attività del Gruppo che, in un contesto economico complicato, ha operato per migliorare in modo significativo i propri margini. In effetti, in un mercato pubblicitario in costante decrescita in Europa, il Gruppo registra una crescita del 3% del fatturato grazie al successo della nuova offerta (RTB, Video, Mobile, Special Operations). Nell’area “Payment”, il dinamismo delle attività è stato confermato e l’ottima reazione al lancio della nuova piattaforma di pagamento HiPay TTp lascia intravedere delle buone prospettive per la fine dell’anno”.

 

In un contesto di attività stabile, Hi-Media è riuscita ad aumentare la marginalità lorda di circa € 3 milioni rispetto al secondo semestre del 2012 (+9%) a € 34.1. Il margine lordo consolidato (36%) è migliorato di tre punti, grazie alle due attività. Il risultato operativo è pari a € 3.7 milioni rispetto a € 1,9 milioni nel secondo semestre del 2012, con una crescita di più del 90%.

 

 

Il Gruppo, che si trova in posizione ideale per beneficiare di questa fase di cambiamento strutturale, anticipa un’ulteriore espansione delle sue attività dell’area Advertising nella seconda metà dell’anno. Dovrebbe vedersi un’incoraggiante ripresa nell’Area Payments verso la fine dell’anno, in gran parte grazie al dinamismo delle attività in ambito Banking Payments (Wallet e TPP) nonché alla stabilizzazione dell’attività di micropagamenti.

 

articoli correlati

Lascia un commento

Devi essere loggato per poter commentare.